IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c1:o4

 

Archivio notizie

Imperialismo e guerra

(10420 notizie - pagina 1 di 521)

Attentato a Londra, l’arma della normalità

Nella strategia della morte che l’Isis rivolge ai cittadini occidentali, avviata con gli attentati spettacolari di Parigi nel novembre 2015 e proseguita l’anno scorso all’aeroporto di Bruxelles e poi a Promenade des Anglais di Nizza, al mercatino antistante Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche di Berlino e ancora al “Reina club” di Istanbul, traspare una sorta di evoluzione...

(23 Marzo 2017)

Enrico Campofreda


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Erdogan, il gioco del terrore

Il Newroz, l’antichissima festa del fuoco dei popoli mesopotanici, legata all’avvio della primavera e coincidente col proprio Capodanno, infiamma i già roventi rapporti fra turchi e kurdi, in una triangolazione estesaalla Germania. In questo fine settimanaa Francoforte diecimila attivisti e sostenitori della comunità kurda hanno sfilato per via suscitando le ire del presidente...

(20 Marzo 2017)

Enrico Campofreda


in: «La lotta del Popolo Kurdo»

Afghanistan, una guerra ravvivata dai droni

Della cosiddetta “guerra al terrore”, lanciata dal W. Bush jr addirittura nelle ore seguenti agli sconvolgenti attacchi alle Torri gemelle e al Pentagono, l’Afghanistan è stato il laboratorio principe. Dopo sedici anni e dopo il ritiro da quel territorio di gran parte delle truppe Nato di terra, il laboratorio è sempre aperto. Il conflitto prosegue con altri mezzi,...

(15 Marzo 2017)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Turchia-Ue, se i nazisti siamo noi

Sull’ennesimo ostracismo rivolto a politici del governo turco (l’ultimo ha riguardato della ministra della famiglia Fatma Betul Sayan Kaya, cui è stato impedito un incontro coi concittadini immigrati da temersi presso il Consolato turco di Rotterdam) torna a tuonare il presidente Erdogan. Non solo ha ripreso il refrain sul mai morto germe nazista usato nei giorni scorsi contro l’esecutivo...

(13 Marzo 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

Libano. Hezbollah e Aoun avvertono Israele

Diventa sempre più alta la tensione lungo il confine tra Libano ed Israele. La stessa stampa di Tel Aviv, oltre ad alcuni esponenti politici e militari, continua ad evocare e parlare della prossima guerra, la terza, tra l’esercito sionista ed Hezbollah. “Israele continua con la propria propaganda colonialista e di aggressione” ha dichiarato in un recente discorso sulla situazione...

(10 Marzo 2017)

Stefano Mauro


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

L’ospedale di Kabul ostaggio dei “medici” dell’Isis

Trenta morti ieri nell’ospedale Sardar Daud Khan di Kabul: personale sanitario e pazienti sono stati falciati a colpi di kalashnikov da miliziani dell’Isis travestiti da medici. Questi sono penetrati nell’edificio, posto nella zona più vigilata della capitale a neppure un paio di chilometri dall’ambasciata statunitense, dopo che un kamikaze s’era fatto esplodere...

(9 Marzo 2017)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Erdogan: i divieti tedeschi odorano di nazismo

Il battibecco a distanza fra Angela Merkel e Recep Tayyip Erdogan sta allargando l’orizzonte e rischia un attrito diplomatico di più ampie proporzioni. Ieri il presidente turco ha agitato lo spettro del nazismo, lanciando pesanti accuse all’intero establishment tedesco, a suo dire responsabile del divieto (seguito a quelli già espressi da Olanda e Austria) rivolto a membri...

(6 Marzo 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

Bilancio di una rivoluzione nazionale falsamente ammantata di socialismo

In morte di Fidel Castro

La nostra corrente, nella sua storia ormai ultrasecolare, si è costantemente caratterizzata per una profonda avversione nei confronti di ogni forma di esaltazione degli individui, per la ripulsa di ogni idolatria di capi sagaci, di “uomini della provvidenza” e dell’idea che un singolo uomo, si trovi pure alla guida della nazione più potente del mondo, possa cambiare...

(5 Marzo 2017)

Partito Comunista Internazionale

Caso Yucel, le vendette del sultano

La vicenda che ha condotto da due settimane in carcere il giornalista tedesco di origine turca Deniz Yucel è di quelle che, coinvolgendo gli affari loschi di famiglia del presidente Erdogan, ha ricadute pesantissime. Il sultano da oltre un triennio è impegnato su due terreni di scontro politico-giudiziario. Il principale coinvolge l’accentramento autoritario del suo modello di...

(28 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «I cento volti della Turchia»

I proletari della “Nuova Russia” fra guerra e sfruttamento di classe

Le separatiste Repubbliche Popolari di Lugansk (RPL) e di Donetsk (RPD) sono due entità politiche, assimilabili a Stati de facto, nate nel 2014 dal conflitto armato che da circa due anni sta lacerando l’Ucraina orientale. Il conflitto, sviluppatesi a seguito del moto nazional-populista di Euromaidan del 2013, e che, a giudicare dalle frequenti scaramucce e dagli scambi di tiri di obice...

(24 Febbraio 2017)

Partito Comunista Internazionale


in: «Ucraina: un paese conteso»

Afghanistan, jihadisti di lotta e di governo

Il caso Hekmatyar è emblematico non solo per la vociferata amnistia di cui dovrebbe godere uno dei più noti warlord mediorientali, da più parti accusato di crimini contro l'umanità, ma per il suo ingresso con tutti gli onori nel quadro istituzionale del paese. Certo, la strada dell'oblìo verso le nefandezze del recente passato della storia afghana aveva già...

(24 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

Netanyahu: “Non abbiamo alcun bisogno di creare un’alleanza con l’Arabia Saudita contro l’Iran, esiste già”

Sono numerosi e preoccupanti i particolari emersi dopo il summit di Washington tra il primo ministro israeliano Netanyahu ed il neo presidente americano Donald Trump. La notizia più eclatante e maggiormente discussa è, ovviamente, quella legata alla questione palestinese e, forse, al definitivo tramonto degli Accordi di Oslo e della risoluzione dei Due Stati. La probabile sorte del popolo...

(23 Febbraio 2017)

Stefano Mauro


in: «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Kabul, sussurri e grida sul ritorno del macellaio

Procede speditamente lo sdoganamento del macellaio di Kabul e il suo ingresso nel “governo democratico” di Ghani. Dallo scorso settembre Gulbuddin Hekmatyar, leader del partito islamista, uno dei più noti e sanguinari signori della guerra, era corteggiato dal presidente afghano per un piano di pacificazione nazionale. Piano che prevede di stabilire accordi coi talebani, innanzitutto...

(21 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Afghanistan occupato»

30 Marzo 2017: WFTU organizza una giornata di solidarietà con il popolo palestinese.

La Federazione Sindacale Mondiale organizza una Giornata di Solidarietà con il popolo palestinese il 30 marzo 2017 e chiama le organizzazioni affiliate e amiche in tutto il mondo a porsi in prima linea programmando azioni specifiche. In occasione della Giornata mondiale di solidarietà promossa dalla FSM il 30 marzo tutti i lavoratori di tutto il mondo sono chiamati a dare reale espressione...

(16 Febbraio 2017)

usb.it


in: «Siamo tutti palestinesi»

Hamas rinnova la leadership

Qualcosa si muove nella galassia politica palestinese. Nella leadership di Hamas l’uomo simbolo della Striscia di Gaza Ismail Haniyeh lascia quella che non può proprio definirsi una comoda poltrona, ma indubbiamente un posto di comando, a un nuovo leader: Yehiya Sinwar, capo dell’ala militare dell’organizzazione. Già l’incarico fa da curriculum, Sinwar è...

(15 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Palestina occupata»

Iran, l’incognita del dopo Khamenei

Accanto ai tweet minacciosi di Trump questioni cogenti pesano sulla politica iraniana. E vanno oltre la stessa scelta della carica presidenziale su cui i risvolti di politica estera, comprese le stilettate del nuovo staff che siede alla Casa Bianca, avranno un peso. La scadenza di maggio può confermare la prudenza moderata del riformismo minimalista abbracciato da Rohani, oppure il sentimento...

(14 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Iran, ayatollah e popolo rispondono a Trump

Dopo l’intervento della Guida Suprema, anche il presidente iraniano Rohani ha risposto alle stoccate, accuse e minacce provenienti dalla Casa Bianca. Come suo solito l’ha fatto col sorriso sulle labbra, con lo stile diplomatico che lo caratterizza, comunque non tergiversando sugli argomenti. Khamenei, parlando davanti a una platea di comandanti dell’aviazione, era stato ironico e...

(10 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Il nuovo Libro bianco della Difesa: Militarismo industriale per il nuovo ordine multipolare

La situazione odierna non consente di sottovalutare che il coinvolgimento diretto in talune delle crisi in atto o potenziali potrebbe diventare un impegno inevitabile Frammenti sulla guerra: Industria e neocolonialismo in un mondo multipolare Questo contributo è tratto dall' eBook "Frammenti sulla guerra: Industria e neocolonialismo in un mondo multipolare" http://shop.kappavu.it/?product=frammenti-di-guerra-industria-e-neocolonialismo-in-un-mondo-multipolare...

(9 Febbraio 2017)

Rossana De Simone


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Israele, l’illegalità e il sangue

La guerra per la terra i sionisti d’Israele l’avevano iniziata prima della grande ondata migratoria successiva al 1945. Una guerra strisciante contro lo stesso Protettorato britannico, che pure li favoriva nella strategia di creare uno Stato ebraico. Le azioni paramilitari dell’Irgun, che già alla fine degli anni Trenta seminavano morte e terrore fra i palestinesi, poi della...

(7 Febbraio 2017)

Enrico Campofreda


in: «Palestina occupata»

IL DIRITTO AL RITORNO DEI RIFUGIATI PALESTINESI: INCONTRO PUBBLICO

Lunedì 6 febbraio alle ore 17, in via dell'aeroporto 129 a Roma, il dipartimento internazionale dell'USB organizza un incontro pubblico con Kassem Aina, una figura storica e importante della comunità palestinese ;che con l’Associazione Beit Aftal Assoumud lavora nei campi profughi del Libano. Dal 1948 ad oggi , l’occupazione israeliana della Palestina, ha costretto...

(3 Febbraio 2017)

USB Dipartimento Internazionale


in: «Siamo tutti palestinesi»

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

934189