il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Gideon Levy

(11 notizie - pagina 1 di 1)

Hanno ragione. Se non gli sparano, nessuno ascolta i palestinesi di Gaza

di Gideon Levy (*); da: rebelion.org; 7.6.2018 Dobbiamo dirlo con molta sincerità e chiarezza: hanno ragione. Non resta loro altra opzione che non sia quella di lottare per la libertà con i loro corpi, con le loro proprietà, le loro armi ed il loro sangue. Non hanno altra alternativa che i razzi Qassam e i mortai. Non hanno altra alternativa che la violenza o la resa. Non possono...

(14 Giugno 2018)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni


in: «Palestina occupata»

Palestina: chi passerà alla storia, il carceriere o chi fa lo sciopero della fame?

Comincia la quarta settimana di sciopero della fame di più di 1.200 prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane. Viene mantenuta l’incomunicabilità e l’isolamento dei prigionieri, mentre in tutto il mondo ci sono manifestazioni di solidarietà, in particolare in israele e nei Territori Occupati della Palestina. L’aneddoto della settimana è stato il...

(18 Maggio 2017)

Gideon Levy - Traduzione a cura di Daniela di Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni


in: «Siamo tutti palestinesi»

Tutti gli Israeliani sono colpevoli di aver dato fuoco a una famiglia palestinese

Traduzione di Rosa Schiano da Haaretz Gli israeliani accoltellano gay e bruciano bambini. Non vi è un briciolo di calunnia, il minimo grado di esagerazione, in questa secca descrizione. Vero, queste sono le azioni di pochi. Vero, anche, che il loro numero sta crescendo. E' vero che tutti loro - tutti gli assassini, tutti coloro che danno fuoco, che accoltellano, che sdradicano alberi - fanno...

(3 Agosto 2015)

Gideon Levy


in: «Palestina occupata»

Uccidendo a Gaza, salvando in Nepal: l'ipocrisia morale di Israele

Di Gideon Levy (*) Israele non ha bisogno di fare tutta la strada fino a Katmandù per salvare delle vite: sarebbe sufficiente che togliesse l’assedio che impone, a un’ora di macchina da Tel Aviv, e permettesse che Gaza fosse ricostruita. L’uniforme è la stessa. E’ l’uniforme i cui portatori hanno bombardato centinaia di case, scuole e ospedali a Gaza la...

(17 Maggio 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli, Sesto S.Giovanni


in: «Palestina occupata»

ISRAELE. L’esercito più morale del mondo

Seminare paura nei villaggi e far capire chi comanda: questo l’obiettivo dei raid notturni effettuati dall’esercito israeliano in tutta la Cisgiordania, i quali spesso finiscono con un’uccisione. Gideon Levy tratteggia la figura dell’esercito di quella che ormai sempre meno sentiamo chiamare “unica democrazia mediorientale di Gideon Levy – Ha’aretz Roma, 17...

(17 Marzo 2014)

Traduzione di Alberto Fierro e Carlo Tagliacozzo


in: «Palestina occupata»

Israele in una guerra culturale

La destra ha governato per un lungo periodo e ora, al suo 35° anno di gestione del potere e al 64° dalla fondazione dello Stato, si è posta il compito di rimodellare la fisionomia del paese senza quasi trovare opposizione.

GIDEON LEVY Roma, 16 Dicembre 2011 (Nella foto, il giornalista israeliano Levy) - Chiunque dica che si tratta di poche leggi irrilevanti porta la gente fuori strada; chiunque sostenga che è un procedimento reversibile ci vuole imbrogliare; chiunque affermi in modo rassicurante che è una fase passeggera sta tentando di ingannarci. Anche chi pensa che si tratta solamente di un tentativo...

(17 Dicembre 2011)

Nena News


in: «Palestina occupata»

"Sforzi di pace"

Non lasciatevi ingannare dalla quiete: è immaginaria. Mentre tutti gli sguardi sono rivolti a Gaza, si è creata l'impressione, con l'ausilio dei media che chiudono un occhio, che la Cisgiordania sia tranquilla. Visto che qui comandano i "bravi ragazzi", quelli con cui siamo andati ad Annapolis, quelli che riceveranno il denaro dai Paesi donatori, e la vita è splendida, così...

(2 Gennaio 2008)

Gideon Levy


in: «Palestina occupata»

Israele non vuole la pace

Il momento della verita' e' arrivato e va detto: Israele non vuole la pace. L'arsenale di scuse e' finito, il coro di rifiuto suona ormai a vuoto. Fino a poco tempo fa era ancora possibile accettare il ritornello del "non abbiamo un interlocutore" per la pace e del " non e' ancora tempo" di negoziare con i nemici. Oggi, la nuova realta' di fronte ai nostri occhi non lascia spazio a dubbi e lo stancante...

(13 Aprile 2007)

Gideon Levy


in: «Palestina occupata»

Ascoltate il maggiore Stern

Relativamente ad una azione in cui è in corso un bagno di sangue a Beit Hanun, le Forze di Difesa Israeliane (IDF) infieriscono con violenza, uccidendo almeno 37 persone in quattro giorni e l'opinione pubblica israeliana sbadiglia, indifferente. Un comandante di brigata dice ai suoi soldati, che hanno ucciso 12 persone in un giorno: "Avete vinto 12 a 0", i soldati rispondono con uno smagliante...

(12 Novembre 2006)

Gideon Levy (levy@haaretz.co.il)


in: «Palestina occupata»

L’oscurita’ di Gaza

Gaza è stata rioccupata. Tutto il mondo, ma anche gli Israeliani, devono esserne informati. Si trova nella peggior condizione di tutti i tempi. Fin da quando è stato rapito Gilad Shalit, e ancora di più dallo scoppio della Guerra in Libano, le Forze di Difesa Israeliane non hanno fatto altro che infuriare – non c'è altra parola che possa meglio descrivere quello che...

(6 Settembre 2006)

Gideon Levy


in: «Palestina occupata»

Con un po’ di aiuto da fuori

Gli scherzi del destino: lo stato che sta lanciando un’ampia campagna internazionale per il boicottaggio ne sta simultaneamente lanciando un’altra parallela, non meno determinata, contro il boicottaggio. Un boicottaggio che seriamente danneggia la vita di milioni di persone si legittima ai propri occhi in quanto diretta contro coloro che vengono definiti come nemici, mentre un boicottaggio...

(5 Giugno 2006)

Gideon Levy


in: «Palestina occupata»

24475