il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Marchio Marchionne

Marchio Marchionne

(26 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Esternazione di Marchionne contro la scarsa produttività degli operai italiani

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

“ FIAT VOLUNTAS TUA “

(2 Ottobre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.cobas.it

02/10/2010 11:40

Fiat-Marchionne ordina , Bonanni/Cisl – Angeletti/Uil eseguono!

E oplà il gioco è fatto ! Il 29 settembre Cisl-Uil hanno accondisceso a quanto Marchionne ordinava, sottoscrivendo “ le deroghe” al CCNl 2008-2011, il famigerato “ art.4 bis” con il quale il padronato può superare in peggio le normative contrattuali .

Era da un pezzo,dal 1962 / p.za Statuto a Torino, che non si assisteva ad uno spettacolo così infame!

Il padrone prepotente e i sindacati venduti , che cooperativamente azzerano i diritti dei lavoratori, conquistati con tanta fatica e lotte negli anni ’70.

Hanno voglia di dire i venduti Cisl-Uil, che: 1) il diktat Marchionne vale solo per Pomigliano ; 2) non è la prima volta che si fanno”deroghe padronali” al CCNL (pattuite anche con la Cgil), 3)” è il prezzo da pagare per mantenere il lavoro ; 4) “ i diritti ci sono solo se le fabbriche stanno in piedi, senza le fabbriche non ci sono diritti”.

La loro complicità entusiasta sta li a dimostrare in quale conto tengono i lavoratori ! Trattati come ostaggi al solo fine della riproduzione del profitto, moderni schiavi !

Quand’è che i loro iscritti , i lavoratori tutti, si ribelleranno ?! Rompendo le catene che li legano al ricatto del lavoro e a questi caporali ??!

Tempi difficili per i lavoratori ! Tempi duri, in assenza di una opposizione sociale, di programmazione economica,di stato di diritto, di democrazia .

Tempi facili per i padroni ! Che con la scusa della crisi fanno il comodo loro fregandosene di Contratti-Leggi-Costituzione ! Riducendo al minimo il costo del lavoro attraverso tutte le forme della precarietà, negando i diritti “ in fabbrica la legge sono io “, producendo in regime di paura e caserma dove primeggiano ritorsioni salariali,provvedimenti disciplinari e licenziamenti !

Con le “ deroghe” apportate al CCNl, Federmeccanica ordinerà a tutte le aziende associate di firmare fabbrica per fabbrica accordi separati, nonostante la vigenza del contratto fino al 31/12/2011 e gli opportuni ricorsi alla Magistratura da parte dei lavoratori .

In tutto il Gruppo Fiat, Marchionne farà altrettanto, avendo a disposizione OO.SS. compiacenti !

A POMIGLIANO, DA GENNAIO 2011 MARCHIONNE - prima ancora di investire e produrre la promessa Panda - RENDERA’ ESECUTIVO IL PASSAGGIO DEI LAVORATORIALLA NEW . CO . Visto quanto già ottenuto con : 1) il diktat” si lavora alle mie condizioni ; 2)la nascita della “ New Co” ; 3) l’accordo separato sulle “ deroghe” al CCNL.

Questo verrà imposto ai lavoratori con il putrido scambio : “ prima la firma delle dimissioni volontarie dalla vecchia Fiat, poi la firma della lettera di assunzione nella “New.Co.” alle condizioni del diktat Marchionne, prendere o lasciare !

Sotto il ricatto della perdita del posto di lavoro purtroppo tutti saranno costretti a piegare la testa, fermo restando che è possibile non firmare, denunciando e portando in Tribunale il rifiuto del ricatto Fiat-Marchionne !

SAREMO A FIANCO DEI LAVORATORI IN OGNI CASO !!

Continuando a scioperare dove si produce, rifiutando i sabati lavorativi e altre disposizioni non contrattuali, mantenendo lo stato di agitazione almeno fino allo sciopero dell’intero Gruppo Fiat.

Il 15 ottobre i Cobas hanno indetto lo sciopero nazionale dei lavoratori della scuola per contrastare la dilagante precarietà e il declassamento dell’istruzione pubblica : dove è possibile facciamo coincidere gli scioperi aziendali, nel comune impegno contro disoccupazione e perdita del welfare.

SI IMPONE – a fronte di una disoccupazione che va oltre il 10% ( di cui 50% donne e 35% giovani),di licenziamenti-ridimensionamenti-delocalizzazioni ( vedi Fiat,Fincantieri,Finmeccanica, Ariston, Vinyl e tante altre) LA NECESSITA’ DI RICOMPORRE QUESTA FRAMMENTAZIONE IN UNA UNICA VERTENZA GENERALE PER L’OCCUPAZIONE, IL REDDITO, I DIRITTI, LA DIGNITA’.

Roma 1 ottobre 2010

COBAS LAVORO PRIVATO- CONFEDERAZIONE COBAS

Cobas Lavoro Privato

3248