il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"

(13 notizie - pagina 1 di 1)

Una utopia su basi scientifiche è ancora utopia?

Riunioni pubbliche - Venerdì 15 novembre 2013 - Ore 21 Roma, Via Galileo Galilei, 57 Torino, Via Massena 50/a Lo sviluppo della forza produttiva sociale all’interno di ogni modo di produzione getta le basi per la società successiva. Fenomeni attuali, come la grande espansione delle attività "peer to peer", l'enorme potenziale di pianificazione, l'emergere di progetti...

(11 Novembre 2013)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"

Si allarga la "piccola guerra" del Mali

Dalla newsletter numero 200, 21 luglio 2013 La Francia aveva inviato 4.000 soldati in Mali per recuperare i territori caduti in mano islamico-jihadista e riunificare un paese tradizionalmente in area d'influenza francese (con tutte le sue risorse minerarie). Riordinati i ranghi dell'esercito locale, fatti confluire 12.000 soldati, soprattutto africani (ma vi sono anche 500 cinesi) sotto il comando...

(22 Luglio 2013)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «Scenari africani»

Ratzinger in pensione?

n+1, Newsletter numero 196, 27 febbraio 2013 Un papa non dà le dimissioni come un qualsiasi manager o ministro, non matura la pensione. È vicario di Dio, Re, quindi abdica, o al massimo rinuncia, rifiuta. E comunque anche Celestino V, dopo il "gran rifiuto" non poté ritornare al suo eremo ma rimase prigioniero del nuovo papa Bonifacio VIII. "Dimettendosi", Benedetto XVI ha sollevato...

(28 Febbraio 2013)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «L'oppio dei popoli»

Ripresa americana

Dalla Newsletter numero 195, 20 gennaio 2013 Secondo un'indagine del Sole 24 Ore l'ottimismo sulla ripresa americana è eccessivo. I due principali indici che confermerebbero l'uscita dal tunnel, cioè la riduzione drastica dell' "effetto leva" bancario (speculazione con denaro ottenuto a basso costo) e l'aumento delle compravendite immobiliari, sono fasulli. Il leverage bancario è...

(22 Gennaio 2013)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «Il capitalismo è crisi»

Catastrofi "naturali"

Dalla Newsletter numero 188, 8 luglio 2012 Il 2011 è stato considerato "l'anno delle catastrofi". Dal terremoto in Giappone ai tornado negli USA per finire al freddo siberiano e alle inusuali precipitazioni monsoniche in tutta Europa sembra che gli elementi si siano scatenati con particolare furia. Tuttavia i dati mostrano un crescendo particolare nei fenomeni atmosferici, dal quale alcuni traggono...

(16 Luglio 2012)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «Nessuna catastrofe è "naturale"»

“Articoli 18” e battaglie tra fazioni borghesi

Il lavoro salariato è stato nel tempo ingabbiato da vincoli contrattuali e legali. Ma il rapporto fra salariato e capitalista mal sopporta di sottostare a regole fisse. La forza-lavoro è una merce: in un mercato mutevole, essa dev'essere liberamente disponibile. Il capitalista ha il diritto di utilizzarla come vuole dopo averla comprata, è sua. D'altra parte anche il lavoratore...

(23 Aprile 2012)

“n+1”


in: «La controriforma del lavoro Monti Fornero»

Non è un governo congiunturale

Dalla Newsletter numero 185, 9 aprile 2012, Supplemento alla rivista n+1 La rivoluzione mina le fondamenta del parlamentarismo inviando in parlamento i suoi affossatori. Essi mostrano di essere al servizio della democrazia, ma proclamano che se il popolo bue "non è pronto" per il governo tecnico risanatore potrebbero anche mollare. Ma non molleranno. E siccome non si tornerà all'orbace...

(11 Aprile 2012)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «Il governo Monti - Napolitano»

Funerale per il capitalismo

Dalla Newsletter numero 184, 8 marzo 2012 Che il capitalismo sia ormai un "cadavere che cammina", i comunisti lo affermano da tempo. Adesso lo dicono con apprensione persino alcuni borghesi. Ma, mentre questi sono alla disperata ricerca di espedienti per rappezzare lo zombie, altri incominciano a sentire il bisogno di liberarsene per sempre. Il movimento Occupy Wall Street di Oakland ha celebrato in...

(12 Marzo 2012)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «Il capitalismo è crisi»

Mille città

La contrapposizione violenza-non-violenza è un infame prodotto del tutto ideologico, tanto elastico da essere utilizzato a seconda delle convenienze. In natura non esiste. Esistono invece eventi, cause ed effetti, processi, interazioni. Le molecole di un gas surriscaldato si agitano. Si scopre come, se ne traccia una teoria, si fanno dei calcoli. A nessuno viene in mente di dare un giudizio...

(27 Ottobre 2011)

n+1


in: «15 ottobre. Valutazioni e prospettive»

Deserto d'Aral

Dalla Newsletter di N+1, numero 177, 13 settembre 2011 Dei 68.000 chilometri quadrati di superficie originaria del Mare d'Aral ne rimangono circa 10.000, il 15%. Il dato più impresssionante, fornito dalle foto satellitari, è quello del calo di supeficie dell'ultimo anno rispetto a quello precedente: quasi il 50%. Un progetto degli anni '50 prevedeva l'uso integrale dell'acqua degli affluenti...

(19 Settembre 2011)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «Il saccheggio del territorio»

L'Egitto in rivolta al centro di un ampio marasma sociale

Fin dall'immediato secondo dopoguerra la nostra corrente ha tenuto d'occhio gli avvenimenti riguardanti il Mediterraneo, i suoi paesi rivieraschi e in fin dei conti l'Europa e il Medio Oriente, che dal punto di vista geopolitico insistono su questo mare. Così come tutti gli schemi geopolitici antichi e recenti anche i governi e gli stati maggiori dei più importanti paesi imperialistici...

(21 Febbraio 2011)

n+1


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

I fatti di Grecia e il loro generale contesto

Abbiamo ricevuto all'indirizzo di n+1 una gran quantità di materiale sui fatti di Grecia. La quasi totalità è di origine e impostazione movimentista, ma vi sono anche prese di posizione diversissime, dai riformisti ai gruppi che si richiamano alla Sinistra Comunista "italiana". In generale il ritornello è quello che si legge in occasione di terremoti e alluvioni: "E' il...

(17 Maggio 2010)

n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"


in: «La Grecia brucia!»

"Diritto al lavoro" o libertà dal lavoro salariato?

Venezia. Conferenza pubblica su crisi, disoccupazione, precarietà

Chiunque non sia intossicato dall'ideologia capitalistica capisce benissimo che la liberazione di lavoro umano operata dalle macchine, dalla scienza e dall'organizzazione potrebbe essere un vantaggio per tutta l'umanità, la quale non sarebbe certo schifata se potesse dedicarsi ad attività vitali o anche semplicemente belle e divertenti invece di essere schiavizzata dalla necessità...

(3 Febbraio 2010)

la redazione della rivista "n+1"


in: «Lotte operaie nella crisi»

12937