il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Wikileaks

Wikileaks

(23 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Wikileaks pubblica nuovi file segreti sui massacri in Iraq

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Iraq occupato)

Iraq occupato

immagini dell'invasione imperialista

(254 notizie dal 6 Ottobre 2002 al 14 Febbraio 2019 - pagina 3 di 13)

Wikileaks svela gli ‘scheletri nell’armadio’ della missione italiana in Iraq

26-10-2010/13:37 --- Anche l'Italia ha partecipato al «bagno di sangue» in Iraq. Lo rivelano i files pubblicati da Wikileaks, che riportano a galla due episodi particolarmente controversi della missione italiana a Nassirya tra il 2004 e il 2005: l'uccisione di quattro civili da parte dei militari italiani e la morte del sergente italiano Salvatore Maraccino. Il primo caso riguarda i violenti...

(26 Ottobre 2010)

Thais Palermo Buti, Radio Città Aperta

Wikileaks; iraq: nuovi elementi su uccisione calipari

Ma la giornalista del Manifesto Giuliana Sgrena, sequestrata a Baghdad e liberata dal funzionario dei servizi italiani, sottolinea che ne mancano ancora molti per accertare la verità.

Roma, 23 ottobre 2010 (nella foto dal sito www. daylife.com, l’auto dove venne ucciso Nicola Calipari), Nena News – Sapevano dell’arrivo di una autobomba i soldati americani di guardia ad un posto di blocco che nel marzo 2005 aprirono il fuoro e uccisero il funzionario dei servizi italiani Nicola Calipari che si trovava a bordo di un'automobile diretta all’aeroporto di Baghdad...

(23 Ottobre 2010)

www.nena-news.com

Iraq: guerra di numeri sulle vittime civili

Le Forze Armate americane, che occupano il paese da sette anni, per la prima volta diffondono un loro bilancio dettagliato e parlano di circa 63 mila civili uccisi tra il 2004 e il 2008. Ma non calcolano i morti nel 2003. Per il gruppo britannico “Iraq Body Count” sono oltre 100mila. Ma in Iraq si parla di centinaia di migliaia di vittime

Roma, 15 ottobre 2010, Nena News – Con un comunicato apparso nel sito del Central Command delle Forze Armate americane nel Golfo, gli Stati Uniti hanno fatto conoscere per la prima volta il loro bilancio dettagliato delle vittime irachene delle guerre che hanno devastato il paese dall’invasione anglo-americana cominciata sette anni fa. Secondo il comunicato, tra il 2004 e il 2008, gli...

(15 Ottobre 2010)

www.nena-news.com

Iraq, donne alla riconquista dei diritti

Le irachene che a partire dagli anni '70 avevano ottenuto diritti fondamentali oggi fanno i conti con la deriva consevatrice innescata nel 2003 dall'occupazione anglo-americana del paese. Il tasso di alfabetizzazione femminile, una volta il più elevato tra i paesi arabi, ora e' la metà di quello maschile.

SERVIZIO DI SILVIA IZZO Baghdad, 11 ottobre 2010 (foto dal sito www.cae2k.com), Nena News - Gli eventi socio-politici che hanno scosso la storia del paese - a partire dal golpe del 1963 del partito socialista e laico Baath - si riflettono nell’evolversi della condizione della donna in Iraq. Durante i primi anni di governo baathista lo status e i diritti delle donne furono assicurati attraverso...

(11 Ottobre 2010)

www.nena-news.com

Iraq: terzo nel mondo per riserve petrolio

Su questa enorme risorsa però hanno le mani le grandi compagnie petrolifere internazionali. Baghdad riuscirà a realizzare il piano di sviluppo da 186 miliardi di dollari approvato a luglio?

Roma, 10 ottobre 2010, Nena News - L’Iraq è il terzo paese al mondo per riserve di greggio. Secondo quanto riferisce il settimanale economico online «MenaInfra», nuove esplorazioni geologiche e calcoli effettuati dagli esperti hanno permesso di accertare che l’Iraq possiede riserve maggiori di quelle, già enormi, dell’Iran. E’ una risorsa eccezionale...

(10 Ottobre 2010)

www.nena-news.com

Iraq: nel 2010 cresce il numero dei giornalisti uccisi

L’Iraq torna al quarto posto nella classica dei paesi considerati "mortali" per gli operatori dell'informazione. La denuncia dell’Istituto per la Stampa Internazionale.

L’Iraq torna al quarto posto nella classica dei paesi considerati "mortali" per gli operatori dell'informazione. La denuncia dell’Istituto per la Stampa Internazionale. Vienna 6 ottobre 2010, Nena News (foto da www.aljazeera.net) - L’iraq riguadagna il quarto posto nella classifica dove e’ piu’ alto il numero delle vittime tra i giornalisti, a causa di perduranti situazioni...

(6 Ottobre 2010)

www.nena-news.com

Il “ritiro” delle truppe USA dall’Iraq

Di guerra in guerra...

Il 1° settembre 2010 è terminata l’”Operazione Libertà Iraq”, con la partenza (per il vicinissimo Kuwait) di 100.000 dei 150.000 soldati americani, dopo sette anni di occupazione e di guerra. Si lasciano dietro altri 50.000 soldati e non si sa quanti “contrattisti”, nome più accettabile di “mercenari”. Le compagnie che lavorano in...

(29 Settembre 2010)

Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli”

Iraq: analfabetismo alle stelle

Il numero degli illetterati dagli anni '90 a oggi e’ cresciuto vertiginosamente. Colpa dell’embargo e dell’invasione USA.

Roma, 21 settembre 2010 -red Nena News (foto www.gdb.rferl.org) - Un iracheno su 5, in un’eta’ compresa tra i 10 e i 49 anni, non sa ne' leggere ne’ scrivere. Cosi dicono le statistiche diffuse da rapporto redatto dalle Nazioni Unite, con dati che confermano che le percentuali del grado di analfabetismo sono quasi il doppio tra le donne: il 24% delle irachene sono analfabete, contro...

(22 Settembre 2010)

www.nena-news.com

Trent’anni dopo l’iraq rivuole il nucleare

Nel 1981 un raid aereo israeliano distrusse la centrale di Osirak. Quell’attacco potrebbe ripetersi contro l’Iran. Intanto gli scienziati iracheni dubitano delle capacità del paese di produrre energia atomica.

Roma, 18 settembre 2010, Nena News – Trent’anni dopo Baghdad ci riprova. Le autorità irachene, riferisce il sito al Jazeera.net, sono intenzionate a costruire un reattore nucleare allo scopo di produrre energia elettrica a scopo civile. I dati sono spietati. L’Iraq, sette anni dopo l’occupazione anglo-americana, continua ad avere a disposizione un totale di megawatt...

(18 Settembre 2010)

www.nena-news.com

Sventolare la bandiera, falsare le notizie

Giovedì 16 Settembre 2010 07:18 Vero e falso sull'Iraq, e non solo di John Pilger Le forti polemiche provenienti da Washington sul ritiro delle truppe dall’Iraq rappresentano una povera sceneggiata per nascondere la determinazione americana nel voler proseguire la guerra. E lo stesso tipo di raggiro è in atto qui in Gran Bretagna. Si dice che Edward Bernays, il nipote americano...

(16 Settembre 2010)

www.campoantimperialista.it

Gli aiuti di Stati Uniti e Banca Mondiale: solidarietà o speculazione?

Thais Palermo Buti, Radio Città Aperta 15-09-2010/13:23 --- Dal giorno in cui l'ex presidente George Bush decise di invadere l'Iraq a oggi, gli Stati Uniti hanno speso circa 640 miliardi di dollari in operazioni militari e circa 24 per la formazione, le attrezzature e gli altri servizi per le forze di sicurezza irachene, portando ad un raddoppiamento del debito pubblico: da seimilaquattrocento...

(15 Settembre 2010)

www.radiocittaperta.it

Iraq: nuovo assetto, stessi abusi

Le truppe USA si ritirano, ma il rispetto dei diritti umani di base in Iraq, rimane un’utopia. Detenzioni arbitrarie, violenze e torture nelle carceri. E gli Stati Uniti se ne lavano le mani.

Roma, 14 settembre 2010 - red Nena-News (foto da www.cdn.wn.com) - Senza nessun diritto. Subiscono abusi e violenze. Cosi vivono in carcere oltre 30.000 prigionieri iracheni. Allarmanti i dati del nuovo documento di Amnesty International pubblicato martedi. Violazioni che si sanno da sempre ma che – ad un mese da quando il grosso delle truppe USA ha lasciato l’Iraq - fanno a pugni con...

(15 Settembre 2010)

www.nena-news.com

Democrazia a stelle e strisce. Amnesty: nelle carceri irachene 30.000 prigionieri maltrattati e senza processo

Thais Palermo Buti, Radio Città Aperta 14-09-2010/13:00 --- Per qualche ragione, il Rapporto diffuso ieri da Amnesty International “Nuovo ordine, stesse violazioni: detenzioni illegali e tortura in Iraq”, che denuncia la violazione sistematica dei diritti umani nel paese arabo, concentrandosi appunto sul problema delle detenzioni illegali, non ci sorprende. Il documento, che ha...

(14 Settembre 2010)

www.radiocittaperta.it

Iraq: il ritiro incerto delle truppe usa

La fine della guerra americana in Iraq lascia aperti numerosi interrogativi, scrive Robert Dreyfuss di The Nation

OPINIONE di Robert Dreyfuss. Traduzione in italiano a cura di Elena Arantes. L'articolo originale è apparso su The Nation il 2 settembre - (foto da www.whitehouse.gov) - Innanzitutto le buone notizie riguardanti il discorso del presidente Obama sul ritiro dall'Iraq : ha affermato che il ruolo militare attivo degli USA in Iraq è finito e che gli iracheni d'ora in poi “saranno...

(6 Settembre 2010)

www.nena-news.com

 

Anche in:

Lettera al criminale di guerra

da peacereporter I veterani della guerra in Iraq scrivono al presidente, per non ripetere gli stessi errori in futuro ''Mi firmerò John, perché il mio nome non è importante. La faccia la metto da quando ho aderito a Iraq Veterans Against The War, quindi non lo faccio certo per paura. Preferisco un'identità collettiva, che parli a nome di tutti noi che in Iraq ci siamo andati,...

(30 Agosto 2010)

www.operaicontro.it

 

Anche in:

Ma quale ritiro!

Domenica 22 Agosto 2010 14:56 Un bilancio di sette anni di occupazione «Iraq, la guerra è finita» (la Stampa), «Via i soldati Usa, in Iraq inizia la "nuova alba"» (Corriere della Sera), «Americani via dall'Iraq. "Ora la guerra è finita"» (la Repubblica). Sono questi alcuni dei titoli enfatici che hanno accompagnato il mezzo ritiro americano dall'Iraq....

(22 Agosto 2010)

www.campoantimperialista.it

Processo per l'iraq

DAL BLOG DI gRILLO Oggi, 18 agosto 2010, un attentato in Iraq, a Baghdad, una bomba in un'autocisterna, 8 morti e 50 feriti. Ieri, 17 agosto 2010, un attentato suicida in Iraq, 59 morti e 125 feriti in un centro di addestramento militare. Giorno dopo giorno, attentato dopo attentato, in Iraq si continua a morire nonostante le elezioni del 2005 salutate in Occidente come un miracolo di esportazione...

(20 Agosto 2010)

www.operaicontro.it

I soldati usa iniziano la fuga dall'iraq

PEACEREPORTER Si ritira l'ultima unità combattente Usa, prima del 31 agosto, lasciando gli iracheni al loro destino Lo spiegano tutti i manuali militari, per coloro che trovano interessanti un certo tipo di letture, come un grande esercito debba ritirarsi da un teatro di guerra. In silenzio, senza offrire punti di riferimento ai nemici che - dall'avvento della guerriglia - avrebbe un bersaglio...

(19 Agosto 2010)

www.operaicontro.it

Obama: la guerra in iraq e' finita

ANSA Iraq, l'ultima truppa combattente Usa lascia il Paese Dopo oltre 7 anni la guerra è virtualmente finita. "Ma la missione cambierà solo il 31 agosto", precisa l'amministrazione Obama. 19 agosto, 06:52 salta direttamente al contenuto dell'articolo salta al contenuto correlato IndietroStampaInviaScrivi alla redazioneSuggerisci () NEW YORK - Con oltre dieci giorni di anticipo rispetto...

(19 Agosto 2010)

www.operaicontro.it

Partigiani in iraq

ANSA All'indomani della sospensione dei colloqui per la formazione dell'atteso nuovo governo iracheno, almeno una cinquantina di persone sono state uccise stamani e oltre cento ferite a Baghdad in uno dei piu' gravi attentati delle ultime settimane. Fonti ospedaliere riferiscono di 59 uccisi e di circa 120 feriti, mentre fonti governative parlano di un bilancio provvisorio di 47 morti e 77 feriti....

(17 Agosto 2010)

www.operaicontro.it

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

122869