il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Crisi Eaton Monfalcone

(22 Luglio 2009)

Nella giornata di ieri, presso l'Assindustria di Gorizia, le lavoratrici e lavoratori hanno dato per l'ennesima volta la prova di sapersi mobilitare, con una forte presenza ha lanciato un segnale inconfondibile alla Direzione Aziendale.

Le preoccupazioni di una delocalizzazione sono concrete, ma ancora una volta le lavoratrici e lavoratori presenti al presidio di Gorizia, hanno inteso affermare che non sono disposti ad accettare incondizionatamente le decisioni Aziendali.

Il successo della manifestazione pone l'accento sulla nostra volontà è di essere parte attiva nelle trattative, la massiccia presenza ha inoltre fatto capire che le maestranze non accetteranno imposizioni dall'alto e che ogni decisione deve essere presa con il massimo consenso.

Nella riunione l'Azienda ha affermato che il mercato dell'auto attraversa una forte contrazione dovuta alla crisi che attraversiamo, il mercato globale ha segnato in un anno il calo del 51% delle vendite, mentre nel mese di maggio la flessione mondiale ha toccato quota - 33% rispetto all'anno precedente.

I dati economici pur mantenendo un parziale profitto positivo, rilevano che lo stesso si è ridotto di un decimo rispetto all'anno precedente, disponendosi attorno ai 34 milioni di dollari.

I Dirigenti Aziendali hanno affermato che intendono formare una squadra di dieci unità per attuare il piano di simulazione produttiva in officina, essa sarà discussa nelle sedi di stabilimento, attuando sotto proposta della delegazione sindacale, una rotazione del personale coinvolto.

La riunione ha discusso come previsto anche della mobilità volontaria per venti addetti, che si aprirà l'1 settembre per terminare il 31 dicembre, la mobilità è su base volontaria per chi intende usarla come ammortizzatore per accedere ad altra attività.

Le RSU intendono ringraziare tutte le lavoratrici e lavoratori che con la propria presenza hanno voluto rimarcare all'opinione pubblica la grave situazione che li coinvolge e allo stesso tempo hanno fatto capire alla Direzione, di non essere disposti a subire decisioni unilaterali.

Inoltre la massiccia presenza ha dimostrato ancora una volta della coesione fra le maestranze e il sindacato (*), rilevando che le decisioni condivise sono il percorso migliore da perseguire, le discussioni anche animate, permette di prendere atto comunemente in assemblea della strada migliore da intraprendere.

Le RSU forti del consenso dimostrato ancora una volta, intendono proseguire sulla strada intrapresa, peraltro decisa in assemblea.

Monfalcone 21 luglio 2009

* Una menzione e ringraziamento va rivolto ai compagni delle RSU di: Ansaldo, Carraro, Detroit, Fincantieri, Mw, Rion Est e SBE, presenti con i loro striscioni in segno di solidarietà tangibile con le lavoratrici ed i lavoratori Eaton.

Le RSU Eaton

10641