il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Rifugiato o clandestino?

Rifugiato o clandestino

(5 Aprile 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(La tolleranza zero)

ORDINANZA CONTRO L’”ACCATTONAGGIO”, PRIMA INIZIATIVA ELETTORALE DELLA PEGGIORE DESTRA SPOLETINA PER RACCATTARE IL VOTO DI CHI E’ MOSSO DAGLI ISTINTI PIU’ BASSI DETTATI DALLA PAURA E DALL’IGNORANZA

(17 Gennaio 2018)

casa rossa

Una ordinanza contro i poveri, indecorosa, che vuole essere rappresentativa del ceto medio benestante che non vuole essere disturbato dalla povertà. Una ordinanza degli stessi che appartengono a partiti che sono i primi responsabili, con le loro politiche nei governi che hanno guidato l’Italia, della disoccupazione, della precarietà, della creazione di un clima di odio verso il diverso e verso gli stranieri, volto a creare un capro espiatorio sul quale scaricare la rabbia della popolazione italiana che non ce la fa più a tirare avanti.

Ogni politica discriminatoria costruisce il proprio successo sulla paura e sull’ignoranza, il candidato lombardo della Lega, Fontana, ha pensato di ricorrere ai peggiori spettri del novecento: la difesa della razza bianca, per arrampicarsi sugli scranni del potere. A Spoleto si devono arrangiare con quello che caccia casa e se la prendono con chi vende calzini, fazzoletti o chiede qualche centesimo per cercare di sopravvivere.

Magari gli stessi dell’ordinanza poi li ritroviamo la domenica in chiesa a pregare e a Natale a onorare il bambino nella grotta.

Bisogna fermarli.

Questa storia stabilisce un confine, tra chi va verso i poveri e chi spinge sulla testa di chi ha già un piede dentro la fossa e costringe a schierarsi o di qua o di là !

Vedremo che ci sapranno dire le forze politiche spoletine e scopriremo chi sono.

Non c’è posto per l’ignavia anche se ignavi già si sentono.

Facciamo appello alla parte migliore di Spoleto, sociale e solidale a reagire.

Come un tempo, compagni, cittadini, fratelli, teniamoci per mano come nuovi partigiani contro la barbarie che avanza.

CASA ROSSA Spoleto

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La tolleranza zero»

Ultime notizie dell'autore «Associazione Culturale Casa Rossa»

3797