il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

  • 25 Giugno 2021 - Ragusa
    "La fascia trasformata del Ragusano diritti dei lavoratori, migranti, agromafie e salute pubblica"
  • 26 Giugno 2021 - Roma
    Lenin: la formazione di un rivoluzionario (1870-1904) - Presentazione del libro

SITI WEB

Mario Gangarossa

(94 notizie - pagina 5 di 5)

Sciopero!

Se la precettazione non dovesse funzionare i dipendenti Alitalia "si metteranno nella completa illegalità e allora ci sono norme anche di ordine penale". Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Altero Matteoli. Se la precettazione – ovvero l’obbligo al lavoro coatto - non dovesse funzionare si metteranno i lavoratori in galera? si useranno i manganelli e i lacrimogeni (o i provocatori...

(13 Novembre 2008)

Gattoselvaggio a cura di Mario Gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Vertenza Alitalia: meglio falliti che in mano a dei banditi!»

Il "facinoroso"

«Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno» «Lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città»....

(31 Ottobre 2008)

Gattoselvaggio a cura di Mario Gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Ora e sempre Resistenza»

Meglio falliti che in mano a 'sti banditi

Ma come ... centinaia di pennivendoli, da settimane ci cantano le lodi dei “16 capitani coraggiosi” che, come nelle favole a lieto fine, vengono a salvare una compagnia in dissesto, il lavoro di tanti padri di famiglia disperati, le sorti del “sistema paese” e il buon nome della nazione italiana … e questi “ingrati” applaudono alla loro ingloriosa fuga? Ma...

(21 Settembre 2008)

Gattoselvaggio a cura di Mario Gangarossa


in: «Vertenza Alitalia: meglio falliti che in mano a dei banditi!»

A volte ritornano

Roberto Colaninno è il presidente della cordata che rileverà Alitalia, o meglio ne rileverà la parte capace di produrre profitti e di garantire - a lui e ai suoi accoliti - quanto ci si aspetta da un “buon investimento”. Il resto (debiti, esuberi e … problemi) finirà in una “bad (in buon italiano cattiva) company”. Salvare la compagnia di...

(1 Settembre 2008)

Gattoselvaggio a cura di Mario Gangarossa


in: «Vertenza Alitalia: meglio falliti che in mano a dei banditi!»

Arrivano i “nostri”

3.000 militari a spasso nelle nostre città a contrasto della microcriminalità che, nonostante le statistiche continuino a registrare in calo, è quella che “fa notizia” e soprattutto porta voti e consensi. Della grossa criminalità è meglio non occuparsene, troppi rischi, troppe commistioni, troppi interessi. Il denaro, anche se frutto di traffici illeciti,...

(6 Agosto 2008)

Gattoselvaggio a cura di Mario Gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «La tolleranza zero»

Bertinotti go home!

E' toccato a Pier Ferdinando Casini esprimere il suo sentito dispiacere a un Bertinotti ormai alla fine della sua avventura politica: 'Se Bertinotti e il suo partito non entrano in Parlamento - è stato il suo commento mentre i dati ufficiali vedevano l'Arcobaleno fermo poco più su del 3% - sarebbe un dato fortemente negativo perché se le estreme sono in Parlamento canalizzano...

(16 Aprile 2008)

mario gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Dopo il fallimento della sinistra governista. Quali prospettive per i comunisti?»

Servi dei servi

E così - se la campagna acquisti in corso produrrà dei risultati apprezzabili - avremo un nuovo governo anche se, a pensarci bene, non sarà proprio nuovo-nuovo dato che i ministri rimarranno gli stessi, e lo stesso Prodi rimarrà al suo posto. Ma sarà comunque un governo “diverso”, senza il belletto fintopacifista che tanti danni ha procurato ai nostri...

(23 Febbraio 2007)

mario gangarossa


in: «Dove va il governo Prodi»

Provocazioni

Alla fine nessun incidente ha turbato la manifestazione di Vicenza nonostante le interessate previsioni della vigilia, gli allarmi strombazzanti del “cacciatore di streghe” Amato (e del suo mentore Rutelli) e il desiderio malcelato (un po’ più presente nelle esternazioni della “sinistra” che in quelle della destra) che succedesse “qualcosa” capace di...

(19 Febbraio 2007)

mario gangarossa www.sottolebandieredelmarxismo.it


in: «No basi, no guerre»

Apologia di reato

Non so, alla fine, cosa rimarrà in piedi del pesante castello di accuse che ha portato in galera 15 “presunti terroristi” e ha messo sotto inchiesta decine di compagni. Fin ora i fatti concreti contestati sono ben pochi al di là di un generico reato associativo che, comunque, basta da solo a far comminare decenni di anni di galera. Il polverone invece è notevole. E...

(15 Febbraio 2007)

mario gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Storie di ordinaria repressione»

Una ‘vittoria’ che ha il sapore della sconfitta

Il momento della verità è arrivato a metà del lungo spoglio elettorale quando lo spettro di un pareggio, sancito da una possibile vittoria del nano al senato e della mortadella alla camera, ha fatto irruzione nei salotti televisivi, facendo impallidire le facce degli ospiti dei Ferrara e dei Vespa e sconvolgendo le scalette degli interventi che i sondaggi della vigilia davano...

(17 Aprile 2006)

mario gangarossa (...a muso duro) sottolebandieredelmarxismo/


in: «Elezioni aprile 2006»

Antifascismo e… opportunismo

Ora è facile, dopo averli lasciati soli, lanciare anatemi contro quei “duecento giovani con le bandiere rosse e pochissimo cervello in testa” (Liberazione on line). Denunziare al pubblico ludibrio il loro estremismo infantile, l’incapacità di costruire un consenso di massa attorno alla loro manifestazione. Condannare l’avventurismo di chi immagina di poter conquistare...

(14 Marzo 2006)

mario gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Dove va Rifondazione Comunista?»

A muso duro: Ferrando e ...dintorni

Marco Ferrando non gode certo della mia simpatia. I suoi limiti e i suoi errori sono tutti iscritti nella storia del lento e inesorabile declino di ‘Progetto Comunista’, ridotto ormai a pallido fantasma dell’area che, per un periodo seppur breve, era riuscita a intercettare le simpatie di una fetta consistente (quasi il 20%) degli iscritti al Prc. Non mi ha entusiasmato, ieri, il...

(27 Febbraio 2006)

Mario Gangarossa www.sottolebandieredelmarxismo.it


in: «Dove va Rifondazione Comunista?»

...a muso duro

Il documentario di RaiNews 24 sul genocidio di Fallujah è lì, con il brutale realismo delle sue immagini, a ricordarci ancora una volta la vera natura dell’imperialismo, la sua assoluta “amoralità” che ha una sua logica e una sua spiegazione nell’unica legge che esso riconosce: la legge della difesa ‘senza se e senza ma’ del sistema economico...

(24 Novembre 2005)

mario gangarossa


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

La legge elettorale e i comunisti

La legge elettorale ritorna ad essere, in quest’ultima fase di fine legislatura, occasione di scontro fra i poli. Scontro, a dire il vero, dai contorni quasi surreali in cui l’elettore medio rischia di comprendere ben poco, spiazzato dalle giravolte di chi, ieri, “maggioritario” convinto si riscopre, oggi, “proporzionalista” ancora più convinto. O dai “pentimenti”...

(11 Ottobre 2005)

Mario Gangarossa http://www.sottolebandieredelmarxismo.it/


in: «Primarie, bipolarismo e maggioritario»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

45509