il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Pace, lavoro e libertà

Pace, lavoro e libertà

(16 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Manifestazione nazionale della FIOM

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Contratto gomma-plastica: per le imprese bisogna lavorare di più'.

E' sciopero nazionale in tutto il settore

(4 Marzo 2008)

Anche ai chimici scappa la pazienza, e allora il conflitto si rende inevitabile. Accade nel settore dell'industria della gomma- plastica dove le trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro 2008-2011, scaduto il 31 dicembre 2007, subiscono un clamoroso "stop".

Infatti i sindacati di categoria Filcem-Cgil, Femca-Cisl, Uilcem-Uil hanno proclamato oggi uno sciopero nazionale di otto ore per venerdì 14 marzo (altre otto verranno successivamente programmate) in tutte le 2500 imprese del settore (alcuni i colossi multinazionali di rilievo: Pirelli, Bridgestone, Michelin, Continental, Prismyan Cavi, ecc.).

Il "pomo della discordia" è la richiesta di aumento dell'orario di lavoro che la Federazione Gomma Plastica (l'associazione degli imprenditori del settore aderente a Confindustria, n.d.r.) ha buttato sul tavolo negoziale senza tanti complimenti, come un fulmine a ciel sereno. "E" un ricatto assurdo - tuonano i segretari di Filcem, Ferrica, UiScern, Alberto Morselli, Angelo Colombini, Massimo Chiacchiararelli - del quale non vogliamo divenire ostaggio. Il contratto - fanno sapere i dirigenti sindacali - già contiene, se ben utilizzato, elementi di flessibilità tali da rispondere tempestivamente alle richieste anche improvvise del mercato, come la stessa controparte ha più volte ammesso in varie occasioni". "Noi vogliamo - dicono - continuare a negoziare sulle flessibilità, senza tabù, ma l'aumento tout-court della quantità di orario proprio non la digeriamo". "Talmente improponibile perfino pensarla", concludono. Sul fronte salariale, come si ricorderà, i sindacati avevano richiesto un aumento di 105 euro medi sui minimi che - sostengono - "possono essere tranquillamente onorati dalle imprese". Inoltre i lavoratori attendono risposte positive anche sul terreno dei diritti (part-time, mercato del lavoro) e del "welfare" contrattuale ( assistenza sanitaria, con l'adesione a "Faschim" e previdenza integrativa).

Intanto a Roma il prossimo 5 marzo proseguiranno le trattative per l'altro contratto del settore, quello delle piccole e medie imprese aderenti a Unionchimica-Confapi, scaduto anch'esso il 31 dicembre 2007.

Roma, 27 febbraio 2008

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Contratto Gomma plastica»

9940