il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • PICCOLA RUMINAZIONE IN LODE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI CHE IN QUESTI GIORNI...
    (UN DISCORSO FATTO A VITERBO NELL'ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI ALFIO PANNEGA)
    (21 Settembre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    Kosovo: le macerie della "guerra umanitaria"

    (28 notizie dal 25 Marzo 2004 al 24 Marzo 2015 - pagina 1 di 2)

    Serbia, fatidico anniversario

    di Rodolfo Bueno (*) Questo martedì, 24 marzo si compiono 16 anni dall’inizio dell’intervento armato in Serbia, guerra in cui parteciparono circa 1.000 aerei che andavano a bombardare quel paese partendo dalle basi NATO in Italia e dalla portaerei nordamericana Theodore Roosevelt, che stazionava nel Mediterraneo. Tra quella data e il 12 giugno 1999 la NATO, che potrebbe benissimo...

    (24 Marzo 2015)

    Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

    Kosovo: i liberatori assassini

    I liberatori che abbiamo appoggiato erano trafficanti di organi

    In molte occasioni l’opinione pubblica non segue gli sviluppi di alcuni grandi fatti e resta senza sapere cosa è successo anni dopo rispetto a conflitti o eventi che erano precedentemente di attualità. In alcuni casi si tratta di faccende particolarmente gravi perché, allora, significarono la partecipazione dei nostri paesi a conflitti bellici e il passare del tempo permette...

    (14 Aprile 2011)

    Pascual Serrano

    Incontro dei PCO nei Balcani 2011: Risoluzione sul Kossovo

    All'Incontro di Salonicco il 22 gennaio 2011, i seguenti Partiti Comunisti e Operai assumono la presente posizione: Contro la modifica violenta dei confini in Europa. Contro l'unilaterale dichiarazione di "indipendenza" del Kossovo, risultato della criminale aggressione della NATO contro Serbia e Montenegro. Che il Kossovo è parte integrante della Serbia. Che tutte le forze di occupazione...

    (26 Gennaio 2011)

    Partito Comunista di Grecia (KKE)

    Kosovo, la democrazia dei clan

    Gli exit poll delle elezioni in Kosovo dicono che Thaci, il premier uscente ex miliziano e trafficante, ce l’ha fatta a confermare se stesso e ipotecare per il suo Pdk la supremazia nella regione-nazione. Lui già festeggia rivendicando un 31% che gli avversari contestano, parlando di brogli in almeno due città dove il suo clan imperversa. La Lega democratica, che presentava in...

    (14 Dicembre 2010)

    Enrico Campofreda

    Voto in Kosovo, mafiosi e nazionalisti sotto la protezione Ue

    Il Kosovo, lo Stato autoproclamato circa tre anni or sono e sostenuto dall’Unione Europea, va domani alle urne con undici mesi di anticipo. Si tratta di una mossa a sorpresa attuata dal chiacchieratissimo premier Thaci che col suo Partito democratico (Pdk) punta a trarre vantaggio dalla consultazione politica per ricevere nuova investitura dai concittadini e protezioni internazionali per i suoi...

    (11 Dicembre 2010)

    Enrico Campofreda

    Decisione che getta benzina sul fuoco degli interventi imperialisti

    22/07/2010 La Corte internazionale dell'Aja ha deciso oggi che la cosiddetta "Dichiarazione di indipendenza del Kosovo" non viola il diritto internazionale. Anche se la decisione non è legalmente vincolante è evidente che costituisce un precedente giuridico di grande rilievo. Questa decisione della Corte internazionale testimonia un fatto sui cui il KKE aveva messo in guardia da tempo,...

    (23 Luglio 2010)

    it.kke.gr

    Terra - Condannati all'esilio

    Pervij Kanal, Russia 2007 testi di Evgenij Baranov regia di Aleksandr Zamyslev con riprese e testimonianze di Ninoslav Randjelkovic "Questo è un film sul Kosovo. Questo è un film sul dolore, sull'assenza di solidarietà, sull'insensibilità, sulla cecità. Non è un film su come gli albanesi hanno perseguitato i serbi. È un film su come certe cose possano...

    (8 Giugno 2008)

    Orrore nel Kosovo “liberato” dalla NATO

    Estate 1999: 300 serbi rapiti e seviziati dai secessionisti albanesi dell’UCK

    Una montagna di cadaveri, queste le basi fondanti il nuovo stato fantoccio del Kosovo, riconosciuto dal governo Prodi. In questi giorni è venuta alla luce, una delle pagine più oscure ed orribili dai tempi del Terzo Reich ad oggi: il rapimento e l’assassinio di oltre 300 prigionieri serbo kosovari, avvenuto nell’estate del 1999, subito dopo l’occupazione del Kosovo...

    (13 Aprile 2008)

    Enrico Vigna , portavoce Forum Belgrado

    Quando i media non si ricordano più di ciò che avevano riferito sul Kosovo

    Dovremmo credere nel Migliore dei Mondi Possibili! La macchina della propaganda occidentale ha girato a pieno ritmo per celebrare l’ultimo miracolo della NATO: la trasformazione del “Kosovo” Serbo in “Kosova” Albanese. Attraverso la potenza mediatica, il fatto che gli Stati Uniti si siano impadroniti senza vergogna alcuna di un territorio altrui di grande importanza strategica,...

    (17 Marzo 2008)

    Diana Johnstone

    In Serbia: resistenza di massa contro il ruolo sostenuto dagli USA/NATO

    In ultima analisi, la storia non è mai decisa da risoluzioni, leggi o proclami. Viene decisa da esplosivi movimenti di massa che creano sconvolgimenti dal basso in risposta a intollerabili condizioni e ad eventi che suscitano sdegno. Il 24 febbraio, centinaia di persone si sono radunate davanti alla Casa Bianca per manifestare la loro opposizione all’ultima aggressione degli USA contro...

    (9 Marzo 2008)

    Sara Flounders

    “Indipendenza” del Kosovo: Washington insedia una nuova colonia nei Balcani

    Nel valutare la recente “dichiarazione di indipendenza” del Kosovo, una Provincia della Serbia, e il suo immediato riconoscimento come Stato da parte degli Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna e Francia, è importante conoscere tre assunti. Primo, il Kosovo non ha conquistato l’indipendenza o anche solo un minimo di autonomia amministrativa. Il Kosovo verrà governato...

    (4 Marzo 2008)

    Sara Flounders

    il Kosovo “Indipendente” e il Progetto per un “Nuovo Medio Oriente”

    Si è scoperchiato un nuovo vaso di Pandora

    L’opinione pubblica Occidentale è stata indotta in errore. Gli avvenimenti e i fatti realmente successi sul campo nella ex Jugoslavia sono stati accuratamente manipolati. Nel dividere la Jugoslavia, la Germania e gli USA hanno profondamente radicato i loro interessi geo-strategici in quell’area. Ecco che Washington, D.C. e Berlino sono stati i primi governi a riconoscere gli Stati...

    (4 Marzo 2008)

    Mahdi Darius Nazemroaya

    Vicenza: 5000 serbi in corteo contro la secessione del Kosovo

    Una grande manifestazione di 5000 serbi è stata fatta passare al largo del centro di Vicenza. Anche la caserma Ederle è stata vietata dalle autorità italiane da Prefetto e Questore e dal Governo ( di sinistra!)premurosi della tranquillità degli americani della èpeggiore delle brigate imperialiste distintisi in tutte le aggressioni dalla Corea al Vietnam all'Iraq...

    (29 Febbraio 2008)

    Fausto Schiavetto

    L’indipendenza del Kosovo è la miccia pronta per fare esplodere il barile di polvere

    Gli Stati Uniti hanno messo a punto un processo di proclamazione unilaterale di indipendenza del Kosovo, che si è compiuto oggi 17 febbraio, seguito dal riconoscimento di un centinaio di Stati. Così facendo, non solo ammettono che nel 1999 l’operazione della NATO si poteva configurare come una guerra di conquista, ma stanno aprendo la porta a tutte le rivendicazioni separatiste...

    (24 Febbraio 2008)

    Jürgen Elsässer

    Come Sarajevo nel 1914 ?

    Le Potenze Occidentali minacciano la Serbia. Una crisi scatenata dall’Occidente

    La Serbia, supportata dalla Russia, ignora gli ultimatum. Ne consegue la guerra. Questo era lo scenario nell’estate del 1914, quando il mondo piombava nella guerra, che doveva essere la fine di tutte le guerre. Dopo un secolo, la situazione è del tutto simile, in maniera inquietante. Malgrado l’Occidente minacci di riconoscere l’indipendenza del Kosovo, Belgrado vi si oppone...

    (24 Febbraio 2008)

    Neil Clark

    Kosovo: un altro tassello della diplomazia di guerra italiana.

    La decisione del governo Prodi di schierarsi attivamente a favore dell’indipendenza del Kosovo chiarisce ulteriormente il ruolo svolto in questi anni dalla diplomazia e dall’esercito italiano nelle varie aree del conflitto. L’attivismo dalemiano di questi giorni, in sede europea e italiana, atto a velocizzare i tempi di una vera e propria “secessione pilotata” dalle...

    (23 Febbraio 2008)

    La Rete nazionale Disarmiamoli!

    Kosovo: la posizione del Partito Comunista di Boemia e Moravia (KSCM)

    Intervento di Katerina Konecna all’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa
    31/01/2008

    Discorso di Katerina Konecna (del Partito Comunista di Boemia e Moravia, membro della Camera dei Deputati del Parlamento della Repubblica Ceca e membro ceco del Gruppo GUE/NGL al Consiglio d’Europa) nel corso del dibattito sul Kosovo nella sessione dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (21-25 gennaio 2008). Egregi signore e signori, Permettetemi di iniziare il mio discorso...

    (20 Febbraio 2008)

    I comunisti greci contro il riconoscimento dell’indipendenza del Kosovo

    Il Partito Comunista di Grecia chiede al governo greco di non riconoscere l’indipendenza del Kosovo, per le modalità con cui verrà imposta. Il KKE mette in guardia sulle pericolose conseguenze della pressione esercitata sia dall’Amministrazione USA che dall’UE per l’immediata proclamazione dell’indipendenza e per il dispiegamento di una forza di polizia...

    (20 Febbraio 2008)

    Partito Comunista di Grecia (KKE)

    Kosovo: uno stato del popolo o delle multinazionali?

    Comprensibile è l’entusiasmo dei ventenni kosovari che domenica si sono inebriati fra un gran pavese di bandiere rosse con l’aquila accanto al nuovo vessillo che sa di posticcio col blu e le stelline d’Europa. Costoro, nove anni fa ragazzi qual erano, hanno visto la follia della guerra, l’ultimo sussulto del satrapo Milosevic e conoscono la miseria da cui oggi provano...

    (19 Febbraio 2008)

    Enrico Campofreda

    Kosovo, bubbone internazionale

    Scheda sintetica sulla questione Kosovo.

    Da otto anni sotto amministrazione ONU, la cui missione UNMIK doveva procurare il ritorno ad una vita normale e al rispetto del diritto internazionale tuttora vigente, il Kosovo-Metohija è in procinto di diventare una zona di putrefazione delle relazioni internazionali. Il medico ONU si propone di abbandonare un malato in preda ad una setticemia, di cui lui ha permesso lo sviluppo, lasciandolo...

    (16 Febbraio 2008)

    Michel Collon

    <<   | 1 | 2 |    >>

    36400