il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Detenuto in attesa di giudizio

Detenuto in attesa di giudizio

(8 Novembre 2009) Enzo Apicella
Secondo i dati di Ristretti Orizzonti sono 82 le persone morte nelle carceri italiane nel 2009. Nella maggior parte dei casi, suicidi; qualcuno morto per cause naturali.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Omicidi di stato)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Omicidi di stato

(133 notizie dal 8 Marzo 2005 al 12 Dicembre 2017 - pagina 1 di 7)

Volantino originale in pdf della Sezione di Milano di Rivoluzione Comunista del 12 dicembre 1970 dopo l'uccisione di Saverio Saltarelli.

CONTRO LA VIOLENZA BORGHESE LOTTA RIVOLUZIONARIA!

12 dicembre 1970: la polizia del centro-sinistra uccide il nostro compagno Saverio Saltarelli. SAVERIO SALTARELLI è stato ucciso dalla polizia a 23 anni, nel tardo pomeriggio del 12 dicembre 1970 nei pressi della Statale di Milano durante la manifestazione indetta dagli anarchici per la liberazione di Valpreda- Borghese-Gargamelli appoggiata dalla nostra organizzazione, con una bomba lacrimogena...

(12 Dicembre 2017)

CIRCOLO DI INIZIATIVA PROLETARIA GIANCARLO LANDONIO, BUSTO ARSIZIO –VA

DO YOU REMEMBER NICK & BART? (TI RICORDI DI NICK E BART?)

Sono passati 90 anni, dall’esecuzione di nicola sacco e di bartolomeo vanzetti, (23 agosto 1927), giustiziati senza prove concrete come “sentenza esemplare” come esponenti del movimento anarchico americano, di origine italiana. Una ingiusta condanna e una esecuzione che, solo dopo molti anni, il sistema giudiziario e la politica americana, ha riconosciuto essere stata uno dei grandi...

(23 Agosto 2017)

Segreteria nazionale collegiale Confederazione Usi Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912 Udine/Milano/Roma/Caserta

Roma, 7 aprile: ricordiamo Mario Salvi

Giovedì 7 aprile 2016 ricorderemo Mario nella piazza che per gli abitanti del quartiere porta il suo nome. Presidio ore 16:30 in piazza Mario Salvi (già p. Clemente XI) a Primavalle. 7 Aprile 1976, Via degli Specchi, Roma Mario Salvi viene ucciso con un colpo di pistola alla nuca, dopo aver lanciato alcune molotov contro un portone laterale del Ministero di Grazia e Giustizia, dall’agente...

(4 Aprile 2016)

Casa del Popolo "Giuseppe Tanas"

Viareggio. Sull'iniziativa del 14 settembre, "Giustizia per Daniele Franceschi"

La sera di lunedì 14 settembre nella sala della circoscrizione Marco Polo si è tenuto l'ncontro-dibattito su: “Giustizia per Daniele Franceschi” con la presenza di Cira Antignano, madre di Daniele, deceduto il 25 agosto 2010 nel carcere di Grasse in Francia e di Guido Magherini, padre di Riccardo, deceduto il 3 marzo 2014 a Firenze a seguito di un fermo delle “forze...

(16 Settembre 2015)

Padova, prima iniziativa in ricordo di Pedro

Mercoledì 4 marzo si svolgerà la prima iniziativa a Padova per ricordare Pedro, un compagno assassinato il 9 marzo 1985 a Trieste da agenti del sisde e della digos. Ricorderemo in particolare il suo impegno politico nel quartiere Portello, a Padova, con le prime occupazioni in città e le lotte di quegli anni a cui Pedro ha partecipato e sostenuto! Dalle 18.00 alla Mensa Marzolo...

(3 Marzo 2015)

cpogramigna.org

9 marzo 1985 – 9 marzo 2015: ricordare Pedro vuol dire lottare ancora

Il 9 marzo del 1985, in Via Giulia, qui a Trieste, il militante comunista Pietro “Pedro” Greco, venne ucciso in un agguato tesogli da un commando formato dall’agente dei servizi segreti Maurizio Nunzio Romano e da tre agenti della Digos di Trieste, Giuseppe Guidi, Maurizio Bensa e Mario Passanisi che gli spararono più di dodici colpi d'arma da fuoco, prima nell'atrio del palazzo...

(21 Febbraio 2015)

Le compagne e i compagni del movimento

9 marzo 1985 – 9 marzo 2015
Pedro vive nelle lotte!

Un appello per svolgere iniziative nel trentennale dell'uccisione di Pedro

Il 9 marzo 1985 in Via Giulia a Trieste è stata eseguita dallo stato italiano la condanna a morte del militante comunista Pietro Maria Walter Greco, conosciuto da tutti come “Pedro”. I boia furono l’agente del Sisde Maurizio Nunzio Romano e gli agenti della Digos Giuseppe Guidi, Maurizio Bensa e Mario Passanisi, che spararono più di dodici colpi di arma da fuoco, crivellandolo...

(12 Febbraio 2015)

Le compagne e i compagni di Pedro

Cucchi. Nessuno è Stato

Corte d’Assise d’Appello. Cinque anni dopo, sentenza choc per la morte del giovane detenuto. Cancellata la sentenza di primo grado che condannò sei medici del Pertini di Roma. Non accolta la richiesta di rinviare gli atti in procura. Anselmo: «Andremo in Cassazione» «Cosa vuol dire? Che Ste­fano è vivo, è a casa e ci sta aspet­tando?»....

(1 Novembre 2014)

Eleonora Martini, il manifesto

Torino, giovedì 30. Per Remi, ucciso dai gendarmi, presidio al consolato francese

Giovedì 30 ottobre ore 18 presidio al consolato francese di Torino in via Roma 366 – quasi all’angolo con piazza Carlo Felice Si chiamava Remi. Uno studente di Tolosa colpito a morte da una granata assordante durante una notte di assedio al cantiere per la diga di Sivens. La polizia francese le chiama armi non letali. Ma fanno male. Tanti sono stati feriti, Remi invece è...

(28 Ottobre 2014)

anarresinfo.noblogs.org

Pisa, no alla cittadinanza onoraria all'Arma dei Carabinieri

Venerdì 12 Settembre, presso il Teatro Verdi, il comune di Pisa conferirà la cittadinanza onoraria all’Arma dei Carabinieri. La celebrazione sarà accompagnata dal concerto della Fanfara Scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze. Il sindaco Marco Filippeschi ha dichiarato di essere soddisfatto per la “decisione adottata, in sintonia con la città”, poiché...

(11 Settembre 2014)

La regola del posto di blocco

Gli archivi delle cronache sono pieni di morti ai posti di blocco. Quasi che la pena prevista per chi non si fermi all'alt delle forze dell'ordine sia la morte. A cercare un po' su Google, escono fuori decine e decine di pagine, tutte simili: «Forza il posto di blocco, il poliziotto spara e lo uccide». Cose così. Se è universalmente noto che le scale - e le finestre - delle...

(5 Settembre 2014)

Mario Di Vito - Contropiano

Dietro il terrore poliziesco statunitense

di Victor Wallis (*) Non dobbiamo mai dimenticare la lunga storia che sta dietro gli atti di terrore – commessi sia dalla polizia che dai vigilanti – quali il recente assassinio dell’adolescente nero Michael Brown (un giovane nero crivellato con 6 pallottole dalla polizia il 9 agosto 2014) alla periferia della città di St. Louis. Solo alla luce di questa storia potremo capire...

(24 Agosto 2014)

Traduzione di Daniela - Trollio Centro di Iniziativa proletaria “G.Tagarelli”

Roma, un'iniziativa per Carlo Giuliani ai Campetti Occupati

Nell'anniversario dell'uccisione di Carlo Giuliani, non mancano a Roma le iniziative volte a ricordarlo, sottolineando quanto lo Stato Italiano - nell'affrontare la piazza contro il G8 di Genova del luglio 2001 - abbia mostrato il suo vero volto. E' il caso di quella organizzata da Sher Khan Cerca Casa, che si svolgerà oggi, alle ore 18.00, ai Campetti Occupati di via Ettore Fieramosca. In...

(20 Luglio 2014)

Giacinto Calandrucci

Per Daniele Franceschi

Domenica 1° giugno al Circolo il Fienile di Viareggio si è svolta la serata per Daniele Franceschi, organizzata dal Circolo “Partigiani sempre” e dall’Osservatorio su repressione e carceri di Viareggio Daniele, viareggino di 36 anni, viene trovato morto in una cella del carcere di Grasse in Francia il 25 agosto 2010. Una morte causata dalle percosse o per mancanza di cure,...

(4 Giugno 2014)

Circolo “Partigiani sempre” e Osservatorio su repressione e carceri di Viareggio

Mille Lotte per Giorgiana!

Da communianet.org Il 12 maggio 1977 a Roma nei pressi di Ponte Garibaldi veniva uccisa alla giovane età di 19 anni e ad opera della "squadra speciale di polizia", Giorgiana Masi. Era il terzo anniversario del referendum sul divorzio e nonostante il divieto di manifestare proclamato in Parlamento dal Ministro degli interni Francesco Cossiga, i manifestanti si riversarono nelle piazze. Quel pomeriggio...

(12 Maggio 2014)

DeGender Communia

9 marzo 1985
9 marzo 2014
PEDRO VIVE

29 anni fa, il compagno Pietro Greco “Pedro” veniva assassinato a Trieste dai boia dello stato borghese Nunzio Maurizio Romano, del Sisde, Maurizio Bensa, Mario Passanisi e Giuseppe Guidi, della Digos di Trieste. Il suo omicidio, evidentemente pianificato, rappresentava per la classe dominante il sancire la chiusura di un'epoca, iniziata alla fine degli sessanta, caratterizzata dalla lotta...

(9 Marzo 2014)

COLLETTIVO TAZEBAO – PER LA PROPAGANDA COMUNISTA

Ilaria Cucchi indagata con l'accusa di diffamazione. Solidarietà Prc

Ilaria Cucchi è indagata dalla Procura di Roma con l’accusa di aver diffamato agenti della polizia. È lei a darne notizia in un post sul suo blog sull'Huffington Post: "Ebbene si! Sono sottoposta ad indagini dalla procura della repubblica di Roma. Mi ha querelato il signor Maccari del sindacato della polizia di Stato COISP. Sono indagata per aver offeso l'onore della Polizia di...

(31 Gennaio 2014)

fabrizio salvatori - controlacrisi

Gli assassini di Aldrovandi tornano in servizio

I poliziotti condannati per l'omicidio di Federico Aldrovandi torneranno in servizio tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio: è la decisione presa da commissioni disciplinari composte da sindacalisti, una decisione che sia il Viminale che il resto del mondo politico hanno deciso di avallare tranquillamente. Paolo Forlani, Luca Pollastri, Monica Segatto e Enzo Pontani - i quattro agenti...

(22 Gennaio 2014)

Infoaut

4 anni fa veniva ucciso Stefano Cucchi. E ancora nessuna verità nè giustizia. Oggi presentazione libro-denuncia a Roma

4 anni fa, il 22 ottobre del 2009, moriva Stefano Cucchi. Ancora oggi la famiglia non ha avuto né verità né giustizia. Siamo vicini alla sorella di Stefano, Ilaria Cucchi e ai genitori, che hanno dovuto subire non solo la morte di Stefano ma anche il successivo calvario fatto di menzogne e ingiurie nei loro confronti e verso il loro figlio e fratello. Il reato di tortura ancora...

(22 Ottobre 2013)

Paolo Ferrero

Rinasce l'inchiesta sul caso Uva

RESPINTA LA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE. Nuove indagini nei confronti degli otto agenti di polizia e carabinieri accusati di lesioni colpose VARESE. Non è finita. Nel giorno in cui il caso Uva poteva morire con un'archiviazione per gli uomini in divisa coinvolti nella morte di Giuseppe la notte del 14 giugno del 2008, l'inchiesta rinasce e adesso sotto la lente degli investigatori ci saranno...

(9 Ottobre 2013)

Mario Di Vito, il manifesto

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |    >>

132633