IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c1:o4

 

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(9802 notizie - pagina 1 di 491)

L’Unione europea ? Una galera di popoli

Marx ed Engels, come è noto, consideravano necessaria, per lo sviluppo del movimento operaio, la formazione di stati nazionali, Germania, Italia, Ungheria, Irlanda, Polonia... Lo stato nazionale democratico era la condizione migliore perché il movimento operaio e la lotta di classe potessero svilupparsi pienamente. Alla vigilia della 1 guerra mondiale, l’Europa occidentale, gli...

(27 Marzo 2015)

Michele Basso

Dubai - I lavoratori migranti si ribellano allo sfruttamento estremo

Scritto da Jack Rising, da www.marxist.com Martedì 10 marzo, centinaia di lavoratori edili migranti hanno dato vita ad un breve sciopero illegale nel cantiere di Fountain Views a Dubai. Questo sciopero dimostra come le contraddizioni esplosive dovute al peggioramento delle condizioni di vita che devono affrontare i lavoratori migranti nel Golfo stanno raggiungendo un livello in cui la repressione...

(26 Marzo 2015)

marxismo.net


in: «Paese arabo»

Afghanistan, presenza duratura

In barba a ogni tattica diversificatrice, che nei mesi scorsi l’ha condotto al cospetto del temuto Pakistan e anche a sondare l’ipotesi d’un rilancio di trattative coi talebani interni (rete di Haqqani e alleati), il presidente afghano Ghani ha ripreso la strada maestra tracciata dal grande tutore statunitense. Nell’intervento tenuto ieri alla Casa Bianca ha avallato la dichiarazione...

(25 Marzo 2015)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

L’altra voce del Sudafrica in lotta :
Ruth First

- Parte seconda -
L’Antigone sudafricana che difese i diritti dei Neri e degli sfruttati.

Ruth First nasce a Johannesburg il 4 maggio 1925 e muore assassinata a Maputo (Mozambico) il 17 agosto 1982 dagli agenti della Sezione A della polizia politica di Pretoria. E’ una delle più note attiviste dell’ANC, l’organizzazione guidata da Nelson Mandela. I suoi genitori, Matilde Leventon e Julius First, ebrei originari della Lettonia, si erano stabiliti, fin dal 1906,...

(25 Marzo 2015)

Loredana Baglio


in: «Scenari africani»

Serbia, fatidico anniversario

di Rodolfo Bueno (*) Questo martedì, 24 marzo si compiono 16 anni dall’inizio dell’intervento armato in Serbia, guerra in cui parteciparono circa 1.000 aerei che andavano a bombardare quel paese partendo dalle basi NATO in Italia e dalla portaerei nordamericana Theodore Roosevelt, che stazionava nel Mediterraneo. Tra quella data e il 12 giugno 1999 la NATO, che potrebbe benissimo...

(24 Marzo 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”


in: «Kosovo: le macerie della "guerra umanitaria"»

Ebola. Non se ne parla più ma in Africa si continua a morire

Di Ebola non si parla più: dopo la gioia per la guarigione del medico italiano, scongiurato il rischio contagio in Europa e America, la terribile epidemia che ha causato circa 10mila morti è scomparsa dalle prime pagine dei giornali, l’Africa è stata lasciata ancora una volta sola. Eppure l’infezione continua a dilagare, l’Ebola continua ad uccidere, continua...

(23 Marzo 2015)

Valentina Valentini - DirittiDistorti


in: «Scenari africani»

I COBAS AL FORUM SOCIALE MONDIALE DI TUNISI (24 -28 marzo 2015)

Il Comitato Organizzatore del Forum Sociale Mondiale di Tunisi, nella sua riunione dopo l’attentato terrorista al Museo del Bardo - preso atto del sostegno al Forum e alla Tunisia da parte di oltre 4000 organizzazioni sociali di tutto il mondo, che hanno rinnovato la loro totale adesione e la volontà di partecipare a questo momento eccezionale di mobilitazione popolare in Tunisia e nella...

(22 Marzo 2015)

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS

Il Messaggio di Abdullah Ocalan al Newroz 2015- Amed

A TUTTO IL NOSTRO POPOLO Saluto il nuovo giorno [Newroz] di tutto il nostro popolo e degli amici schierati con la pace, l’uguaglianza, la libertà e la democrazia. La crisi causata dalle politiche neoliberiste imposte a tutto il mondo dal capitalismo imperialista e dai suoi dispotici collaboratori locali porta effetti sulla nostra regione e sul nostro paese. In questo contesto di crisi,...

(21 Marzo 2015)

UIKI


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

NECESSITA' DELLA GUERRA PER IL CAPITALE
NECESSITA' DELLA RIVOLUZIONE PER IL PROLETARIATO

CONFERENZA PUBBLICA A GENOVA
Sabato 28 marzo 2015, alle ore 15,30 in Salita degli Angeli 9 R (Dinegro - Ge)

Nel capitalismo le imprese devono produrre sempre più merci e a costi sempre inferiori per battere la concorrenza. Questa necessità di crescere senza mai fermarsi è al tempo stesso la forza e la condanna del Capitale. Crescendo esso genera la condizione per il potenziale benessere di tutta l’umanità: una forza produttiva del lavoro che in epoca precapitalista, solo...

(21 Marzo 2015)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Assedi, trincee, crociati

Fra i commenti di taluni opinion leader di blasonati quotidiani nostrani sulla strage in Tunisia e il pericolo Isis scegliamo quelli de La Repubblica del 19 marzo e gli odierni de Il Corriere della Sera. Al cospetto degli imbarazzati vuoti dei Paesi dell’Unione Europea, all’inesistenza d’una politica internazionale unitaria su scala globale e pure locale, alla goffaggine autolesionista...

(20 Marzo 2015)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Tunisia – Un attacco alla rivoluzione

Il terribile attentato di ieri a Tunisi che ha causato più di venti morti è un attacco diretto alla rivoluzione tunisina. La strage al museo del Bardo mira a seminare il terrore tra la popolazione, che in gran parte, anche alle ultime elezioni, aveva rigettato le frange più estremiste dell’islamismo politico. I terroristi sperano così di far avanzare il loro progetto...

(19 Marzo 2015)

SINISTRA ANTICAPITALISTA


in: «Paese arabo»

PER L'IMPERIALISMO ITALIANO
RILANCIO INTERNAZIONALE A TUTTI I COSTI

Editoriale del n. 27 di "Alternativa di Classe" A forza di macabre immagini di teste mozzate il “Califfato Islamico”, meglio noto come ISIS, si è fatto propaganda in tutto il mondo, con la collaborazione dei principali media. Quando è stata la volta di ventuno ostaggi cristiani egiziani, Al Sisi, il Presidente dell'Egitto, ha risposto il 16 Febbraio, bombardando un'area libica...

(19 Marzo 2015)

Alternativa di Classe


in: «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

TERRORISMO E CONTRADDIZIONI GLOBALI

La strage di Tunisi viene valutata, dalla generalità dei giornali “progressisti” italiani da Repubblica al Manifesto come un attacco diretto all’unica primavera araba ancora esistente e alla facilità con la quale, nella destabilizzazione libica, militanti presuntamente jihadisti scorrazzano lungo i porosi confini tra Tunisia e Libia. Sarebbe il caso, invece, di approfondire...

(19 Marzo 2015)

Franco Astengo


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Isis: azzerare il turismo

Eccolo l’Isis temuto, nel cuore del Mediterraneo, molto più che Bengasi e Derna. A un passo dall’Italia che è Lampedusa, ma anche la Roma eterna su cui la propaganda del Daesh fa sventolare la minacciosa ombra del suo stendardo nero. Nell’attentato di Tunisi, venti vittime più due jihadisti, il bersaglio è chiarissimo: l’attività turistica....

(18 Marzo 2015)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

Identificati 18 Palestinesi torturati a morte in Siria

Damasco-Quds Press. Lunedì 16 marzo, un gruppo di lavoro per i palestinesi della Siria ha sottolineato il notevole aumento delle vittime della tortura tra i rifugiati palestinesi incarcerati nelle prigioni del regime siriano e il cui cadavere è stato identificato attraverso foto pubblicate giorni prima. Il gruppo ha dichiarato che, attraverso foto fatte trapelare fuori dal carcere,...

(18 Marzo 2015)

Agenzia stampa Infopal


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

LE “NUOVE” RELAZIONI TRA CUBA E USA: SARA’ DAVVERO POSSIBILE APPRENDERE L’ARTE DELLA CONVIVENZA CIVILIZZATA?

I Giovani Comunisti di Forlì e l’Associazione Su La Testa sono lieti di invitare la cittadinanza interessata GIOVEDI’ 19 MARZO alle ore 20,30, presso IL CENTRO CULTURALE SAN FRANCESCO L’URLO in VIA MARCOLINI, 4 FORLI’ ad una serata di approfondimento su CUBA e sulle “nuove” relazioni internazionali che, anche a seguito della liberazione dei 5 prigionieri...

(17 Marzo 2015)

Laura Foschi Segreteria PRC federazione di Forlì Chiara Scarpellini Giovani Comunisti Forlì


in: «Dalla parte di Cuba»

Straordinaria partecipazione italiana alle delegazioni del Newroz in Kurdistan

L'Ufficio di Informazione del Kurdistan in Italia informa che quest'anno le tradizionali delegazioni in partenza dall'Italia per partecipare in qualità di osservatori internazionali al Newroz hanno registrato una straordinaria partecipazione, più che raddoppiata rispetto allo scorso anno. Circa 120 persone fra giornalisti, sindacalisti, avvocati, rappresentanti della società civile,...

(17 Marzo 2015)

UIKI Onlus Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

Cairo due, il profumo dei soldi

Vecchia Cairo, addio. Occorrerà dimenticare Tahrir, Khalili, il vicolo del Mortaio, roba dall’odore stantio di rivoluzioni passate e di letteratura d’antan. Il sogno del domani è ampio 700 chilometri quadrati, tutti a est della capitale, un miracolo fiancheggiato da due enormi autostrade: Suez Road e Ain Sokhna Road. Nella metropoli futura, ricca di grattacieli, ci sarà...

(16 Marzo 2015)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

Perchè l’Unione Europea vuole un suo esercito?

di Manuel Medina (*) Sulla nuca europea soffiano di nuovo venti di guerra. Negli ultimi tre decenni l’asse Stati Uniti-Unione Europea ha potuto mantenere senza apprezzabile concorrenza la sua egemonia economica e politica sul resto del pianeta. Ma, trascorsi 25 anni dalla caduta dell’Unione Sovietica il panorama mondiale ha fatto una svolta di 180°.Nuove potenze capitaliste emergenti...

(16 Marzo 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli


in: «Il polo imperialista europeo»

18-20 marzo, in Italia Omar Barghouti, intellettuale palestinese

Dal 18 al 20 marzo, Omar Barghouti, intellettuale palestinese e autore del libro Boicottaggio, Disinvestimento, Sanzioni: La Lotta Globale per i Diritti dei Palestinesi, sarà in Italia per tre incontri pubblici a Roma, Torino e Bologna. Ispirato dal boicottaggio del Sudafrica dell'Apartheid, il movimento nonviolento BDS lanciato dalla società civile palestinese è attivo a livello...

(15 Marzo 2015)

BDS Italia


in: «Siamo tutti palestinesi»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

630177