il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Lucio Garofalo

(270 notizie - pagina 5 di 14)

Dall'anno zero dell'Irpinia

Nei giorni scorsi non sono mancate numerose commemorazioni ufficiali per celebrare il 35° anniversario del terremoto che il 23 novembre del 1980 sconquassò il Sud Italia con un’intensità che superò il 10° grado della scala Mercalli ed una magnitudo pari a 6,9 della scala Richter. Una scossa durata ben 90 secondi fece tremare tutto l’Appennino meridionale, radendo...

(27 Novembre 2015)

Lucio Garofalo

Irpinia, 35 anni fa

Quest'anno ricorre il 35° anniversario del terremoto del 1980. All'epoca, io ero un adolescente ingenuo e spensierato. Stavo seguendo in TV un incontro della seria A di calcio in un bar del mio paese, quando si verificò una delle catastrofi che più si sono impresse nella memoria storica e nell'immaginario collettivo delle popolazioni locali. Oggi ci siamo in qualche misura ridotti...

(23 Novembre 2015)

Lucio Garofalo

Nemici interni ed esterni

Al di là delle questioni di ordine geopolitico internazionale, che sono senza dubbio serie, nelle ultime ore sto spostando la mia attenzione sul tema, non meno importante, delle dinamiche e dei processi sociali interni, ossia sul quadro dei conflitti di classe e dei rapporti di forza intestini al blocco politico borghese, che in simili casi trova giovamento e si ricompatta immediatamente. Insomma,...

(18 Novembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Socialismo o barbarie

Il terrorismo islamico è solo una forma di depistaggio. È proprio una curiosa circostanza, niente affatto casuale, quella in cui uno degli attentatori di Parigi porti addosso un prezioso documento personale come il passaporto (guarda caso, di nazionalità siriana). Una strana "circostanza" che somiglia molto ad un atto di depistaggio. Siamo giunti al paradosso che chiunque si sforzi...

(17 Novembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Nuova guerra globale permanente

C'è un filo rosso (di sangue) che lega i feroci attentati di Parigi, la sanguinosa strage di Beirut, in Libano, l'abbattimento dell'aereo russo di oltre una settimana fa: si tratta, molto probabilmente, di ritorsioni terroristiche contro chi ha scelto di combattere l'Isis. In primis, la Russia (ovviamente, siriani e curdi, che subiscono ogni giorno le atroci violenze dei "tagliagole"), ma anche...

(15 Novembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Chi di politica ferisce di politica perisce

Vi informo su un episodio quantomeno avvilente ed increscioso, accaduto nella mia scuola. Hanno promosso un convegno con i soliti personaggi politici (De Mita, ecc.) ed hanno costretto gli insegnanti ad essere presenti in seguito ad un ordine di servizio, convocando ufficialmente un collegio dei docenti che non si è mai tenuto. Un abile stratagemma per obbligare il corpo docente a fornire una...

(7 Novembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

La Settima Arte

Sovente un romanzo fornisce il soggetto per un film. Inoltre, in un film c'è la colonna sonora. Pertanto, cinema, letteratura e musica sono arti intimamente sposate tra loro. Si pensi alla famosa saga cinematografica de "Il Padrino": l'omonimo romanzo di Mario Puzo, che collaborò pure alla sceneggiatura, è addirittura più bello ed avvincente del film di Francis Ford Coppola....

(1 Novembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «Culture contro»

Rispondiamo alla crisi di democrazia reale

Il motto più bello della scuola di Barbiana di don Lorenzo Milani era: "Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne insieme è la politica, sortirne da soli è l'avarizia". Questa frase lancia un messaggio esplicito di impegno politico. Significa che, se una questione è discussa e sollevata in un ambito privato, come una conversazione da bar,...

(13 Ottobre 2015)

Lucio Garofalo

Sull'attacco alla scuola elementare

Il mondo della scuola pubblica è sotto attacco da almeno una quindicina di anni, se non più. Da quando, nel 1998 (in carica c'era un governo di "centro- sinistra" presieduto da Romano Prodi ed il ministro della Pubblica Istruzione era Luigi Berlinguer) fu istituita la famigerata "autonomia scolastica", in particolare l'autonomia tecnico-finanziaria ed amministrativa, che ha inferto tagli...

(5 Ottobre 2015)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

La buona scuola

Più vedo all'opera i nuovi presidi, più mi rendo conto che le persone si adattano alla perfezione al loro nuovo ruolo. Sembra che la riforma della figura dirigenziale sia stata varata su misura per loro. Dalle scelte dei collaboratori e dei membri degli "staff" si desume come i nuovi DS preferiscano circondarsi di elementi a loro congeniali, che non arrechino disturbo, degli automi zelanti...

(9 Settembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Sanità: privatizzare? No, aumentare gli investimenti pubblici!

Capita, per necessità, di recarsi al pronto soccorso e, per caso, di ascoltare una conversazione tra persone "comuni e normali" (nel senso che non appartengono a ceti o a fasce sociali privilegiate) che commentano in termini negativi il funzionamento della struttura sanitaria e traggono facili illazioni sulla "mala sanità" o sul presunto "fallimento" della sanità pubblica e via...

(3 Settembre 2015)

Lucio Garofalo


in: «Sanità pubblica: rottamare per privatizzare»

Nuova emigrazione e vecchio fatalismo

Negli ultimi anni, in seguito alla crisi economica che ha inciso quale fattore di accelerazione, innescando effetti depressivi, la gioventù irpina ha ripreso ad emigrare. Dove starebbe la novità, verrebbe da chiedersi giustamente. In realtà, le popolazioni irpine (e meridionali in genere) emigrano da circa un secolo e mezzo, vale a dire dall'avvento dell'unità d'Italia....

(31 Agosto 2015)

Lucio Garofalo

Il Corvo

Premetto subito che mi piacerebbe assistere al risveglio di una dialettica democratica in questa comunità. Una rinascita democratica favorita o agevolata grazie al ricorso ad una piazza telematica di discussione. All'uopo potrebbe servire Facebook. In un recente passato, ho già avuto occasione di annotare che il limite oggettivo di questo spazio virtuale di confronto e di partecipazione...

(27 Agosto 2015)

Lucio Garofalo

Socialismo o barbarie

Temo che si stia delineando uno scenario raccapricciante di escalation bellica a livello internazionale. Le tensioni crescenti con la Russia nella crisi ucraina, ma anche le insidie derivanti dagli sviluppi su altri teatri di guerra, rischiano di degenerare in un aperto scontro frontale tra l'Occidente imperialista (USA e Nato) da un lato, e dall'altro, la Russia ed altri Stati che eventualmente potrebbero...

(29 Agosto 2014)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Missionari o fannulloni

Riflessioni a proposito di "docenti fannulloni" e di ipotesi di incremento dell'orario obbligatorio di servizio (a parità di retribuzione economica). Sorvolo sul fatto (di cui nessuna persona che sia davvero onesta e seria intellettualmente potrebbe mai dubitare, se non chi è in perfetta mala fede) che un notevole carico di lavoro e di studio dei docenti avviene, per forza di cose...

(28 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Il silenzio dei colpevoli

Se la memoria non mi inganna, i raid aerei israeliani nella Striscia di Gaza sono iniziati da qualche settimana, mentre l'operazione militare terrestre è scattata da una settimana. Ebbene, le vittime palestinesi, quasi tutte civili inermi, in grandissima parte bambini, hanno ormai raggiunto e superato quota mille. I morti israeliani sono poche decine, tutti militari. Per non parlare dei feriti...

(27 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «Palestina occupata»

Lo zampino del capitale

Ma chi è Roberto Reggi, firmatario dell'ormai famigerato piano sulla scuola che reca il suo nome e riassume in sé le peggiori ipotesi di controriforma avanzate negli ultimi anni rispetto al mondo della scuola? È un pedagogista, un esperto di didattica, un docente? Nulla di tutto ciò. È un ingegnere e un politico, è stato consigliere del PD e sindaco del...

(17 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Boicottare Israele

In questi giorni, in numerose città del mondo la gente è scesa in piazza per manifestare e solidarizzare a favore del popolo palestinese di Gaza e per protestare contro l'intervento bellico israeliano. Alla faccia di chi pensa di mettere sullo stesso piano l'estremismo islamico-fondamentalista di Hamas e l'espansionismo economico-militare sionista. È come voler equiparare i criminali...

(16 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «Siamo tutti palestinesi»

La rivolta degli schiavi

Vanno benissimo tutte le manifestazioni e le iniziative a favore delle popolazioni di Gaza e della causa palestinese. Idem per le vertenze in difesa della Costituzione, le mobilitazioni a sostegno della scuola pubblica e per il diritto allo studio, e tutte le lotte giuste e sacrosante. Ma alle porte di casa nostra (o Cosa Nostra) rischia di esplodere una vera e propria polveriera sociale. Mi riferisco...

(15 Luglio 2014)

Lucio Garofalo


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

Hiroshima, 68 anni fa: per non dimenticare

In queste giornate afose rischiano di cadere in silenzio due date che rievocano un’immane tragedia per l’umanità. Mi riferisco al 6 e al 9 agosto 1945, quando gli americani sganciarono le bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Solo nei mesi immediatamente successivi alla deflagrazione i morti furono oltre 200 mila. Secondo stime attendibili, fino ad oggi le vittime accertate sarebbero...

(7 Agosto 2013)

Lucio Garofalo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

67413