il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Thatcher

Thatcher

(9 Aprile 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Anomalie nelle Autostrade Siciliane

Commissariamento inspiegabile

(21 Giugno 2006)

Il Partito dei Comunisti italiani di Messina denuncia alla opinione pubblica che dal lontano 2001 si evidenziano sempre più anomalie nella gestione del Consorzio Autostrade Siciliane. Non si comprende il motivo per cui la Regione Siciliana, (maggiore azionista dell’Ente pubblico), non ha provveduto alla nomina di un regolare consiglio di amministrazione.
Il Consorzio commissariato e presieduto dalla stessa persona per tutti questi anni farebbe sorgere il sospetto che vi è in atto un disegno mirato alla disgregazione per aprire la strada alla privatizzazione.
In questi sei anni si è assistito ad una gestione sfociata in nomine alquanto dubbie, come ad esempio quelle delle consulenze, pagate profumatamente, assegnate a dirigenti dell’Ente che stavano per andare in pensione. Si assiste ad una gestione del personale confusionaria e priva di ogni aspetto organizzativo, al riguardo il Consorzio è forse l’unico Ente siciliano dove si effettuano migliaia di ore mensili di straordinario nonostante abbia un organico di circa 700 unità. La Regione Siciliana, a fronte di quanto avviene si è limitata ad effettuare qualche ispezione che aveva del grottesco: Doveva indagare su se stessa con il risultato che è sotto gli occhi di tutti.
Per quanto riguarda la gestione delle assunzioni siamo nel classico porto delle nebbie. Si è creato un circolo chiuso e vizioso, figlio dei famosi corsi per ATE che precludevano, a priori, pari opportunità di lavoro per tutti gli aspiranti. In pratica si è creato un bacino ristretto dove attingere personale calpestando la dignità e le giuste aspettative degli altri aspiranti lavoratori. E’ giunto il momento che la Regione Siciliana si faccia carico delle responsabilità e si adoperi nel più breve tempo possibile per nominare un regolare consiglio di amministrazione anche perché non si può più pagare lautamente un commissario per sempre.
Il Partito dei Comunisti Italiani nei prossimi giorni presenterà una interrogazione parlamentare al Ministro competente.

La segreteria provinciale PdCI Messina

7019