">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • Domenica 21 aprile festa di Primavera a Mola
    Nel pomeriggio Assemblea di Legambiente Arcipelago Toscano
    (18 Aprile 2024)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    Ucraina: un paese conteso

    Giochi di potenza, derive reazionarie e necessità di un'alternativa di classe

    (202 notizie dal 8 Dicembre 2013 al 8 Febbraio 2024 - pagina 10 di 11)

    Il proletariato in Ucraina ha da lottare contro entrambi i fronti imperialisti russo e occidentale e per la internazionale rivoluzione comunista di domani

    Lo scontro tra Russia, Stati Uniti d’America, Germania e altri predoni per spartirsi le ricchezze dell’Ucraina sarà contro il proletariato ucraino, che ha la prospettiva di anni di miseria e di accresciuto sfruttamento, ma anche contro le classi lavoratrici dei paesi occidentali e di Russia, che rischiano tutte di trovarsi coinvolte in una guerra imperialista della quale sarebbero...

    (25 Marzo 2014)

    Partito Comunista Internazionale

    L’esercito ucraino allo sbando, ci pensa la Nato

    Sono ben 189 le unità militari e istituzioni teoricamente appartenenti alle Forze Armate di Kiev che hanno issato sui loro pennoni la bandiera russa questa mattina, nell’ambito di una cerimonia solenne ordinata dalle autorità della Repubblica Autonoma in procinto di entrare a far parte della Federazione Russa. Un ennesimo smacco nei confronti delle roboanti dichiarazioni belliciste...

    (23 Marzo 2014)

    Marco Santopadre - Contropiano

    UCRAINA: CONTRO LA GUERRA IMPERIALISTA,
    PER L'INTERNAZIONALISMO PROLETARIO

    Dal n. 15 di "Alternativa di Classe" Non si ferma la tensione tra Ucraina e Russia; dopo il via libera del Parlamento di Mosca allo spiegamento di forze armate in Crimea, anche il Governo di Kiev ha annunciato di aver autorizzato la chiamata alle armi dei suoi riservisti. Dall'Ucraina dicono: "la Russia ci ha aggrediti". La Nato parla di "princìpi della Carta dell'Onu violati". Il...

    (22 Marzo 2014)

    Alternativa di Classe

    UCRAINA

    Non è un mistero per nessuno, come poi vedremo, che il “caso Ucraina” non rappresenta in nulla e per nulla una questione strettamente interna a quel paese e tantomeno un suo problema di affrancamento dall’occhiuta tutela o da un presunto interventismo russo negli affari di quel paese, ma semplicemente un episodio della guerra fredda, in via di surriscaldamento, scatenata dagli...

    (19 Marzo 2014)

    Nucleo Comunista Internazionalista

    Il popolo della Crimea ha scelto, del tutto sbagliate le sanzioni Ue che contribuiscono ad alimentare la tensione. Si apra la trattativa

    Il popolo della Crimea ha scelto democraticamente attraverso un referendum di staccarsi dall’Ucraina per tornare a far parte della Russia. Tutto questo è avvenuto senza violenze e senza particolari drammi. Sono pertanto del tutto sbagliate le sanzioni dell’Unione Europea che contribuiscono solo ad alimentare la tensione nell’area ed i rischi di guerra. La UE si preoccupi piuttosto...

    (17 Marzo 2014)

    Paolo Ferrero

    La legge ad est del Pecos

    “Illegale”. Usa e Unione Europea hanno definito così il referendum in Crimea. E un generale statunitense, quello che guidava l'intervento militare in Bosnia, è stato invitato a spiegare (su La Stampa) che “il Kossovo non è un precedente”. In effetti, in Kossovo non c'è stato neppure un referendum prima, ma solo dopo l'intervento militare occidentale,...

    (17 Marzo 2014)

    Dante Barontini - Contropiano

    Minacce di guerra in Ucraina

    La classe operaia in Ucraina non ha da scegliere fra Russia ed Europa ma da lottare per sé e prepararsi alla internazionale rivoluzione anti-capitalista di domani Lo scontro tra Russia, Stati Uniti d’America, Germania e altri predoni per spartirsi le ricchezze dell’Ucraina sarà contro il proletariato ucraino, che ha la prospettiva di anni di miseria e di accresciuto sfruttamento,...

    (10 Marzo 2014)

    Partito Comunista Internazionale

    Giochi di guerra sul mar Nero

    Ucraina. Un ultimatum alle truppe ucraine, poi smentito, aumenta la tensione a Sebastopoli, mentre gli Usa mandano un cacciatorpediniere nel Bosforo e la Turchia alza i jet F16 in ricognizione Si dirà di una gior­nata inter­lo­cu­to­ria, durante la quale una tele­fo­nata, la seconda, tra Putin e Obama ha per­messo di capire la side­rale distanza tra le parti....

    (8 Marzo 2014)

    Simone Pieranni, il manifesto

    CRISI UCRAINA: LA GUERRA AL TEMPO DELLE SUPERPOTENZE

    dal blog: http://sinistrainparlamento.blogspot.it Da “superpotenza” unico gendarme del mondo, a “superpotenze” plurale per indicare il ritorno al bipolarismo “vero” sullo scenario globale: questo potrebbe essere, allo stato attuale dei fatti, il bilancio della crisi ucraina che, naturalmente, nelle prossime ore potrebbe riservare ancora ulteriori sorprendenti e...

    (6 Marzo 2014)

    Franco Astengo

    Un nuovo accordo Molotov - Ribbentrop?

    Sappiamo che la maggior parte delle notizie e delle spiegazioni che ci giungono dai media ufficiali sono artefatte, se non integralmente false. Ancor di più i retroscena che ci vengono presentati. L’Ucraina crea il pericolo di una guerra generalizzata, e se sì, nell’immediato? Gli Stati Uniti hanno spesso cercato di provocare la Russia, tentando di trascinarla in guerre locali...

    (4 Marzo 2014)

    Michele Basso

    CON LA SPARTIZIONE DELL'UCRAINA
    AVANZA LA TERZA GUERRA MONDIALE!

    Sullo sfondo della crisi economica internazionale del capitalismo, a distanza di alcuni mesi da un analogo braccio di ferro sulla Siria, le potenze imperialiste stanno nuovamente trascinando l'umanità verso il baratro della guerra mondiale, questa volta rispetto all'Ucraina. Questo paese è da oramai più di un decennio al centro di una contesa tra il blocco della Nato e dell'Ue...

    (4 Marzo 2014)

    Collettivo Tazebao – per la propaganda comunista

    "Dove va l’Ucraina?", un contributo di Alan Woods

    Scritto da Alan Woods, da www.marxist.com Sabato 01 Marzo 2014 In queste ultimi giorni lo spettro di una divisione dell'Ucraina, dopo la caduta di Yanukovich, si staglia minaccioso sui paesi dell'ex Unione sovietica e su tutto il continente. Ma perchè si è arrivati a questo punto? E quale alternativa propongono i marxisti? Alan Woods in questo articolo delinea la nostra analisi e le...

    (1 Marzo 2014)

    marxismo.net

    E ora per l’Ucraina è arrivato il Fondo

    Crisi ucraina. Putin interviene sulla crisi di Kiev: «No all’escalation». In Crimea, miliziani filo russi occupano gli aeroporti, Usa e Fmi appoggiano il «governo» di Yatseniuk Yatse­niuk nomi­nato pre­mier a furor di Maj­dan, incassa il con­senso di Stati uniti e Fondo mone­ta­rio, men­tre in Cri­mea uomini armati hanno pre­si­diato...

    (1 Marzo 2014)

    Simone Pieranni, il manifesto

    L’Ucraina e la grande offensiva contro la Russia

    di Nazanìn Armanian (*) In una conferenza patrocinata dalla società petrolifera Chevron, la sotto-segretaria di Stato USA, Victoria Nuland, rivelava che dal 1991 il suo paese aveva investito più di 5.000.000.000 di dollari in Ucraina, uno dei paesi più strategici del pianeta, e non certo per sradicare la povertà. La rivelazione (fatta dalla Russia?) di una conversazione...

    (26 Febbraio 2014)

    Traduzione di Daniela Trollio, Centro di Iniziativa Proletaria "G. Tagarelli"

    Ucraina: la troika promette "aiuti" e stringe il cappio

    La notizia di oggi è che il nuovo ministro dell’Interno di Kiev, Arsén Avákov, ha annunciato di aver emesso un mandato di cattura nei confronti del presidente Víktor Yanukóvich (destituito e sostituito dalla nuova maggioranza parlamentare golpista), accusato di ‘omicidi di massa’. Dopo aver perso una quarantina di deputati ed alcuni dirigenti di...

    (24 Febbraio 2014)

    Marco Santopadre - Contropiano

    GLI SVILUPPI IN UCRAINA

    Assistiamo in queste ore ad una accelerazione straordinaria degli avvenimenti in Ucraina. Il regime di Yanukovich si è sfarinato. La radicalizzazione dello scontro militare tra regime e piazza, con certo morti sul terreno, ha travolto l'equilibrio instabile fra le forze in campo. Il fragile compromesso raggiunto il 18 Febbraio tra diplomazie imperialiste europee, imperialismo russo, regime...

    (23 Febbraio 2014)

    MARCO FERRANDO

    Laura Boldrini sull'Ucraina. Più chiaro di così...

    Che in Ucraina non siano in ballo democrazia e libertà, ma la legittimazione in chiave espansionista dell'Unione Europea e dei suoi interessi geopolitici ed economici, non lo diciamo solo noi. Basta leggere la dichiarazione dell'attuale presidente della Camera, Laura Boldrini (in quota Sel, mica Forza Italia!) al termine di un incontro con la figlia dell'ex premier ucraino - attualmente in...

    (21 Febbraio 2014)

    contropiano.org

    La posta in gioco in Ucraina

    L'escalation in corso in Ucraina merita una analisi più profonda e più inquieta della cronaca degli avvenimenti sui quali riferiamo in altra parte del giornale. E' evidente che ci troviamo di fronte a qualcosa di più di un aspro conflitto interno che vede allungarsi la conta dei morti e dei feriti, anche se la conta dei morti e dei feriti è un fattore che aiuta a capire...

    (19 Febbraio 2014)

    Sergio Cararo - Contropiano

    UCRAINA: UN MOVIMENTO REAZIONARIO CONTRO UN REGIME REAZIONARIO. SOLO LA CLASSE OPERAIA PUO' COSTRUIRE UN' ALTERNATIVA.

    Dal Novembre 2013 il regime poliziesco semi bonapartista del Presidente ucraino Yanukovich, è minacciato da un movimento reazionario di massa, essenzialmente concentrato nella parte occidentale dell'Ucraina e a Kiev, egemonizzato a livello di piazza da forze fasciste o fascistoidi. E' essenziale un'analisi marxista e di classe della dinamica in corso, contro rappresentazioni ideologiche di...

    (11 Febbraio 2014)

    MARCO FERRANDO

    L'Ucraina e il movimento EuroMaidan - C'è bisogno di un'alternativa di classe!

    Sabato 01 Febbraio 2014 Barricate, incendi, bottiglie Molotov e scontri con i Berkut (la Celere ucraina): gli ultimi giorni a Kiev sono il ritratto di un paese fortemente diviso, in un'atmosfera quasi da guerra civile ormai non più confinata alla questione del partneriato con l'UE, ma che riguarda il futuro dell'Ucraina. La retorica di una mobilitazione di massa europeista pacifica e non...

    (2 Febbraio 2014)

    Ivan Veselov e Roberto Sarti - FalceMartello

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

    263717