il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB

Centro di documentazione e lotta - Roma

(339 notizie - pagina 6 di 17)

Sciopero alla Sime di San Giovanni Lupatoto (Verona)

in difesa di 42 posti di lavoro che la società vuole sopprimere

I lavoratori della Sime di San Giovanni Lupatoto hanno scioperato in difesa di 42 posti di lavoro che la società vuole sopprimere. I lavoratori hanno prima occupato il piazzale della fabbrica e poi si sono spostati in municipio a colloquio con il sindaco Remo Taioli. I portavoce Stefano Facci (Fiom-Cgl), Paolo Negri (Cisl) e Lucia Perina (Uilm-Uil) hanno spiegato che la proprietà ha...

(21 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

Terni: soluzione con i dubbi

La buona notizia è che il magnetico a Terni non chiude. La cattiva, che il piano industriale non sarà pronto prima di tre mesi. I sindacalisti, in più di un'assemblea, hanno spiegato ai lavoratori la situazione: l'azienda si è impegnata a mantenere a Terni la produzione del magnetico e a far rientrare i 50 lavoratori in cassa integrazione. In più, ha detto di voler...

(21 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

Contratto del comparto cemento: si sciopera

Rotte le trattative per il rinnovo del contratto nazionale del settore cemento, calce e gesso. Le segreterie nazionali di Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil hanno proclamato otto ore di sciopero da effettuarsi venerdì 27 febbraio con la fermata degli impianti e il blocco degli straordinari. A sette mesi dall'apertura del negoziato, la spaccatura è su tutto il fronte. Viste le posizioni...

(21 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta

Como: nel tessile 2400 posti a rischio

Un comparto industriale in difficoltà, che sconta il calo dei consumi, la debolezza del dollaro e l'aggressività dei paesi asiatici, con oltre 10.800 lavoratori in cassa integrazione ordinaria, 886 in straordinaria, 486 in mobilità e ben 21 aziende chiuse. É questo il quadro del tessile lombardo, griffe comprese, nel secondo semestre del 2003 secondo i dati dell'Osservatorio...

(19 Febbraio 2004)

articolo di: http://www.laprovinciadicomo.it/


in: «Lavoratori di troppo»

Edili: 215 morti nel 2003

Secondo un rapporto pubblicato della Fillea Cgil, nel 2003 sono state 215 le vittime nei cantieri edili italiani. In Italia il 38 per cento degli infortuni sul lavoro interessano il settore delle costruzioni, uno dei più esposti. In Italia si muore lavorando più che negli altri paesi europei. Sono soprattutto i lavoratori delle piccole imprese a farne le spese. Nell'Unione Europea il...

(18 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Di lavoro si muore»

Amianto: muore un ex operaio delle Officine Meccaniche di Cittadella

Era un ex operaio delle Officine meccaniche di Cittadella (PD). Antonio Ferronato, 71 anni, in pensione, è morto l’altro giorno dopo un lungo calvario durato anni. Colpa dell’amianto che lo ha consumato lentamente. Il referto del medico parla di mesotelioma pleurico. Ora il sostituto procuratore Paolo Fietta ha disposto un’autopsia sul corpo dell’ex operaio delle Officine...

(14 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Roma: chiude il deposito dell'Atac e la Manutencoop licenzia

Chiudendo il deposito Atac della zona di San Paolo a Roma, la coop. Manutencoop di Bologna, che gestiva la manutenzione del deposito stesso, ha deciso di licenziare i 20 lavoratori che lavorano per lei. Le lettere di licenziamento sono arrivate senza che fosse possibile nessuna trattativa sul reintegro del personale. Inutile ribadire il totale immobilismo dei sindacati presenti all'interno del deposito....

(9 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

Trento: sciopero alle fonderie di Condino

dopo l'acquisto da parte della Aluxal

Un´ora di sciopero, con i dipendenti davanti ai cancelli, allo stabilimento delle Fonderie Trentine di Condino (tn). La Aluxal di Ponte Caffaro è entrata fra gli azionisti delle Fonderie Trentine. A questo punto le organizzazioni sindacali (che hanno saputo dai giornali dell´avvenuto passaggio di proprietà) hanno chiesto alla Provincia ed ai nuovi proprietari un incontro...

(6 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta

La protesta dei tessili calabresi

Riesplode la protesta dei tessili calabresi. Oggi i lavoratori saranno in piazza, a Catanzaro, per manifestare tutta la loro rabbia contro la crisi profonda che sta attraversando l'intero settore, con centinaia di posti già persi ed altrettanti a rischio. La manifestazione di protesta è in programma per questa mattina davanti alla sede della Giunta regionale. Negli anni 70/80 il...

(5 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «La crisi del gruppo Marzotto»

Eurispes: rapporto allarmante su ceti meno abbienti e lavoro nero

"La mobilità delle classi economiche dal basso verso l’alto è bloccata, mentre si è aperta un’autostrada dall’alto verso il basso" ha detto Gian Maria Fara presidente dell’Eurispes alla presentazione del Rapporto Italia 2004, tenutasi ieri a Roma all’Università Pontificia SanTommaso D’Aquino. Rischio di proletarizzazione del ceto medio,...

(1 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «I «numeri» della lotta dei classe»

Chiudono le acciaierie di Terni

Operai in rivolta a Terni dopo che la multinazionale tedesca Thyssen Krupp ha preannunciato la chiusura dello stabilimento per la produzione del magnetico di Ast (Acciai speciali Terni) a partire dal prossimo 28 agosto. Lo stop alla linea produttiva comporterà la perdita di 900 posti di lavoro, compresi quelli dell'indotto, con ripercussioni pesantissime sull'economia di una città storica...

(1 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

Tiberghien: tutti licenziati!

La Tiberghien è una storica azienda tessile alle porte di Verona che da cent'anni produce filati di pregio. Per sei giorni e cinque notti i lavoratori hanno occupato lo stabilimento, smobilitando solo ieri, dopo la firma di un accordo tra proprietà e sindacati. La scorsa settimana 115 dipendenti su 128 hanno ricevuto la lettera di licenziamento per "cessazione dell'attività dello...

(1 Febbraio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

Contratto vigili del fuoco

Dopo una trattativa fiume durata oltre 24 ore tutte le sigle sindacali e il governo hanno firmato il rinnovo dei vigili del fuoco: un contratto atteso ormai da 25 mesi, con la categoria che ha dato vita a una serie molto articolata di mobilitazioni e scioperi. E' previsto, a decorrere dal gennaio 2002, un aumento in busta paga di 118 euro, a fronte dei 106 stanziati inizialmente in finanziaria. A...

(30 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta

Bocciato l'accordo sul trasporto locale alla SAL di Lecco

L’assemblea dei dipendenti della Sal e delle altre aziende private che operano sul territorio di Lecco ha bocciato, a maggioranza, il contratto nazionale siglato lo scorso 20 dicembre. Via libera, invece, dai dipendenti di LineeLecco, l’azienda pubblica di trasporti (la maggioranza del capitale è del Comune di Lecco). Queste sono alcune delle assemblee che si stanno svolgendo...

(23 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta (da http://www.laprovinciadilecco.it/online/)


in: «Diritto di sciopero»

Marzotto: 8 ore di sciopero in tutti gli stabilimenti

contro i 190 licenziamenti a Praia a Mare

Un pacchetto di otto ore di sciopero dei dipendenti di tutti gli stabilimenti della Marzotto è stato proclamato dal Coordinamento sindacale del gruppo. La prima astensione, di quattro ore, è stata fissata per il 6 febbraio prossimo. In tal modo il Coordinamento sindacale del gruppo Marzotto, "intende opporsi al licenziamento di 190 lavoratori collocati nello stabilimento di Praia a...

(23 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «La crisi del gruppo Marzotto»

Trentino Trasporti: aggiornamento sulla lotta degli autoferrotravieri

Se oggi l'accordo dovesse saltare si profilano tempi duri, e non solo per gli utenti del trasporto pubblico. In programma ci sono, infatti, un primo sciopero di 4 ore, seguito da un altro di 8 e da una fermata di 24 ore. Tra i lavoratori la tensione è altissima e le dichiarazioni attribuite all'avvocato Ceola, presidente di Trentino Trasporti, hanno contribuito ad esacerbare gli animi. I...

(21 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta (da http://www.ladige.it/)


in: «Diritto di sciopero»

ATM: i sindacati di base non accettano l'accordo di Milano

Il coordinamento nazionale di lotta degli autoferrotranvieri ha proclamato un nuovo sciopero nazionale di 24 ore per il 26 gennaio prossimo. Il Coordinamento, riunitosi ieri alla stazione Centrale di Milano, dopo aver ribadito il rigetto dell’accordo sottoscritto dai sindacati per il capoluogo lombardo, proclama quindi lo sciopero, "nel rispetto della legge 146/90", con la salvaguardia cioè...

(16 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Diritto di sciopero»

Stark di Rovereto: 18 senza lavoro

Dopo l´annuncio della chiusura della Filtrona arriva un´altra tegola sull´occupazione a Rovereto. Questa volta è il turno della Stark srl, fabbrica metalmeccanica di motori per l´avvolgimento di tende da sole, il cui stabilimento produttivo è ospitato da circa un paio d´anni all´interno del BIC. La decisione della casa madre francese Stark International...

(15 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

Acciaierie Beltrame di Vicenza: a rischio 500 posti

Un enorme ammasso di rottami all’interno di un capannone. Attorno i vigili del fuoco con le tute bianche e le maschere. Capannelli di operai che si interrogano sul loro futuro. Il presente è fatto di cassa integrazione, di sostanze radioattive. È fatto di paura, di cesio 137. Centossessanta addetti delle Acciaierie Beltrame sono a casa da ieri pomeriggio, altri 410 rischiano molto,...

(15 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta

Alitalia: tute verdi in sciopero

Protesta di un migliaio di lavoratori della direzione operazioni tecniche dell'Alitalia, a Fiumicino, dopo un'assemblea. Al grido di "lavoro, lavoro", il lungo corteo di "tute verdi" della compagnia aerea, senza bandiere e striscioni, ma munito di fischietti e scandendo slogan di protesta, ha percorso a piedi circa un chilometro verso i tre terminal dello scalo. In tutti i settori c'è molta...

(15 Gennaio 2004)

Centro di documentazione e lotta


in: «Lavoratori di troppo»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

80374