IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c3:o1066

 

Mobilitazione internazionale contro la guerra il 18 gennaio 2003

Appello della coalizione ANSWER

(20 Dicembre 2002)

La Coalizione ANSWER lancia un appello a tutte le persone e organizzazioni che in tutto il mondo si oppongono alla minaccia di guerra contro l’Iraq, affinche’ cerchino di organizzare delle manifestazioni per i giorni 18 e 19 gennaio, oppure quelli immediamente precedenti o succcessivi, in concomitanza con la manifestazione di ANSWER negli Stati Uniti.

ANSWER terrà una dimostrazione davanti al Parlamento a Washington il 18 gennaio, mentre un’altra mobilitazione di massa ci sarà a San Francisco. Poiche’ ci si sta già organizzando in 150 citta’ statunitensi, ANSWER si aspetta una mobilitazione ancora più ampia delle 200.000 mila persone che parteciparono il 26 ottobre 2002 alla manifestazione di Washington e delle altre 100.000 a San Francisco.

L’amministrazione Bush sta minacciando di sferrare l’attacco all’Iraq non appena la macchina militare sara’ pronta. Cio’ sembra che avverrà prima della fine di gennaio. Se e’ possibile, vogliamo che la nostra mobilitazione abbia luogo quando ancora puo’ essere di ostacolo ai piani di guerra del governo.

ANSWER ha gia’ ricevuto messaggi di solidarietà e comunicazioni di altre manifestazioni programmate per questo fine settimana in tutti i paesi del mondo, da Bruxelles a Tokyo, da Nuova Delhi a Il Cairo fino a Bogota’. Chiediamo a tutte le organizzazioni contro la guerra se possono spedire dei brevi messaggi di solidarietà ad ANSWER, se possibile, prima delle vacanze di Natale.

ANSWER e’ a conoscenza del fatto che, in molte parti del mondo, le organizzazioni contro la guerra si stanno preparando per dimostrare non appena gli U.S.A. dovessero dare il via ad un’aggressione contro l’Iraq. Anche ANSWER si sta preparando. ANSWER saluta quei gruppi che hanno dimostrato il 14-15 dicembre, cosi’ come salutiamo le dimostrazioni che hanno avuto luogo da Jakarta a Casablanca, da Londra a Firenze e le manifestazioni programmate piu’ tardi per il mese di febbraio 2003.

Temiamo, tuttavia, che l’amministrazione Bush ha gia’ in programma di colpire non appena potra’ fornire un pretesto. Cio’ malgrado le sue difficoltà a disporre del supporto diplomatico e militare internazionale e malgrado la crescente opposizione negli Stati Uniti. Percio’ speriamo che le forze contro la guerra nel mondo possano tenere delle iniziative coordinate con quelle che effettuera’ il movimento statunitense il 18 gennaio nella patria dei guerrafondai o spedire un messaggio di solidarieta’ con questa manifestazione.

13 dicembre 2002

International ANSWER

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «J18 contro la guerra»

Ultime notizie dell'autore «Answer (Act Now to Stop War and End Racism)»

8536