il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Primavera

Primavera

(8 Febbraio 2011) Enzo Apicella
4 bambini Rom muoiono nell'incendio della loro roulotte causato forse da una stufetta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(La tolleranza zero)

COMUNE DI MARINO: SUI RIFUGIATI IN ARRIVO IN CITTA’ PESSIMA USCITA DELLA GIUNTA MONCA!

(20 Maggio 2015)

IN ARRIVO 78 RIFUGIATI OSPITI IN ZONA PAOLINA (CENTRO STORICO). VICESINDACO E GIUNTA NON CI PROVINO NEMMENO A FOMENTARE XENOFOBIA E RAZZISMO!
I SENTIMENTI STORICI E PROFONDI DELLE POPOLAZIONI MARINESI SONO DI ACCOGLIENZA E ANTIFASCISMO.

maurizioaversa

Maurizio Aversa

”l’Amministrazione intende operare con fermezza, decisione, buon senso … Quello che oggi dobbiamo chiarire e su cui intendiamo continuare a vigilare … non può farci mettere in secondo piano i cittadini residenti a Marino e le problematiche già vive sul territorio, così come chi ha dato la propria disponibilità ad ospitare circa ottanta profughi dovrà chiarire tutti i contorni della vicenda su cui non possiamo e non vogliamo in alcun modo restare fermi ma prendere posizioni chiare nel rispetto di tutti”.

Gli stralci di dichiarazioni che il Vicesindaco ha rilasciato alla stampa a nome della Giunta mostrano l’assoluta inadeguatezza ed un retropensiero degno della peggiore ipocrisia perbenista non di un moderato qualsiasi, ma di chi non è un ostacolo a xenofobia e razzismo.
Su questi delicatissimi temi, su queste drammatiche vicende, occorre un linguaggio chiaro e da spartiacque: l’assistenza, l’accoglienza, la dedizione solidale vanno assicurati.
Anzi, per una città come Marino, che ha alle spalle una storia ed una tradizione di accoglienza e di solidarietà di matrice cattolica, socialista e comunista, che ne hanno informato tutta la comunità e le genti che qui si sono stabilite, è una sottolineatura di attuazione di valori e diritti che si mutuano in modo complementare.
Per questo sono fuori luogo gli aut-aut ai soggetti privati che rispondendo a bandi pubblici della Repubblica italiana hanno dato disponibilità degli immobili. Oppure si accampa, non dicendolo, che c’è (come per il medievale ius prime noctis) un “via libera” che il potere politico di maggioranza e Giunta voleva esercitare?
Per questo sono fuori luogo i richiami a “fermezza”, “vigilare”, “prendere posizione” rivolti a chi? A chi non si conosce! Perché questo non viene detto dei circa 300 nuovi abitanti che ogni anno vengono a Marino? Neppure questi, al momento dell’arrivo, si conoscono!
Dunque? Se non c’è xenofobia e razzismo allora si evitino sproloqui. Se si vuole fare da sponda a qualche sottocultura fascista che non tarderà a strillare allora è ancora peggio!
Comunque la si metta questa Giunta dimostra ad ogni occasione di non essere più in grado di guidare la città rispettandone i sentimenti profondi di democrazia, solidarietà e trasparenza.
Il Prefetto Gabrielli, insieme alla giusta missiva di informazione per l’arrivo dei rifugiati, farebbe bene ad accelerare la spedizione della lettera di licenziamento della Giunta e di scioglimento del Consiglio comunale.
I comunisti di Marino seguono e verificheranno tutti i passaggi di accoglienza affinchè nessun aspetto sociale e solidale sia messo in secondo piano, per il rispetto di ogni essere umano e di tutti i cittadini marinesi.

Maurizio Aversa, segretario del PCdI di Marino

3452