il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Praga. Il convitato di pietra

Praga. Il convitato di pietra

(8 Aprile 2010) Enzo Apicella
Usa e Russia discutono il nuovo Trattato Start. Delle armi nucleari di Israele, denunciate da Mordecai Vanunu, non si parla.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

'Josu Ternera', ex militante dell'ETA, sfugge alla polizia

(13 Agosto 2013)

josutern

Il 16 luglio, all’alba, la polizia francese ha fatto irruzione nella casa di Jose Antonio Urruticoechea, detto “Josu Ternera”, nella cittadina di Durban-sur-Arize, vicina al confine spagnolo. Nell’abitazione era presente solo la compagna, la quale è stata portata in commissariato per poi essere rilasciata poche ore dopo.

Josu Urrutikoetxea, 62 anni, è costretto a vivere in clandestinità dal 2002 in seguito ad un mandato europeo per la sua cattura; dal 2007 viveva a Durban-sur-Arize, una cittadina francese di 150 abitanti. Sembrerebbe che i servizi segreti spagnoli da tempo stessero spiando Ternera. Venerdì scorso una dichiarazione da parte delle autorità spagnole e francesi, hanno "ufficializzato" l'operazione messa in atto al fine di arrestare l'ex militante dell'ETA, un'operazione alla quale Josu è riuscito a fuggire.

Josu Urrutikoetxea viene ritenuto uno dei massimi componenti dell'organizzazione armata basca e inizia a vivere in clandestinità dal 1971. Il 28 luglio 1972 partecipa a un attacco del camion della Banca di Biscaye, un anno dopo, insieme ad altri membri dell’ETA, organizza un attacco alla polveriera di Hernani, dove si impossessano di 3mila chili di dinamite e altri esplosivi. Una parte di questi esplosivi verrà utilizzata per l’attentato contro Luis Carrero Blanco, primo ministro del governo franchista. Processato e condannato molteplici volte, la Corte Nazionale spagnola ha aperto 4 inchieste nei suoi confronti continuando a perseguire l'obiettivo della sua detenzione effettiva, dopo il suo ultimo arresto che ha portato alla sua carcerazione per più di 10 anni. Alla fine degli anni '90, Josu venne eletto deputato del Parlamento basco tra le liste di Euskal Herritarrok di Vizaya, attualmente illegalizzata attraverso la così chiamata "legge dei partiti". Nel dicembre del 2011, gli Stati Uniti decidono di includerlo nella lista dei terroristi.

Tipico di chi, come lo Stato spagnolo, brama la sua eterna vendetta, sembrerebbe che per la magistratura spagnola, l'arresto dell'ex militante dell'organizzazione armata basca sia diventata una vera e propria ossessione, esattamente come testimoniano le ultime dichiarazioni del ministero dell'Interno spagnolo che vede nell'arresto dell'ex militante basco "un obiettivo assolutamente prioritario".

Infoaut

7697