il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Auguri

Auguri

(8 Aprile 2012) Enzo Apicella
Nonostante la crisi il governo Monti ha deciso di procedere all'acquisto di 90 F35

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

DIRITTI DEI LAVORATORI

I «numeri» della lotta dei classe

statistiche e rilevamenti su salari, prezzi, inflazione, lavoro tipico e "atipico"...

(82 notizie dal 8 Gennaio 2002 al 16 Aprile 2014 - pagina 2 di 5)

Puntuali come ogni anno i dati sulla povertà...

...che confermano la caratteristica tipica delle famiglie povere: monoreddito e da lavoro dipendente, in prevalenza del sud!

Ogni anno puntualmente l'ISTAT snocciola i dati relativi alla povertà nel nostro paese e puntualmente la regione Molise si colloca tra quelle più povere. Ma la povertà è una prerogativa tipica di tutto il mezzogiorno. E non serve certo l'autorevolezza numerica di un ufficio di statistica per accorgersi di quello che accade intorno a noi; basta parlare con la gente per...

(6 Ottobre 2007)

Roberto Pano Responsabile sviluppo e lavoro P.d.C.I. Molise http://www.webalice.it/robertopano

Dati Istat sulle retribuzioni

L'indice delle retribuzioni contrattuali orarie (base 2000=100) a luglio è risultato pari a 118,5 con una variazione congiunturale dello 0,1% e un incremento dell'1,8% tendenziale, il più basso da giugno 2003 (+1,7%). Lo rende noto l'Istat. A luglio, rileva l'Istat, si è registrato il rinnovo degli accordi trasporti merci su strada e servizi di magazzinaggio, i cui aumenti tabbellari...

(7 Settembre 2007)

http://www.ilsole24ore.com/

Elio Catania in ATM

Sono pochi, sempre gli stessi. Viaggiano in business class. Collezionano posti nei consigli di amministrazione di banche, aziende e fondazioni. Se li scambiano come figurine. Un tempo li chiamavano boiardi. Ora vengono definiti top manager. Si spacciano per tecnocrati. In realtà sono professionisti delle relazioni di potere. Pura espressione di un capitalismo neo-feudale. Nulla li ferma, né...

(28 Aprile 2007)

Piero Ricca blog

I salari italiani sono i più bassi d’Europa

Le retribuzioni dei grandi manager e dei parlamentari sono le più alte d’Europa

L’Eurispes ha reso pubblico un dato sconvolgente sui salari italiani. In pochi anni sono diventati i più bassi d’Europa e, vista la dinamica degli aumenti, possono ancora andare peggio. Negli stessi giorni sono state rese pubbliche le retribuzioni da sogno dei principali manager italiani. Ognuno di loro prende in un anno l’equivalente di quello che ricevono molte centinaia...

(5 Aprile 2007)

Rete 28 Aprile nella Cgil per l’indipendenza e la democrazia sindacale www.rete28aprile.it

Eurispes: salari più bassi d'Europa

Abbiamo i salari più bassi d'Europa. Adesso che Eurispes ha ufficializzato i dati, siamo più felici. Se prima ne avevamo una percezione vaga ora ne abbiamo la certezza assoluta. La fatidica frase - non arrivo a fine mese - non è e non era una novità. Da quanto tempo lo sentiamo, lo ripetiamo e lo viviamo sulla nostra pelle? Ma adesso lo dice Eurispes e tutti ne discutono....

(30 Marzo 2007)

Alessandro Ambrosin

Salari, Italia maglia nera Ue

Italiani lavoratori 'poveri' d'Europa e nelle ultime fila sia per il peso delle buste paga che per la rivalutazione dei propri salari nel tempo. E' quanto emerge da un rapporto Eurispes secondo cui l'Italia è al quart'ultimo posto in Europa per salari lordi medi pari a 22.053 euro l'anno contro i 42.484 euro della Danimarca, il paese che vanta i salari più ricchi in una classifica che...

(30 Marzo 2007)

affari italiani

Tessile: cessioni/acquisizioni, ristrutturazioni, attualita’ & futilita’

Classifica del mese. 160 miliardi di euro, una cifra pari al prodotto interno lordo della Grecia, con una crescita del 10% rispetto all’anno precedente: è il mercato mondiale del lusso nel 2006, secondo uno studio commissionato da Altagamma, l’associazione delle 53 aziende italiane della qualità più elevata in diversi settori commerciali. Segno evidente, se ce n’era...

(5 Marzo 2007)

Newsletter ABITI PULITI n.2 http://www.abitipuliti.org/

Nel 2006 41 miliardi di euro di profitti per sole 20 società italiane

Mentre Lorsignori ci prendono per i fondelli dicendo che con questa finanziaria "ANCHE I RICCHI PIANGONO", IlSole24ore del 21 novembre 2006 pubblica questi dati: Utili netti per i primi 9 mesi 2006 di 20 società italiane quotate in borsa (milioni di euro) Eni 7.697,0 Unicredito Italiano 4.480,0 Enel 2.640,0 Telecom Italia 2.376,0 Banca Intesa 2.173,0 Ass. Generali 1.941,3 San Paolo-Imi 1.638,0 Tenaris...

(26 Novembre 2006)

Esecutivo nazionale Slai Cobas

Quanto hanno perso le pensioni in 15 anni.

Uno studio recentemente aggiornamento dalla Federazione pensionati della Cisl, Fnp, misura la perdita del potere d’acquisto degli assegni previdenziali con particolare riferimento all’arco temporale degli ultimi 15 anni. I risultati dell’analisi confermano che i pensionati con redditi bassi e medio bassi hanno avuto una perdita del potere d’acquisto pari a circa 320 miliardi...

(26 Novembre 2006)

Occupazione: sempre meno posti fissi

Il posso fisso è ormai diventato un sogno per i giovani italiani. E lo è ancor di più se si pensa alla pubblica amministrazione: su 100 lavoratori, secondo l’ultimo rapporto del Censis, ben 10 hanno un contratto cosiddetto atipico. Un comparto quello del lavoro statale, che ha superato anche quello industriale, dove il tasso di atipicità raggiunge l’8%. Il...

(30 Agosto 2006)

http://www.miaeconomia.com/

Istat: dati su retribuzioni e ore lavorate

Ad aprile l'indice delle retribuzioni orarie e' salito dello 0,2% congiunturale - a 115,4 - e del 2,7% tendenziale. Istat comunica i dati relativi a contratti collettivi e retribuzioni contrattuali: in quattro mesi le retribuzioni orarie sono cresciute del 2,5% tendenziale. A fine aprile i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore relativamente alla sola parte economica riguardavano il 52%...

(29 Maggio 2006)

http://www.24oreborsaonline.ilsole24ore.com/

La «montagna d'oro» e gli «avidi»

Confrontate l’inizio e la fine di questo articolo apparso il 25 febbraio in un grande quotidiano… Si tratta di arroganza incredibile, o di sincera franchezza rivelatrice? Le Soir, 25 febbraio, la settimana finanziaria: « La voglia di darsi un gran daffare attanaglia in modo assoluto, quando si sta seduti su una grande montagna d’oro. Le imprese europee, in questi due ultimi...

(9 Marzo 2006)

MICHEL COLLON

Sprofonda il made in Italy nel 2005, anno nero dell'industria

Va male la Fiat, ma va male anche il made in Italy, le scarpe di Della Valle, gli occhiali di Del Vecchio, le giacche di Armani. Tutta l'industria che non è stata ancora delocalizzata in paesi terzi, sprofonda. È proprio un anno nero il 2005 per l'economia produttiva italiana. I dati diffusi lunedì dall’Istat sono addirittura peggiori delle previsioni degli analisti. Si...

(13 Febbraio 2006)

di Red(13 Febbraio 2006)

Irpef, stangata per i dipendenti

gli altri pagano il 25% in meno

Un bilancio salato per le tasche delle famiglie e dei pensionati italiani, le categorie più bersagliate dal fisco negli ultimi cinque anni: hanno pagato il 14% in più di Irpef, mentre le imposte sono scese del 25% per gli altri redditi. I dati non certo confortanti emergono da uno studio a cura della Cgil, che ha esaminato gli effetti su famiglie ed imprese degli interventi adottati...

(8 Febbraio 2006)

Da “Espresso”

Disoccupazione in calo in italia ?

Mentre tutti i soggetti economici, sociali e politici dipingono una economia in difficoltà crescente, nei giorni scorsi l’Istat ha fornito un nuovo aggiornamento dei dati su occupati e disoccupati che presenta un quadro roseo del nostro paese. Nel secondo trimestre del 2005 si registrano 213.000 posti di lavoro in più rispetto all’anno prima e la disoccupazione ufficiale...

(20 Ottobre 2005)

Slai Cobas Ansaldo Camozzi

Poverta' in italia

Anche l’Istat certifica la crescente povertà in Italia: nel 2004 i poveri hanno superato quota 7,5 milioni (ossia il 13,2% dell’intera popolazione), con oltre 2,6 milioni di famiglie colpite dal fenomeno, vale a dire l’11,7% del totale rispetto al 10,8% dell’anno precedente. L'Istat ha messo nero su bianco anche i numeri dell’indigenza che stanno spingendo pericolosamente...

(11 Ottobre 2005)

http://www.miaeconomia.com/

Grandi imprese: occupazione in calo

A luglio l’occupazione nelle grandi imprese ha registrato un calo di 8mila unità rispetto allo stesso mese del 2004, segnando un -0,4 tendenziale. Rispetto a giugno 2005, l’occupazione nelle imprese con almeno 500 dipendenti è rimasta invariata. Il calo di 8mila unità al lordo della cassa integrazione è il risultato di una diminuzione di 14mila unità...

(9 Ottobre 2005)

http://www.denaro.it

La disoccupazione in Italia e in Europa

L’Italia ha il tasso di occupazione più basso di tutta l’area dell’euro con quasi 6 punti percentuali in meno rispetto alla media dell’intera Unione a 25. E’ quanto emerge dagli ultimi dati diffusi oggi da Eurostat che segnalano inoltre un accentuato squilibrio in Italia tra il lavoro maschile e quello femminile. L’ufficio statistico dell’Unione europea...

(14 Settembre 2005)

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it

Un mercato del lavoro patologico: il trionfo della precarieta’ permanente

Secondo Istat ormai un quarto dei lavoratori sono atipici (24% del totale registrato contro un 76% di lavoratori con contratto standard). La metà dei neoassunti, nel periodo 1993-2003 è precaria. In città come Milano, secondo il Censis, 81 lavoratori su mille sono precari, a Roma sono 62 su 1000. Il processo di precarizzazione dal 94 al 2004 ha fatto passi da gigante (dati commissione...

(10 Settembre 2005)

CUB

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

30734