il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Bell'Italia amate sponde

Bell'Italia amate sponde

(16 Maggio 2009) Enzo Apicella
L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha reiterato al ministro dell’Interno, Roberto Maroni, la richiesta di porre fine alla prassi del respingimento di migranti dalla Libia.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(La tolleranza zero)

Giornata Mondiale dei Rifugiati
“DIRITTO ALL’ABITARE/RESIDENZA E NO AL REGOLAMENTO EU DUBLINO II”

(12 Giugno 2013)

L’assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha proclamato nella sua risoluzione 55/76 del 4 dicembre 2000, che a partire dal 2001 il 20 giugno sia celebrata la Giornata Mondiale del Rifugiato.
Oggi oltre 42 milioni di persone sono costrette a fuggire dai loro paese mentre quasi un milione di persone risultano richiedenti asilo nel mondo. Persone condannate ad abbandonare le proprie famiglie a causa di persecuzioni politiche, etniche, religiose, di conflitti, carestie o a causa di guerre spesso finanziate da paesi occidentali o dalle multinazionali per i loro interessi.

Di fronte a questo bisogno d’asilo per la salvaguardia della propria vita e un futuro migliore, il diritto all’asilo viene sistematicamente negato in Europa attraverso il Regolamento Dublino II, che di fatto è una negazione dell’asilo, ed in Italia in particolare a causa dell’assenza di una legge organica sull’asilo che tuteli realmente rifugiati/richiedenti asilo.

Il risultato di queste politiche di chiusura nei confronti dei rifugiati o richiedenti asilo è quello di costringere gli stessi a vivere un vero calvario in termini di diritti negati come il diritto ad una vera accoglienza/assistenza, all’abitare e alla residenza. Migliaia di persone a causa di ciò vivono nelle stazioni, nei vagoni dei treni o sono vittime sacrificali dei pescecani dell’assistenzialismo come è successo col piano Emergenza Nord-Africa costato1 miliardo e 300 milioni di euro senza alcun beneficio per i rifugiati e richiedenti asilo i quali, alla riconquista di un minimo di dignità, hanno risposto con iniziative di riappropriazione come avvenuto a Torino Roma, Caserta, Bari, Napoli, Bologna, Bergamo, Milano, Cosenza, Massa Carrara, Pisa, Palermo, ecc…

Come movimenti di rifugiati e comitati di solidarietà, intendiamo ed invitiamo tutti/e a fare della giornata mondiale dei rifugiati un momento di mobilitazione nazionale di confronto, di denuncia sul tema del DIRITTO ALL’ABITARE e alla RESIDENZA per dire NO AL REGOLAMENTO DUBLINO con iniziative dislocate nei territori fino a fine Giugno.

L’insieme di queste iniziative ci porteranno alla costruzione di una grande mobilitazione nazionale a ottobre e della prima CAROVANA EUROPEA DEI RIFUGIATI/RIFUGIATE il prossimo autunno con partenza dall’Italia verso Strasburgo (Francia) sede del Parlamento Europeo, del Consiglio d’Europa e della Rappresentanza in Europa dell’Alto Commissariato per i rifugiati.

* RIUNIONE NAZIONALE MOVIMENTI MIGRANTI/RIFUGIATI 7 LUGLIO A BERGAMO
(ore 10.30, nei prossimi giorni sarà comunicata la sede)

1. Libertà di circolazione e diritto di residenza
2. Diritto all'abitare
3. Diritto d'asilo (no alla Dublino II)
4. Diritto al lavoro e al reddito
5. Accoglienza dignitosa e chiusura dei CIE
6. Scollegare il permesso di soggiorno dal contratto di lavoro
7. Diritto di cittadinanza in base alla residenza

Movimento MigrantiRIfugiati

3852