il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Rete nazionale Disarmiamoli!

(83 notizie - pagina 3 di 5)

Al fianco del Popolo Palestinese

Contro il militarismo bipartisan ed il progetto del “grande medioriente”

Da 60 anni il popolo palestinese subisce le conseguente di vivere in un lembo di terra al centro degli interessi imperialistici occidentali. Nel 1948 un bagno di sangue e la cacciata di oltre 800.000 palestinesi dalle loro case sanciscono la nascita di uno Stato che da 60 anni persegue il progetto della “Grande Israele”. Da quel giorno i palestinesi non hanno più avuto pace. Immutata...

(30 Marzo 2008)

La Rete nazionale Disarmiamoli! http://www.disarmiamoli.org


in: «Siamo tutti palestinesi»

Politica estera del centro sinistra? Niente da salvare !

MARTEDI 25 MARZO 2008 A 9 ANNI DAI BOMBARDAMENTI SULLA EX JUGOSLAVIA GIORNATA DI MOBILITAZIONE E RACCOLTA FIRME PER LA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE SUI TRATTATI INTERNAZIONALI, LE BASI E LE SERVITU MILITARI Assistiamo da giorni ad una recrudescenza di conflitti in varie zone del mondo, alcune artatamente oscurate, altre giocoforza al centro dell’attenzione, altre infine galvanizzate e messe...

(21 Marzo 2008)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Kosovo: un altro tassello della diplomazia di guerra italiana.

La decisione del governo Prodi di schierarsi attivamente a favore dell’indipendenza del Kosovo chiarisce ulteriormente il ruolo svolto in questi anni dalla diplomazia e dall’esercito italiano nelle varie aree del conflitto. L’attivismo dalemiano di questi giorni, in sede europea e italiana, atto a velocizzare i tempi di una vera e propria “secessione pilotata” dalle...

(23 Febbraio 2008)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Kosovo: le macerie della "guerra umanitaria"»

Non esistono missioni “buone”

No al rifinanziamento delle truppe italiane all’estero

Dal 19 febbraio alla Camera e successivamente al Senato si discuterà ancora una volta del decreto che finanzia e approva le missioni militari italiane all'estero. In questi ultimi due anni di governo Prodi l'impegno militare italiano nei vari fronti di guerra è aumentato. I vertiginosi aumenti di spesa (+ 24%) per Esercito e produzioni belliche - varati con le Finanziarie 2007 / 2008...

(17 Febbraio 2008)

Rete nazionale Disarmiamoli


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Un altro militare italiano ucciso in Afghanistan

Il prezzo quotidiano di una guerra bipartisan

Alle 15 locali (le 11.30 in Italia) del 13 febbraio un militare italiano è stato ucciso a 60 chilometri da Kabul, in Afghanistan, e un altro è rimasto ferito. I due, entrambi dell'Esercito, sono rimasti coinvolti in un attacco con armi da fuoco portatili mentre stavano svolgendo una missione nel distretto di Uzeebin, a circa 60 chilometri dalla capitale. Per qualche giorno i media nazionali...

(14 Febbraio 2008)

La Rete nazionale Disarmiamoli! http://www.disarmiamoli.org


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Novantuno anni di condanna contro il movimento antiguerra fiorentino

Le sentenze contro i 13 imputati al processo per gli incidenti sotto il Consolato Usa a Firenze del maggio ’99 sono andate ben oltre le richieste del Pubblico Ministero. Il Giudice ha condannato a sette anni tutti gli imputati, emettendo così una sentenza “esemplare”, che va ben al di là del giudizio specifico contro il movimento fiorentino. In un clima generale di...

(29 Gennaio 2008)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

No basi No guerra

Assemblea pubblica per la proposta di legge di iniziativa popolare sui trattati internazionali e sulle basi e servitù militari

Gli scenari di guerra, dovuti alla nuova competizione globale, si allargano sempre più. L’Italia partecipa a pieno titolo alla nuova era neo coloniale, inviando i propri militari in ex Jugoslavia, Libano, Afghanistan, Iraq, per poter pesare nella spartizione del mondo. Aumentano vertiginosamente le spese militari a scapito dello stato sociale e si accentua ancora di più la sudditanza...

(13 Gennaio 2008)

Disarmiamoli! Bologna RdB-CUB Bologna


in: «No basi, no guerre»

Ferma la guerra- Firma la legge

Campagna nazionale di raccolta firme per la Legge di Iniziativa Popolare
sui trattati internazionali, le basi e le servitù militari.

VICINI AL GIRO DI BOA, OCCORRE MOLTIPLICARE LO SFORZO ORGANIZZATIVO E POLITICO PER IL SUCCESSO DELLA CAMPAGNA! Sono passati due mesi dall’inizio della campagna nazionale per la raccolta firme sulla Legge di Iniziativa Popolare sui trattati internazionali, le basi e le servitù militari. Dal 4 novembre a Novara contro gli F35 - data di inizio della raccolta firme - ad oggi migliaia sono...

(13 Gennaio 2008)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «No basi, no guerre»

Tanti auguri dai “fronti di pace”.

Parole ed opere dei nostri “Signori della guerra”.

Le Forze Armate italiane – enunciava Napolitano lo scorso 4 novembre - rischiano di dover fronteggiare «nuove e possibili emergenze». Vanno - ricorda - «dall’aggravarsi della situazione in Afghanistan, dall’incombere di gravi incognite nella regione che abbraccia l’Irak e l’Iran, dal riaccendersi di acute contrapposizioni nei vicini Balcani, dal persistere...

(24 Dicembre 2007)

Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Per coloro che ancora non lo avessero capito: l’Italia e’ in guerra

Kabul, 24.11.07 - Un kamikaze si è fatto saltare in aria accanto a un ponte in costruzione a Kabul, uccidendo nove civili, tra i quali sei bambini e un militare italiano, il maresciallo capo Daniele Paladini. Ferite anche dodici persone, compresi tre militari italiani. I bimbi morti stavano uscendo da una scuola situata nei pressi, allorché sono stati investiti dall'esplosione. L'attentato...

(24 Novembre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Truppe italiane sotto attacco: dall’Afghanistan notizie dimezzate

Cinque razzi caduti sull'aeroporto di Herat, in Afghanistan, controllato dai militari italiani dell'Isaf. I Taliban rivendicano, aggiungendo che l'obiettivo erano i militari della Forza d’assistenza alla sicurezza (Isaf) della Nato, che nella provincia di Herat è sotto comando italiano. Il giorno prima le forze italiane erano sfuggite ad un attentato, nella provincia occidentale di Farah. Questi...

(18 Novembre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «Afghanistan occupato»

Base U.S.A.F. di Aviano. Secondo incidente aereo causato da velivolo statunitense in poche settimane

8 novembre 2007 – Al momento si contano cinque morti e sei feriti nell'incidente causato da un elicottero militare USA precipitato nella campagna trevigiana, vicino al fiume Piave a poche centinaia di metri dal comune di Santa Lucia del Piave. In pratica a 200 metri dall’autostrada A27. Era un elicottero Black Hawk UH60 adibito per il trasporto di truppe. Il velivolo era decollato dalla...

(9 Novembre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «No basi, no guerre»

Domenica 25 novembre assemblea nazionale delle reti e organizzazioni contro la guerra

All’assemblea è importante che partecipino tutte le reti e le organizzazioni che hanno dato vita alla manifestazione del 9 giugno contro la visita di Bush e la politica militarista del governo Prodi. Questo percorso unitario può procedere parallelamente e senza sovrapposizioni a quello in corso sul terreno della lotta alla precarietà e per i diritti sociali. Le proposte...

(8 Novembre 2007)

Le reti e le organizzazioni No War


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Solidarieta’ al presidio permanente Nodalmolin ed alle popolazioni vicentine resistenti.

Occorre prepararsi per una lunga fase di mobilitazioni nowar

La Rete nazionale Disarmiamoli! esprime la piena solidarietà al Presidio permanente NoDalMolin ed alle popolazioni resistenti vicentine, presenti da oltre 70 ore di fronte all’aeroporto per impedire lavori di bonifica essenziali per la successiva installazione militare USA. Il comportamento criminale del militare che ha investito un esponente del presidio ed ha costretto altri a gettarsi...

(8 Novembre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli! www.disarmiamoli.org


in: «No basi, no guerre»

I No War protestano sotto Palazzo Chigi contro l'avvio dei lavori alla base di Vicenza

Con un blitz una trentina di attivisti No War hanno manifestato oggi pomeriggio davanti a Palazzo Chigi per protestare contro il tentativo di avviare i lavori nella nuova base USA Dal Molin di Vicenza. Raccogliendo l'invito del Presidio Permanente No Dal Molin a manifestare in tutte le città in solidarietà con i picchetti popolari che stanno bloccando i lavori alla base, gli attivisti...

(8 Novembre 2007)

Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «No basi, no guerre»

Bombardieri F35, nuove basi, guerra interna, guerra infinita. E’ questo il paese “normale”?

Gli accordi, le commesse e gli interventi militari che fanno del nostro paese una “punta di lancia” dell’Occidente contro i popoli euro asiatici e mediorientali non hanno soluzione di continuità. Dall’aggressione alla Jugoslavia del 1999 sino ad oggi i governi succedutisi in Italia hanno mantenuto l’obiettivo di ritagliare, con la punta delle baionette, uno spazio...

(4 Novembre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli! www.disarmiamoli.org


in: «No basi, no guerre»

Non fermate i film, piuttosto fermate la guerra

La Rete nazionale Disarmiamoli, non condivide affatto l’idea di bloccare il film “2061” realizzato dai fratelli Vanzina, con Diego Abatantuono ed altri artisti e comici italiani. La proposta di fermare il film è venuta dalla sorella di Fabrizio Quattrocchi, il mercenario italiano ucciso in Iraq nel 2004 e insignito – a nostro avviso del tutto impropriamente – di...

(3 Novembre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli


in: «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

La “crisi dei missili” del ventunesimo secolo.

Le ultime dichiarazioni di Putin in margine al summit Ue-Russia di Lisbona del 26 ottobre non potrebbero essere più eloquenti: «Azioni analoghe (a quelle americane di oggi) da parte dell'Urss provocarono la crisi dei missili a Cuba. Tecnologicamente, per noi la situazione è molto simile, si tratta di una potenziale minaccia molto vicina ai nostri confini». La crisi aperta...

(30 Ottobre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «No basi, no guerre»

Legge di iniziativa popolare contro trattati internazionali, basi e servitu' militari.

Parta la campagna per la raccolta firme

Il Comitato Promotore nazionale che nel settembre scorso ha presentato in Corte di Cassazione la Legge di Iniziativa Popolare su trattati internazionali, basi e servitù militari sta raccogliendo le prime importanti adesioni di intellettuali, personalità del mondo della cultura, della politica e dei sindacati non concertativi. La raccolta firme partirà il prossimo 4 novembre,...

(19 Ottobre 2007)

Rete nazionale Disarmiamoli! www.disarmiamoli.org


in: «No basi, no guerre»

Simmel di Colleferro. Le vittime della guerra interna.

Un morto, 14 feriti e un reparto devastato in un incidente alla Simmel Difesa, fabbrica d’armi che a Colleferro lavora a pieno ritmo per armare le guerre in atto ai quattro angoli della terra. Colleferro e la Valle del Sacco sono, a causa dell’incredibile concentamento d’industrie chimiche e d’armi, tra le aree più deturpate ed inquinate d’Italia. Il tragico bilancio...

(9 Ottobre 2007)

La Rete nazionale Disarmiamoli!


in: «No basi, no guerre»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

37764