IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c3:o15236

 

Governo bugiardo

Vigili del Fuoco vessati, coartati, obbligati a raddoppio dell’orario di lavoro!

(11 Giugno 2009)

Dal suo insediamento il governo ha dichiarato la sua grande sensibilità per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco – in più occasioni si è speso pubblicamente ad intervenire per migliorare le condizioni di lavoro ed economiche.
Oggi, dopo l’ennesima calamità nel paese, si è dimostrato che non si può pensare di soccorrere la popolazione senza l’impiego del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, e che farlo significherebbe pagare un tributo, in vite umane, troppo alto. Ciò anche in considerazione delle condizioni in cui è stato lasciato il paese dai nostri governati centrali e periferici, vista l’incuria del territorio, la mancanza di una cultura preventiva e la scarsità di specialisti del soccorso pronti ad intervenire immediatamente.
I Vigili del Fuoco dopo il terremoto in Abruzzo sono in queste condizioni :

- Senza contratto di lavoro che è scaduto da un anno e mezzo;
-Con carenti mezzi di soccorso e quelli esistenti sono per lo più obsoleti e inefficienti – infatti quelli utilizzati per il terremoto circa la metà sono stati lasciati sulle autostrade; altri ancora di nuovissimo acquisto lasciati nei capannoni per “inadeguatezza”;
-Senza attrezzature tecnologiche all’avanguardia per migliorare la qualità del soccorso tecnico urgente alla popolazione;
-DPI – caldi d’estate e freddi d’inverno;
-Senza nessuna specializzazione riconosciuta o valorizzata quali il Soccorso Speleo Fluviale – Nucleo Batteriologico e Radioattivo – Sommozzatori - Elicotteristi - Portuali – Autisti di mezzi speciali – Ruspisti ……. ecc.;
-Senza un organico adeguato secondo parametri europei 15,000 unità in meno;
-Senza riconoscimento di lavoro particolarmente usurante i n quanto spesso si è a contatto con materiali pericolosi, chimici e velenosi;
-Senza una collocazione nell’ambito della Protezione Civile come struttura portante, e non un ruolo di manovalanza;
-Senza nessun trattamento di missione o trasferta;
-Obbligati ad orari straordinari per far fronte alle calamità;
-Obbligati a vigilanze nei locali pubblici fuori dall’orario ordinario e straordinario;
-Obbligati a trattenersi in servizio per carenza di organico;
-Obbligati a far fronte alla Campagna Antincendio Estiva fuori dall’orario di lavoro;
-Obbligati a recarsi nelle zone terremotate o permanere nei Comandi per attività “istituzionali”;
-Obbligati a lavoro straordinario dello straordinario senza remunerazione che finirà a recupero ore;
-Obbligati a restare in un comparto pubblicistico e patrimonio militaresco!

Questa è la nostra “qualità della vita “ - E’ ora di dire stop a questo stato di cose!

I Vigili del Fuoco hanno una loro dignità, sono prima uomini e lavoratori e solo dopo tecnici e responsabili del soccorso nel paese! Il governo ci vuole militari e manovali.

OGGI SONO I SOCCORRITORI A CHIEDERE AIUTO AI CITTADINI PER UN RIMETTERE IN PIEDI IL SOCCORSO TECNICO URGENTE NEL PAESE ITALIA!!

Roma - 11/6/2009

Il testo di questo articolo ed eventuali allegati li trovi avigilidelfuoco.rdbcub.it

IDEE RDB

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il quarto governo Berlusconi»

Ultime notizie dell'autore «RdB CUB - Rappresentanze Sindacali di Base Confederazione Unitaria di Base»

3126