il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Partito Comunista Internazionale

(257 notizie - pagina 8 di 13)

Crolla il petrolio: Il governo venezuelano chiama gli operai a salvare l’economia nazionale

L’attuale sovrabbondanza di offerta di petrolio è riflesso della sovrapproduzione di greggio, accompagnata dalla decelerazione dell’economia mondiale. Si stima che alla fine del 2014 l’eccesso di offerta sia stato di tre milioni di barili al giorno. Parte della sovrapproduzione è dovuta alla comparsa sul mercato di quello che viene chiamato petrolio di scisto (shale...

(2 Marzo 2015)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Terni
35 giorni di sciopero ad oltranza traditi dai sindacati di regime

Quando il 17 luglio l’azienda presentò il suo piano industriale, alle Acciaierie di Terni lavoravano in 2.637 fra operai, impiegati e quadri. 2.235 in AST-TK (Acciai Speciali Terni - Thyssen Krupp), i restanti nelle società controllate: 218 nella Società delle Fucine Terni, dove sono prodotti grandi forgiati, 157 nel tubificio, 63 in Aspasiel, che si occupa di informatica. Ai...

(17 Gennaio 2015)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

Non guerra fra razze e religioni ma preparazione della guerra imperialista

L’eccidio di Parigi, per mano, dicono, di “estremisti islamici”, viene descritto da tutti i regimi borghesi e dai media, allineatissimi, come episodio di un inevitabile scontro fra civiltà, religioni e razze, e si ripete che da questa aggressione, da questa guerra, “tutti noi” saremmo costretti a difenderci. Di conseguenza, “contro il terrorismo” sono...

(14 Gennaio 2015)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Natale 1914 sul Fronte occidentale

(tratto da COMUNISMO N.ro 61)

Durante la settimana velica di Kiel, del giugno 1914, l’Imperatore tedesco Guglielmo II si era fatto fotografare nella divisa da ammiraglio britannico, orgoglioso di “indossare l’uniforme portata da Nelson”. L’Imperatore, infatti, non soltanto era Colonnello onorario dei Dragoni britannici, ma era anche Ammiraglio della Royal Navy. Per contro, il cugino, Giorgio di Inghilterra...

(24 Dicembre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

L’impossibile stabilità del capitale.

(Presentazione alla rivista COMUNISMO N.ro 77)

In questo dicembre 2014, quando tutti i previsori delle sorti e del capitalismo preannunciano un 2015 nel quale finalmente si cominceranno a vedere i segni della ripresa, almeno nelle aree di maggior importanza mondiale, continuano a presentarsi e rafforzarsi segnali di deterioramento in tante altre zone che smentiscono tante forzate belle speranze per un futuro che si dovrà stabilizzare. Se...

(19 Dicembre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Oltre la crisi. Oltre il capitalismo»

PER L’UNIONE DELLE LOTTE DELLA CLASSE LAVORATRICE

Sciopero generale del 12 dicembre

LAVORATORI ! La scesa in sciopero della classe lavoratrice è un fatto sempre positivo che va sostenuto e salutato come tale. Ma questo dovere si deve sempre accompagnare a quello di battersi per il giusto indirizzo di lotta e alla denuncia degli errori o, a maggior ragione, dei tradimenti di chi la dirige. La prima approvazione parlamentare della nuova Riforma del Lavoro – il cosiddetto...

(12 Dicembre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

Germania
Anche nei più efficienti capitalismi lavoratori contro i bassi salari e per riduzioni d’orario

Non esistono paradisi nazionali per i lavoratori nel capitalismo. Anche in quei paesi che il riformismo vuol far passare per esenti dalle pressioni della malmessa economia internazionale la crisi schiaccia le condizioni del proletariato, suscitando reazioni più o meno efficaci. È il caso della Germania dove in ottobre si è avuto il più imponente sciopero delle ferrovie...

(17 Novembre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

Kobane
I curdi nel pantano del Medio-Oriente

I drammatici combattimenti per il controllo di Kobane – città nella Siria del nord, vicino al confine con la Turchia, abitata in maggioranza da curdi e altre minoranze etniche – oppongono i curdi siriani ai jihadisti dello Stato Islamico (Daesh in arabo). Riportano all’ordine del giorno le aspirazioni nazionali o al riconoscimento etnico del curdi, rappresentati da una moltitudine...

(31 Ottobre 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Isis, il cosiddetto Stato Islamico

È lo scontro fra gli imperialismi a generare le bande armate dello “Stato Islamico”

In Iraq si scontrano le comunità degli sciiti e dei sunniti, cioè i due più importanti clan borghesi: secondo la contabilità ufficiale solo nel 2012 si sono avuti 4.500 morti in 941 attentati. L’economia del paese è interamente legata al petrolio, che rappresenta il 90% delle entrate e l’80% delle esportazioni. Il sistema politico imposto dagli Stati...

(1 Ottobre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Manovre di guerra in Europa: Ucraina e guerra imperialista.

Gli avvenimenti delle ultime settimane nelle regioni del Sud-Est dell’Ucraina, che hanno visto lo scontro tra l’esercito ucraino, appoggiato da milizie volontarie, e ribelli filo-moscoviti, appoggiati da reparti dell’esercito russo, confermano che questo conflitto, come abbiamo scritto nei mesi scorsi, non è interno allo Stato ucraino ma tra schieramenti di Stati imperialisti. Ricordiamo...

(19 Settembre 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Ucraina: un paese conteso»

IMPORTANTI LEZIONI DOPO I CINQUE MESI DI SCIOPERO DEI MINATORI IN SUD AFRICA

Da "il Partito Comunista" n. 367, settembre-ottobre 2014

Lo storico sciopero dei 70.000 minatori delle miniere di platino in Sud Africa, guidato dall’Amcu (Association of Mineworkers and Construction Union) si è concluso dopo ben cinque mesi, il 23 giugno. Come ogni lotta operaia, a maggior ragione per la sua intensità e durata, è ricco di conferme per le tesi comuniste e di insegnamenti per i lavoratori di tutto il mondo. È...

(18 Settembre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Scenari africani»

Il referendum per la “indipendenza” scozzese

Ancora un vicolo cieco per la classe operaia

Fin dall’inizio della crisi finanziaria del 2008 la questione dominante l’economia borghese in tutti i Paesi è stata come ridurre gli astronomici debiti degli Stati, delle banche e dei privati. E la questione dominante la politica come far passare i peggioramenti nella classe operaia, il blocco dei salari (o almeno aumenti inferiori all’inflazione), disoccupazione, tagli a...

(16 Settembre 2014)

Partito Comunista Internazionale

Gaza, Iraq, Libia, Siria

Il Medio Oriente nella spirale infernale della lotta interimperialista

Se tante volte abbiamo riferito delle nefandezze della lotta tra gli imperialismi ai danni dei popoli di tutti i continenti, ora non possiamo non parlare dei conflitti in Medio Oriente e non ricordare che lo scontro tra le due più grandi potenze in lizza, gli Stati Uniti e la Cina, dietro il paravento della Russia, sta avvenendo anche in Africa, in Estremo Oriente e in Europa (la contesa nei...

(23 Agosto 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

L’Iraq in preda delle lotte interimperialiste

Uno Stato in decomposizione

La situazione in Iraq ha continuato a deteriorarsi dopo la partenza delle truppe americane alla fine del 2011, con una recrudescenza di violenze e attentati. Ancora una volta risultano evidenti i frutti nefasti degli interventi “umanitari” degli Stati Uniti “per portare la democrazia” che, dalla Seconda Guerra mondiale e i discorsi di Truman, imperversano per il mondo a coprire...

(14 Agosto 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

GUERRA A GAZA

contro la classe operaia palestinese ed israeliana

Le incursioni aeree di questi giorni su Gaza non fanno che continuare la politica di sempre del governo israeliano contro il popolo della Palestina, ed in particolare contro la classe proletaria. Il governo israeliano torna a colpire il “terrorismo” a Gaza, non con l’obbiettivo della totale distruzione di Hamas, come dicono, ma per utilizzarlo al suo servizio, perché continui...

(24 Luglio 2014)

INTERNATIONAL COMMUNIST PARTY


in: «Palestina occupata»

Necessità della guerra, necessità della rivoluzione

Può destare sconcerto, al lettore democratico-progressista che malgrado tutto spera e crede nella razionalità dell’umano agire e nelle sue sorti, un certo articolo comparso nel luglio di quest’anno sul New York Times, “The lack of major wars may be hurting economic growth”, La mancanza di grandi guerre può essere di danno alla crescita economica, che descrive...

(9 Luglio 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Lo Stato iracheno in piena decomposizione
preda delle lotte inter-imperialiste

La situazione in Iraq ha continuato a deteriorarsi dopo la partenza delle truppe americane alla fine del 2011, con una recrudescenza di violenze e attentati. Ancora una volta risultano evidenti i frutti nefasti degli interventi "umanitari" degli Stati Uniti “per portare la democrazia” che, dalla Seconda Guerra mondiale e i discorsi di Truman, imperversano per il mondo a coprire una politica...

(21 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Anche la merce forza lavoro deve concedersi just in time

Sintesi dei sistemi di organizzazione dello sfruttamento nelle fabbriche

Il fatto più evidente di questa generale crisi sono i continui licenziamenti e la precarietà del posto di lavoro, accettati dai lavoratori quasi con rassegnazione, un accidente nefasto, ma momentaneo, come dicono i saccenti esperti borghesi “una congiuntura negativa”. Ma così non è. Il sistema produttivo capitalistico dedica un costante e minuzioso impegno...

(17 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il capitalismo è crisi»

Cile, 22 giorni di sciopero dei portuali traditi dai sindacati

Il 23 dicembre scorso quattrocento lavoratori aderenti al Sindacato dei Portuali Uniti (Union Portuaria) hanno iniziato uno sciopero a Porto Angamos, a Mejillones, ad Antofagasta, Coloso ed Esperanza. I lavoratori richiedevano un posto di lavoro stabile per circa 250 operai col definitivo passaggio da precari, a giornata, a fissi. L’azienda ha immediatamente respinto questa richiesta, così...

(9 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Servi dei padroni»

Estendere e organizzare la lotta di classe

Volantino distribuito ai lavoratori in lotta alla DiElle - Cassina de’ Pecchi, domenica 1° giugno 2014

OPERAI DELLA DIELLE ! Il coraggio, la determinazione, l’unità della vostra lotta sono un esempio per tutti i lavoratori. Lo sciopero a oltranza che conducete da due settimane ha spezzato il terrorismo aziendale che vi teneva schiacciati vessandovi con insulti razzisti, minacce e licenziamenti di chi isolatamente si ribellava; ha strappato i lacci dei falsi sindacati che vi impedivano...

(2 Giugno 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

54465