il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Stefano Mauro

(31 notizie - pagina 1 di 2)

Libano. Hezbollah e Aoun avvertono Israele

Diventa sempre più alta la tensione lungo il confine tra Libano ed Israele. La stessa stampa di Tel Aviv, oltre ad alcuni esponenti politici e militari, continua ad evocare e parlare della prossima guerra, la terza, tra l’esercito sionista ed Hezbollah. “Israele continua con la propria propaganda colonialista e di aggressione” ha dichiarato in un recente discorso sulla situazione...

(10 Marzo 2017)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Netanyahu: “Non abbiamo alcun bisogno di creare un’alleanza con l’Arabia Saudita contro l’Iran, esiste già”

Sono numerosi e preoccupanti i particolari emersi dopo il summit di Washington tra il primo ministro israeliano Netanyahu ed il neo presidente americano Donald Trump. La notizia più eclatante e maggiormente discussa è, ovviamente, quella legata alla questione palestinese e, forse, al definitivo tramonto degli Accordi di Oslo e della risoluzione dei Due Stati. La probabile sorte del popolo...

(23 Febbraio 2017)

Stefano Mauro


in: «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

SIRIA. SCONTRI TRA FAZIONI RIBELLI, AL QAIDA CAMBIA NUOVAMENTE NOME

Sono sempre più numerosi e cruenti gli scontri tra le diverse fazioni jihadiste nella provincia di Idlib. La sconfitta di Aleppo e l’evacuazione di diversi miliziani nella stessa zona hanno, infatti, causato un progressivo aumento delle frizioni tra i “ribelli” salafiti. Emergono in questi giorni due fazioni contraddistinte che si contendono il primato ad Idlib: Fatah al...

(2 Febbraio 2017)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

IRAQ. Daesh in fuga, Al Baghdadi fuggito a Raqqa.

Abu Bakr Al Baghdadi, guida spirituale e politica di Daesh, si troverebbe a Raqqa nell’autoproclamata capitale siriana dell’ISIS. La notizia, trasmessa dall’agenzia stampa iraniana ISNA, riporta le dichiarazioni del generale delle forze speciali irachene, Abdul Gani Al Asadi, circa l’attuale situazione degli scontri contro lo Stato Islamico in Iraq e Siria. “Molti comandanti...

(30 Gennaio 2017)

STEFANO MAURO


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Netanyahu: La caduta di Aleppo grave pericolo per Israele

É passato poco più di un mese dalla caduta di Aleppo e dal ritiro delle milizie “ribelli”legate al Fronte Jabhat Fatah Al Sham (ex Al Nusra) ed alla galassia dei gruppi salafiti ad esso affiliati. Rimane, però, ancora vivo il dibattito in Israele riguardo la sconfitta dell’”opposizione jihadista moderata” al regime di Bashar Al Assad. Israele nutre...

(21 Gennaio 2017)

STEFANO MAURO


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

Palestina. Scioperi della fame nelle carceri israeliane contro la detenzione amministrativa

La protesta dei detenuti palestinesi continua a diffondersi a macchia d’olio nelle carceri israeliane. Sono, infatti, oltre 300 i prigionieri che hanno cominciato uno sciopero della fame di massa per protestare contro la famigerata “detenzione amministrativa”, illegittimamente utilizzata delle autorità di Tel Aviv. La contestazione, utilizzata da diversi anni ma prevalentemente...

(7 Settembre 2016)

Stefano Mauro


in: «Siamo tutti palestinesi»

SIRIA, ACCORDO DAMASCO–ANKARA: ALEPPO IN CAMBIO DEI CURDI

Il governo di Bashar Al Assad ed il governo turco del sultano Erdogan sarebbero sul punto di concludere un accordo che potrebbe ulteriormente far cambiare le sorti della guerra in favore delle forze lealiste siriane. Secondo il giornale libanese As Safir i dettagli dell’accordo sarebbero questi: Ankara rinuncia ad Aleppo, lasciando campo libero al governo siriano, ed il regime di Damasco...

(31 Agosto 2016)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

ATTENTATI IN EUROPA: OPPORTUNISMO O NUOVA STRATEGIA DI DAESH

Gli attentati di Nizza e Rouen ripropongono purtroppo un’ennesima riflessione riguardo al terrorismo di matrice islamista ed all’incapacità dei servizi di sicurezza francesi nel contrastarlo. Lo stesso autore di Nizza, il tunisino Mohamed Lahouaiej Bouhlel, secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti francesi, non era un musulmano praticante. L’ignobile autore della...

(4 Agosto 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Siria. Il Fronte Al Nusra si separa da Al Qaeda, con il consenso dei sauditi

Il fronte Al Nusra si separa dal suo principale sponsor globale: Al Qaeda. Per la prima volta dalla sua nascita in Siria nel 2012, il suo fondatore, Abu Muhammed al Jolani, ha mostrato il suo volto e, attraverso un video inviato all’emittente Al Jazeera, ha comunicato che “il Fronte Al Nusra si scioglierà e confluirà nel Fronte di Conquista del Levante (JabhatFatah al...

(4 Agosto 2016)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

11 SETTEMBRE. L’ARABIA SAUDITA DIETRO GLI ATTENTATI

Mentre il mondo è colpito da attentati terroristici di matrice jihadista, una scomoda verità è emersa nei confronti dell’Arabia Saudita, considerato uno dei principali sponsor della galassia jihadista globale. Il rapporto di 28 pagine del Congresso relativo agli attentati dell’11 Settembre 2001, secretato per 15 anni, è stato finalmente pubblicato in questi...

(26 Luglio 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

SIRIA: LE TRUPPE DI DAMASCO CIRCONDANO AL NUSRA AD ALEPPO.

L’UE AVVIA IL DIALOGO CON AL ASSAD

“Una delle maggiori vittorie, dopo quella di Qalamoun e Tadmor (Palmira-ndr), per importanza strategica e militare”: così in un comunicato ufficiale il ministero della difesa siriano ha annunciato la scorsa settimana di aver definitivamente circondato le milizie jihadiste del Fronte al Nusra ad Aleppo. La notizia, rimasta nell’indifferenza generale per gran parte della stampa...

(13 Luglio 2016)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

STRAGE DI DHAKA. LA LOTTA DEL TERRORE TRA ISIS E AL QAIDA

Se l’obiettivo era attirare l’attenzione mondiale, il risultato ottenuto dagli attentatori in Bangladesh è pienamente riuscito. In effetti colpire indiscriminatamente persone innocenti nella loro quotidianità sembra diventato uno dei comuni denominatori che unisce l’attuale strategia del terrore islamico in genere, dallo Stato Islamico (ISIS o Daesh) ad Al Qaida. In...

(6 Luglio 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

SIRIA: GLI USA NON VOGLIONO LA FINE DELLA GUERRA

“Quest’anno l’estate sarà particolarmente “rovente” in tutto il territorio siriano”. Con questo titolo è uscito un editoriale del quotidiano libanese Al Akhbar legato ai numerosi fronti di combattimento in tutto il territorio siriano. Sicuramente lo scontro principale è nella parte settentrionale del paese vicino alle città di Aleppo,...

(30 Giugno 2016)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

ISRAELE VS HEZBOLLAH: QUESTIONE DI TEMPO

In occasione del prossimo decimo anniversario per il ricordo dell’invasione del Libano da parte dell’esercito israeliano nel 2006, la stampa libanese e quella di Tel Aviv sembrano aver cominciato a riprendere un argomento diventato ormai frequente e costante in questi mesi: il prossimo conflitto, ormai il terzo, tra Israele ed Hezbollah. Secondo molti analisti ed esperti dell’area,...

(16 Giugno 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

ISRAELE- ARABIA SAUDITA: ORMAI UNA SOLIDA ALLEANZA

L’alleanza tra Israele e Arabia Saudita in Medio Oriente continua a evolversi sempre più velocemente a livello di convergenze geo-politiche, militari ed economiche. Se, infatti, solo qualche mese fa i primi media orientali e occidentali cominciavano a parlare di relazioni e contatti tra i due stati, ormai si può parlare non solamente di una vera e propria normalizzazione dei rapporti...

(9 Giugno 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

IRAQ: TRA CONFESSIONALISMO E JIHADISMO

Quando nel 2003 il presidente americano George W Bush decise di attaccare ed invadere l’Iraq, in poco tempo il regime di Saddam Hussein venne sconfitto dalla coalizione internazionale, ma con esso fu subito distrutto tutto l’apparato militare, burocratico e di polizia all’interno dello stato iracheno. Nei successivi nove anni gli USA tentarono di ricostruire un apparato burocratico...

(29 Maggio 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

SIRIA: I CURDI ATTACCANO LA CAPITALE DELL’ISIS

Dalla battaglia per la difesa e la liberazione di Kobane, nel 2014, sono cambiate molte cose. Le forze curde di autodifesa (YPJ, YPG) hanno quasi concluso la fase di preparazione e di mobilitazione per l’attacco finale a Raqqa, capitale delle milizie jihadiste di Daesh (Stato Islamico o ISIS). L’agenzia stampa russa Sputnik ha, infatti, riferito che il presidente del partito dell’Unione...

(26 Maggio 2016)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

HEZBOLLAH: AUMENTEREMO LA NOSTRA PRESENZA IN SIRIA

Il discorso di venerdì del segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha sedato, se possibile, qualsiasi dubbio riguardo la morte del comandante Mustafa Badreddine in Siria. Come del resto avviene da tempo, in ogni momento di difficoltà del partito sciita, Nasrallah interviene con i suoi discorsi televisivi in maniera da indicare la linea politica e militare da seguire sia ai...

(23 Maggio 2016)

Stefano Mauro


in: «Siria, guerra civile e scontro tra potenze»

PALESTINA: 68 ANNI DI OCCUPAZIONE

Domenica 15 Maggio è stata celebrata, nei territori occupati, la commemorazione dei 68 anni della Nakba ( in arabo “catastrofe”) che rappresenta per il popolo palestinese l’esilio dalla propria terra e l’auto-proclamazione dello stato di Israele avvenuta il 15 Maggio 1948. Dopo la conclusione della prima guerra tra ebrei ed arabi, infatti, oltre settecentomila persone...

(19 Maggio 2016)

Stefano Mauro


in: «Palestina occupata»

UCCISIONE BADREDDINE: ENNESIMO OMICIDIO DI STAMPO JIHADISTA SU MANDATO ISRAELIANO

Il vice segretario generale di Hezbollah, Naim Qassem, ha annunciato che l’intelligence del partito sciita annuncerà nelle prossime ore “tutti i dettagli che hanno portato all’uccisione del comandante militare Mustafa Badreddine alias sayed Zulfikar”. In un discorso commemorativo, durante i funerali che si sono svolti a Ghobeyri quartiere a sud di Beirut e roccaforte...

(14 Maggio 2016)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

<<   | 1 | 2 |    >>

5768