IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c1:o4

 

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(10448 notizie - pagina 1 di 523)

25 Aprile: lottiamo contro la reazione e la guerra generate dall’imperialismo!

L’offensiva del capitale contro il lavoro continua con licenziamenti e riduzioni di salario. L’’involuzione autoritaria e repressiva dell’apparato statale procede con nuovi provvedimenti, come il decreto Minniti-Orlando. Lo scontro fra paesi imperialisti e capitalisti rischia di condurre l’umanità verso una nuova guerra imperialista generale, mentre la borghesia...

(24 Aprile 2017)

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

L'attentato a Parigi è una dichiarazione di voto per Le Pen

L'attentato islamista di ieri sera a Parigi segna un pesante intervento politico, sanguinario e mediatico nella campagna elettorale presidenziale francese. Colpire la polizia a tre giorni dal primo turno, che potrebbe vedere l'iniziale affermazione della candidata del Front National, è la migliore dichiarazione di voto che l'islamismo può dare per la Le Pen. Le forze dell'ordine francesi...

(21 Aprile 2017)

Partito Comunista dei Lavoratori


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Una dottrina interpretativa per il nuovo presidente Donald Trump.

Dal muro anti migranti al nucleare militare sino a “America First”: un budget per rendere l’America di nuovo grande

Una nuova consapevolezza ha fatto irruzione nel mondo degli analisti militari e degli esperti in politica estera: per decifrare il pensiero di Trump c’è bisogno di una dottrina interpretativa. Michael Moore nel 2016 l’aveva detto: c’è il rischio che "a una buona fetta dell'elettorato possa piacere tanto sedere in tribuna e godersi il reality show" rappresentato da...

(19 Aprile 2017)

Rossana De Simone


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Erdogan, i buchi neri del trono più grande

Fra il successo storico proclamato dal mentore della Turchia del Terzo Millennio, i festeggiamenti e le prime esuberanze dei propri fan, i complimenti che sanno di promozione dei grandi che contano (Trump e Putin), compaiono i buchi neri d’una vittoria dimezzata. In testa le accuse diirregolarità su cui ha detto la sua la stessa Osce, che per bocca di osservatori locali afferma “talune...

(18 Aprile 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

L’impossibile pacifica spartizione della Libia fra i capitalismi europei e mondiali

In Libia sono in gioco due importanti questioni: la prima tratta principalmente di oro nero, la seconda dei nuovi assetti strategici nel vasto scacchiere del Mediterraneo orientale. Naturalmente gli accordi più importanti tra gli Stati su questi temi vengono stipulati lontano dai clamori dei mezzi di informazione, incaricati di deviare l’attenzione su temi pretestuosi: la lotta al terrorismo...

(17 Aprile 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

TURCHIA: UN PAESE SPACCATO IN DUE SI AFFIDA A UNA DITTATURA PERSONALE

Questo l’esito del referendum in Turchia a spoglio praticamente completato SI%51.32, voti 24.734.963 NO %48.68, voti 23.460.681. L’affluenza è stata all’incirca dell’84% (su 55 milioni di iscritti, 48 milioni di voti validi) Con questo risultato che dimostra come il Paese sia spaccato in due l’esito concreto sarà questo:In ogni caso Erdogan avrà...

(17 Aprile 2017)

Franco Astengo


in: «I cento volti della Turchia»

Turchia, il presidenzialismo passa di strettissima misura

Evet vince ma non libera Erdogan dall’incubo di un immenso hayir che diventa un muro di ventitre milioni e mezzo di contrari, il 48,67% del voto finale di un elettorato che ha raggiunto l’alta partecipazione dell’86%. Così il margine fra la Turchia che approva riforma e quella che la voleva respingere s’assottiglia a un milione duecentocinquantamila elettori, pochissimi...

(16 Aprile 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

L’Iran di Rohani, convergenza di passato e futuro

Mentre si presentano le candidature alla presidenza iraniana - c’è tempo sino a domani quindi entro il 26 aprile il Consiglio dei Guardiani esporrà il suo parere - l’unica figura di spicco sicura al giudizio delle urne è il presidente uscente Rohani. Una sua rielezione è probabile. Dal 1981 l’elettorato ha sempre offerto un secondo mandato a chi veniva...

(15 Aprile 2017)

Enrico Campofreda

La Guerra fredda di Stranamore-Trump

“… Beh, insomma, è successo questo: uno dei nostri comandanti di base ha... ha... ha... ha avuto come... beh, insomma, gli è girato il boccino. Beh, sai, è diventato un po'... strano, e... Insomma, ha fatto una sciocchezzuola... Ecco, adesso ti dico cosa ha fatto: ha ordinato ai suoi aerei di venirvi a bombardare…” (Il dottor Stranamore, Stanley Kubrik,...

(14 Aprile 2017)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

L'ACCELERAZIONE AMERICANA
NEL CONFRONTO
PER LA SPARTIZIONE IMPERIALISTICA
DELLA SIRIA

L’attacco missilistico condotto dagli Stati Uniti nelle prime ore del 7 aprile contro una base delle forze del Governo di Damasco è un’accelerazione in una spartizione imperialistica che, ormai sempre più chiaramente, costituisce il carattere fondamentale del conflitto che ha lacerato la Siria. Si tratta, più che di un colpo volto a far saltare il tavolo del ridisegno...

(14 Aprile 2017)

Prospettiva Marxista


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

LA PACE COME PRIORITA' ASSOLUTA

Ancora grazie, scusandomi per il disturbo, a chi condividendo vorrà aiutarmi a diffondere non tanto questo testo ma l’idea di una assoluta necessità di costruire un Internazionalismo della Pace. La drammaticità della situazione internazionale impone la pace come priorità assoluta nell’impegno politico e culturale, come del resto accade sempre nella storia e senza...

(14 Aprile 2017)

Franco Astengo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Turchia davanti al referendum di Erdogan

S’approssima il voto popolare sul presidenzialismo turco. Nel fine settimana Erdogan s’è recato nella tana del lupo: l’Istanbul riottosa, laica, ribelle, colei che con la rivolta del Gezi park ha segnato l’avvìo della terza fase politica del percorso del premier e ora presidente, caratterizzata dallo scontro e dal dominio. Incondizionati. Quella, comunque, è...

(11 Aprile 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

L’infinita domenica delle salme

La domenica delle salme celebrata in Egitto, scegliendo data e simboli precisi: un giorno speciale per il mondo cristiano che agita le palme della pace e luoghi di culto di una comunità religiosa di frontiera qual è quella copta, offrono conferme dei nuovi scenari battuti dall’Isis. Se ne discute da tempo: strappare territori occupati per due anni dallo Stato Islamico, produce...

(10 Aprile 2017)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

Incontro – discussione sulla guerra, per dare vita ad un Centro di documentazione contro la guerra

Un centro che produca informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo del cosiddetto “islamismo radicale”

Il nemico non è oltre la frontiera Giovedì 13 aprile h 21 presso la Libreria Calusca, Via Conchetta 18 – Milano Incontro – discussione Per dare vita ad un Centro di documentazione contro la guerra Un centro che produca informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo...

(10 Aprile 2017)

centro di documentazione contro la guerra


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

IL PENTAGONO SFERRA UN RAID MISSILISTICO CONTRO UNA BASE
AEROPORTUALE SIRIANA VICINO HOMS.

E’ UN ATTACCO DIRETTO
CONTRO DAMASCO E UN ATTO DI GUERRA TERRORIZZANTE CONTRO
OGNI ALTRO PAESE INDIPENDENTE

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il volantino redatto due giorni fa da Rivoluzione Comunista in merito all'attacco statunitense contro una base portuale siriana I LAVORATORI E I GIOVANI DEL MONDO INTERO MANIFESTINO IL LORO SDEGNO E ODIO CONTRO LA CRICCA DI POTERE STATUNITENSE E LE MACCHINE DI GUERRA IMPERIALISTICHE E STATALI IN NOME DELL’INTERNAZIONALISMO PROLETARIO Alle 2,45 del 7 aprile,...

(10 Aprile 2017)

L’Esecutivo Centrale di RIVOLUZIONE COMUNISTA


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

Ginevra, 15-16-17 aprile: Conferenza Nazionale Democratica Siriana

Per una Siria democratica, unita, e libera

Le notizie che ci giungono dalla Siria sono ogni giorno più drammatiche. Per colpe sia del regime di Assad sia dei ribelli armati, infuria un conflitto sempre più aspro e sanguinoso. Sul quale si innesta lo scontro tra potenze, esacerbato dalla scelta del presidente USA Trump di prendere a pretesto il recente, gravissimo episodio avvenuto a Khan Sheikhoun - di cui peraltro non è...

(9 Aprile 2017)

Comitato della Conferenza di Ginevra


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

Condanniamo il brutale attacco USA alla Siria
FUORI TUTTE LE POTENZE IMPERIALISTE DALLA REGIONE!
COSTRUIAMO UN AMPIO FRONTE CONTRO LA GUERRA,
PER USCIRE DALLA NATO E DALLA UE!

L’attacco missilistico ordinato dall’ultrareazionario presidente USA Donald Trump, che ha utilizzato come pretesto un presunto utilizzo di armi chimiche da parte del regime di Assad di Siria, conferma che si aggrava la disputa interimperialista, mentre la politica di guerra e il riarmo fanno grandi passi avanti. Altro che le fandonie di opportunisti e populisti, che fino a ieri diffondevano...

(8 Aprile 2017)

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

MANCANO LA POLITICA ESTERA E IL MOVIMENTO PER LA PACE

Care compagne e cari compagni, nel trasmettervi le poche note che seguiranno mi permetto rivolgere a tutte/i un pressante invito perché si consideri da subito l’assoluta necessità di promuovere una organicità d’intenti e di organizzazione sul tema della pace iniziando con il convocare una serie di manifestazioni pubbliche, in varie forme, su questo tema assolutamente...

(8 Aprile 2017)

Franco Astengo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

SULL'ORLO DELLA GUERRA

Questa la notizia: Con 59 missili Tomahawk lanciati da due portaerei al largo del Mediterraneo Donald Trump dà una svolta alla sua presidenza e a sei anni di guerra in Siria. La reazione americana per la strage di Khan Sheikhoun in cui martedì mattina sono morte più di 80 persone, fra cui 28 bambini, è arrivata poco dopo le 8,40 ora di New York, quando nel Mediterraneo...

(7 Aprile 2017)

A cura di Franco Astengo


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

Turchia, il presidenzialismo batte sull’urna

Il referendum turco, che domenica 16 deciderà se approvare la riforma costituzionale varata dal parlamento, ha un’onda lunga che s’agita sin da gennaio. I deputati del Meclis votavano i diciotto emendamenti dopo essersi scazzottati e gli attivisti del sì e del no ne hanno, in alcune circostanze, emulato le gesta. Il presidente in carica Erdogan, che da questa mutazione genetica...

(6 Aprile 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

946807