il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

Alessio di Florio

(60 notizie - pagina 1 di 3)

Piccola borghesia d'Abruzzo

Per gli “amici” e i pre-potenti la legge non si applica ma si interpreta e la schiena dritta torna ad essere solo un problema ortopedico e i cappelli trovano tanti venti per scender giù …

Trova periodicamente grande successo la frase di Umberto Eco contro i social e le legioni di imbecilli a cui hanno dato parola. Successo ovviamente su facebook. Non sono d’accordo con il senso delle parole di Eco, e non riesco a vedere i social negativamente. Perché, in realtà, ci fanno un grandissimo favore. Fanno emergere tutta la pavidità, il servilismo, l’omertà,...

(19 Settembre 2018)

Alessio Di Florio

L’Italia della Terra dei Fuochi, un sistema pluridecennale a cui è tutto tranne che immune anche l’Abruzzo

Pino Ciocola, uno dei migliori giornalisti italiani su ecomafie, terre dei fuochi e tanto altro, lo scorso 22 febbraio su facebook ha riportato un breve stralcio della relazione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite connesse della legislatura 1996-2011. E’ uno stralcio che ha ormai 21 anni ma, oggi come allora e ancora in futuro,...

(8 Marzo 2018)

Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)


in: «Lo smaltimento rifiuti tra privatizzazione e ecomafie»

Ma ora si diserti senza se e senza ma il branco dei benpensanti

La miniserie “Il Principe Libero” ha scatenato anche sui social un fiume di commenti. La platea di facebook, per esempio, si è letteralmente divisa a metà tra delusi ed entusiasti. Per alcuni giorni praticamente Faber ha calamitato gran parte dell’attenzione. Tra i delusi e gli entusiasti della recitazione di Marinelli c’era comunque un filo comune: grandissimo...

(8 Marzo 2018)

Alessio Di Florio


in: «Culture contro»

La grancassa della propaganda razzista che si lega con omertà e connivenze con mafie e non solo …

A fine gennaio una “passeggiata” neofascista nel quartiere Primavalle a Roma poneva all’indice i migranti e le persone indigenti che vivono nel quartiere come “colpevoli” di ogni degrado e criminalità. Dopo il femminicidio di Pamela a Macerata, e l’atto terroristico neofascista, in poche ore la propaganda xenofoba e razzista ha puntato indice e tutte le altre...

(9 Febbraio 2018)

Alessio Di Florio (Associazione Antimafie Rita Atria)


in: «Ora e sempre Resistenza»

Col suo marchio speciale di speciale disperazione e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi …

Poche righe di cronaca, qualche ora di stupore e bestialità varie vomitate, e tutto scorrerà via. Ormai, chi se ne ricorda più? E chi si ricorda più di Ebrima Sanko? E chi dei 21, alcuni probabilmente iracheni o iraniani, che vagavano quasi 7 Natali fa nei dintorni della stazione di Vasto – San Salvo? Trovato aggrappato sotto un tir, è solo cronaca. Banale,...

(26 Novembre 2017)

Alessio Di Florio


in: «La tolleranza zero»

Mafie, cullarsi nella favola vecchia dell’isola felice e nel silenzio delle coscienze assopite è di fatto complicità

12 mesi dopo “Isola felice” contro la terza cosca del vastese in 11 anni tutto scorre come nulla fosse

Gli stralci principali sull’Abruzzo*, in particolare sul vastese e sull’inchiesta “Isola Felice”, del recente rapporto della Direzione Investigativa Antimafia sul secondo semestre 2016 descrivono un quadro che dovrebbe smuovere le coscienze, interrogare e imporre di agire. Sono passati 12 mesi dall’inchiesta, un anno intero e – come già registrammo l’anno...

(11 Settembre 2017)

Alessio Di Florio

Il filo rosso dei deboli e degli indifesi di Dino

Passano gli anni e le stagioni e il calendario, inesorabilmente, torna a fermarsi a quel giorno. 5 giugno ed è una stretta al cuore. 5 Giugno, il giorno della nascita e della morte di Dino Frisullo. Nei momenti più difficili e drammatici, quando annaspiamo nella folle corsa mozzafiato di questo nostro mondo traboccante di iniquità e ingiustizia, di disumanità e barbarie,...

(2 Giugno 2017)

Alessio Di Florio


in: «La nostra storia»

L’Italia è un re…gime fondato su trame, ricatti, depistaggi, omertà e malaffare.

Cos’è questo re…gime? Tutti lo sanno. Ma troppi amano tacere ed esser complici.

“Lo stato delle stragi, lo stato delle trame … c’è un silenzio di tomba nessuno sa niente”. I versi della canzone dei 99 Posse tornano spesso alla mente in queste settimane. Colonna sonora perfetta per la cronaca recente. O meglio, per una cronaca mancata. Una cronaca quasi senza riflettori, avvolta da un manto di silenzio che sa di omertà, di paura complice...

(9 Gennaio 2017)

Alessio Di Florio


in: «Lo stato delle stragi»

Morti sul lavoro. Non esiste nessun non sono Stato io

Ci è pervenuto questo contributo di Alessio Di Florio, datato 14 ottobre 2016. Lo pubblichiamo volentieri, perché se la data della Giornata Nazionale delle Vittime degli Incidenti sul Lavoro si è (relativamente) allontanata, di estrema attualità e pienamente condivisibile è il discorso svolto nello scritto. Si è celebrata nei giorni scorsi la Giornata Nazionale...

(25 Ottobre 2016)

Alessio Di Florio


in: «Di lavoro si muore»

L’oscena ipocrisia di fronte al Sultano

I grandi sponsor e finanziatori di Daesh sono da cercarsi anche tra le petromonarchie alle quali Stati Uniti e stati europei (Italia compresa) vendono armi a tutto spiano.

Se non fosse che sono avvenimenti drammatici e disumani, e che siamo di fronte al rischio di un velocissimo precipitare nella peggior china che la storia abbia mai conosciuto, potremmo quasi scambiarla per una moderna versione comica dello smemorato di Collegno. La narrazione, o presunta tale, del “fallito golpe” in Turchia e degli eventi successivi di larga parte della classe politica...

(6 Agosto 2016)

Alessio Di Florio


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Un 2 giugno di Pace camminando con Dino Frisullo

Portare al centro della politica gli ultimi, gli emarginati, gli impoveriti, i lavoratori, chi lotta contro le ingiustizie, le mafie, la disumanità e la barbarie delle guerre. Una “Repubblica democratica” non può mai essere rappresentata da una parata militare L’Italia è una “Repubblica democratica” recita l’articolo 1 della Costituzione Italiana....

(31 Maggio 2016)

Alessio Di Florio


in: «No basi, no guerre»

Contro mafie e potentati non si costituiscono altri poteri ma ribellioni colorate e senz’indugio

Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi (Vittorio Vik Utopia Arrigoni)

“Ma non esiste solo il potere: esiste anche un’opposizione al potere. In Italia questa opposizione è così vasta e forte da essere un potere essa stessa […] l’opposizione si identifica con un altro potere: che tuttavia è sempre potere. Di conseguenza gli uomini politici di tale opposizione non possono non comportarsi anch’essi come uomini di potere”...

(17 Maggio 2016)

Alessio Di Florio


in: «Culture contro»

Peppino Impastato, Rita Atria e Roberto Mancini, non rimasero mai alla finestra. La commemorazione che non è accompagnata dallo stesso impegno è mantello di ipocrita complicità

“Chi lascia fare e s’accontenta, è già un fascista". (Cesare Pavese, da La casa in collina)

“E’ successa la stessa cosa con Falcone e Borsellino, le persone che hanno lavorato per questo Paese sono riconosciute dopo la morte”. Questa le amare parole di Monica Dobrowolska, la vedova di Roberto Mancini, nell’intervista a Il Fatto Quotidiano TV del 28 febbraio di quest’anno, mentre ribadiva che l’unico vero rispetto alla memoria del marito è sconfiggere...

(6 Maggio 2016)

Alessio Di Florio

Mediterraneo, cimitero e oblio. Sprofonda l’umanità.

Una fitta al cuore. Dolore, immenso dolore. Centinaia, forse 500, forse di più. Vite spezzate, perse per sempre allo scrigno dell’Umanità. Ma già dimenticate, oblio totale. E’ passata una manciata di giorni e i valzer di palazzo, il grigiore delle cancellerie, gli inutili lustrini e chiacchiericcio della “gente importante” ha spazzato via tutto. Volti,...

(30 Aprile 2016)

Alessio Di Florio


in: «La tolleranza zero»

L’Italia sempre più provincia marginale dell’Impero. E’ necessario e vitale opporsi alle guerre e difendere Pace e democrazia

La cronaca di queste ore mostra ancor di più quanto sia necessario e vitale uscire dall’Impero militarista e guerrafondaio, difendere la democrazia e la Pace. Il 12 marzo nuova grande mobilitazione in tutta Italia

Il quadro completo delle notizie sui quattro operai italiani che erano stati rapiti in Libia, due liberati e gli altri due uccisi, è ancora frammentario e nebuloso. Ma quel che sappiamo è sufficiente per pesanti riflessioni, essendoci già importanti punti fermi. C’è stato uno scontro a fuoco con i rapitori dei 4 connazionali senza che il Governo Italiano sapesse nulla....

(5 Marzo 2016)

Alessio Di Florio


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Peppino Impastato, Roberto Mancini, Vera Pegna. Ad una ginnastica d'obbedienza si dice no

“ … Certo bisogna farne di strada da una ginnastica d’obbedienza fino ad un gesto molto più umano che ti dia il senso della violenza però bisogna farne altrettanta per diventare così coglioni da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni ...” (Fabrizio Dé Andre, Nella mia ora di libertà) Salvo Vitale in un articolo su...

(24 Febbraio 2016)

Alessio Di Florio


in: «La nostra storia»

La repressione e la propaganda son strumenti dell’ordine delle classi dominanti

noi siamo gente che finisce male galera od ospedale! Gli anarchici li han sempre bastonati e il libertario è sempre controllato (Francesco Guccini) La recente sentenza di assoluzione per Erri De Luca fa tornare a riflettere sulla repressione in Italia di movimenti e pensieri non allineati. L’assoluzione sicuramente va salutata positivamente, rappresentando una sconfitta della repressione...

(4 Novembre 2015)

Alessio Di Florio


in: «Storie di ordinaria repressione»

L’attentato di Ankara, ipocrisia e complicità occidentali nella guerra contro il Kurdistan

La narrazione mediatica anche italiana ancora una volta ha dimostrato chi è contro il terrorismo e chi è complice nella guerra contro il popolo curdo, l’unico a combattere e ad aver vinto contro l’ISIS, che vede il governo turco in prima fila Il recente attentato ad Ankara ha colpito la sinistra rivoluzionaria kurda e coloro che si battono per la Pace e la democrazia, movimenti...

(14 Ottobre 2015)

Alessio Di Florio


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

Rabbia, vergogna, indignazione, dolore davanti a quanto accaduto a Ventimiglia

Ventimiglia urla e racconta … quelle manganellate colpiscono ognuno di noi, sono rivolte fisicamente ad alcuni ma feriscono tutti … i fatti di oggi smontano definitivamente ogni narrazione xenofoba e antimigranti e plasticamente dimostrano quel che da anni denunciamo … la repressione contro i migranti è la stessa identica repressione contro le lavoratrici e i lavoratori,...

(17 Giugno 2015)

Alessio Di Florio


in: «La tolleranza zero»

Centenario ingresso Italia in Prima Guerra Mondiale, non c’era nulla da festeggiare

Il 24 maggio 1915 iniziò la partecipazione all’inutile strage, non c’è nulla di patriottico di cui essere orgogliosi cento anni dopo

650.000 soldati morti, 600.000 vittime civili, oltre un milione di mutilati e feriti (altro che le poche migliaia che abbiamo letto e ascoltato in alcune celebrazioni in terra d’Abruzzo!) in nome di ciò che secondo Giovanni Giolitti poteva essere ottenuto con “una neutralità concordata”. Questo è il bilancio davanti alla Storia della partecipazione italiana alla...

(27 Maggio 2015)

Alessio Di Florio


in: «1914-1918: il grande crimine della borghesia»

<<   | 1 | 2 | 3 |    >>

33196