il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB

Partito Comunista Internazionale

(250 notizie - pagina 8 di 13)

Kobane
I curdi nel pantano del Medio-Oriente

I drammatici combattimenti per il controllo di Kobane – città nella Siria del nord, vicino al confine con la Turchia, abitata in maggioranza da curdi e altre minoranze etniche – oppongono i curdi siriani ai jihadisti dello Stato Islamico (Daesh in arabo). Riportano all’ordine del giorno le aspirazioni nazionali o al riconoscimento etnico del curdi, rappresentati da una moltitudine...

(31 Ottobre 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Isis, il cosiddetto Stato Islamico

È lo scontro fra gli imperialismi a generare le bande armate dello “Stato Islamico”

In Iraq si scontrano le comunità degli sciiti e dei sunniti, cioè i due più importanti clan borghesi: secondo la contabilità ufficiale solo nel 2012 si sono avuti 4.500 morti in 941 attentati. L’economia del paese è interamente legata al petrolio, che rappresenta il 90% delle entrate e l’80% delle esportazioni. Il sistema politico imposto dagli Stati...

(1 Ottobre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Manovre di guerra in Europa: Ucraina e guerra imperialista.

Gli avvenimenti delle ultime settimane nelle regioni del Sud-Est dell’Ucraina, che hanno visto lo scontro tra l’esercito ucraino, appoggiato da milizie volontarie, e ribelli filo-moscoviti, appoggiati da reparti dell’esercito russo, confermano che questo conflitto, come abbiamo scritto nei mesi scorsi, non è interno allo Stato ucraino ma tra schieramenti di Stati imperialisti. Ricordiamo...

(19 Settembre 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Ucraina: un paese conteso»

IMPORTANTI LEZIONI DOPO I CINQUE MESI DI SCIOPERO DEI MINATORI IN SUD AFRICA

Da "il Partito Comunista" n. 367, settembre-ottobre 2014

Lo storico sciopero dei 70.000 minatori delle miniere di platino in Sud Africa, guidato dall’Amcu (Association of Mineworkers and Construction Union) si è concluso dopo ben cinque mesi, il 23 giugno. Come ogni lotta operaia, a maggior ragione per la sua intensità e durata, è ricco di conferme per le tesi comuniste e di insegnamenti per i lavoratori di tutto il mondo. È...

(18 Settembre 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Scenari africani»

Il referendum per la “indipendenza” scozzese

Ancora un vicolo cieco per la classe operaia

Fin dall’inizio della crisi finanziaria del 2008 la questione dominante l’economia borghese in tutti i Paesi è stata come ridurre gli astronomici debiti degli Stati, delle banche e dei privati. E la questione dominante la politica come far passare i peggioramenti nella classe operaia, il blocco dei salari (o almeno aumenti inferiori all’inflazione), disoccupazione, tagli a...

(16 Settembre 2014)

Partito Comunista Internazionale

Gaza, Iraq, Libia, Siria

Il Medio Oriente nella spirale infernale della lotta interimperialista

Se tante volte abbiamo riferito delle nefandezze della lotta tra gli imperialismi ai danni dei popoli di tutti i continenti, ora non possiamo non parlare dei conflitti in Medio Oriente e non ricordare che lo scontro tra le due più grandi potenze in lizza, gli Stati Uniti e la Cina, dietro il paravento della Russia, sta avvenendo anche in Africa, in Estremo Oriente e in Europa (la contesa nei...

(23 Agosto 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

L’Iraq in preda delle lotte interimperialiste

Uno Stato in decomposizione

La situazione in Iraq ha continuato a deteriorarsi dopo la partenza delle truppe americane alla fine del 2011, con una recrudescenza di violenze e attentati. Ancora una volta risultano evidenti i frutti nefasti degli interventi “umanitari” degli Stati Uniti “per portare la democrazia” che, dalla Seconda Guerra mondiale e i discorsi di Truman, imperversano per il mondo a coprire...

(14 Agosto 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

GUERRA A GAZA

contro la classe operaia palestinese ed israeliana

Le incursioni aeree di questi giorni su Gaza non fanno che continuare la politica di sempre del governo israeliano contro il popolo della Palestina, ed in particolare contro la classe proletaria. Il governo israeliano torna a colpire il “terrorismo” a Gaza, non con l’obbiettivo della totale distruzione di Hamas, come dicono, ma per utilizzarlo al suo servizio, perché continui...

(24 Luglio 2014)

INTERNATIONAL COMMUNIST PARTY


in: «Palestina occupata»

Necessità della guerra, necessità della rivoluzione

Può destare sconcerto, al lettore democratico-progressista che malgrado tutto spera e crede nella razionalità dell’umano agire e nelle sue sorti, un certo articolo comparso nel luglio di quest’anno sul New York Times, “The lack of major wars may be hurting economic growth”, La mancanza di grandi guerre può essere di danno alla crescita economica, che descrive...

(9 Luglio 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Lo Stato iracheno in piena decomposizione
preda delle lotte inter-imperialiste

La situazione in Iraq ha continuato a deteriorarsi dopo la partenza delle truppe americane alla fine del 2011, con una recrudescenza di violenze e attentati. Ancora una volta risultano evidenti i frutti nefasti degli interventi "umanitari" degli Stati Uniti “per portare la democrazia” che, dalla Seconda Guerra mondiale e i discorsi di Truman, imperversano per il mondo a coprire una politica...

(21 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Anche la merce forza lavoro deve concedersi just in time

Sintesi dei sistemi di organizzazione dello sfruttamento nelle fabbriche

Il fatto più evidente di questa generale crisi sono i continui licenziamenti e la precarietà del posto di lavoro, accettati dai lavoratori quasi con rassegnazione, un accidente nefasto, ma momentaneo, come dicono i saccenti esperti borghesi “una congiuntura negativa”. Ma così non è. Il sistema produttivo capitalistico dedica un costante e minuzioso impegno...

(17 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il capitalismo è crisi»

Cile, 22 giorni di sciopero dei portuali traditi dai sindacati

Il 23 dicembre scorso quattrocento lavoratori aderenti al Sindacato dei Portuali Uniti (Union Portuaria) hanno iniziato uno sciopero a Porto Angamos, a Mejillones, ad Antofagasta, Coloso ed Esperanza. I lavoratori richiedevano un posto di lavoro stabile per circa 250 operai col definitivo passaggio da precari, a giornata, a fissi. L’azienda ha immediatamente respinto questa richiesta, così...

(9 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Servi dei padroni»

Estendere e organizzare la lotta di classe

Volantino distribuito ai lavoratori in lotta alla DiElle - Cassina de’ Pecchi, domenica 1° giugno 2014

OPERAI DELLA DIELLE ! Il coraggio, la determinazione, l’unità della vostra lotta sono un esempio per tutti i lavoratori. Lo sciopero a oltranza che conducete da due settimane ha spezzato il terrorismo aziendale che vi teneva schiacciati vessandovi con insulti razzisti, minacce e licenziamenti di chi isolatamente si ribellava; ha strappato i lacci dei falsi sindacati che vi impedivano...

(2 Giugno 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

In Sudafrica continua la lotta dei minatori contro governo padroni e sindacati di regime

Nel silenzio della stampa borghese è in corso in Sudafrica il più lungo sciopero nella storia della classe operaia in quel paese. Ottantamila minatori sono scesi in lotta nella cintura del platino, un’area che si estende dalla provincia di Nord-Ovest, dove operano le tre maggiori compagnie mondiali – la Anglo American Platinum, l’Impala Platinum e la Lonmin, che in Sud...

(1 Giugno 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Scenari africani»

Il Capitale, stretto dalla caduta del tasso del profitto, ditta su Stati e Parlamenti

Il sistema capitalistico è passato allo stadio imperialista con la formazione dei monopoli sovranazionali alla fine del 19° secolo. La concorrenza fra di essi e le leggi economiche dell’accumulazione hanno condotto inesorabilmente alla loro concentrazione e centralizzazione, alla formazione di cartelli industriali, appoggiantisi alle grandi banche, che controllano, direttamente o...

(29 Maggio 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Ucraina: vieti nazionalismi per coprire un conflitto fra Imperi

L’Ucraina, per la sua strategica posizione di frontiera tra Europa e Russia, è stata da secoli preda ambita delle entità statali più forti che la circondano, determinate ad assicurarsene il controllo. Pur godendo di terre fertili, e oggi di importanti risorse minerarie e di una struttura industriale di rispetto, anche se in parte antiquata, si trova schiacciata dalla dipendenza...

(27 Maggio 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Ucraina: un paese conteso»

PRIMO MAGGIO 2014
Per la Rivoluzione - Per il Comunismo

Ad un secolo dallo scoppio della Prima Guerra imperialista - Contro il capitalismo e i suoi preparativi di una terza

IERI Nel 1914 l’attentato di Sarajevo dava il pretesto a tutti i borghesi Stati d’Europa per scatenare la loro prima guerra imperialista, prevista con due decenni di anticipo da Federico Engels, il quale aveva ammonito come quella mobilitazione di milioni di uomini in armi si sarebbe risolta, senza alcun risultato, in uno sconfinato orribile macello. Fedeli alla linea di Marx ed Engels,...

(28 Aprile 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Oltre la crisi. Oltre il capitalismo»

Dietro CRISI e DISOCCUPAZIONE si prospetta il superamento rivoluzionario del capitalismo

La crisi del capitale è dovuta alla sovrapproduzione di merci. I borghesi, e i loro innumerevoli ruffiani di corte, si stupiscono di come questo meraviglioso sistema di produzione possa produrre simili anomalie. La disoccupazione dilaga e nessuno di loro, ovviamente, ha una soluzione. Alla disoccupazione capitalista non esiste rimedio capitalista. Le risposte date ai lavoratori, episodiche,...

(2 Aprile 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

L’accordo sulla “rappresentanza” ancora un chiavistello che la lotta operaia farà saltare e spingerà alla sua riorganizzazione di classe

Il 10 gennaio scorso è stato firmato da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Confindustria il “Testo Unico sulla Rappresentanza” che mette in pratica i due precedenti accordi del 28 giugno 2011 e del 31 maggio 2013 definendone i particolari operativi. L’accordo ha importanza soprattutto per quanto riguarda gli organismi rappresentativi dei lavoratori all’interno delle aziende, modificando...

(31 Marzo 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «No all'accordo sulla rappresentanza»

La ribellione anti-nazionale di operai e disoccupati in Bosnia

La Bosnia attuale, a seguito degli accordi di Dayton del 1995, è uno Stato suddiviso in Repubblica Serba Srpska, che è il territorio dei serbo-bosniaci, e la Federazione Croato Musulmana, dove vivono in maggioranza bosniaci musulmani e croato-bosniaci, a sua volta composta di dieci cantoni con i propri governi locali. Prima della guerra era conosciuta per le numerose e fiorenti fabbriche,...

(27 Marzo 2014)

Partito Comunista Internazionale


in: «Lotte operaie nella crisi»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

53538