il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Silvia Todeschini

(13 notizie - pagina 1 di 1)

dati sulla situazione dei profughi di Kobane

Dal momento che è stata avviata una raccolta fondi per i profughi di Kobane, sembra utile riassumere in poche righe quale sia la situazione dei suddetti profughi nell'area di Suruc. I dati sono stati presi dal documento “cirrenty situation of Kobane and emergency strategic objectives report” redatto dalla municipalità di Suruc. In questo post non mi concentrerò particolarmente...

(22 Novembre 2014)

Silvia Todeschini


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

Gaza. Dalla tenda - urgente

Questo ve lo mando come urgente, perchè sono successe cose che bisogna raccontare in fretta. Tre persone, tra chi fa lo sciopero della fame qui a Gaza in solidarietà con i prigionieri, in questo momento si trovano in ospedale. Appena sono arrivata alla tenda questa mattina, c'era Majed el Ajar che dormiva (già vi ho parlato di lui, è quello che, felicissimo per avere...

(13 Ottobre 2011)

Silvia


in: «Palestina occupata»

Gaza. Diario dalla tenda numero 3

Ieri mattina è stato il momento delle donne: circa 30 di esse si sono unite allo sciopero della fame. Ogni lunedì madri sorelle e mogli dei prigionieri si trovano alla croce rossa per mantenere alta l'attenzione sui loro cari. Ieri, l'usuale sit-in era particolarmente popolato, ed in 30 hanno deciso di cominciare lo sciopero della fame. Tra queste c'è Taragi, il cui marito è...

(12 Ottobre 2011)

Silvia


in: «Palestina occupata»

Gaza. Diario dalla tenda numero 2

NOVITÀ Qualche buona notizia: in italia sono stati organizzati almeno 2 sit-in, uno a Milano per il 22 pomeriggio, dalle 17 alle 18.30 in piazza dei Mercanti, ed uno a Roma, il 14 Ottobre dalle 15 davanti all'ambasciata israeliana. So che altri stanno organizzando altri sit-in però non ho ancora ricevuto conferme. Poi, oltre ad Enzo ed Elena, anche Serena (tutti di Udine) sta portando...

(11 Ottobre 2011)

Silvia


in: «Palestina occupata»

Gaza. Diario dalla tenda numero 1

Vi mando questo aggiornamento su chi fa lo sciopero della fame. Vorrei per inciso dire una cosa: lo sciopero della fame non è una cosa che io per la mia indole avrei fatto se non in questa particolare situazione. Però ho ricevuto diverse mail di persone dall'Italia che volevano aggiungersi ad esso, e penso che qualsiasi cosa vada bene pur di fare uscire cosa sta succedendo in quelle...

(10 Ottobre 2011)

Silvia


in: «Palestina occupata»

Sciopero della fame dei prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane

Da due giorni i prigionieri palestinesi nelle prigioni israeliane stanno portando avanti uno sciopero della fame per chiedere il miglioramento delle loro condizioni. Di fronte alla croce rossa di Gaza è stato allestito un presidio in loro solidarietà. Ai prigionieri è proibito comunicare con chi si trova fuori dal carcere, vengono torturati, tenuti in isolamento o in prigioni...

(3 Ottobre 2011)

Silvia


in: «Palestina occupata»

Gaza. Oliva ed altri aggiornamenti

L'altroieri qui a Gaza c'è stata la seconda seduta del processo ai presunti assassini di Vittorio. Non c'era molta gente, quasi non c'erano giornalisti, solo una ventina di amici di Vik e qualche famigliare degli imputati. Trovate qui il resoconto. Ieri è stato ucciso dai coloni un palestinese nel distretto di Nablus, ed altri sono stati feriti. I soldati, sempre compiacenti agli occupanti,...

(25 Settembre 2011)

Silvia Todeschini


in: «Palestina occupata»

Breve storia di Oliva e delle ultime aggressioni

Oliva, la barca internazionale che naviga in acque palestinesi per monitorare le violazioni dei diritti umani in esse perpetrate, è stata attaccata due volte in due giorni dalla marina militare israeliana, mettendo in pericolo le vite stesse del suo equipaggio. L'idea era partita quest'inverno da Vittorio e Nacho. Nacho veniva dalla Spagna, ed aveva conosciuto Vittorio a causa di un film su...

(16 Luglio 2011)

Silvia Todeschini


in: «Palestina occupata»

Khan yunis, quando raccogliere grano e' "terrorismo"

Il racconto delle giornate di lavoro trascorse dai contadini palestinesi sotto il fuoco dei tiratori scelti israeliani mentre raccoglievano l'"oro giallo" nei loro campi nella "zona proibita".

KHAN YUNIS, QUANDO RACCOGLIERE GRANO E' "TERRORISMO" Il racconto delle giornate di lavoro trascorse dai contadini palestinesi sotto il fuoco dei tiratori scelti israeliani mentre raccoglievano l'"oro giallo" nei loro campi nella "zona proibita". DI SILVIA TODESCHINI Khan Yunis, 14 maggio 2011, Nena News - L'8, il 9 ed il 10 di maggio sono stati 3 giorni di raccolta del grano per alcuni contadini...

(14 Maggio 2011)

SILVIA TODESCHINI - Nena News


in: «Palestina occupata»

Cinque voci, otto assassinii e una bomba

Memorie dell'attacco israeliano "Piombo fuso" nel villaggio di Khuza'a. I personaggi narranti sono cinque diversi abitanti, tre donne e due uomini, che direttamente o indirettamente hanno vissuto quei giorni.

Memorie dell'attacco israeliano "Piombo fuso" nel villaggio di Khuza'a. I personaggi narranti sono cinque diversi abitanti, tre donne e due uomini, che direttamente o indirettamente hanno vissuto quei giorni. DI SILVIA TODESCHINI Khan Yunis (Striscia di Gaza), 1 marzo 2011, Nena News - Khuza'a è un villaggio nella parte sud della striscia di Gaza, sotto il governatorato di Khan Younis. Ci...

(1 Marzo 2011)

SILVIA TODESCHINI per Nena News


in: «Palestina occupata»

Gaza, i contadini raccontano l'occupazione

La vita quotidiana degli agricoltori palestinesi della Striscia privati della possibilita' di poter raggiungere le loro terre tenute sotto tiro dall'esercito israeliano.

DI SILVIA TODESCHINI Roma, 17 febbraio 2011, Nena News - “Chi semina buon grano, ha poi buon pane”, recita il proverbio. Ma per avere un buon pane, cioè un buon raccolto, è necessario prima di tutto poter accedere alla propria terra, è necessario che le forze di occupazione non lo impediscano sparandoti contro. È necessario poter irrigare, è necessario...

(17 Febbraio 2011)

SILVIA TODESCHINI


in: «Palestina occupata»

Gaza: buffer zone? Piu' corretto chiamarla no-go zone

Dalla fine di dicembre i casi di civili palestinesi, uccisi dalle forze di occupazione israeliane si sono intensificati. E l’esercito continua a diffondere volantini in cui dichiara che qualunque civile presente nella “zona cuscinetto” viene considerato una copertura per i combattenti palestinesi.

DI SILVIA TODESCHINI Gaza, 3 febbraio 2011 Nena News (foto da ARIJ)- Il 24 dicembre le forze armate israeliane hanno ucciso Salama Abu Hashish, 20 anni, a Beit Lahya, a nord della Striscia. Il 28 dicembre Hassan Mohammed Qedeh, 19 anni, è stato ucciso a Khuza'a, a sud della striscia. Shaban Karmout, 65 anni, è morto dopo essere stato colpito da tre proiettili al petto e al collo il...

(3 Febbraio 2011)

Silvia Todeschini ISM


in: «Palestina occupata»

Di spari, di morti, di bombe. Di terra, di libertà, di straordinaria forza.

Striscia di Gaza - Di mestiere ha fatto il contadino per 35 anni, si chiamava Shaban Mohammed Shaker Karmoot, classe 1964. Un tempo sulla sua terra a Beit Hannoun crescevano olivi, palme e limoni, poi una notte sono arrivati i carri armati israeliani e li hanno sradicati. Hanno aperto un varco su un muro della sua casa, hanno demolito la casa dei vicini davanti ai suoi occhi. Aveva 12 figli, nonostante...

(12 Gennaio 2011)

SILVIA TODESCHINI


in: «Palestina occupata»

20342