il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Lucio Costa

(53 notizie - pagina 1 di 3)

Il rimpatrio dei migranti

La Lega, ma anche l'on. Fassino del PD considerano legittimo il respingimento verso i territori di provenienza di uomini, donne e bambini che scappano dalla miseria, dalle malattie e dalla guerra in quanto in questo modo si applicherebbero norme previste dall'Unione Europea. A tale proposito mi permetto di osservare: 1) Se ciò davvero dovesse essere legittimo , altrettanto, se non più...

(10 Maggio 2009)

Lucio Costa Cadoneghe


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

Rifascistizzazione dello Stato

Duole dover dare ragione a Di Pietro ma è così. Questo governo, se non paragonabile al nazismo, sta sicuramente puntando alla rifascistizzazione dell'Italia. Se guardiamo indietro alla storia del '900, la dittatura fascista fu costruita negli anni tra il 1922 e il 1925 con il primo governo presieduto da Mussolini sostenuto da una ampia maggioranzache andava dalla gran parte dei liberali...

(7 Febbraio 2009)

Lucio Costa


in: «Il quarto governo Berlusconi»

L'ordinanza di Zanonato sulla droga

L'ordinanza di Zanonato prevede il divieto di acquistare,ricevere e cosumare stipefacenti nelle aree pubbliche o aperte al pubblico insistenti nelle zone residenziali di Padova. Deduco che altrove, anche in luoghi diversi dalle proprie abitazioni, si possa acquistare,ricever e consumare stupefacenti. Con questa ordinanza non ha quindi lo scopo di combattere la droga perchè fa male ma perchè...

(1 Febbraio 2009)

Lucio Costa


in: «La tolleranza zero»

Crisi: il rimedio e’ peggiore del male

I provvedimenti che i governi stanno prendendo per “tamponare” la crisi se da un lato sono iniqui, dall’altro sono inutili. Questo vale per gli USA come per l’Europa e particolarmente per l’Italia. Il risultato sarà che , quand’anche si uscisse dalla crisi, il lavoratori e le loro famiglie risulteranno più deboli mentre chi detiene la ricchezza la...

(9 Dicembre 2008)

Lucio Costa Movimento per la Costituente Comunista (Padova)


in: «Il capitalismo è crisi»

Premio comune di Cadoneghe. Nella lista nessun operaio

In questi giorni sono stati consegnati i premi "Comune di Cadoneghe" a cittadini che si sono distinti per "creatività,innovazione e lo sviluppo economico del territorio". I premiati appartengono nella stragrande maggioranza alla categoria degli imprenditori, ristoratori, negozianti, dirigenti d'azienda o responsabili di strutture ospedaliere pubbliche e private. Con tutto rispetto per i premiati,...

(3 Dicembre 2008)

Lucio Costa Cadoneghe

Brunetta e i fannulloni a sinistra

Se i fannulloni sono a sinistra, i deficienti stanno a destra. Brunetta che sta a destra ed è stato e si dichiara socialista è così contemporaneamente deficiente ed anche fannullone!

(18 Novembre 2008)

Lucio Costa


in: «Il quarto governo Berlusconi»

Intorno all’ economia e alla democrazia in Italia

In questi giorni tre questioni tengono banco: la crisi finanziaria mondiale, il razzismo e il federalismo fiscale. Apparentemente sembrerebbero argomenti distinti ed invece sono argomenti legati l’uno all’altro. 1. La crisi finanziaria non è nata per caso ed è stata voluta dal capitalismo americano e subito dal capitalismo europeo. L’Unione Europea si è prestata...

(10 Ottobre 2008)

Lucio Costa (Movimento per la Costituente Comunista - Padova)


in: «Il capitalismo è crisi»

Basta con le privatizzazioni

In questi anni si sono fatte male parecchie privatizzazioni con la giustificazione che avrebbero favorito la concorrenza e quindi avrebbero determinato una diminuzione dei prezzi. Questo non è successo. Quel che è successo invece è che a guadagnarsi sono stati gli operatori di borsa mentre non c’è un caso in cui i prezzi non siano aumentati. Invece è avvenuto...

(24 Luglio 2008)

Lucio Costa Cadoneghe (PD)


in: «No alle privatizzazioni»

Il mito della legalita’ e il fallimento del sindacato

Legalità è una parola di uso frequente e comune sia al centrodestra che al centrosinistra ultra moderato di Veltroni. Il che significa che obiettivi e soprattutto interessi che stanno dietro questa parola sono comuni. Se, per costoro, come è probabile, legalità significa rispetto delle leggi in vigore approvate dal parlamento ancorchè interpretate nei termini più...

(21 Luglio 2008)

Lucio Costa - Padova


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

La sentenza di Genova

La sentenza di Genova sui fatti di Bolzaneto avvenuti nel 2001 e che segue l'archiviazione per l'uccisione di Carlo Giuliani è una vergogna. La magistratura genovese non dà sicuramente una bella immagine della giustizia italiana . Nessun imputato dei pochi che sono stati condannati sconterà la pena per effetto della mitezza delle pene ,della prescrizione e dell'indulto. Viene...

(16 Luglio 2008)

Lucio Costa Cadoneghe


in: «Verità e giustizia per Genova»

Le responsabilità della sconfitta

La sconfitta della Sinistra Arcobaleno è principalmente la sconfitta di Rifondazione Comunista e del progetto politico dei suoi dirigenti ed in primo e quasi esclusivo luogo di Fausto Bertinotti. Il quale, dopo aver cestinato con disinvoltura i 10 milioni di voti espressi dai lavoratori in difesa dell'art. 18, ha imperversato dai salotti bene di Roma con le sue teorie sulla non violenza, sulla...

(16 Aprile 2008)

Lucio Costa


in: «Elezioni politiche aprile 2008»

Ma l’italia non è l’America

Come S. Paolo, folgorato sulla via di Damasco, Walter Veltroni agisce con l’obiettivo di fare dell’Italia il 51° Stato degli USA. Non che già non sapessimo di essere una colonia del “grande impero”. Con tutte le basi americane e della Nato (che poi è la stessa cosa) sparse sul nostro territorio e la vocazione in parte convinta, in parte opportunistica, in...

(22 Febbraio 2008)

Lucio Costa (coordinamento per l'Unità dei Comunisti - Padova)


in: «Elezioni politiche aprile 2008»

C'è del marcio in Danimarca

Non serviva di certo il Financial Time per ricordarci che l'Italia è il paese d'Europa peggio governato e la cui classe politica iperpagata è preda dell'immobilismo e del trasformismo. I lavoratori e la parte più debole della popolazione ne sanno qualcosa da anni. Sapevamo per conto nostro e da tempo che in Danimarca c'è del marcio. Anzi, che tutta la Danimarca è...

(23 Gennaio 2008)

Lucio Costa


in: «Alternanza o alternativa?»

Una riflessione sul ruolo del sindacato

Angeletti, Bonanni ed Epifani, i Qui, Quo Qua del sindacalismo confederale hanno minacciato lo sciopero generale qualora il governo non provveda a defiscalizzare le buste paga dei lavoratori. Per quanti ancora credono ai nipotini di “zio Paperone” l’illusione che fosse una cosa seria è durata poco più di ventiquattr’ore perchè questo “sedicente sciopero”...

(13 Gennaio 2008)

Lucio Costa


in: «Servi dei padroni»

Quali pericoli per la democrazia

E’ storicamente provato che quando i lavoratori avanzano nelle loro conquiste , anche la società acquisisce maggiori diritti civili e la democrazia si allarga. Quanto avvenuto in Italia nel dopoguerra e fino ai primi anni ’80 ne è la dimostrazione. Per contro, quando invece succede il contrario cioè quando i lavoratori arretrano , arretra anche la società civile...

(20 Dicembre 2007)

Lucio Costa - Coordinamento per l'Unità dei Comunisti di Padova


in: «Alternanza o alternativa?»

Le pulsioni fasciste della giunta di Cadoneghe.

Al peggio non c'è limite. Il 22 novembre l'amministrazione di Cadoneghe organizza una serata in ricordo della caduta del muro di Berlino. Lo fa fuori tempo massimo dato che il muro è stato abbattuto in ottobre. Lo fa sulla base di una legge del 2005 che istituisce la giornata della Libertà. Vale la pena di ricordare come questa giornata, così come la giornata del ricordo...

(17 Novembre 2007)

Lucio Costa


in: «Dove va il centrosinistra?»

I problemi dell'Italia e l'Unità dei Comunisti

Occorre essere chiari. Il coordinamento per l'unità dei comunisti ha senso se prevede nei tempi necessari ma utili un percorso che lo faccia diventare prima un movimento e poi un partito. In Italia c'è bisogno di tutto fuorchè di testimonianze. Con la sola testimonianza non si va in nessuna parte, tantomeno serve a cambiare lo stato di cose presenti. La classe che i comunisti...

(7 Novembre 2007)

Lucio Costa - Coordinamento per l'Unità dei Comunisti - Padova


in: «Alternanza o alternativa?»

Il voto sul protocollo walfare

Non sono d'accordo con chi, anche fra i sostenitori del no, dichiarano che la consultazione sindacale è stata un "grande fatto democratico". Sulla natura democratica della consultazione ho più di qualche dubbio non solo e non già per i brogli che ci sono stati quanto per l'impostazione plebiscitaria che si è voluto dare all'evento. E il plebiscito è tipico dei regimi...

(15 Ottobre 2007)

Lucio Costa


in: «No al protocollo del luglio 2007»

Perché Prodi deve fare le valigie

Il mese di luglio è un mese fatidico e negativo per i lavoratori. Nel luglio 1993 c’è stato l’accordo che aboliva definitivamente la scala mobile, tagliava radicalmente le pensioni e dava il via al progressivo peggioramento delle condizioni del lavoro nelle fabbriche e riduceva altre tutele sociali. Oggi, nel luglio del 2007, quell’accordo viene ripetuto mantenendo...

(1 Agosto 2007)

Lucio Costa - Cadoneghe (PD)

Riforma delle pensioni

Pensierino della sera: Giudicare positivamente l'accordo sulla riforma pensionistica è dire il falso e dare degli imbecilli ai lavoratori e a tutti gli italiani. Solo il governo, il centro destra e i padroni hanno una qualche ragione per dirlo ma non di certo i lavoratori, i sindacati che avrebbero dovuto difenderne gli interessi e le forze di sinistra dentro e fuori il parlamento ed il governo. Con...

(22 Luglio 2007)

Lucio Costa (PD)


in: «No al protocollo del luglio 2007»

<<   | 1 | 2 | 3 |    >>

31570