il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Il polo imperialista europeo

(142 notizie dal 19 Febbraio 2002 al 16 Dicembre 2018 - pagina 5 di 8)

All’Europa dei padroni opponiamo l’Europa delle lotte proletarie!

Iniziativa a Napoli all'interno della “Adunata Sediziosa, festa dell’autorganizzazione sociale"

Dal 13 al 18 settembre si terrà a Napoli la sesta edizione della “Adunata Sediziosa, festa dell’autorganizzazione sociale” – organizzata dall’Area Antagonista Campana. Nell’ambito delle diverse assemblee e iniziative in calendario, è previsto un incontro-dibattito specificatamente dedicato al tema dell’“integrazione europea”: da...

(29 Luglio 2005)

Collettivo internazionalista di Napoli

No alla Costituzione Europea!

Attac Italia, in nome di un'altra Europa possibile, di un'Europa di pace e di diritti ì dice NO alla Costituzione Europea SIAMO contrari al Trattato Costituzionale Europeo, CRITICHIAMO radicalmente il mancato coinvolgimento dei cittadini italiani nell'approvazione del Trattato APPOGGIAMO le mobilitazioni per il NO al referendum nei Paesi Europei, a partire da quello francese di maggio 2005. Dobbiamo...

(20 Aprile 2005)

Attac Italia

Bruxelles impone ticket sui prestiti bibliotecari

La procedura di infrazione aperta da oltre un anno a carico dell'italia continua a seguire il proprio corso nonostante le sempre maggiori proteste.

Che in europa soffiasse da tempo un tempo un vento liberista è cosa nota. La recente direttiva Bolkestein ne è una dimostrazione lampante. Questa volta però siamo in presenza di un provvedimento gretto e incivile oltre ogni limite. Il 16 gennaio 2004, è stato aperto, a carico dell'Italia e di altri cinque stati europei, un procedimento di infrazione riguardante sostanzialmente...

(15 Marzo 2005)

Giovanni Stinco

Pensare è illegale

a proposito del mandato di arresto europeo

Il nefasto “mandato di arresto europeo”, approvato mercoledì dal Senato - nel silenzio del ministro Castelli che si è piegato a questo vulnus alla libertà dei cittadini italiani in cambio di una più rapida approvazione della sua miniriforma della giustizia - giace da ieri all’odg della Camera dei deputati. Manca soltanto quest’ultimo sì italiano...

(6 Febbraio 2005)

Ugo Gaudenzi - Rinascita

Europa e eurocentrismo(*)

intervento al convegno sull'Europa di sabato 29 gennaio

IL PREAMBOLO DELLA COSTITUZIONE EUROPEA Illustri intellettuali, giuristi, raggruppamenti politici di sinistra hanno sottolineato “il valore di un documento (la Costituzione Europea) che, per il fatto stesso di collocarsi sul terreno giuridico, costituisce un elemento di contrasto verso l’egemonia della logica economica nel governo dell’Unione. C’è di più. Per...

(26 Gennaio 2005)

Red Link

L'Europa superpotenza: i comunisti, la democrazia e l´Europa

Convegno nazionale

I governi europei varano una Costituzione liberista, antidemocratica e guerrafondaia. Il deficit democratico è diventato una voragine. Ingenti risorse vengono destinate all´Esercito Europeo. La direttiva Bolkestein porta a destinazione la privatizzazione dei beni comuni e il dominio dei poteri forti finanziari sulla società. La regressione sociale sul lavoro e i diritti è...

(14 Gennaio 2005)

Rete dei comunisti

Sulla nuova costituzione dell’Unione Europea

Nel referendum che si svolgerà in Spagna nel febbraio del 2005, il PCPE invita il popolo spagnolo a votare NO

Un progetto di gestazione antidemocratico Il progetto di Costituzione Europea si è sviluppato in modo antidemocratico, è stato elaborato da una commissione di 105 notabili non scelti dai paesi coinvolti, esercitando la potestà costituente senza mandato popolare e senza che ci fosse un ampio dibattito sociale sull'opportunità e necessità di tale Costituzione, ma...

(13 Novembre 2004)

Partito Comunista dei popoli della Spagna (PCPE)

L’allargamento dell’UE: conseguenze nazionali e internazionali della rappresentanza ceca nell’Unione Europea

Discorso del capo Dipartimento di Relazioni Estere del PC BM, H. Charfo alla Conferenza Internazionale dei Partiti della Sinistra Europea - Roma, 24 Ottobre 2004.

L’accordo tra l’Associazione della Repubblica Ceca e la Comunità Europea ha aperto il mercato ceco ad una competizione ineguale e le ha tolto gli strumenti necessari a proteggere le proprie industrie e l’agricoltura. Ciò è successo quando, con la dissoluzione del Comecon, la RC ha perso i propri mercati negli ex paesi socialisti e, in seguito a politiche mirate...

(10 Novembre 2004)

PC Boemia e Moravia http://www.kscm.cz, leftnews@kscm.cz

Sul carattere della UE e le illusioni della sinistra

Discorso del compagno V. Exner, Vicepresidente del PC di Boemia e Moravia della Repubblica Ceca alla Conferenza Internazionale dei Partiti della Sinistra Europea - Roma, 24 Ottobre 2004.

Il Partito Comunista di Boemia e Moravia ha espresso le proprie riserve sulla “Bozza di Trattato per istituire la Costituzione Europea” fin dall’inizio. La “Bozza di Trattato” contiene significativi trasferimenti di competenze dai governi nazionali all’UE. Secondo alcuni articoli, la sovranità sarebbe limitata praticamente alle aree dei servizi alla salute,...

(10 Novembre 2004)

PC Boemia e Moravia http://www.kscm.cz, leftnews@kscm.cz

L’Euro: la più colossale rapina delle masse europee

Basta piagnuccolare sull'impoverimento crescente!
Lotta a fondo, invece, all'arricchimento dilagante sulle nostre spalle.

La nuova moneta ha comportato, dal primo gennaio 2002, la sostituzione di 13 miliardi di banconote e 7 miliardi di monete. Dal 1° marzo 2002 l'euro è divenuta l'unica valuta avente corso legale in Italia. L'introduzione dell'euro, la moneta unica europea, è stato un fatto epocale, che ha coinvolto un intero continente, oltre 370 milioni di cittadini di dodici Paesi (Austria, Belgio,...

(7 Novembre 2004)

s.b.

No alla direttiva Bolkenstein dell'Unione Europea e a quella sugli orari

Il comunicato di denuncia della Fiom

LA SEGRETERIA NAZIONALE DELLA FIOM CHIEDE DI FERMARE LA NUOVA DIRETTIVA SUGLI ORARI E LA “DIRETTIVA BOLKENSTEIN” DELL’UNIONE EUROPEA Due direttive dell’Unione europea, in discussione in questo periodo, possono produrre danni enormi ai diritti dei lavoratori e alla contrattazione sindacale. La revisione della Direttiva sugli orari peggiora ancora normative che hanno allargato...

(1 Novembre 2004)

LA SEGRETERIA NAZIONALE DELLA FIOM

Europa: no alla costituzione bellicista e liberista

Il 29 novembre a Roma in Campidoglio 25 Capi di Stato e di Governo firmeranno la Cosituzione Europea : dopo l'Europa dei to dovrebbe essere l'atto che sugella una politica che accomuna i cittadini europei. PURTROPPO NON E' COSI'! PRIMO. Perchè l'Europa che si costituisce " non ripudia la guerra nelle risoluzioni delle controversie internazionali ", anzi riarma sia con il ruolo estensivo...

(28 Ottobre 2004)

CONFEDERAZIONE COBAS

Dieci ragioni per dire" No" al progetto costituzionale europeo

Una presa di posizione della Sinistra Indipendentista Basca

Come Popolo 1. - La Carta Magna europea che ci viene proposta proposto afferma che gli stati sono gli unici e veri individui di diritto. La non l'incorporazione del diritto di autodeterminazione dei paesi condanna le nazioni senza stato di Europa alla scomparsa o alla loro assimilazione e trasforma l'Europa in un carcere per i paesi che non dispongono di Stato proprio. 2. - Il Testo Costituzionale...

(22 Ottobre 2004)

SINISTRA INDIPENDENTISTA BASCA

Questa Europa non è di tutti!!!

L’Europa che si costituisce a Roma a fine ottobre con la firma del Trattato è l’Europa del capitale globalizzato, ossia l’Europa dei potenti e dei padroni con l’obiettivo di consolidare la propria forza competitiva nei confronti di altre potenze mondiali, in particolare degli Usa. La Costituzione e gli accordi che l’accompagnano infatti delineano il progetto di...

(22 Ottobre 2004)

Comitato Napoletano Contro la Guerra

Dell'unità dei popoli e delle repubbliche jugoslave

Per una dichiarazione congiunta dei vari partiti sulla necessità della ricostruzione della RSFJ!

Si parla molto negli ultimi anni dell'integrazione europea. Tutti corrono per unirsi all'UE nella speranza di ottenere qualche guadagno. Dalle integrazioni europee ne traggono guadagno soltanto i paesi europei ricchi e le classi dirigenti dei paesi poveri dell'est e centro Europa e dei Balcani. I semplici cittadini di questa unione non ne ricavano nessun profitto. Molti lo sanno, perciò si...

(2 Settembre 2004)

Comitato Centrale del Partito Comunista Operaio di Bosnia-Erzegovina

Assediamo la fortezza Europa

prepariamo la contestazione della riunione del G5 a Firenze

’ stata ufficialmente annunciata la convocazione, per metà ottobre a Firenze, di una sessione del G5 (i potenti d’Europa: Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia e Spagna), interamente dedicata alla revisione delle politiche comuni in materia d’immigrazione – nel quadro definito dal trattato di Schengen e successivamente precisato dall’accordo di Dublino (sull’asilo...

(26 Agosto 2004)

MOVIMENTO ANTAGONISTA TOSCANO

L’imperialismo finanziario austro-tedesco pone in grave pericolo nazioni e nazionalità nello spazio della SFRJ

dichiarazione del Partito Comunista di Slovenia

Il partito comunista sloveno esprime preoccupazione per la distruzione sempre maggiore dell’economia slovena, che fu costruita dagli stessi sloveni con l’aiuto di tutte le repubbliche (in originale: nazioni) e nazionalità della Jugoslavia e dalla classe lavoratrice della SFRJ, così come dalle istituzioni finanziarie e politiche della SFRJ e dalla Banca Nazionale Jugoslava. Il...

(18 Agosto 2004)

Comitato centrale del PCS

Argentina, il nobel Pérez Equivel contro Benetton i conquistadores

Benetton, con i suoi annunci pubblicitari, ha sempre dato l'idea che comprare uno dei suoi maglioni avrebbe in qualche modo contribuito alla comprensione tra culture diverse e al benessere dell'umanità. Probabilmente non vi è società al mondo più sensibile all'accusa di voler anteporre il profitto al rispetto umano e di voler calpestare i diritti dei popoli indigeni. Però...

(7 Agosto 2004)

John Hooper da "The Guardian" del 14 luglio 2004 (traduzione di Paola Giaculli)

La faccenda Cap Anamur e le ambizioni della politica estera tedesca

articolo di "Junge Welt" , 12.07.2004

Il dramma dei profughi svoltosi al largo delle coste siciliane ed altri trucchi per mettere in piedi un intervento “umanitario” nel Sudan. Lunedì sera le autorità italiane avevano tratto in arresto Elias Bierdel, il direttore dell’organizzazione tedesca Cap Anamur a Porto Empedocle, nel sud della Sicilia. Con l’attracco della cosiddetta nave di salvataggio dell’organizzazione...

(25 Luglio 2004)

Jürgen Elsässer

Il muro è illegale, l’Europa non può stare a guardare.

La sentenza della Corte Internazionale di Giustizia de L’Aja ha stabilito che il Muro dell’Apartheid, che Israele sta costruendo all’interno della Cisgiordania occupata, è illegale e viola i diritti fondamentali del popolo palestinese, nonché i principi basilari del diritto internazionale. Il più alto organo giudiziario internazionale ha stabilito che la costruzione...

(17 Luglio 2004)

FORUM PALESTINA

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |    >>

142711