IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c1:o4

 

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(10325 notizie - pagina 1 di 517)

Jeremy Corbin sottolinea la necessità di porre fine all’occupazione israeliana

Londra-PIC. Jeremy Corbin, neo rieletto capo del partito laburista inglese, ha sottolineato la necessità di terminare l’occupazione israeliana delle terre palestinesi, facendo appello ad adottare la soluzione dei due stati. Durante l’incontro laburista degli Amici della Palestina, Corbin ha espresso gratitudine per tutti coloro che difendono la pace e la giustizia in supporto del...

(30 Settembre 2016)

Agenzia stampa Infopal


in: «Palestina occupata»

Egitto, la denuncia sulla prigione-tomba di regime

Incubo e morte - Come in un racconto di Edgar Allan Poe, il titolo dice quasi tutto: “Siamo nelle tombe”. Ma non ci troviamo davanti a un trattato d’archeologia su Piramidi e faraoni. Le tombe in questione sono le celle di una delle peggiori prigioni d’Egitto, il cosiddetto Scorpione all’interno della struttura penitenziaria di Tora, a sud della capitale. Lì i...

(29 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

SHIMON PERES. E’ stato davvero una “colomba”?

Figura controversa, l’ex capo di stato israeliano, considerato un uomo di pace in Occidente, era detestato da tanti palestinesi che lo accusavano di mascherare, con la sua retorica pacifista, il volto intransigente di Israele Si è spento la scorsa notte, all’età di 93 anni, in un ospedale di Tel Aviv, Shimon Peres, ex presidente di Israele e uno degli uomini politici israeliani...

(28 Settembre 2016)

Michele Giorgio - Nena News


in: «Palestina occupata»

Ghani abbraccia il macellaio di Kabul

L’alleato fondamentalista - La navigazione governativa a vista messa in atto negli ultimi mesi dal presidente afghano Ghani approda a un primo passo verso un obiettivo, per ora rifiutato dai destinatari. Quest’obiettivo è stabilire una pacificazione coi riottosi talebani e per convincerli Ghani imbarca nientemeno che Hekmatyar, uno dei più spietati signori della guerra locali....

(23 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Sam Millar, "On the brinks, Memorie di un irriducibile irlandese"

Milano, Milieu, 2016, pp. 326, € 16,90.

Nello scenario dell’editoria indipendente italiana, la Milieu di Milano va distinguendosi per la pubblicazione di biografie o autobiografie di quei personaggi segnati da un’esistenza picaresca tra il banditismo e il sovversivismo: irregolari, ribelli, militanti politici, artisti e altro. Per questa pubblicazione, sulla bella immagine di copertina si staglia un titolo color verde che ci...

(21 Settembre 2016)

Silvio Antonini

L’Egitto di Sisi e la riforma delle ristrettezze

Quel che Giulio Regeni ricercava e studiava, anche in contatti trasformatisi in una trappola (col responsabile del sindacato ambulanti Mohamed Abdallah informatore del Mukhabarat), è una realtà difficile da nascondere. Un Paese con gravissimi problemi economici, cui non bastano né i 16 miliardi di petrodollari sauditi, che chiedono in cambio la riacquisizione dell’isola...

(21 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

Tutte e tutti a Roma il 24 settembre!

La Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana fa proprio l'appello del Gruppo Anarchico "Carlo Cafiero" - FAI di Roma, ed invita tutte le realtà federate ad attivarsi per la più ampia partecipazione allo spezzone rosso e nero alla manifestazione del 24 settembre a Roma. Il colpo di stato in Turchia ha permesso al governo turco di imporre lo stato di emergenza,...

(21 Settembre 2016)

La Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

Brzezinski e le tavole del Nuovo testamento americano

Mike Whitney scrive che Brzezinski rinuncia all’impero americano perché con l’articolo “Toward a Global Realignment”(Verso un nuovo allineamento) “ha fatto una rapida svolta a U e ha abbandonato il piano egemonico degli Stati Uniti”. E aggiunge: “Purtroppo, è improbabile che l'approccio più cauto di Brzezinski sarà seguito dal...

(20 Settembre 2016)

Michele Basso


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Kashmir insanguinato, soldati indiani sotto tiro

Un agguato con diciassette militari uccisi riaccende la tensione fra India e Pakistan. Le vittime sono soldati indiani della base di Uri, attaccati da un commando di quattro uomini che è stato poi eliminato dai rinforzi indiani. La struttura si trova a ridosso d’una zona cuscinetto d’oltre trenta chilometri che divide le due nazioni per il conteso Kashmir, regione ampia e montuosa...

(19 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

L’imperialismo statunitense e italiano
e l’aggressione alla Libia

La situazione della Libia e del suo popolo, di cui ci siamo occupati recentemente con altri articoli(1), è sempre più drammatica. Il 28 agosto scorso Emergency (2), ha annunciato di dover interrompere, per ragioni di sicurezza, le attività sanitarie e di dover abbandonare l’ospedale di Gernada, nell’est della Libia. L’associazione aveva offerto scorte di medicinali...

(18 Settembre 2016)

Patrizia Cammarata - PdAC


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

Afghanistan-India, prove di collaborazione

Il presidente afghano Ghani incontra l’omologo indiano Modi, gli stringe ardentemente la mano e incamera con l’altra un miliardo di dollari. Modi afferma al contempo che l’India s’impegnerà a garantire unità, sovranità, pace, stabilità e prosperità all’Afghanistan. Tutte speranze e dichiarazioni d’intenti perché questa nazione...

(14 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

NO AL FOLLE INVIO DI CENTINAIA DI SOLDATI ITALIANI NEL CARNAIO LIBICO

Ricorrendo a uno squallido, infame escamotage la ministra della Difesa e il Ministro degli Esteri annunciano il prossimo invio di centinaia di soldati italiani in Libia, follia delle follie. La Libia è ridotta nelle attuali tremende condizioni di guerra civile a causa della scellerata guerra mossa contro quel paese dall'Italia e da altri stati terroristi, veteroimperialisti e neocolonialisti...

(14 Settembre 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

ALLA GUERRA! ALLA GUERRA!

Mentre l’ambasciata USA a Roma non trova di meglio che intromettersi nelle vicende referendarie italiane sostenendo il Sì alle deformazioni costituzionali, il governo italiano rompe gli indugi e si presenta sul teatro di guerra libico come protagonista inviando sul posto una portaerei e un nucleo di paracadutisti. E’ necessario però ricordare due punti come antefatto: Il...

(13 Settembre 2016)

Franco Astengo


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

TERTIUM NON DATUR

Stati Uniti d'Europa: «o impossibili o reazionari»

Il dibattito sul referendum britannico e sul suo esito favorevole all’opzione di uscita dall’Unione europea ha conosciuto in Italia toni accesi, non di rado viscerali. Si sono manifestate posizioni di aperta simpatia nei confronti del Leave e di rifiuto dell’integrazione europea, fenomeno questo un tempo molto meno presente in una realtà, come quella italiana, dove l’adesione...

(13 Settembre 2016)

Prospettiva Marxista

Turchia, nuovi arresti fra gli intellettuali

Si chiamano Altan, come il vignettista friulano da noi famosissimo per quella satira più che tagliente che ha preso il posto degli iniziali fumetti per bambini. Gli Altan turchi sono il giornalista Ahmet e il fratello Mehmet, economista e accademico che come migliaia di altri concittadini sono finiti in manette. L’arresto è avvenuto ieri, l’accusa è la stessa che da...

(12 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

NON DIMENTICHEREMO MAI IL SACRIFICIO DELLE COMPAGNE E DEI COMPAGNI CILENI

Quarantatré anni fa: l'11 settembre 1973 in Cile il golpe fascista sostenuto dall'amministrazione USA e organizzato dal segretario di stato Henry Kissinger, pose fine al Governo di sinistra, democraticamente eletto, di Unidad Popular guidato dal socialista Salvador Allende. Migliaia di cileni furono uccisi, imprigionati, deportati, costretti all’esilio (nei tre anni successivi al golpe...

(11 Settembre 2016)

Franco Astengo


in: «America latina: un genocidio impunito»

Afghanistan, l’assedio continuo

La via dell’assedio - L’ultimo annuncio giunge da Tarinkot, cittadella di settantamila anime, nella provincia dell’Uruzgan che di abitanti ne ha poco più di trecentomila, né piccola, né grande ma certamente scarsamente ricordata nelle cronache dall’Afghanistan. E’ una provincia che sta a nord di Kandahar, l’antica Alessandria Arachosia dei tempi...

(9 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Regeni, una storia senza misteri

Nessun mistero - Duecentoventicinque pagine per descrivere le torture patite per giorni da Giulio Regeni, su quel corpo che – come afferma sua madre – “era riconoscibile solo dalla punta del naso e stronca ogni tentativo di depistaggio”. Nella meticolosa relazione seguita all’autopsia il professor Fineschi descrive le condizioni del cadavere da cui si desumono indicibili...

(8 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

Piccole anime nel mondo: i numeri dei rifugiati-bambini

Numeri che impressionano, ma che non scaldano quelle mani che i venti “signori e signore G” incontratisi in questi giorni a Hangzhou si sono stretti senz’ardore e soprattutto senza stabilire granché. E tacciamo sui loro cuori. Bambini sparsi per il mondo, come denuncia il documentato rapporto per il 2015 dell’Unicef, redatto in collaborazione con l’Unhcr: 1 su...

(7 Settembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Palestina. Scioperi della fame nelle carceri israeliane contro la detenzione amministrativa

La protesta dei detenuti palestinesi continua a diffondersi a macchia d’olio nelle carceri israeliane. Sono, infatti, oltre 300 i prigionieri che hanno cominciato uno sciopero della fame di massa per protestare contro la famigerata “detenzione amministrativa”, illegittimamente utilizzata delle autorità di Tel Aviv. La contestazione, utilizzata da diversi anni ma prevalentemente...

(7 Settembre 2016)

Stefano Mauro


in: «Siamo tutti palestinesi»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

893140