il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Il Riformista

(7 notizie - pagina 1 di 1)

Rifondazione costituzionalizzata

Editoriale del Riformista di mercoledì 6 aprile 2005

Il successo di Nichi Vendola in Puglia è una di quelle situazioni che gli anglosassoni chiamano win win: la vittoria di uno è la vittoria di tutti. Di Vendola, ovviamente, che ha battuto Fitto dopo una campagna elettorale intelligente e fantasiosa. Di Fausto Bertinotti, che può salutare il suo Lula e dimostrare che la sinistra alternativa gioca allo stesso tavolo di quella riformista. Ma...

(11 Aprile 2005)

Il Riformista


in: «Elezioni regionali aprile 2005»

Perché sì. Aspettare l'onu è irrealistico

Supporto giuridico, servizi sociali e infrastrutture Così si rinnova la missione (militare) italiana in Iraq

La cattura di Saddam Hussein ha spianato la strada a una vittoria politica in Iraq, ma non ancora a un completo successo militare. Anzi, è molto probabile che la guerriglia continui e si intrecci - come la bomba di venerdì ha dimostrato - con una catena di vendette tribali e religiose. L'equilibrio tra sciiti e sunniti è stato rovesciato a favore dei primi, il rischio adesso è...

(23 Dicembre 2003)


in: «Dove va il movimento per la pace?»

Demonizzate Israele, qualcosa resterà

L'ambasciatore di Israele scrive e Il Riformista pubblica!

Caro direttore, un sondaggio della Commissione Europea ha mostrato che il 65% degli europei considerano Israele la più grande minaccia alla pace nel mondo. Più dell'Iran, più della Corea del Nord o della Siria, Israele, una democrazia occidentale di appena 6 milioni di abitanti, sarebbe la maggiore minaccia alla stabilità mondiale. Non potrebbe esserci ironia maggiore del...

(8 Novembre 2003)

L'autore è ambasciatore di Israele in Italia


in: «Palestina occupata»

"Il Riformista" va alla guerra

Iraq. La spaccatura dell'occidente è il vero rischio di questa crisi - editoriale del 27 Gennaio 2003

Ma che altro può fare Berlusconi? Non chiedetevi che cosa fareste voi. Qui non si tratta di scegliere la formazione della Nazionale. Chiedetevi che cosa dovrebbe fare l'Italia, di fronte alla crisi irachena. Qual è il suo interesse nazionale. Per un riformista, sarebbe difficile esprimere un giudizio migliore di questo: «Una spaccatura atlantica è il peggiore di tutti gli...

(29 Gennaio 2003)


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

La destra tradisce il mercato la sinistra non si lasci tentare

da "il riformista" del 29 novembre 2002

C'era una volta la scuola di Chicago. Un gruppo di filosofi, giuristi ed economisti ai quali si deve quel paradigma teorico trasformato in progetto politico da Margaret Thatcher e Ronald Reagan. Individuo e mercato, i due caposaldi dei Chicago boys, trionfarono contro collettivismo e stato. Poi venne la caduta del muro di Berlino. Crollate le antiche dighe, le acque si mescolarono. La sinistra scoprì...

(1 Dicembre 2002)


in: «Dove va il centrosinistra?»

Il "corporativismo di sinistra" ostacola le privatizzazioni

articolo de "Il Riformista" del 20 novembre 2002

NEO-CONFLITTI. La nuova Internazionale si chiama pubblico impiego Da Londra a Parigi a Roma, uno spettro s'aggira per l'Europa Se non fosse per la vertenza Fiat, il conflitto sociale di questi giorni in Europa vedrebbe come protagonisti solo i settori protetti, quelli del pubblico impiego e dei servizi. Segno di una accentuata sindacalizzazione in queste aree del lavoro dipendente, segno di una lotta...

(28 Novembre 2002)


in: «Dove va il centrosinistra?»

Adesso serve un "imperialismo" europeo

da "Il Riformista" del 28 ottobre 2002

Iraq e petrolio. Guerra, sicurezza e politica energetica di Marco Meini Delegato Fiom della Rsu Nuovo Pignone Il Nuovo Pignone vive vendendo macchine per estrarre e trasportare petrolio e gas. E' naturale, perciò, che la nostra azienda sia un osservatorio privilegiato del mercato globale conosciuto col nome di Oil&Gas. Si tratta di un mercato che influenza gli eventi politici planetari...

(2 Novembre 2002)


in: «Il polo imperialista europeo»

23861