">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB

Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione

(781 notizie - pagina 10 di 40)

L'invidia di Gianni De Michelis

Gianni De Michelis, il dioscuro rampante che con Martelli, negli anni della rifondazione socialista del Garofano si assunse il compito di svellere le radici del socialismo e farne un moderna arma per una politica corsara al servizio di Ghino di Tacco in guerra continua con l'alleato dc ed il nemico pci, ieri parlava della fortuna che sarebbe toccata a Berlusconi che, come a suo tempo D'Alema, si trova...

(28 Febbraio 2011)

Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Un film già visto: Libia ed Iran

Un film già visto! La Libia come l'Iran... A scorrere oggi le immagini delle televisioni, a leggere i giornali compresi quelli di "sinistra" si rivede lo stesso film dei dittatori cattivissimi che opprimono i loro popoli e si dedicano a sadici spargimenti di sangue. Questo film l'abbiamo visto prima e durante la prima guerra dell'Irak (Desert Storm), della guerra per il Kossovo e per la disintegrazione...

(27 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

dalla Libia un duro colpo all'Italia

Una intensa e martellante campagna propagandistica sta accreditando la menzogna di un leader che massacra il suo popolo con una repressione feroce fatta anche di bombardamenti aerei. Si parla di diecimila morti che naturalmente si attribuiscono a responsabilità di Gheddafi e del suo governo. Una potente e quasi impenetrabile cortina fumogena si è alzata sugli avvenimenti. Filtrano solo...

(24 Febbraio 2011)

Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

la rottura dello Stato Libico, la secessione della Cirenaica

Giusto piangere i morti libici. Giusta l'esecrazione del tiranno e della sua famiglia di spocchiosi dissipatori. Ma tutto l'Occidente oggi in gramaglie non versò una sola lacrimuccia per le centinaia di morti egiziani e neppure per tutti gli altri che hanno pagato con la vita la richiesta di pane e giustizia La rivolta libica è diversa: è una secessione tribale sollecitata da...

(23 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

E' l'ENI l'obiettivo della insurrezione contro Gheddafi?

Bisogna capire bene da che cosa è fatta l'insurrezione contro Gheddafi in Libia, quanto c'è di sofferenza popolare e giovanile e quanto di interessi tribali che si sono aggrovigliati con quelli USA e delle multinazionali dell'Energia. Quello che è certo è che il metanodotto che porta il gas dall'Algeria alla Libia alla Sicilia è fermo. Non escludo che una vittima...

(22 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

La rivoluzione beffata

Spero che si analizzi a fondo la rivoluzione egiziana, i suoi diciotto giorni, la gente che si è mobilitata e vi ha partecipato. E' stata una rivoluzione pacifica, inerme, ma non incruenta. La polizia ha sparato. Trecento persone sono rimaste uccise, migliaia sono i feriti, non si sa quanti sono stati incarcerati e se sono tuttora dentro. Obama ha lodato il carattere pacifico della rivoluzione...

(13 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

il cappello di Obama

Obama si è affrettato a mettere il cappello dell'America sulla rivoluzione egiziana. Si è rifornito di tutti le aggettivi del repertorio della retorica per fare capire quanto è vicino al popolo egiziano ed ai valori che lo hanno spinto ad assediare per quasi tre settimane il Faraone e costringerlo alla abdicazione, alla fuga dalla Capitale. Ma nonostante l'appoggio all'unisono...

(12 Febbraio 2011)

Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Perché gli israeliani preferiscono Omar Suleiman

Fin da quando si profilò la possibilità di una trasmissione ereditaria del potere in Egitto, circa otto anni fa, affiancata dal persistente rifiuto del presidente Hosni Mubarak di nominare un vicepresidente, sembrò che il direttore dei servizi segreti Omar Suleiman - o il ministro Omar Suleiman, come egli ama farsi chiamare in Egitto - fosse entrato in un'aspra competizione con...

(11 Febbraio 2011)

Yasser al-Zaatera


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

L'incontro Napolitano-Bossi e lo scambio processo breve-federalismo

Napolitano si illude che cedendo al federalismo della Lega in qualche modo si recupera consenso allo Stato unitario ed alla sua messa in sic urezza e prosecuzione nella storia futura. Il federalismo della Lega, fatto proprio dall'opposizione e non combattuto da nessuna delle forze politiche italiane compresi i comunisti, è nato in un clima di rivolta e di odio razzista contro Roma e contro...

(10 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il quarto governo Berlusconi»

la pernacchia americana

Marchionne ha fatto una pernacchia gigantesca all'Italia, a Fassino, alla Camusso, a Bonanni ad Angeletti che pur gli avevano steso un lungo tappeto sotto i piedi fatto dei diritti e della salute degli operai Fiat: si porta via la direzione Fiat a New York. I nostri grandi "modernizzatori" del PD e della CGIL non sanno come incassare la pedata in culo: la Camusso fa capire che farà lo sciopero...

(7 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Crisi e lotte alla Fiat»

La rivoluzione sconfitta dal tempo e dalla mancanza di progetto politico.

La rivoluzione dovrà accontentarsi di una maquillage del regime. Il blocco sociale che reggeva al potere Mubarak resta saldo in sella e il regime attenuerà alcune delle sue fattezze più impresentabili. Da Mubarak a Sulemein per Israele non cambia niente. E neppure per la funzione di Gendarme dell'Imperialismo riservata all'Egitto. C'è un rafforzamento dell'influenza nazi-sionista...

(6 Febbraio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

le bandiere che non vengono bruciate

Uno dei più autorevoli giornali statunitensi, il Washington post, si domanda sconcertato e indispettito perchè mai nelle piazze che sono state infiammate dalla rivoluzione araba in Tunisia, in Egitto, nello Yemen, in Giordania, in Algeria i manifestanti non ripetano il rito di bruciare la bandiera a stella e strisce. Ne deduce da questo una diminuzione dell'influenza politica degli States...

(4 Febbraio 2011)

Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

La lotta della Fiom e dei Cobas ha bisogno di una sponda politica e di un nuovo Sindacato

Ieri abbiamo avuto a Bologna una anticipazione dello sciopero generale dei meccanici e dei cobas. E' stato un grande successo come lo sarà oggi. La partecipazione dei lavoratori è enorme ed è vibrante nonostante le maggiori difficoltà che si incontrano per la crescente povertà del lavoro dipendente ed il continuo aumento dei costi della vita indotti da un uso delle...

(28 Gennaio 2011)

pietro ancona


in: «Per un sindacato di classe»

I rom nel giorno della memoria

Illustre Presidente, sarebbe bello se in occasione del giorno della memoria Lei ricevesse una delegazione del popolo rom e sinti che, sebbene quasi sterminato nei campi di concentramento di Hitler, non ha avuto alcun riconoscimento del suo martirio dall'Italia e dall'Europa che si è concentrata sulla Shoah forse riconoscendo in questa simbolicamente l'Olocausto di tutti Il popolo rom continua...

(24 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Ora e sempre Resistenza»

totò cuffaro e silvio berlusconi

La Cassazione ha condannato l'ex Presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro a sette anni di reclusione non accogliendo la proposta di alleggerimento del capo di accusa avanzata dal Pubblico Ministero. La condanna è oramai definitiva. Cuffaro ha reagito con grande compostezza e dignità. Non ha strillato la propria innocenza. Non ha parlato di complotto dei Giudici. Ha detto...

(22 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Il quarto governo Berlusconi»

La profezia di Leonardo Sciascia

Un recente libro di Macaluso che ha tutta l'aria di essere una commossa riconciliazione postuma con Leonardo Sciascia ha riproposto con forza la critica che il grande eretico racalmutese fece al PCI e cioè quella di non voler essere partito di opposizione, di volere il compromesso storico e, come si chiamavano, "le larghe intese," insomma di rinunziare ad essere alternativa radicale alla DC...

(19 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Dove va il centrosinistra?»

Sergio e Susanna

Ieri il Direttivo della CGIL si è riunito per valutare l'esito del referendum a Mirafiori e trarne le doverose indicazioni politiche. La signora Camusso ha invitato i presenti a tributare un applauso alla Fiom come premio della sua valorosa ed efficace resistenza nella battaglia campale di Torino. L'applauso c'è stato ed è stato seguito da una dichiarazione della segretaria della...

(16 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Crisi e lotte alla Fiat»

Il lager Italia

Sono stato sveglio fino alle tre del mattino per seguire lo spoglio del referendum alla Fiat. Fino a quell'ora il no era vincente con il 53 per cento dei voti in un terzo dei seggi. Se questo risultato fosse stato confermato stamane l'Italia sarebbe diversa, più libera, più fiduciosa nel proprio futuro. Ma non sarà così e ne sono amareggiato. Nello studio di Paragone...

(15 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Crisi e lotte alla Fiat»

La crisi del PD

Nel giorno del referendum sull'ultimatum di Marchionne ai lavoratori della Fiat e della sentenza della Corte Costituzionale sul legittimo impedimento, il PD si spacca ed accelera la sua crisi verso il disfacimento. L'anomalia della politica italiana si aggrava: il maggiore partito di opposizione non riesce a darsi una linea diversa e di reale alternativa al blocco di centro-destra ma anzi di contorce...

(14 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Dove va il centrosinistra?»

L'OPA della Camusso

Corradino Mineo è giornalista di razza. Proviene dal laboratorio siciliano de "l'Ora" dal quale sono uscite personalità importanti sparse in molte testate con posizioni di primo piano. Stamane, nel commentare l'attacco di Susanna Camusso a Marchionne, si è lasciato sfuggire una opinione assai acuta di persona che capisce il sottofondo delle cose. Ha detto che la Camusso ha lanciato...

(12 Gennaio 2011)

Pietro Ancona


in: «Crisi e lotte alla Fiat»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

135829