il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Il seme

Il seme

(18 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Ora e sempre Resistenza

(1197 notizie dal 12 Marzo 2002 al 18 Febbraio 2017 - pagina 1 di 60)

Misterbianco (CT): commemorato il partigiano Orazio Costarella….” a pochi passi” da S. Gregorio

Giorno 17 febbraio, a cura dell’amministrazione comunale di Misterbianco ( Catania), è stato commemorato il partigiano misterbianchese ORAZIO COSTARELLA, medaglia d’oro, ucciso dai nazifascisti a Poggio di Otricoli ( Terni) il 17 febbraio 1944. Il sindaco Nino Di Guardo e gli assessori Federico Lupo e Cristian Vitrano hanno posato una corona d’alloro ai piè del monumento...

(18 Febbraio 2017)

domenico stimolo

USB SANITA LIGURIA: NO AL FASCISMO DI IERI E DI OGGI

Con il persuasivo "Alleanza per la pace e la libertà", le destre fasciste e naziste di tutta europa si sono date appuntamento, oltraggiosamente, a Genova, sabato 11 febbraio. Per questo motivo, per respingere questo coacervo di destre razziste e liberali, fasciste e xenofobe, USB chiama in piazza a manifestare tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori appartenenti alla propria sigla sindacale. ...

(10 Febbraio 2017)

USB FEDERAZIONE LIGURIA

NELLA GIORNATA DELLA MEMORIA UN INCONTRO CON IL PROFESSOR OSVALDO ERCOLI A VITERBO

Si è svolto a Viterbo, presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", la mattina del 27 gennaio 2017, nel Giorno della memoria delle vittime della Shoah, un incontro di riflessione con la partecipazione del professor Osvaldo Ercoli, nell'Alto Lazio una delle figure più luminose dell'impegno per la pace, i diritti umani e la difesa della biosfera. Nel corso dell'incontro...

(27 Gennaio 2017)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

Enrico Ciancarini, "Il Fascio spezzato, Gli Arditi del popolo nella «ribelle irriducibile Civitavecchia», 19 maggio 1921 – 28 ottobre 1922"

Roma, Red star press, 2016, pp. 172, € 15.00

Tra i simboli degli ardito-popolari giunti fino a noi, oltre a quelli ereditati dall’arditismo di trincea: il teschio, da solo, ora attorniato dall’alloro, ora con un pugnale di baionetta tra i denti, c’è quello in cui un’ascia spezza nel mezzo un Fascio littorio. È un logo che giunge a noi grazie alle cronache di parte avversa, come tante altre informazioni e...

(2 Gennaio 2017)

Silvio Antonini

"Banda Arancio Montauto, 1943-1944, La Resistenza fra Toscana e Lazio", a cura di Franco Dominici e Giulietto Betti

Arcidosso, Effigi, 2016, pp. 237, € 15,00

Una costante delle pubblicazioni in tema di Resistenza in questi ultimi, ormai, decenni è stata quella di giocare sulla difensiva, spesso in contrapposizione alle vulgate del revisionismo strumentale, applicate a livello nazionale e, in alcuni casi, a livello locale, con la finalità, soprattutto, di sminuire l’operato partigiano o di esaltarne, più o meno presunti, lati...

(22 Novembre 2016)

Silvio Antonini

“Non so se so’ patate o so’ fascisti”. 95 anni fa la mobilitazione popolare a Roma e nel Lazio contro il III Congresso nazionale fascista.

Tra il 7 e l’11 novembre 1921 si tiene al teatro Augusteo di Roma il III Congresso nazionale dei Fasci italiani di combattimento, con la nascita del Partito nazionale fascista (Pnf), una volta sanata, attraverso l’abbraccio tra Mussolini e Dino Grandi, la frattura tra l’ala “romana”, cioè quella facente capo al primo, più attenta alla diplomazia e ai rapporti...

(9 Novembre 2016)

Silvio Antonini

"Mosley did not pass!", Ottant’anni fa la Battaglia di Cable street

Sir Oswald Mosley, classe 1896, proveniente da una famiglia aristocratica, decorato nella Grande guerra, con la fine del Conflitto, com’era stato per milioni di combattenti in Europa, si era gettato nell’agone politico. Nel 1918, era stato eletto alla Camera dei comuni per il Partito conservatore da cui presto però prendeva le distanze. Nel 1924 aderiva al partito laburista da cui...

(3 Ottobre 2016)

Silvio Antonini

"L'ANALISI E LA DENUNCIA DEL FASCISMO NELLA RIFLESSIONE E NELL'AZIONE DI PIERO GOBETTI E DI ANTONIO GRAMSCI"

UN INCONTRO DI STUDIO A VITERBO

Si è svolto venerdì 16 settembre 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di studio, di riflessione e di testimonianza sul tema: "L'analisi e la denuncia del fascismo nella riflessione e nell'azione di Piero Gobetti e di Antonio Gramsci". Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati alcuni indimenticabili testi dei due martiri antifascisti,...

(16 Settembre 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

REVISIONISMO STORICO, LEGHISTI E DIGOS... EPPUR BISOGNA ANDAR!

Dopo la contestazione al sindaco leghista di Schio avvenuta il 15 agosto a Malga Zonta, un gruppo di antifascisti ed antifasciste ha contestato Alain Luciani, rappresentante dell’amministrazione leghista, in occasione dell’anniversario dell’eccidio fascista del 17 agosto a Padova. L’alzata dello striscione che recitava: “chi inneggia alla guerra ed al razzismo non parli...

(19 Agosto 2016)

Valerio Gentili, "Volevamo tutto
La Guerra del capitale all’Antifascismo, Una Storia della Resistenza tradita"

(Roma, Red star press, 2016, pp. 132, € 14,00)

In questo 2016 si sta assistendo alla ripresa organizzativa, a pieno titolo, di Valerio Gentili. Sul fronte digitale, cioè la cura del blog e della pagina Facebook dell’Archivio dell’azione antifascista internazionale, con continui post inerenti la storia dell’Antifascismo militante e dello squadrismo proletario; sul fronte convegnistico, si pensi all’illuminante intervento...

(9 Agosto 2016)

Silvio Antonini

OGGI A VITERBO NEL RICORDO DEI MARTIRI DELLA RESISTENZA

La mattina di giovedì 4 agosto 2016 una delegazione del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo si è recata e soffermata in meditazione dinanzi alla lapide che in piazza del Sacrario ricorda i resistenti viterbesi caduti nella lotta contro il nazifascismo. * Dopo la lettura di tutti i nomi della lapide ed un minuto di silenzio, sono stati letti alcuni testi di Primo...

(4 Agosto 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

In memoria di Filippo Filippetti
anarchico livornese, antifascista, ucciso dai fascisti

Martedì 2 agosto 2016 ore 19 Commemorazione presso la lapide Via Provinciale Pisana 354, Livorno (andando verso Via Firenze, alla ex-scuola di fronte al circolo ARCI “Tamberi”) Filippo Filipetti, giovane anarchico, viene ucciso il 2 agosto 1922 dai fascisti mentre si oppone, assieme ad altri antifascisti, ad una spedizione punitiva contro Livorno. Il 2 Agosto 1922 un gruppo...

(31 Luglio 2016)

Federazione Anarchica Livornese Collettivo Anarchico Libertario

Chiudere subito la pagina Facebook "Benito Mussolini"!

Apologia del fascismo e istigazione all'odio razziale. Lo "Sportello dei Diritti" si rivolge ai gestori ed all'autoritá giudiziaria

Nel silenzio generale una pagina Facebook italiana ha raggiunto oltre 103 mila iscritti, nonostante i chiari messaggi di apologia del fascismo, che facciamo sempre bene a ricordare é sempre un reato dal '52, e di istigazione all'odio razziale e religioso specie contro i musulmani in Italia. Ed il suo nome é altrettanto eloquente: "Benito Mussolini".Basta solo "sfogliarla" un istante...

(31 Luglio 2016)

Giovanni D’AGATA

Andrea Staid, Gli Arditi del popolo

Milano, Milieu, 2015 (I ed. 2007), pp. 125, € 11,90

Novantacinque anni fa, nel luglio 1921, si consumava la fulminea parabola di quella che Paolo Spriano raffigurerà come “meteora nel cielo incandescente della guerra civile” scatenata dal movimento fascista, vale a dire dell’Associazione fra gli Arditi del popolo. La prima organizzazione squadristica di livello nazionale ad opporsi ai Fasci, messa al bando dal Governo Bonomi...

(20 Luglio 2016)

Silvio Antonini

PERCHÉ È COSÌ DIFFICILE DIRE CHE L’ASSASSINO DI FERMO È UN FASCISTA

Leggendo la notizia dell’uccisione di Emmanuel Chidi Namdi, avvenuta ieri a Fermo, la prima cosa che salta all’occhio è che l’aggressore era un ultras. Lo indicano da subito nel titolo tutte le testate online, ribadendo il concetto nelle versioni cartacee di stamani. Come se fosse quella la vera discriminante, come se quella qualifica (ultras) fosse sufficiente di per sé...

(7 Luglio 2016)

CARLO MARIA MIELE - gli STATIGENERALI

30 giugno 1960: la rivolta di Genova

RICORDANDO IL 30 GIUGNO’60: ALLORA LA RIVOLTA POPOLARE CONTRO IL FASCISMO, ADESSO L’OPPOSIZIONE CONTRO LA SVOLTA AUTORITARIA. VINSE LA DEMOCRAZIA E ADESSO? E’ NECESSARIO, OGNI ANNO, MANTENERE VIVA LA MEMORIA DEI FATTI CHE ACCADDERO IN QUEI GIORNI. SI VERIFICO’ ALLORA UN PASSAGGIO FONDAMENTALE NELLA STORIA DELLA DEMOCRAZIA ITALIANA: IL PIU’ IMPORTANTE DOPO IL 25 APRILE...

(30 Giugno 2016)

Franco Astengo

A FARE L'AMNISTIA AI FASCISTI
FU PROPRIO “IL MIGLIORE” 70 ANNI FA!

Dal n. 42 di "Alternativa di Classe" Il Decreto Presidenziale n.4, emesso il 22 Giugno 1946, esattamente 70 anni fa, fu da un lato il definitivo suggello al fallimento della epurazione dei fascisti, anzi, di fatto, la cancellazione stessa delle loro responsabilità negli eccidi avvenuti, e dall'altro il segno della irresponsablità del P.C.I e della sua dirigenza, che tradiva ancora una...

(26 Giugno 2016)

Alternativa di Classe

Roma, 24 giugno: per Patryk, no all'estradizione!

Non è particolarmente nota, in Italia, la vicenda di Patryk Cichon, antifascista e anarchico polacco, esponente della RASH del suo paese d'origine che, all’inizio del Maggio 2016, è stato arrestato dalla polizia britannica sulla base di un mandato europeo. A spiegarne meglio i contorni, sono le compagne e i compagni di Iskra di Roma che il 24, dedicano a Patryk una giornata di...

(19 Giugno 2016)

Il Pane e le rose - Collettivo Redazionale di Roma

14 GIUGNO 2016: 72°ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE DI SPOLETO

PERCHE’ IL RICORDO NON SI ASCIUGHI

“Quando vidi Baii cadere, tirai con il mio moschetto tre colpi verso la finestra da dove era partita la raffica, per cercare di impedire a chi era dentro di mettere di nuovo fuori la testa. Colpirli sarebbe stato difficile da dove mi trovavo. Presto gli uomini di Spampinato presero il Mulino. Sopraggiunse quindi un camion carico di partigiani. Urlavano e cantavano Bandiera Rossa. Tra loro c’erano...

(11 Giugno 2016)

CASA ROSSA - Spoleto

OTTANT'ANNI FA LA GUERRA CIVILE SPAGNOLA

Nell’estate del 1936, esattamente ottant’anni fa, si accendeva la miccia della guerra civile spagnola: primo scontro in campo aperto nella storia europea fra fascismo e antifascismo. Un fatto dai risvolti fondamentali rispetto agli anni immediatamente seguiti: quelli dell’assalto nazi-fascista alla pace e alla democrazia, nel folle intento di assoggettare al proprio dominio interi...

(20 Maggio 2016)

Franco Astengo

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

554339