il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Michele Basso (Savona)

(172 notizie - pagina 8 di 9)

Il veleno nella coda

Queste elezioni sono contraddistinte dalle chimere: nel senso antico, di mostri con due teste, di leone e di capra, e coda di serpente; nascono così i Veltrusconi, orrenda sintesi di Veltroni e Berlusconi. Ma anche nel senso moderno della parola, illusioni, sogni vani, o, meglio, frottole senza alcun ritegno, frutto della sfrontatezza che accomuna la stragrande maggioranza dei candidati. E’...

(9 Aprile 2008)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Elezioni politiche aprile 2008»

Casa in proprietà: opportunità o capestro per i lavoratori?

In un paesino del Piemonte, molti anni fa, un candidato girava in auto con l’altoparlante, recitando: “Dicono che il partito liberale è il partito dei ricchi, in realtà è il partito che vuole tutti ricchi: Dicono che è il partito dei signori, ma con signori s’intende la gente educata, gentile, garbata…” E il comizietto volante terminava con...

(1 Aprile 2008)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Difendere il potere d'acquisto dei salari»

Le cause sociali del crescente oscurantismo

Ogni giorno assistiamo al risorgere di miti, superstizioni, comportamenti irrazionali che non molti anni fa erano considerati tipici dell’età buia del feudalesimo. Dalla tortura alla stregoneria, ai culti satanici, ai maghi che si servono dei programmi televisivi per adescare gli ingenui, ai giornali e alle TV che traboccano di oroscopi, di favole sui Templari, o su misteriose sette esoteriche....

(26 Febbraio 2008)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «L'oppio dei popoli»

Verso una nuova Adua?

Tra novembre e dicembre, c’è stato un definitivo chiarimento delle reali posizioni del governo sulla questione militare. Non è più possibile alcun equivoco, almeno per chi segue attentamente le discussioni politiche. Ricordiamo alcuni punti salienti, come la forte eco della lettera di Alex Zanotelli: “Oggi sento che devo esternare la mia delusione, la mia rabbia…...

(12 Dicembre 2007)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Proletariato

Qualche decennio fa, gli avversari del marxismo sostenevano che il capitalismo, dopo due guerre mondiali, intervallate dalla grande crisi, si stava avviando verso la definitiva stabilizzazione. Secondo loro, l’uso sapiente delle politiche keynesiane, i controlli statali sulle operazioni finanziarie, la formazione tecnica dei disoccupati, la crescita del welfare, permettevano di scongiurare il...

(22 Giugno 2007)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Alternanza o alternativa?»

Cause della crescita del militarismo e del neofascismo

A comprendere la situazione attuale, può giovare un breve confronto con periodi bellici del novecento, per conoscere meglio le caratteristiche generali dell’imperialismo e le differenze specifiche del nostro periodo. Negli anni trenta, due stati, Inghilterra e Francia, controllavano i più vasti imperi coloniali, ma le loro capacità produttive risultavano sempre più...

(17 Giugno 2007)

Michele Basso www.sottolebandieredelmarxismo.it


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Spese militari, profitti e segreti di stato

In un vecchio articolo di Sbancor (1) sulle cause della guerra in Iraq (ritrovato in internet) si legge: “Guerra per mantenere il nostro stile di vita, guerra per continuare a consumare l’80% delle risorse in solo 7 paesi del mondo, guerra per le nostre belle automobili, guerra per la tv a colori, guerra per salvare le nostre belle banche, guerra per continuare ad ingrassare, mentre altrove...

(12 Aprile 2007)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

La montagna e il topolino

Parturient montes, nascetur ridiculus mus (le montagne devono partorire, nascerà un ridicolo topo) Orazio, “Ars poetica” Tutti ricordano il grande clamore con cui il nuovo centrosinistra si preannunciava. Le primarie - una campagna pubblicitaria in cui l’ignaro elettore viene coinvolto direttamente – furono un trionfo, e, contro la destra, l’anziano notabile democristiano...

(2 Marzo 2007)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Dove va Rifondazione Comunista?»

Discussione su un’alternativa socialista di società

Un articolo di Lucio Costa, “Alcune riflessioni sul futuro della sinistra comunista”, descrive con precisione il completo fallimento del velleitario tentativo di Rifondazione e della cosiddetta Sinistra radicale di condizionare, in senso favorevole ai lavoratori, la politica del governo Prodi. Chi è comunista non può non condividere questa condanna, ormai “passata in...

(15 Febbraio 2007)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Alternanza o alternativa?»

800 basi americane nel mondo, 800 città contro la guerra

La disgregazione del movimento operaio, che la borghesia persegue, sia sul piano economico, con la precarizzazione e l’integrazione dei sindacati nello stato, sia sul piano politico, facendo entrare i parlamentari eletti dai lavoratori nei governi borghesi, può essere interrotta da forti riprese di lotta, che mettono in difficoltà gli equilibri che i governi hanno faticosamente...

(25 Gennaio 2007)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «No basi, no guerre»

Tu ucciderai!

La Corte Suprema israeliana abroga il quinto comandamento.

C’è una scarna notizia, trascurata da buona parte della stampa, che ha un’importanza grandissima, e contribuisce a smascherare alcune delle mille mistificazioni che celano la vera politica di Israele. E’ meglio leggerla nella sua interezza. “La Corte suprema israeliana ha giudicato oggi che le operazioni di esecuzioni mirate condotte da anni contro i palestinesi in...

(21 Dicembre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Palestina occupata»

Le tregue insanguinate di Olmert

Quando la camorra compie un omicidio mirato e, dato che non va molto per il sottile, uccide anche qualche ignaro passante, nessuno sostiene che la persona uccisa per caso era un terrorista o un bandito, parla di effetti collaterali o di incidente tecnico. Solo uno stupido potrebbe dire che chi critica la camorra o la mafia è un nemico dell’Italia. In questi casi parliamo di associazione...

(4 Dicembre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Siamo tutti palestinesi»

Palestina: Omicidi mirati a prezzo ridotto

Olmert si trova di fronte a gravi problemi umani. Non certo suoi, perché questo "Sharon in sedicesimo" ha ereditato tutta la spietatezza del maestro, pur senza averne le capacità politiche e militari. Il problema è che, nonostante la crescente propaganda militarista, molti in Israele protestano per le continue gratuite stragi compiute contro i palestinesi. Su giornali israeliani...

(26 Novembre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Siamo tutti palestinesi»

Le grandi orecchie dei nipoti dell’Ochrana

Molti politici e giornalisti sono incapaci di sentire le voci disperate dei palestinesi, sottoposti alla criminale pratica degli omicidi “mirati”, che lasciano regolarmente sul terreno tanti vecchi e bambini, non si accorgono della popolazione africana, che muore di AIDS perché i monopoli farmaceutici impediscono la produzione di farmaci a prezzo accessibile, non vedono il sangue...

(24 Novembre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Il diritto all'opposizione nell'epoca del regime bipolare»

L’impero perde i pezzi

Nessuno stato, oggi, è in grado di competere globalmente con gli Stati Uniti, ma sintomi di cambiamento dei rapporti di forza sono sotto gli occhi di tutti. Se considerati isolatamente, questi indizi possono sembrare non determinanti, ma se li raccogliamo, il quadro che ne scaturisce è assai diverso. In più campi gli USA hanno perso il primato a favore di altre potenze. E’...

(10 Novembre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Todos Berluscones

Iran: Prodi arruola navi e marinai italiani nella marina USA

Una leggenda indiana, riportata da Jung, sostiene che, quando un popolo occupa la terra di un’altra etnia, le anime dei guerrieri vinti e uccisi si reincarnano nei discendenti dei vincitori. Forse la stessa cosa accade per i governi: Prodi ha strappato il comando dalle mani di Berlusconi, ma una parte non indifferente del “popolo della sinistra” deve prendere atto che lo spirito...

(5 Novembre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

In attesa del casus belli progettato a Hollywood

Dal tempo della prima guerra mondiale, la borghesia e i suoi pennivendoli hanno sempre assicurato che la guerra in corso sarebbe stata l’ultima, che avrebbe distrutto i nemici del progresso e della democrazia e assicurato un lungo periodo di pace. Oggi, invece, poiché è in corso una guerra mondiale per tappe, d’ogni guerra ci si dice che è la penultima o la terzultima,...

(13 Ottobre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Il lager di Guantanamo "vituperio delle genti"

I fautori della crociata antiaraba e antimusulmana si presentano come i campioni della civiltà occidentale. Non esiste, in realtà, una cultura completamente slegata dalle altre, i contatti tra i popoli hanno avuto una grande continuità, gli scambi commerciali si sono sempre tradotti in rapporti culturali, in modo palese o sotterraneo. Attraverso la via della seta, il Mediterraneo...

(2 Ottobre 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Ebrei contro il militarismo d’Israele

La stampa ufficiale italiana, salvo poche eccezioni sempre più allineata con gli Stati Uniti e Israele, nasconde persino l’esistenza di ebrei che dissentono apertamente dalla politica sciovinista del governo di Tel Aviv. Proprio dal mondo ebraico, però, giungono alcune delle critiche più radicali a tale politica. Un primo esempio è rappresentato da Neturei Karta...

(27 Agosto 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Siamo tutti palestinesi»

Rifondazione, un partito come gli altri

Per sintetizzare la posizione di Rifondazione, riportiamo una citazione di Elettra Deiana: “Quella in Afghanistan è la madre di tutte le guerre, un atto di vendetta militare rivelatasi inefficace nel colpire l'obiettivo dichiarato: il terrorismo”. “Nonostante tutto sosterremo comunque il governo perché consideriamo l'accordo raggiunto nell'Unione un passo avanti nella...

(24 Luglio 2006)

Michele Basso http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Dove va Rifondazione Comunista?»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |    >>

58817