il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Ventiquattro ore senza di noi

Ventiquattro ore senza di noi

(1 Marzo 2010) Enzo Apicella
Sciopero generale dei lavoratori migranti

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(L'unico straniero è il capitalismo)

Bologna, 6 aprile. Contro il razzismo di governo: Manifestazione delle/dei migranti

(4 Aprile 2019)

6 aprile contro il razzismo a bologna 2

Migranti e richiedenti asilo, donne e uomini, non è più tempo di avere paura. È tempo di manifestare contro il razzismo del governo che ci vuole clandestini e sfruttati. È tempo di scendere in piazza contro la legge Salvini e la sua applicazione:


- Non vogliamo più aspettare mesi per avere risposte dalla commissione territoriale. Non accettiamo dinieghi dopo le persecuzioni e le violenze subite nei paesi di provenienza e durante il viaggio. Non accettiamo dinieghi mentre siamo sfruttati nei magazzini e nelle cooperative, spesso in nero o con contratti brevi tramite agenzie interinali, attraverso tirocini o lavori non pagati.

- Non accettiamo che il permesso di soggiorno sia un ricatto contro le donne migranti che, dopo aver subito violenze lungo il viaggio, sono esposte a molestie nelle strutture d’accoglienza, nelle case, nei magazzini e in altri luoghi di lavoro.

- Non accettiamo che il Comune neghi la residenza: vogliamo avere accesso ai servizi sociali e alla sanità. Non accettiamo la chiusura dei CAS: non vogliamo finire nel centro regionale di via Mattei oppure per strada perché nessuno affitta ai migranti.

- Non accettiamo l’allungamento a quattro anni dei tempi per ottenere la cittadinanza. Non accettiamo che siano concesse sempre meno carte di soggiorno. Rifiutiamo il ricatto della legge Bossi-Fini che impone ogni anno di dimostrare di avere una casa, un lavoro e un reddito sufficiente.

Mentre progetta di aprire nuovi centri di detenzione ed espulsione, questo governo razzista vuole trasformare i richiedenti asilo in forza lavoro usa e getta, senza diritti e con salari sempre più bassi, come i migranti che vivono da anni in questo paese. Per questo vogliamo per tutte e tutti, migranti e richiedenti asilo, un permesso di soggiorno, per muoverci liberamente e costruire una vita migliore!


Per la libertà dei/delle migranti!
Sabato 6 aprile, ore 16
Piazza Nettuno (Piazza Maggiore) – Bologna

Per info e adesioni: coo.migra.bo@gmail.com ; 3275782056

Coordinamento Migranti – Arci Bologna - Asahi Modena – Ass.ne senegalese Chaikh Anta Diop – Ass.ne Guineana dell'Emilia-Romagna - Ass.ne lavoratori marocchini – Ass.ne Eritrea democratica – Ass.ne Sopra i Ponti – Associazione Studenti Migranti UNIBO - Centro di Salute Internazionale e Interculturale - Circolo Anarchico Berneri - Comunità Pakistana Bologna – Diaspora Africana Modena – Diaspora Ivoriana d’Emilia Romagna – Laboratorio Smaschieramenti - Pratello R'Esiste -Scuola Italiano Aprimondo - Si Cobas - Sokos - Unione Sindacale Italiana - Vivere insieme in pari dignità

2210