il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Memoria e progetto (cronaca sud)

VI° Congresso PRC

(4 notizie dal 16 Dicembre 2004 al 22 Luglio 2005 - pagina 1 di 1)

Il congresso regionale del Prc in Sicilia

Si è concluso il 10 luglio a Catania il congresso regionale del Prc. Il nuovo segretario, espressione della mozione Bertinotti, ha ricevuto 36 voti a favore, 2 contrari, 11 astenuti, 4 npv. L'Amr Progetto Comunista (sinistra interna del Prc) ha votato contro il neosegretario Rosario Rappa in quanto espressione di una maggioranza che ha portato il Prc a livello nazionale ad una clamorosa battuta...

(22 Luglio 2005)

per l'Amr Progetto Comunista (sinistra del Prc), Giacomo Di Leo (responsabile regionale) Fulvio Potenza (componente Cpr)

VI Congresso Prc, gli operai di Melfi stanno con Progetto Comunista

articolo del Manifesto del 25/1/2005

Gli operai iscritti a Rifondazione alla Fiat di Melfi voltano le spalle a Bertinotti. Nel congresso del circolo di fabbrica infatti stravince il «progetto comunista» di Marco Ferrando con il 72 per cento dei consensi. «In attesa delle finte primarie di Prodi Bertinotti perde le primarie vere in fabbrica nei congressi operai del partito» commenta soddisfatto Ferrando, visto...

(26 Gennaio 2005)

Una Rifondazione rivoluzionaria o socialdemocratica?

(dalla tribuna congressuale di Liberazione del 24 dicembre)

E' indubbio che il nodo centrale del VI congresso sia la questione del governo: la prospettiva, indicata da Bertinotti, dell'accordo programmatico con l'Ulivo ha indotto tutte le aree del partito ad esprimersi sul punto. Ma, a dispetto della pluralità di documenti congressuali, le posizioni in campo sono solo due: quella governista, che propone la collaborazione di classe, e quella, realmente...

(26 Dicembre 2004)

Valerio Torre Federazione di Salerno

Facciamo il punto: "quanti balzi in avanti e quanti indietro."

Ultimamente mi chiedo spesso come dobbiamo apparire a quanti leggono Evaristo, quanto forse possiamo sembrare un po’ “ingenui”, anacronistici per alcuni. Penso al sorriso spento di qualche dirigente del nostro partito, al suo sguardo nel vuoto costretto a dare cenni di consenso, prima di trovare risposte ai tanti interrogativi che si fanno sempre più insistenti. C’è...

(16 Dicembre 2004)

lello salinas

219683