il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

FAI - Federazione Anarchica Italiana

(212 notizie - pagina 6 di 11)

Oltre il 15 ottobre, oltre il teatrino

Il solito teatrino, con i soliti protagonisti e il solito copione: sempre gli stessi. Gli stessi giornalisti che elogiano le “missioni di pace” in Afghanistan e gli “interventi umanitari” in Libia, adesso parlano della “guerra” di San Giovanni. Gli stessi politici che si preoccupano della lesione della privacy a causa delle intercettazioni telefoniche effettuate...

(24 Ottobre 2011)

Gruppo Carlo Cafiero – Federazione Anarchica Italiana - Roma


in: «15 ottobre. Valutazioni e prospettive»

No Tav. Non smarrire il sentiero

Le reti del fortino della Maddalena, il filo spinato, gli uomini in armi sono il simbolo dell’arroganza dello Stato. Il simbolo concreto e violento della volontà di imporre con la forza scelte non condivise. Nella loro materialità eccessiva sono un chiaro monito: di qui non si passa, i più forti siamo noi. La spinta a tagliarle, a riprendersi la terra e la libertà...

(23 Ottobre 2011)

Federazione Anarchica Torino


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

15 ottobre. Azioni degne

Viviamo tempi grami. Tempi di guerra. Ogni giorno, in ogni dove, qualcuno muore di lavoro, ucciso da un sistema che divora le vite e favorisce i profitti dei soliti pochi. Ogni giorno, in ogni dove, qualcuno muore in una delle tante guerre che insanguinano il pianeta, ucciso da un sistema che vive di massacri, massacri di povera gente che muore per alimentare i fantasmi della nazione e della religione. Ogni...

(14 Ottobre 2011)

Commissione di Corrispondenza Federazione Anarchica Italiana


in: «Il debito è vostro. Noi non lo paghiamo»

Torino. Come bufali impazziti

Sabato 1 ottobre. Nel prato di fronte al CIE di corso Brunelleschi l’atmosfera è serena. Se non fosse per quel muro, mille volte segnato da graffiti di libertà, mille volte cancellati e mille volte rifatti, sarebbe un pomeriggio come tanti in quest’estate tardiva. C’è una settantina di persone: antirazzisti di un po’ tutte le aree, giovani immigrati che...

(3 Ottobre 2011)

senzafrontiere.noblogs


in: «Storie di ordinaria repressione»

Palermo. Navi-prigione per nuovi appestati

È proprio vero che al peggio non c'è mai fine. Dopo i fatti di Lampedusa, dopo quel naufragio dell'umanità che ha portato a una guerra civile fra immigrati e abitanti dell'isola e alla conseguente espulsione di tutti i tunisini, il governo italiano sta mettendo in atto un'operazione inaudita, degna dei peggiori regimi dittatoriali. In queste ore, settecento immigrati che si trovavano...

(25 Settembre 2011)

TAZ laboratorio di comunicazione libertaria


in: «La tolleranza zero»

Torino. Punto info antirazzista

Giovedì 22 settembre in via Po 16 dalle ore 17 punto info antirazzista La guerra ai poveri in questi mesi si è inasprita. Con il pretesto della crisi il governo ha fatto una manovra di lacrime e sangue: chi ha già poco si ritrova con ancora meno. Il governo – e l’opposizione - hanno le idee chiare. Se la crisi peggiora, il conto lo devono pagare i lavoratori, i pensionati,...

(22 Settembre 2011)

Federazione Anarchica Torino - FAI


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

Cie di Gradisca: ancora repressione sugli antirazzisti

Mentre all’interno del CIE pare (il condizionale è d’obbligo visto il divieto di usare i cellulari scattato mesi fa) che non stia succedendo molto, all’esterno continua la piccola ma strisciante opera di intimidazione degli antirazzisti. Non è passato neanche un anno dall’assoluzione di 24 attivisti per manifestazione non autorizzata che in questi giorni stanno...

(10 Settembre 2011)

senzafrontiere.noblogs.org


in: «La tolleranza zero»

Torino. Furia d’agosto al CIE

“Noi da qua non scendiamo. L’altra sera la polizia ci ha sparato i lacrimogeni”. È una torrida domenica di agosto, ancora più torrida per i reclusi del CIE di corso Brunelleschi che nella notte sono saliti sul tetto delle aree bianca e blu. Chi parla è un immigrato appollaiato lassù, che spera che i microfoni di radio Blackout possano rompere il muro di...

(22 Agosto 2011)


in: «La tolleranza zero»

Turi, la corda e il TGV

Presidio Gravela di Chiomonte, 4 agosto 2011. Nicola e Stefano si incatenano al cancello che serra la strada dell’Avanà. Nicola non mangia da 13 giorni, Stefano e Turi hanno appena iniziato. Nicola ha deciso di fare anche il digiuno dell’acqua. I tre No Tav lottano contro la militarizzazione e i fogli di via imposti dalla questura torinese ad alcuni attivisti. La polizia minaccia...

(6 Agosto 2011)

Federazione Anarchica Torinese


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Da Kabul alla Val Susa. La guerra dell’Italia in Afganistan

Giovedì 4 agosto ore 21 Da Kabul alla Val Susa. La guerra dell’Italia in Afganistan Interviene Marco Rossi, autore di “Afganistan senza pace” Presidio resistente “Garavela” a Chiomonte – nei pressi della centrale idroelettrica ******* La guerra in casa Quattro incontri sulle guerre dell’Italia. Dall’Afganistan alle periferie urbane, da Napoli...

(3 Agosto 2011)

Federazione Anarchica Torinese - FAI


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Pinerolo: No Tav all’arrivo del Tour de France

Pinerolo, 20 luglio. In folto gruppo di No Tav ha accolto con bandiere e cartelli l’arrivo della tappa Tour de France. Non è stato facile. I manifestanti arrivati con il treno da Torino sono stati fermati e identificati dai carabinieri ai giardinetti della stazione: alcuni sono stati inseguiti persino al bar. Ad un ragazzo della zona, pescato da solo da due agenti in borghese a bordo...

(22 Luglio 2011)

Federazione Anarchica Torinese - FAI


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Una finanziaria di guerra

Come al solito i potenti sono tutti d’accordo. Il presidente della repubblica, il capo del governo, il ministro dell’economia, i leader politici di maggioranza e della sedicente opposizione. Mentre l’Istituto Nazionale di Statistica ci informa che in Italia ci sono 8 milioni di poveri, di cui 3 milioni sotto la soglia di povertà assoluta, questi signori hanno deciso, tutti...

(21 Luglio 2011)

Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana


in: «La manovra anti-crisi»

Processo “Calabresi”: non luogo a procedere

Torino 19 luglio. È cominciato e subito finito il processo a carico di due anarchici accusati di aver scritto sui muri del quotidiano “La Stampa” “Calabresi assassino, Pinelli assassinato. Nessuna pace con lo Stato!”. All’epoca dei fatti – era l’11 maggio 2009 - non era ancora stato approvato il pacchetto sicurezza, che introdusse la procedibilità...

(21 Luglio 2011)

Federazione Anarchica Torinese - FAI


in: «Storie di ordinaria repressione»

Torino. Comincia il processo “Calabresi”

Martedì 19 luglio comincia il processo a due anarchici della FAI torinese per le scritte alla Stampa del maggio 2009. Quella notte sul muro della sede de “La Stampa” in via Marengo e su quelli di tre sedi del PD apparve la scritta “Calabresi assassino. Pinelli assassinato. Nessuna pace con lo Stato”. La prima udienza si terrà alle ore 9 al tribunale di Torino...

(19 Luglio 2011)

Federazione Anarchica Torinese – FAI


in: «Storie di ordinaria repressione»

No Tav. L’assedio e la ruspa

Sabato 15 luglio, Baita Clarea. Una bella giornata ci saluta sin dal mattino. La banda di “Torino&Cintura sarà dura” arriva alla spicciolata: ci sono anche un paio di operai Fiat in sciopero. Siamo armati di tutto punto: fischietti, pentole e coperchi, un amplificatore portatile, tre megafoni. In mattinata facciamo un po’ di giri. La Baita è ancora un’oasi,...

(16 Luglio 2011)


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Val Susa. Domenica resistente

Domenica 10 luglio, baita No Tav nei boschi della Val Clarea. Sin dal mattino numerosi No Tav si incontrano alla casetta: vengono raccolti altri sacchi di porcherie lasciate dalle truppe di occupazione. In giornata tre No Tav con un camioncino vanno a recuperare e caricare i sacchi neri riempiti il giorno prima dai volontari No Tav che hanno risposto all’appello per la pulitura dei boschi alla...

(11 Luglio 2011)

Federazione Anarchica Torinese - FAI


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Torino. Fiaccolata no Tav e saluto al carcere

Torino. Un bel segnale la fiaccolata di ieri sera a Torino: tanta gente, decisa a non abbassare la testa, a denunciare la militarizzazione dell’area della Maddalena, trasformata in un fortino pieno di uomini in armi. Altro che cantiere! A Torino come in Val Susa non bastano i gas, le botte, i lacrimogeni sparati come proiettili, la criminalizzazione feroce, i feriti e gli arresti a fermare...

(10 Luglio 2011)

Federazione Anarchica Torinese


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

No Tav (icona)

Corteo No Tav. Spezzone rosso e nero

Domenica 3 luglio assedio alla Maddalena occupata dalle truppe dello Stato.

Il punto di incontro per lo spezzone rosso e nero è sulla statale 24 tra Chiomonte ed Exilles, dopo il ponte sulla Dora, all’incrocio della strada per Ramats e per la Maddalena. Da Torino partiremo in auto. Appuntamento alle 7 in corso Palermo 46 Dalle ore 9. Per info: 333 3275690 oppure 338 6594361 Il Tav tra Torino e Lyon è un ingranaggio di una macchina “legale”...

(2 Luglio 2011)

Federazione Anarchica Torinese – FAI


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Solidarietà alla libera repubblica della Maddalena

Almeno duemila agenti fra polizia, carabinieri, guardia di finanza e corpo forestale. Una quantità impressionante di lacrimogeni sparati contro i manifestanti. Idranti e ruspe per spazzare via le barricate contro il TAV. A dieci anni dal massacro di Genova, lo Stato italiano ha voluto imporre il suo dominio contro la Libera Repubblica della Maddalena, un presidio di libertà e autogestione...

(29 Giugno 2011)

Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana - FAI


in: «La Val di Susa contro l'alta voracità»

Trieste: 25 giugno in piazza contro la sanatoria-truffa

Sabato 25 giugno siamo scesi nuovamente in piazza, in una manifestazione organizzata dal comitato Primo Marzo di Trieste, per due motivi: festeggiare la positiva conclusione di una battaglia durata due anni e, allo stesso tempo, rimarcare il fatto che quella battaglia non è ancora del tutto finita, anzi. Stiamo parlando della vicenda della “sanatoria-truffa”, che dopo quasi due...

(27 Giugno 2011)

senzafrontiere.noblogs.org


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

85806