il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Partito Comunista Internazionale

(262 notizie - pagina 6 di 14)

In Venezuela lo scontro tra fazioni borghesi allontana la classe operaia dalla lotta per i suoi veri obbiettivi

Lo scontro politico fra il governo e i partiti e i movimenti che lo appoggiano, da un lato, e l’opposizione e i vari partiti e movimenti che gli si mettono contro da l’altro, si è acutizzato fino a tornare ai livelli di violenza cui si arrivò alcuni anni fa con le cosiddette “guarimbas”, barricate e blocchi stradali, con assalti e incendio di mezzi di trasporto...

(14 Giugno 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

La guerra imperialista che si combatte in Siria

Dopo l’Iraq la Siria è divenuta il campo di battaglia degli imperialismi, preda di una guerra civile iniziata nel 2011 a seguito di una sollevazione contro il regime di Bashar al-Assad. Il Paese è legato tradizionalmente alla Russia e all’Iran. Schiacciato tra la Turchia a nord, il Libano, Israele e la Giordania a sud e l’Iraq ad est, costituisce un passaggio obbligato...

(4 Giugno 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

Il Partito Comunista d’Italia e la direttiva del fronte unico sindacale

Al Secondo Congresso dell’Internazionale Comunista luglio-agosto 1920

Oggi che il panorama sindacale italiano è caratterizzato dalla presenza di organizzazioni totalmente asservite al regime borghese, che tuttavia continuano ad inquadrare, seppur fiaccamente, la maggioranza del proletariato, e da un gran numero di piccoli sindacati, quello del fronte unico proletario è un problema teorico dai cruciali risvolti pratici. La Sinistra, prima Frazione all’interno...

(21 Maggio 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «La nostra storia»

Per il Primo Maggio 2017

Di fronte alle minacce di guerra imperialista
Tornare alla lotta di classe, all’Ottobre, al Comunismo

La storia si ripete Il capitalismo porta alla miseria la gran parte dell’umanità non perché produce poco ma perché è costretto a produrre troppo. Come nella Grande Depressione iniziata nel 1929, la attuale crisi economica del capitalismo, che ormai abbraccia tutti i continenti, dagli Usa alla Cina, non ha via di uscita: l’accumulazione del capitale si inceppa,...

(29 Aprile 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

L’impossibile pacifica spartizione della Libia fra i capitalismi europei e mondiali

In Libia sono in gioco due importanti questioni: la prima tratta principalmente di oro nero, la seconda dei nuovi assetti strategici nel vasto scacchiere del Mediterraneo orientale. Naturalmente gli accordi più importanti tra gli Stati su questi temi vengono stipulati lontano dai clamori dei mezzi di informazione, incaricati di deviare l’attenzione su temi pretestuosi: la lotta al terrorismo...

(17 Aprile 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Contro la parola d’ordine di uscita dall’Euro dall’Europa dalla Nato

Sabato 25 marzo si sono riuniti a Roma i capi degli Stati membri dell’Unione Europea per la celebrazione dei 60 anni della firma dei trattati che ne segnarono la nascita. Parallelamente si sono svolte nella capitale alcune distinte manifestazioni, di cui l’unica con una partecipazione che possa dirsi di massa è stata quella convocata, con la parola d’ordine “No UE,...

(9 Aprile 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Bilancio di una rivoluzione nazionale falsamente ammantata di socialismo

In morte di Fidel Castro

La nostra corrente, nella sua storia ormai ultrasecolare, si è costantemente caratterizzata per una profonda avversione nei confronti di ogni forma di esaltazione degli individui, per la ripulsa di ogni idolatria di capi sagaci, di “uomini della provvidenza” e dell’idea che un singolo uomo, si trovi pure alla guida della nazione più potente del mondo, possa cambiare...

(5 Marzo 2017)

Partito Comunista Internazionale

I proletari della “Nuova Russia” fra guerra e sfruttamento di classe

Le separatiste Repubbliche Popolari di Lugansk (RPL) e di Donetsk (RPD) sono due entità politiche, assimilabili a Stati de facto, nate nel 2014 dal conflitto armato che da circa due anni sta lacerando l’Ucraina orientale. Il conflitto, sviluppatesi a seguito del moto nazional-populista di Euromaidan del 2013, e che, a giudicare dalle frequenti scaramucce e dagli scambi di tiri di obice...

(24 Febbraio 2017)

Partito Comunista Internazionale


in: «Ucraina: un paese conteso»

Il declino del Regno Unito fra fine dell’Impero e nel contesto europeo

Brexit, un lungo addio

Il “traumatico” risultato del referendum inglese sull’Unione Europea di giugno continua a spandere i suoi effetti. Irritati, i capi di Stato dell’Unione Europea hanno subito preteso che il Regno Unito ricorresse senz’altro alle dure condizioni dell’Articolo 50 del Trattato, che prevede un periodo di due anni per il compimento della revoca dell’adesione da...

(18 Febbraio 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Il ciclo senza uscita delle riprese e delle crisi economiche del capitale

Il mondo capitalistico è in questa tornata storica alle prese con una tipica sindrome da dissociazione: quanto più le condizioni generali politiche e militari, la guerra per il controllo di aree di influenza e punti di forza nello scacchiere mondiale si fanno gravi e alla scala internazionale lo scenario dello scontro tra gli Stati si fa sempre più complesso, aspro e sostanzialmente...

(13 Febbraio 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il capitalismo è crisi»

Il confronto tra gli imperialismi sul campo di battaglia siriano prefigura la guerra mondiale

Entrata nel sesto anno di guerra la Siria è un paese completamente devastato. Dall’inizio della rivolta nei primi mesi del 2011, si calcola che i morti siano circa mezzo milione, altri due milioni sarebbero i feriti, più del dieci per cento della popolazione. A questo si aggiungono le distruzioni materiali e le sofferenze imposte a quanti costretti a fuggire: 5 milioni all’estero...

(2 Febbraio 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

Il partigianesimo filoimperialista del Rojava

Il pane e le rose è, notoriamente, un sito molto aperto, che cerca di non trascurare nessuna voce del dibattito della sinistra di classe italiana ed internazionale. In quest'ottica, è prevista ancora l'auto-pubblicazione dei propri contributi, una possibilità che molte realtà politiche o anche singoli individui sfruttano, contribuendo a rendere meno scontata la discussione...

(22 Dicembre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Siria, Iraq, Yemen, Libia:
IL CAPITALISMO E' GUERRA, GUERRA AL CAPITALISMO!

CONFERENZA PUBBLICA A Bologna, sabato 10 dicembre alle ore 15,30, presso il circolo Arci Via Gandusio 6 Da lunghi anni lo scontro fra imperialismi nella regione mediorientale e in nord Africa semina fame, distruzione e morte. Milioni di persone si trovano costrette a fuggire nella condizione di profughi. Ma la guerra non è una calamità naturale. È un prodotto della crisi capitalistica...

(3 Dicembre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Non col voto si difende la classe operaia

La sua forza è nella organizzazione e nella lotta, non in una particolare forma costituzionale del dominio borghese

Il Partito Comunista Internazionale ci ha riproposto questo scritto, redatto in occasione dello sciopero del 21 ottobre. Lo pubblichiamo allo scopo di rendere conto dell'articolazione del dibattito della sinistra di classe attorno a temi come il referendum costituzionale. USB e SI Cobas – coi più piccoli ADL Cobas, UNICobas ed USI – hanno indetto per venerdì 21 ottobre lo...

(28 Novembre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

LOTTARE CONTRO IL RAZZISMO
significa
solidarietà, sindacato di classe e lotta comune degli operai di tutti i Paesi

Volantino per la manifestazione nazionale contro il controllo della mobilità e contro lo sfruttamento, che si terrà il 12 novembre a Roma, con concentramento alle 14.00 in Piazza di Porta San Giovanni La migrazione umana si è susseguita nel corso della storia per diversi fattori. Da quando il modo di produzione capitalista si è consolidato, spazzando via i vecchi sistemi...

(11 Novembre 2016)

Partito Comunista Internazionale


in: «L'unico straniero è il capitalismo»

Turchia fra ambizioni di potenza e interne tensioni etniche e di classe

Le vicende turche hanno riempito telegiornali e quotidiani in seguito ad un tentativo di colpo di Stato militare volto a rovesciare il presidente Recep Tayyip Erdogan e il governo guidato dal premier Binali Yildirim. Per pochi giorni i mezzi di informazione ne hanno parlato, ma in breve il Paese si è trovato fuori dalla portata dei riflettori, come spesso accade in una comunicazione al servizio...

(1 Ottobre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «I cento volti della Turchia»

Gls - Piacenza
OMICIDIO DI CLASSE

La notte scorsa, al magazzino GLS di Piacenza, nel corso di uno sciopero indetto dall’Unione Sindacale di Base, un operaio che stava partecipando al picchetto è stato travolto e ucciso da un camionista che, incitato dagli aguzzini dell’azienda, cercava di forzare il blocco. Nonostante la stampa borghese si guardi bene dal parlarne, episodi analoghi sono accaduti cento volte negli...

(16 Settembre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

La dialettica del militarismo

Il capitalismo si muove all’interno della contraddizione tra il vulcano della produzione e la palude del mercato: il caotico movimento tra l’imponente capacità produttiva della moderna industria, che genera nuovo valore per il capitale, e l’incapacità di trovare un mercato solvibile per le sue merci. Questa contraddizione si manifesta in cicliche e profonde crisi che...

(1 Settembre 2016)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Crolla il prezzo del petrolio: nuova crisi per l’economia del Venezuela

A scala mondiale si sta palesando una sovrapproduzione di materie prime, comprovata dall’aumento delle riserve, in particolare di petrolio negli Stati Uniti. Col tempo questo è venuto a rallentare gli investimenti nel settore, alcune imprese lamentano perdite finanziarie e si annunciano riduzione delle produzioni e licenziamenti. Si prevede che il prezzo del petrolio si manterrà...

(22 Agosto 2016)

Partito Comunista Internazionale

Regno Unito - Brexit

La parola del partito:
Disertare il referendum!

Ultima risorsa di classi borghesi in crisi mortale, un nauseante razzismo contro il proletariato e contro il comunismo Ci vorrebbero far credere che sia stato il voto del 52% degli inglesi per “uscire”, contro il 48%, a mettere in forse la sopravvivenza dell’Unione Europea, con i mercati finanziari in caduta libera e l’insieme dei partiti inglesi in totale scompiglio. Quel...

(18 Agosto 2016)

Partito Comunista Internazionale

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

55306