il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Nuova Unità

(75 notizie - pagina 3 di 4)

Amianto, continua la strage di lavoratori. 4000 mila morti ogni anno, mille morti solo per mesotelioma.

Articolo articolo pubblicato dalla rivista “nuova unità”, gennaio 2016 A 23 anni dalla messa al bando dell’amianto, con la legge 257 del 1992, ci sono in Italia ancora 32 milioni di tonnellate di amianto e le bonifiche sono tuttora da fare. Chi sperava che dopo l’approvazione della legge, l’amianto sarebbe stato rimosso dalle nostre vite deve ricredersi: la decontaminazione...

(19 Gennaio 2016)

Michele Michelino - Presidente del “Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio”


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Ma quali cooperative?

Nonostante la lotta di resistenza, senza una lotta di classe generalizzata i salari dei lavoratori immigrati e degli italiani verranno sempre più spinti sotto il livello di sussistenza

Entrambi gli articoli sono tratti dalla rivista “nuova unità” di novembre 2015 Lo scandalo di Roma capitale in cui le cooperative “rosse” di Buzzi (legate a lega coop) insieme a faccendieri neri (Carminati e camerati) facevano affari sulla pelle di immigrati, rom, ex carcerati ecc in combutta con Istituzioni e amministrazioni di centrodestra e centrosinistra, ha evidenziato...

(24 Novembre 2015)

Michele Michelino


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

Sanità, si gratta ancora dal fondo del barile

Diritto alla salute addio! Come dire: morite prima così risparmiamo anche sulle pensioni, e possiamo potenziare le spese militari per la guerra

editoriale sul n. 4/2015 Nella calura estiva una vera e propria mazzata si è ab-battuta sulla sanità pubblica. Il Governo deve far qua-drare i conti come richiede l'UE e le spese sanitarie sono tra i primi tagli della spending review. Non tagli agli sprechi o razionalizzazione delle risorse, ma tagli lineari che colpiscono la salute. Il capolavoro del depu-tato Pd Gutgeld, fedele renziano,...

(25 Settembre 2015)

nuova unità


in: «Sanità pubblica: rottamare per privatizzare»

Grecia (ed Europa): la tragedia non finisce qui

Dalla rivista “nuova unità” Il dramma del popolo greco si sta consumando, e siamo lontani dal vederne la fine. Ma, prima di parlare dell’indubbio “tradimento” di Syriza, o di una sua parte, mi sembra importante inquadrare quanto è successo in questi ultimi mesi partendo da un dato molto semplice: l’economia greca vale, in quella dell’Unione Europea,...

(16 Settembre 2015)

Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Via Magenta 88, Sesto San Giovanni


in: «NO al diktat della borghesia imperialista europea»

I dannati del mare

prima ti saccheggio, poi ti bombardo e se non basta ti annego

Quello che l’Africa soffre da anni è quello che noi cominciamo a soffrire: non a caso il progetto politico più importante che si discute nel massimo segreto a Bruxelles – il TTIP – è la proposizione di quegli ‘accordi’ per lo sviluppo che hanno devastato altri Continenti Nel novembre 1989, al suono delle fanfare di tutto l’Occidente ‘democratico’,...

(3 Luglio 2015)

Daniela Trollio per la rivista "nuova unità"


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Il nemico è in casa nostra!

Organizziamoci per cambiare il sistema di sfruttamento e sostituirlo con il socialismo

editoriale Se qualcuno si era dimenticato di Roma capitale la recente cronaca ce l'ha riportato in primo piano con il secondo atto dell'inchiesta. Non c'è da stupirsi è la dimostrazione che, mentre si parla di continui tagli sulla pelle dei lavoratori, i soldi ci sono e ci sarebbero se non andassero a finire nelle tasche degli amministratori corrotti, degli speculatori, dei faccendieri...

(2 Luglio 2015)

nuova unità

Nel mezzo dell'autunno caldo, nel pieno della lotta di classe

Piazza Fontana 12 dicembre 1969-2014

Perché dobbiamo ancora indignarci per questa cinica montatura del potere in funzione antipopolare Qualcuno disse che quel giorno perdemmo l'innocenza e scoprimmo la cattiveria, il complotto, la faccia assassina della politica. Non so se questo possa essere vero. È probabile che quell'innocenza non sia mai esistita: per noi italiani quel 12 dicembre del '69 arrivava dopo una lunga convivenza...

(26 Dicembre 2014)

nuova unità


in: «Lo stato delle stragi»

Basta con le illusioni

Con il nuovo anno ci aspettano nuove e sempre più potenti lotte

All’inizio piaceva. Sono bastati pochi mesi per capire che il problema non era il cambio ge-nerazionale, né mettere le donne ai posti di comando. Sempre più Renzi si svela per quello che è, il democristiano utile, in questo momento, alla borghesia, alle multinazionali, all’Unione europea, agli Stati Uniti. Deve fare bene i compiti assegnategli dall’Europa, in-fatti...

(26 Dicembre 2014)

nuova unità

La bona schola del futuro: descolarizzazione e gerarchi del meritocrazismo

L’aggressività del Governo Renzi si manifesta a tutto campo compresa la decostruzione del diritto allo studio e della scuola come diritto all’istruzione per tutti

note di classe Oltre novanta cortei con decine e decine di migliaia di studenti nella maggior parte delle città capoluogo italiane, trenta piazze di lavoratori della scuola (docente e ATA, precari e “stabili”) organizzate dai Cobas Scuola, un’adesione allo sciopero tra il 20% e il 25%: questi i numeri della giornata di venerdì 10 ottobre, che ha inaugurato su scala nazionale...

(20 Novembre 2014)

nuova unità


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Dalla crisi si esce solo cambiando sistema

Il movimento operaio si mobilita nonostante i tentativi frenanti dei sindacati confederali, ma la lotta di classe nella sua vera essenza stenta ancora a ripartire

Di fronte al definitivo attacco all’art. 18 - iniziato con le lacrime della Fornero nel governo Monti - il jobs act, nuove misure come quelle sulla rappresentanza, i continui veri licenziamenti, la repressione nei luoghi di lavoro, comprese le multe alle avanguardie, le populiste false promesse di Renzi e del suo governo guerrafondaio, abbagliano sempre meno. Lo stravolgimento istituzionale...

(20 Novembre 2014)

nuova unità


in: «Oltre la crisi. Oltre il capitalismo»

Recessione 2014 e interessi dei proletari

La crisi, la disoccupazione, lo sfruttamento non si risolvono né con le riforme istituzionali e costituzionali, né con le lotte sindacali, pure importanti. Il capitalismo va abbattuto

Da nuova unità - rivista di politica e cultura comunista, settembre 2014 Per l'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) “L’Italia deve spostare le sue politiche del lavoro su una maggiore tutela del reddito di lavoratori”. Per una vera crescita, e una graduale ripresa del Paese, l’Ocse, nel rapporto ‘Going For Growth’ di metà...

(17 Settembre 2014)

Michele Michelino


in: «Il capitalismo è crisi»

LA GUERRA HA UN CARATTERE DI CLASSE, È LA CONTINUAZIONE DELLA POLITICA CON ALTRI MEZZI

Indispensabile è individuare gli obiettivi per cui questa guerra viene condotta e le classi che l'hanno preparata e diretta

Molti ricorderanno questa stagione estiva che si sta spegnendo per il cattivo tempo che ha rovinato quel periodo sempre troppo corto delle ferie, per chi ancora ha un lavoro e che giustifica la caduta del turismo, dovuto al contrario alle strettezze che impone la crisi eco-nomica e la conseguente caduta del potere d'acquisto. Maltempo che ha messo in eviden-za l'assoluta carenza di cura del territorio...

(9 Settembre 2014)

redazione nuova unità


in: «Oltre la crisi. Oltre il capitalismo»

Ci vuole il protagonismo dei lavoratori

Alcune considerazioni sul Testo Unico sulla rappresentanza del 10 gennaio 2014 e sui primi provvedimenti del governo Renzi.

Da “nuova unità”, RIVISTA COMUNISTA DI POLITICA E CULTURA ( giugno 2014) Il 10 gennaio Confindustria e Cgil, Cisl e Uil hanno firmato il “Testo Unico sulla rappresentanza” che stabilisce la nuova disciplina del lavoro e nuove regole nel conflitto fra capitale e lavoro. Quest’accordo è il completamento del Protocollo d’Intesa del 31 maggio 2013, criticato...

(23 Giugno 2014)

Michele Michelino


in: «No all'accordo sulla rappresentanza»

L’Europa era e rimane nelle mani dei capitalisti, delle banche, dell’imperialismo

Di fronte ai tanti nemici e ai numerosi ostacoli i compiti dei comunisti sono enormi. L’organizzazione è indispensabile

analisi del risultato elezioni europee L’”Italia è migliore di come la intendiamo”, ha detto Renzi. Dal canto suo senz'altro. Da parte nostra possiamo rilevare che basta individuare la giusta strada del convincimento per far passare concetti socialdemocratici e liberali e riuscire ad influenzare grandi numeri, che comprendono anche lavoratori e pensionati (in attesa degli 80...

(11 Giugno 2014)

nuova unità


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

Operai e capitale

Operai che salgono sulle ciminiere e sulle gru, minatori che si barricano con la dinamite, e ancora lavoratori che si danno fuoco, che si feriscono davanti alle telecamere sono episodi che dimostrano la resistenza e la disperazione di chi perde il lavoro e il pane e la brutalità del sistema capitalista. Mentre i borghesi si godono il paradiso in terra; i proletari - con licenziamenti, violenze,...

(18 Settembre 2012)

Michele Michelino


in: «Il capitalismo è crisi»

25 aprile - 1° maggio

Resistenza ed emancipazione proletaria

Il 25 aprile e il 1° maggio da anni sono stati svuotati del loro significato storico e di classe. Il 25 aprile, anniversario della liberazione dal nazifascismo, è stata trasformata nella festa della pacificazione tra gli Italiani: partigiani e repubblichini – le vittime e i boia, coloro che, pur riempiendosi la bocca della parola “Patria”, la svendettero prima ai propri...

(25 Aprile 2012)

Editoriale della rivista “nuova unità”

C’è crisi e crisi

All’alba del terzo anno di crisi economica, ci sono note (quasi) tutte le statistiche sul peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro di miliardi di esseri umani che si guadagnano il pane con il loro lavoro. Meno note sono le statistiche sui pochi che, nel mondo, detengono la ricchezza. Ci sono due società, Merryl- Linch (acquisita due anni fa dalla Bank of America per 44.000...

(18 Febbraio 2011)

Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”


in: «Il capitalismo è crisi»

Quarto Stato (icona)

1° maggio: i lavoratori uniti contro il capitalismo e l’imperialismo.

Il 1° maggio nato nel 1886 a Chicago dal sangue operaio divenne nel 1889 per decisione della Seconda Internazionale giornata internazionale di lotta e simbolo per tutto il mondo del lavoro. Nata come giornata internazionale per la riduzione d’orario a otto ore è stata una tappa importante nel processo di trasformazione degli operai in classe; portando negli operai prima alla consapevolezza...

(27 Aprile 2010)

Editoriale di Nuova Unità – rivista comunista di politica e cultura- n. 3/2010


in: «La nostra storia»

La Resistenza continua fino all’abolizione dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo

Da alcuni anni è in atto un tentativo, da parte della borghesia, di riscrivere la storia della Resistenza al nazi-fascismo deresponsabilizzando la classe dirigente dai crimini commessi contro l’umanità. I borghesi sono maestri nel rifare la storia scaricando su altri i propri crimini e hanno i mezzi economici, di informazione e gli intellettuali prezzolati che fanno questo per...

(21 Aprile 2010)

Michele Michelino


in: «Ora e sempre Resistenza»

Crisi e repressione

I diversi interessi delle classi sociali nella crisi

Nel 2009 in Europa si sono persi 4,6 milioni di posti di lavoro di cui oltre 500.000 in Italia, portando il tasso di disoccupazione nel nostro paese all’8,3% mentre il debito pubblico sul PIL è arrivato al 114,6%. Il totale dei disoccupati nella UE è salito al 22,9 milioni, di cui otre 2 milioni in Italia. Le ore di cassa Integrazione ordinaria concesse dall’Inps che nel...

(1 Aprile 2010)

Michele Michelino


in: «Il capitalismo è crisi»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 |    >>

37105