il pane e le rose

Font:

Posizione: Home    (Visualizza la Mappa del sito )

No nightmare

No nightmare

(18 Settembre 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

DIRITTI DEI LAVORATORI

Ultime notizie

Prima Pagina

 

In evidenza / 1

Michael Dixie Dickson, "Bomber Renegade, Un Soldato di Sua Maestà al Servizio dell’Ira"

Milano, Milieu, 2016, pp. 173, € 15,90

Bontà delle edizioni Milieu, continuiamo nella full irish immersion, con le biografie di personalità che hanno costellato la recente storia dell’Irlanda, soprattutto del Nord, a cavallo tra il banditismo sociale e la sovversione politica. Siamo alla seconda uscita sull’argomento per quella che, ad ora, è una trilogia della collana Ombre rosse. Quindi, non è...

(4 Dicembre 2016)

Silvio Antonini

Referendum costituzionale, ha vinto il No, ha perso l’azzardo di Renzi

«Ci abbiamo provato», Renzi si dimette. Ripartire dal rispetto della Costituzione più bella del mondo

L’infinita campagna referendaria, forse la peggiore mai vista e subita dall’elettorato italiano per bugie dette ed esagerazioni scagliate come ordigni tra i due schieramenti, è finita in una disfatta per l’avventuristica riforma costituzionale proposta da Matteo Renzi, solo contro tutti, se si esclude qualche cespuglio della destra governativa, e con quello che alla fine...

(5 Dicembre 2016)

Umberto Mazzantini - Greenreport


in: «"Terza Repubblica"»

Referendum: un esito che spariglia la partita tra padroni e proletari

Per prima cosa vediamo i numeri [vedi: http://elezioni.interno.it/referendum/scrutini/20161204/FI01080610000.htm]: I votanti sono stati il 68,48%, gli astenuti il 31,52%. I NO sono il 59,95%, pari al 41,05% dei votanti. I SÌ sono il 40,05%, pari al 27,42% dei votanti. La vittoria del NO era scontata, ma forse non in queste proporzioni che esprimono l’addensarsi di una nebulosa sociale...

(5 Dicembre 2016)

Dino Erba

Sulla vittoria del NO

La classe operaia, i giovani, le donne degli strati popolari hanno seppellito sotto una valanga di NO la controriforma costituzionale voluta dai monopoli e dal loro governo. Unità e lotta contro la politica reazionaria, di austerità e di guerra, per un profondo cambiamento sociale! Il NO alla controriforma costituzionale ha trionfato con il 59,1% dei voti nonostante le menzogne spudorate...

(5 Dicembre 2016)

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia


in: «"Terza Repubblica"»

NO

Nella notte di questo straordinario risultato arrivato grazie al dato di partecipazione al voto più alto degli ultimi anni è il caso di sottolineare un aspetto fondamentale che esula dall’analisi della difficile prospettiva politica e dalle rilevazioni sui numeri che pure sarà necessario sviluppare nelle prossime ore. Si è discettato molto sull’eterogeneità...

(5 Dicembre 2016)

Franco Astengo


in: «"Terza Repubblica"»

MIGRANTI IN TRANSITO A ROMA: COMPIUTO UN PRIMA PASSO, LA SOLUZIONE ANCORA NON C’E’.

BAOBAB EXPERIENCE e MEDU pronte ad attivare da subito una postazione umanitaria a Tiburtina

Dopo i due incontri dell’ultima settimana tra le associazioni impegnate sul campo e l’assessore Baldassarre, un prima passo è stato compiuto: ieri notte le decine di migranti transitanti che da giorni dormivano all’addiaccio sui marciapiedi della stazione Tiburtina hanno trovato accoglienza presso il centro di Via del Frantoio sostenuto da Roma Capitale e gestito dalla...

(2 Dicembre 2016)

Medici per i Diritti Umani con Baobab Experience


in: «La tolleranza zero»

SCUOLA E COSTITUZIONE

In questi giorni si riparla di contratto ma, tra i 'risvolti' dell'accordo truffa da 45 euro medi lordi mensili a fine 2018, nessuno ricorda che Cgil, Cisl e Uil, ai tempi di Tremonti hanno accettato che il contratto divenisse triennale da biennale che era (per la parte economica). Silenzio massimo poi sul fatto che hanno portato la scuola nel calderone indistinto del pubblico impiego, all'interno...

(3 Dicembre 2016)

Stefano d'Errico (Segretario nazionale dell'Unicobas)


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

GENOVA, ALL'OSPEDALE GASLINI ALLIEVI UTILIZZATI PER LA COPERTURA DEI TURNI

Recentemente abbiamo denunciato in Commissione Sanità, alla presenza dell’Assessore Viale, la carenza di personale dei reparti all’Ospedale Gaslini. Si parla di almeno 40 infermiere pediatriche e 20 Oss. Abbiamo chiesto che le infermiere in turno, in un reparto delicato come la Rianimazione sia portato da 8 a 10 senza dimenticare gli altri siti, i cui turni sono coperti tramite...

(1 Dicembre 2016)

Usb Gaslini


in: «Sanità pubblica: rottamare per privatizzare»

OPERAI, LAVORATORI, VOTIAMO IN MASSA
“NO” AL REFERENDUM E AI CONTRATTI-TRUFFA!

A pochi giorni dal referendum costituzionale, ecco le intese per il rinnovo dei contratti dei lavoratori metalmeccanici e del pubblico impiego. Non è un caso. Il significato politico di questi accordi è l’ennesimo scambio a perdere fra sindacati collaborazionisti, industriali e governo Renzi. La firma dei vertici sindacali su queste intese non è che l’ultimo atto...

(1 Dicembre 2016)

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia


in: «Lotte operaie nella crisi»

Rinnovo CCNL Metalmeccanici:
20 buone ragioni per dire no all'intesa contrattuale

1. Per la prima volta non viene sottoscritto alcun aumento, tutto dipenderà dall’inflazione reale aggiornata anno per anno; 2. Per tutto il 2017, se l’inflazione viene confermata allo 0.5% , i lavoratori avranno un aumento di 6 euro netti al mese; 3. Gli aumenti fissi derivanti dal recupero dell’inflazione assorbiranno tutte le altre voci in busta paga se non...

(30 Novembre 2016)

Fiorenzo Campagnolo ADL Federico Giusti Delegati e Lavoratori Indipendenti


in: «Contratto Metalmeccanici»

CUB TRASPORTI MALPENSA: AGS NON PUO’ APPALTARE ALLA COOP ALPINA

Dopo che il Tribunale di Busto A., ha confermato, nel giudizio intentato da Cub Trasporti contro AGS, come antisindacale la pretesa di questa società di aggirare gli accordi presi con tutti le OO.SS secondo i quali avrebbe dovuto gestire direttamente, senza subappalto a cooperative, l’appalto dei servizi di handling per Ryanair, Enac, nei giorno scorsi, ha formalmente “revocato...

(30 Novembre 2016)

Cub Trasporti


in: «Flessibili, precari, esternalizzati»

FRAMMENTI SULLA GUERRA – Industria e neocolonialismo in un mondo multipolare

http://shop.kappavu.it/?product=frammenti-di-guerra-industria-e-neocolonialismo-in-un-mondo-multipolare Descrizione Questo lavoro collettivo intende proseguire il progetto di ricerca avviato con Se dici guerra (ed. KappaVu, 2014) ponendo l’accento sugli sviluppi dei vari aspetti che compongono il più spregiudicato processo produttivo globale: la guerra. Industria, governi, alti vertici...

(3 Dicembre 2016)


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Siria, Iraq, Yemen, Libia:
IL CAPITALISMO E' GUERRA, GUERRA AL CAPITALISMO!

CONFERENZA PUBBLICA A Bologna, sabato 10 dicembre alle ore 15,30, presso il circolo Arci Via Gandusio 6 Da lunghi anni lo scontro fra imperialismi nella regione mediorientale e in nord Africa semina fame, distruzione e morte. Milioni di persone si trovano costrette a fuggire nella condizione di profughi. Ma la guerra non è una calamità naturale. È un prodotto della crisi capitalistica...

(3 Dicembre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Palestinesi, elezioni e vecchia guardia

Per affrontare quella sospensione della rappresentanza vissuta dalla comunità palestinese dal 2006, periodo delle ultime legislative, il presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese Abu Mazen propone al suo partito (Fatah) di trovare un accordo con Hamas per creare un governo d’unità nazionale che prepari nuove consultazioni politiche e quelle riguardanti la carica...

(2 Dicembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Palestina occupata»

Il Gambia tra dittatura e indifferenza

C è un confine sottile che separa democrazia e dittatura e diventa ancora più labile quando è qualcun'altro, ad esempio l'ONU, a dover stabilire se la governance interna ad un paese rispetta o meno i diritti dei suoi abitanti. Le condizioni interne di molti paesi, oggi vittime di dittature o di gravi situazioni di instabilità politica causate dalla presenza persistente...

(1 Dicembre 2016)

Sez. PCL Firenze Niccolò Lombardini


in: «Scenari africani»

Democrazia in Egitto: nessun presente né futuro

Per due manifestanti scarcerati nei giorni scorsi dal regime di Al-Sisi (Ahmed Said e Sanaa Saif) medico l’uno, attivista l’altra, non solo migliaia di oppositori restano in galera, ma si preparano ulteriori arresti facilitati da nuove normative in corso d’applicazione. I passi legislativi del governo hanno introdotto nel Parlamento addomesticato una modifica all’articolo 78...

(30 Novembre 2016)

Enrico Campofreda


in: «Paese arabo»

LO SPARTIACQUE DEL REFERENDUM.

Referendum.....dum......dum.....dum. Chi è? Il padrone!

Riceviamo e pubblichiamo, più per completezza di dibattito che per piena condivisione dei contenuti C'è un risultato referendario per i padroni e per le loro riforme. C'è un risultato referendario per l'opportunismo, ed il suo proporzionale. C'è un risultato referendario per gli sfruttati, e per la loro coscienza di classe. LO SPARTIACQUE REFERENDARIO Le rughe profonde...

(1 Dicembre 2016)

Pino ferroviere

E' uscito il nuovo numero de "Il programma comunista"

E' uscito il n.5-6/2016 de “Il programma comunista”. Contiene: Editoriale: Guerra di classe; Aleppo, o del terrorismo imperialista; Dal mondo del lavoro: Contro la frammentazione delle lotte operaie – Luxottica – Omicidi di ordinario capitalismo; Dalla Germania: una prima pubblicazione in tedesco; Africa... Africa... in Europa; C'è sempre più del marcio in Gran...

(30 Novembre 2016)

La redazione de "Il programma comunista”

Non col voto si difende la classe operaia

La sua forza è nella organizzazione e nella lotta, non in una particolare forma costituzionale del dominio borghese

Il Partito Comunista Internazionale ci ha riproposto questo scritto, redatto in occasione dello sciopero del 21 ottobre. Lo pubblichiamo allo scopo di rendere conto dell'articolazione del dibattito della sinistra di classe attorno a temi come il referendum costituzionale. USB e SI Cobas – coi più piccoli ADL Cobas, UNICobas ed USI – hanno indetto per venerdì 21 ottobre lo...

(28 Novembre 2016)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

A CINQUE ANNI DALLA SCOMPARSA DI LUCIO MAGRI: ALLA RICERCA DI UNA NUOVA UTOPIA

Pur non avendone titolo alcuno mi permetto di dedicare il testo che seguirà alla memoria di Lucio Magri. Il 28 Novembre, infatti, ricorrono i cinque anni dalla sua tragica scomparsa. Personalmente debbo a Lucio Magri la piena consapevolezza della mia (modestissima dal punto di vista della capacità intellettuale che sarei stato, poi, in grado di esprimere in quell’ambito) adesione...

(27 Novembre 2016)

Franco Astengo


in: «La nostra storia»

Ciao Alfredo

La perdita di un compagno lascia un enorme vuoto umano e politico ma la sua memoria come comunisti ci accompagnerà sempre nelle nostre lotte

Nella note tra lunedi 21 e martedì 22 novembre ci ha lasciato il compagno Alfredo Calderazzo, un "vecchio" compagno di quello che in quegli anni chiamavamo movimento antagonista milanese. Vogliamo ricordarlo con il suo fazzoletto rosso perennemente al collo, come vezzo e segno della sua identità politica, tra i primissimi compagni di Milano che ci vennero a trovare i primi giorni di...

(25 Novembre 2016)

i compagni e le compagne del Csa Vittoria


in: «La nostra storia»

LUCI E OMBRE DEL NUOVO DISEGNO DI LEGGE RECANTE IL TESTO UNICO AMIANTO

COMUNICATO STAMPA CNA

Si è tenuta ieri presso Palazzo Giustiniani del Senato la II Assemblea Nazionale sull’Amianto in cui è stato presentato un ddl recante il Testo Unico in materia di amianto, frutto delle conclusioni raggiunte dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno degli infortuni e delle malattie professionali con la collaborazione dell’Università degli Studi di Milano....

(30 Novembre 2016)


in: «Amianto. La strage silenziosa»

Anche nel Piemonte dell’emergenza maltempo è cresciuto il consumo di suolo vicino ai fiumi

Wwf: +9% tra il 2012 e il 2015, in Liguria +23,8%

Legambiente: in 1.131 comuni piemontesi (su 1.206) aree a rischio frana o alluvione Voragini, battelli strappati ai loro ormeggi, fiumi in piena – tra cui il maggiore in Italia, il Po – e un disperso aggravano il bilancio dell’ennesima emergenza maltempo che ha colpito stavolta l’Italia del nord, fortunatamente senza provocare finora nessuna vittima. «La fase di emergenza...

(25 Novembre 2016)

greenreport


in: «Nessuna catastrofe è "naturale"»

AMIANTO: QUESTI PROCESSI NON S'HANNO DA FARE!

Sembrerebbe lo slogan della Quinta sezione penale del Tribunale di Milano. Per la verità nel giro di pochi giorni sono arrivate due sentenze di assoluzione da parte di questa Corte d'Appello, ambedue per amianto: la prima riguardava la Fibronit di Broni , la seconda - quella di oggi - si riferiva ai 27 morti della Pirelli di Milano, i cui imputati sono stati mandati assolti per non aver...

(25 Novembre 2016)

COMITATO PER LA DIFESA DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO E NEL TERRITORIO, ASSOCIAZIONE ITALIANA ESPOSTI AMIANTO, MEDICINA DEMOCRATICA


in: «Amianto. La strage silenziosa»

La provincia di Pisa si è risvegliata allagata

Senza dubbio l'esperienza passata è stata utile per accelerare alcuni lavori ma molto è ancora da fare. Tre proposte su tutte: un monitoraggio degli edifici pubblici e delle strade bisognosi di interventi, accrescere la manutenzione e predisporre la pulizia dei fossi adiacenti alle strade. Ci sono scuole che questa mattina si sono ritrovate con aule allagate anche per infissi vecchi...

(19 Novembre 2016)

delegati e lavoratori indipendenti Pisa e provincia


in: «Nessuna catastrofe è "naturale"»

Riscaldamento climatico: i fiori alpini a rischio estinzione. I concorrenti della pianura potrebbero soppiantare le piante alpine

I cambiamenti climatici, aumento della temperatura e scioglimento dei ghiacci, e l’opera dell’uomo stanno mettendo a serio repentaglio moltissime specie anche vegetali come le piante alpine. Se il clima dovesse diventare più caldo e con proliferare di parassiti e agenti patogeni, queste piante si troverebbero in una situazione di pericolo. Allo scopo di studiare il futuro delle...

(6 Novembre 2016)

Giovanni D’AGATA


in: «Global Warming»

17440452