il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB

Lucio Garofalo

(279 notizie - pagina 1 di 14)

La modernità ante litteram del pensiero filosofico di Guglielmo di Ockham

L'approccio di tipo "nominalistico" applicato in ambito logico, metafisico e gnoseologico dal grande Guglielmo di Ockham (allievo ed avversario di Duns Scoto), lo spinse a negare il valore ontologico degli universali, ovvero la realtà degli enti astratti (i concetti e le idee), avallando una concezione del mondo incentrata sulle qualità contingenti delle cose: qualsiasi fenomeno, dalla...

(18 Luglio 2020)

Lucio Garofalo


in: «Culture contro»

La DaD ha salvato la baracca?

Io sono un maestro di scuola primaria, e non un docente universitario, per cui posso garantire che i danni arrecati dalla didattica a distanza in questo segmento, e direi in tutto il primo ciclo dell'istruzione, sono notevoli. C'è chi, invece, ripete come una sorta di mantra spirituale la tesi propagandista che la DaD avrebbe "salvato la scuola" dall'emergenza pandemica. Io so solo che c'è...

(26 Giugno 2020)

Lucio Garofalo

La DaD (didattica a distanza) ha solo esteso la distanza!

Siamo alle prese con la solita farsa ipocrita tipica dei grovigli intricati della burocrazia. I cosiddetti "corsi di recupero" e/o di "integrazione degli apprendimenti", che si dovrebbero attivare a partire dal 1° settembre prossimo, realizzati nell'arco di circa un paio di settimane e della durata di una trentina, o poco più, di ore complessive, mi/vi chiedo: quale ricaduta didattica e...

(18 Giugno 2020)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Una Cassandra virtuale

Le tecnologie informatiche, il computer, Internet, sono soltanto strumenti tecnici, tuttavia il loro valore non è affatto neutro, ma dipende dall'utilizzo che se ne fa. Ad esempio, un robot potrebbe rivelarsi utile, ma se viene impiegato per sostituire e, quindi, licenziare un operaio, non è affatto utile, anzi! Idem nel caso della didattica digitale: in linea teorica ed astratta, nel...

(15 Giugno 2020)

Lucio Garofalo

Il virus della follia

Oramai, i morti si contano già a tre cifre, per cui le masse si lasciano sopraffare dalla paura e dall'ansia, che rischiano di trasformarsi molto facilmente in un clima di psicosi e di isteria collettiva. Quanti detengono le redini del potere ne approfittano per emanare leggi d'emergenza, come nel periodo del terrorismo. Siamo "in guerra", dicono, proprio per creare un clima di terrore. È...

(27 Marzo 2020)

Lucio Garofalo


in: «Covid-19 e dintorni»

Il virus della paura

Riceviamo e, ai fini del dibattito (quindi, senza necessariamente condividerne tutte le formulazioni), pubblichiamo questo intervento. La paura è, com'è noto, una pulsione ancestrale del genere umano, è un impulso ferino ed irrazionale, preesistente ad ogni stadio della civiltà e a qualsiasi forma di cultura e di raziocinio, è un elemento insito nella stato di natura...

(27 Febbraio 2020)

Lucio Garofalo

A proposito di progetti e corsi di formazione

Negli ultimi anni ho seguito diversi corsi di formazione di cui mi è rimasta impressa solo una noia mortale. Sui contenuti tecnici dei vari corsi conviene per lo più sorvolare: le mie idee a riguardo sono negative. Non so se gli altri colleghi e colleghe avvertono la stessa sensazione di tedio e frustrazione interiore in tali esperienze, ma è amareggiante che dei corsi di formazione...

(13 Ottobre 2019)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

La mia idea di scuola

La mia idea di scuola: un luogo di confronto pluralistico, in cui i discenti ed i docenti possano respirare un clima di libertà e che non sia l'emulazione di modelli aziendali goffi e maldestri, decotti ed anacronistici, bensì un ambiente che valorizzi i talenti e le attitudini di ognuno e permetta la partecipazione più ampia alla gestione degli organi collegiali e ad una direzione...

(5 Ottobre 2019)

Lucio Garofalo

Genitori sindacalisti e docenti baby-sitter

Alcuni genitori (che si ritengono "utenti" della "scuola-azienda") forse scambiano noi docenti per baby-sitter assunti al loro servizio ed alle loro dipendenze, ma non è così. I doveri di vigilanza dei minori non sono tali da giustificare le lunghe attese all'uscita della scuola per accontentare i genitori ritardatari, che se la prendono più comodamente. Vorrei ricordare ad alcuni...

(28 Settembre 2019)

Lucio Garofalo

Un'annosa quaestio

La presunta "didattica delle competenze", che oggi è il nuovo verbo e l'imperativo categorico della "scuola-azienda", non tiene affatto conto di una considerazione logica elementare e di carattere generale, che è addirittura di "buon senso", traducibile in un'organica ed efficace sintesi dialettica tra la teoria e la prassi. È la soluzione più corretta rispetto ad un'annosa...

(16 Settembre 2019)

Lucio Garofalo

Una riflessione a 360° sulla scuola italiana

Sta per avviarsi il nuovo anno scolastico e vorrei riassumere, in una sorta di "saggio manualistico" più o meno schematico, quelli che, dal punto di vista di un insegnante che vive il mondo della scuola, costituiscono i problemi più seri che assillano ed inficiano pesantemente la vita e il funzionamento della scuola italiana. Molto probabilmente, nel più distorto e contorto immaginario...

(30 Agosto 2019)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Il Vangelo secondo don Matteo

Ieri pomeriggio, durante il dibattito al Senato, Matteo Renzi ha sbugiardato Matteo Salvini citando alcuni versetti tratti dal Vangelo. "Secondo Matteo", ovviamente! Ora, a parte le battute ed uscendo fuori da ogni metafora, i due burattini di nome Matteo (Renzi & Salvini), protagonisti del teatrino politico nazionale, non mi pare che esprimano la stessa cosa dal punto di vista di un'analisi marxiana,...

(21 Agosto 2019)

Lucio Garofalo

Sulla povertà

La povertà non è solo e semplicemente una condizione di grave privazione e afflizione materiale, ma altresì di sofferenza interiore. È motivo di vergogna ed imbarazzo, per cui si fa di tutto per negare e celare tale situazione deprecabile in una società capitalistica e consumistica, che esalta l'ideologia del del benessere e del mercato, il potere e il prestigio...

(1 Agosto 2019)

Lucio Garofalo


in: «Il capitalismo è crisi»

In memoria di Carlo Giuliani e degli avvenimenti del G8

18 anni fa, il 20 luglio del 2001, Carlo Giuliani era un ragazzo di 23 anni. Era nato nel 1978, un anno di notevoli e straordinari mutamenti della società italiana anzitutto sul terreno dei diritti e delle conquiste civili. Basti pensare a due leggi fondamentali promulgate in quell'anno: la legge 180 del 13 maggio 1978 (esattamente 4 giorni dopo gli omicidi di Peppino Impastato e Aldo Moro),...

(21 Luglio 2019)

Lucio Garofalo


in: «Verità e giustizia per Genova»

Riflessioni a briglia sciolta

Riconosco di essere una persona caratterialmente scettica e diffidente, persino malpensante. Ideologicamente sono un ateo marxista. Sono stato ripetutamente disilluso dalla vita, amareggiato da esperienze negative, tradito dal comportamento spregiudicato di numerosi pseudo compagni e dai falsi partiti politici di “sinistra”. Francamente sono molto arrabbiato contro i falsi moralisti...

(14 Luglio 2019)

Lucio Garofalo

Irpinia, cittadinanza negata

In Irpinia, come pure in altre aree interne del nostro Meridione, la negazione della "cittadinanza attiva" tanto decantata, ma solo a chiacchiere, la negazione dei diritti politici e civili alle classi subalterne ed il loro asservimento ai vari notabili locali, obbliga le giovani generazioni proletarie a mendicare elemosine e favori elargiti secondo prassi di stampo clientelare e paternalistico-feudale,...

(6 Luglio 2019)

Lucio Garofalo

L'azienduola

La scuola odierna, non solo in Italia, è da anni ridotta ad essere una scuola finta, ma per la semplice ragione che ne hanno voluto fare altro: una "azienduola", nella migliore (?) delle ipotesi. Vale a dire che hanno alienato, ovvero mercificato la funzione della scuola pubblica e ne hanno fatto una finzione caricaturale di azienda, una sorta di ibrido mostruoso tra l'azienda e la scuola (un'azienduola,...

(9 Giugno 2019)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Francia, gilet gialli tra repressione e dibattito sul futuro

"Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare". Mai come nel caso dei Gilet Gialli, un sommovimento politico-sociale inedito fino ad oggi, quell'adagio popolare è assai appropriato. Tre mesi di rivolte di massa durissime. Un gran numero di morti e di feriti. Per non parlare degli arresti da parte della polizia, che si contano a centinaia. Insomma, le forze dell'ordine hanno instaurato...

(17 Febbraio 2019)

Lucio Garofalo


in: «Storie di ordinaria repressione»

La "didattica delle incompetenze"

A proposito dei "compiti autentici", o di realtà (che dir si voglia), mi permetto di sollecitare una riflessione personale. Da marxista, so bene che una "sintesi dialettica" tra teoria e prassi è la giusta risposta fornita all'antica questione che colloca i due termini in netta antitesi. L'una non esclude l'altra, anzi: sono due valori che si compenetrano tra loro in un rapporto...

(21 Novembre 2018)

Lucio Garofalo

Il conformista

Ormai ho raggiunto un'età (anagrafica ed esistenziale) che basta a cogliere alcune verità (o evidenze di fatto) che un tempo potevo solamente supporre, o acquisire dall'esperienza altrui. Sin dai tempi (ormai remoti) dell'adolescenza ricordo di aver notato quei tipi umani che, pur di contare qualcosa nella propria comunità di residenza, o illudersi di contare un po', quantomeno...

(20 Maggio 2018)

Lucio Garofalo


in: «Culture contro»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

70328