il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Partito Comunista Internazionale

(257 notizie - pagina 4 di 13)

IL PARTITO COMUNISTA

organo del partito comunista internazionale
N. 389 - maggio-giugno 2018

Indice dei titoli: PAGINA 1 – Primo Maggio 2018: Contro le guerre del Capitale - Organizzazione e lotta di classe - Fino alla Rivoluzione e al Comunismo – Gli Stati imperialisti - grandi e piccoli - si preparano a sbranarsi – Ancora una volta morte e dolore a Gaza PAGINA 2 – Riunione generale del partito - 26-28 gennaio: (segue) Attività sindacale del partito - La...

(24 Maggio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Sfruttamento 4.0

Da "Il Partito Comunista", N. 388 - marzo-aprile 2018 Nelle fabbriche e nei magazzini ai lavoratori sono imposti ritmi di lavoro disumani. Il decrepito modo di produzione capitalistico sopravvive solo sulla spremitura della forza lavoro. Alla Amazon ogni trenta secondi si deve confezionare un pacco, a Porcia, nelle catene di montaggio della Electrolux, passa una lavatrice ogni 38 secondi. Questo massacrante...

(21 Maggio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

Manovrano gli imperialismi regionali nell’Oceano Indiano

Lo scorso 15 febbraio il presidente iraniano Hassan Rouhani si è recato per tre giorni in India, dopo dieci anni che un capo di Stato iraniano non vi andava in visita ufficiale. Ad Hyderabad è stato accolto dal ministro indiano dell’Elettricità e dai governatori degli Stati dell’Andhra Pradesh e del Telangana. Dopo le formalità di benvenuto, è intervenuto...

(15 Maggio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Primo Maggio 2018

Contro le guerre del Capitale
Organizzazione e lotta di classe
Fino alla Rivoluzione e al Comunismo

Nonostante lo sviluppo di gigantesche capacità tecniche e la enorme quantità di mezzi e di macchinari che permettono una forsennata produzione di merci, l’infame società del capitale immiserisce la gran parte dell’umanità e costringe il proletariato di tutti i paesi ad una vita sempre più insicura. Il perpetuarsi e l’aggravarsi della crisi capitalistica...

(30 Aprile 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Oltre la crisi. Oltre il capitalismo»

DOPO L'UBRIACATURA ELETTORALE

Da "Il Partito Comunista", N. 388 - marzo-aprile 2018 Quello che esce dal voto nelle urne elettorali, ben diretto dai potenti e rintronanti media borghesi, è sempre e comunque quanto deciso dai massimi mestatori della internazionale classe dominante, i quali non sono eletti e non siedono in parlamento, ma nei consigli direttivi delle banche e delle grandi industrie. La rissa in Italia di questi...

(29 Aprile 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Minacce di dazi commerciali già smentiscono le illusioni borghesi di un imperialismo senza guerre

Da "Il Partito Comunista", n. 388 (marzo-aprile 2018) Tra le tante terribili guerre che infuriano alle periferie delle cittadelle capitalistiche, con il sanguinoso seguito di rovine, stragi senza nome e profughi disperati, pare che il capitalismo ce ne propini una nuova, forse non meno cruenta e foriera di terribili conseguenze: l’arresto, se non la fine, della timida ma promettente ripresa economica,...

(20 Aprile 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

IL PARTITO COMUNISTA N. 388

TITOLI DEL NUMERO MARZO-APRILE 2018 – Minacce di dazi commerciali già smentiscono le illusioni borghesi di un imperialismo senza guerre – Un manifestino del partito: Fuori e contro il teatrino elettorale, Per la ripresa della lotta di classe – Francia - Per contrastare l’attacco statale occorre un vero sindacato di classe che unisca ed estenda le lotte – Riunione...

(17 Aprile 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Le crisi aziendali e la richiesta delle nazionalizzazioni

La nazionalizzazione delle grandi aziende è uno dei cavalli di battaglia dell’opportunismo politico e sindacale, una sua parola d’ordine agitata in mezzo ai lavoratori costantemente, e in modo crescente con l’avanzare della crisi economica mondiale del capitalismo. Negli ultimi mesi è tornata ad essere invocata da alcuni sindacati di base, dall’Usb e dalla Cub,...

(16 Marzo 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

Dietro la sceneggiata del 19° Congresso del Partito Comunista (!) Cinese

La potenza, e le fragilità, di un grande imperialismo

Da "Il Partito Comunista" N. 387 - gennaio-febbraio 2018 I commenti della stampa borghese al 19° Congresso del Partito Comunista Cinese sono concordi nell’esaltare la conferma del potere del presidente cinese Xi Jinping, consacrato terzo più potente nella storia della Repubblica Popolare dopo Mao Zedong e Deng Xiaoping. Il compassato The Economist gli ha dedicato la copertina, “l’uomo...

(5 Marzo 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

La strategia nazionale americana presentata dal Presidente Trump

Nel documento letto dal piantagrane Trump, presidente degli Stati Uniti dal gennaio 2017, ma scritto da James Mattis, Segretario alla Difesa, gli Stati più citati come una minaccia alla sicurezza e agli interessi politici e soprattutto economici degli Stati Uniti sono la Cina (citata 33 volte), la Russia (25), l'Iran (17) e la Corea del Nord (16). Monta arrogante la voce del più forte...

(1 Marzo 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

PER IL FRONTE UNICO SINDACALE DI CLASSE

Roma, venerdì 23 febbraio

Volantino distribuito in occasione dello sciopero generale. Oggi il sindacalismo di base ha chiamato allo sciopero nazionale i lavoratori di quattro categorie: una del settore privato – la logistica (SI Cobas e ADL Cobas) – e tre del settore statale: scuola, sanità e vigili del fuoco (Usb). È un fatto molto positivo che nella mobilitazione dei lavoratori della scuola –...

(23 Febbraio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

Roma, sabato 24 febbraio
Fuori e contro il teatrino elettorale
Per la ripresa della lotta di classe

I proletari non si devono sottomettere al cretinismo del rito elettorale, che rappresenta solo un ingannevole teatrino per mascherare l’oppressione economica e politica della classe borghese su di essi, ma lavorare alla organizzazione della loro forza indipendente di classe, sia sul piano sindacale sia su quello politico. Il proletariato deve mettersi in grado, tramite le sue organizzazioni...

(23 Febbraio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Rohingya piccolo popolo stretto fra gli egoismi borghesi di nazioni e di imperi

Dalla fine di agosto all’elenco di atrocità e violenze che quotidianamente caratterizzano l’attuale e mondiale sistema sociale, il capitalismo, va aggiunto quanto accaduto in Myanmar, la ex Birmania, dove l’esercito del nuovo democratico governo ha scatenato la pulizia etnica contro i rohingya, una popolazione che risiede nella regione del Raknhine – una volta chiamata...

(18 Febbraio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

I sindacati di regime alla prova dello sciopero alla Amazon

DA "Il Partito Comunista", n. 387, gennaio-febbraio 2018 Venerdì 24 novembre 2017 sono scesi in sciopero per la prima volta dalla sua costruzione i lavoratori del gigantesco magazzino logistico Amazon di Castel San Giovanni, a Piacenza. L’area piacentina per la sua collocazione geografica è un crocevia fondamentale per il traffico delle merci ed il settore logistico vi ha avuto...

(14 Febbraio 2018)


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

Il mercato dei migranti in Libia

Nella scorsa estate sono avvenuti importanti sviluppi nella questione libica, in particolare tra i governi italiano e francese, comitati d’affari dei rispettivi capitalismi, maggiormente interessati alla spartizione delle enormi risorse petrolifere del paese. Riprendiamo la sintetica descrizione dei fatti dal nostro precedente articolo nel numero 382 di questo giornale. L’intervento...

(10 Febbraio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Dopo i fatti di Charlottesville

Lettera dagli USA:
Facciamo i conti con l’antifascismo

Dal n. 387 de "il Partito Comunista" Un antifascista, per quanto radicale voglia apparire, non è un comunista. I comunisti, negli anni Venti e Trenta, sono stati contro i fascisti in quanto questi rappresentavano uno dei reparti difensivi del capitalismo. Quindi, si gridi pure allo scandalo, al comunismo l’antifascismo non basta, se non è allo stesso tempo contro la democrazia borghese....

(9 Febbraio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Potere al popolo!

In tempi di crisi economica, che potrebbe diventare anche sociale e politica, del modo di produzione capitalistico, la borghesia si trincera dietro le istituzioni del proprio Stato, lo strumento di cui si serve per conservarsi come classe dominante. Non è dunque un caso se continua, nonostante tutto, lo stanco rito dell’appello al “popolo”, entità sovrana che sarebbe...

(24 Gennaio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Dove il proletariato si ribella: In Tunisia e in Sudan - In Iran - Nel Kurdistan iracheno

La crisi storica del modo di produzione capitalistico sfocia inevitabilmente in esplosioni di lotta di classe: proletari spinti da fattori materiali insopprimibili scendono coraggiosamente nelle piazze sfidando le forze della repressione degli Stati borghesi, potenti bastioni della conservazione sociale. Nelle ultime settimane abbiamo avuto manifestazioni esemplari di una riscoperta inclinazione...

(21 Gennaio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Lotte operaie nella crisi»

Caporetto

Alla disfatta del proprio paese non poté rispondere il proletario disfattismo rivoluzionario

Il giorno 24 ottobre del 1917, sul fronte dell’Isonzo che separava l’esercito austro-ungarico da quello italiano, un attacco portato con criteri strategici del tutto nuovi per le concezioni militari dello stato maggiore cadorniano provocò un rovescio militare di amplissima portata, che arretrò il fronte bellico di quasi 150 chilometri, quando i guadagni territoriali di tre...

(14 Gennaio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

Sull’indipendenza del Kurdistan irakeno, e sul petrolio, decidono gli eserciti non un referendum

Il referendum fra le forme di consultazione democratica è quella che maggiormente si presta a dare l’illusione di esprimere la cosiddetta volontà popolare. Quando non si tratta di eleggere rappresentati negli organi rappresentativi, la lusinga che il “cittadino” possa fare valere le proprie istanze infilando una scheda nell’urna, ha presa sui delusi dai partiti...

(10 Gennaio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

54549