il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Ucraina: un paese conteso

Giochi di potenza, derive reazionarie e necessità di un'alternativa di classe

(92 notizie dal 8 Dicembre 2013 al 18 Giugno 2020 - pagina 1 di 5)

Marino/BiblioPop. In rete il riassunto video dell’iniziativa sul Donbass

Svoltasi in due tempi a causa della pioggia

Alberto Fazolo è un militante internazionalista. Ha partecipato alle campagne nazionali e internazionali in sostegno ai popoli dell'ex-Ucraina. Economista, esperto di Terzo Settore e giornalista, ha trascorso due anni della sua vita in Donbass svolgendo attività politica e umanitaria. Sabato 13 giugno è stato ospite dell’Associazione Acab, del Circolo di Italia Cuba di...

(18 Giugno 2020)

Trasmesso da Maurizio Aversa

Marino. Sabato 13 incontro pubblico a sostegno del Donbass

Dopo i successi dei primi due appuntamenti pubblici esterni, nel parco Maura Carrozza adiacente a BiblioPop, Acab, Italia Cuba e PCI hanno organizzato la presentazione del libro di Alberto Fazolo e Nemo

Sin dall’inizio del conflitto, alla lotta prendono parte un numero significativo di volontari stranieri, che danno vita alle proprie formazioni all’interno della Milizia Popolare. Tra queste (e probabilmente la più nota), il gruppo “InterUnit” della Brigata “Prizrak”, in cui hanno prestato servizio soldati provenienti da ogni parte del mondo: protagonisti...

(11 Giugno 2020)

Trasmesso da Maurizio Aversa

Viterbo, 9 febbraio: "In Donbass non si passa" al Cosmonauta

Presso lo Spazio Arci "Il Cosmonauta" in Via dei Giardini 11 Patria Socialista, Sezione Celestino Avico della Tuscia, presenta IN DONBASS NON SI PASSA La Resistenza antifascista alle porte dell’Europa di Alberto FAZOLO e NEMO (Roma, Red star press, 2018) Reportage dal fronte di lotta e di guerriglia che si è sviluppato negli ultimi anni nel Dombass, Est Ucraina, suscitando un moto di...

(24 Gennaio 2019)

Patria Socialista Tuscia e Il Cosmonauta

MARE D’AZOV: CRESCE IL MATERIALE INCENDIARIO
VERSO UN NUOVO CONFLITTO MONDIALE

Gli ultimi avvenimenti tra Russia e Ucraina sono una conferma di quanto da tempo vanno sostenendo gli attivisti contro la guerra ed il crescente militarismo, e cioè che siamo di fronte ad una pericolosa crescita delle tensioni tra potenze ed al concreto rischio che incidenti come questi possano sprofondare l’intero globo nel baratro di un conflitto mondiale. I fatti accaduti sono noti:...

(5 Dicembre 2018)

RETE CONTRO LA GUERRA E IL MILITARISMO - CAMPANIA

Monterotondo, 15 settembre: presentazione del libro "In Donbass non si passa"

Nel 2014 Stati Uniti e Unione Europea sostengono un colpo di stato in Ucraina che porta al potere una junta composta da partiti ed elementi ultranazionalisti. Lo stesso anno, la Crimea, con un controverso referendum si separa dall’Ucraina per tornare in seno alla compagine Russa dalla quale originariamente proveniva. Intanto le popolazioni del Donbass, in prevalenza russofone, non riconoscono...

(13 Settembre 2018)

Casa del Popolo Monterotondo

La morte di Zakharchenko non piegherà il popolo del Donbass

Drammatica notizia, in un bar del centro di Donetsk, un'esplosione ha ucciso Alexandr Zakharchenko, leader della Repubblica Popolare di Donetsk. Un vile attentato per indebolire la lotta nel nuovo stato popolare indipendente, nato dalla scissione dell' Ukraina nazista , il 12 maggio 2014. http://www.lastampa.it/…/esplosione-a-donetsk-u…/pagina.html La politica imperialista non ha confini,...

(2 Settembre 2018)

C.C.BROZ

Alberto Fazolo, Nemo, "In Donbass non si passa, La Resistenza antifascista alle porte dell’Europa"

Roma, Red star press, 2018, pp. 250, € 18.00

Nel quarto anniversario del rogo della Casa dei sindacati di Odessa, nel ricordo delle vittime Nel febbraio 2014, in uno dei sui ultimi numeri analogici, “Patria indipendente”, il mensile dell’Anpi, metteva in copertina un‘immagine di Alba dorata in Grecia, titolando Neofascisti e neonazisti contro l’Europa, mentre la controcopertina ritraeva gli scontri di Euromaidan,...

(3 Maggio 2018)

Silvio Antonini

Capranica (Vt), 28 aprile: In Donbass non si passa

sabato 28 aprile 2018, ore 18.00 Spazio Arci Claudio Zilleri via della Viccinella, 4, Capranica (Vt) Nell’ambito della XIV ed. di Resist Patria Socialista, Sezione Celestino Avico della Tuscia, in collaborazione con Arci Capranica Claudio Zilleri Presenta IN DONBASS NON SI PASSA La Resistenza antifascista alle porte dell’Europa di Alberto FAZOLO e NEMO (Roma, Red star press, 2018) Reportage...

(21 Aprile 2018)

Patria Socialista, Sezione Celestino Avico della Tuscia, in collaborazione con Arci Capranica Claudio Zilleri

Usb Viterbo: Incontro con la Carovana Antifascista di ritorno dal Donbass

Si terrà martedì 23 maggio l’incontro con la Carovana Antifascista che da pochi giorni è tornata dal Donbass, nell’Ucraina Orientale. Eleonora Forenza, europarlamentare di Altra Europa, Giorgio Cremaschi, ex segretario Fiom, e Andrea Ferroni, portavoce dei Giovani Comunisti si erano recati nella regione, per portare solidarietà alla popolazione in lotta con...

(20 Maggio 2017)

Usb Viterbo

I proletari della “Nuova Russia” fra guerra e sfruttamento di classe

Le separatiste Repubbliche Popolari di Lugansk (RPL) e di Donetsk (RPD) sono due entità politiche, assimilabili a Stati de facto, nate nel 2014 dal conflitto armato che da circa due anni sta lacerando l’Ucraina orientale. Il conflitto, sviluppatesi a seguito del moto nazional-populista di Euromaidan del 2013, e che, a giudicare dalle frequenti scaramucce e dagli scambi di tiri di obice...

(24 Febbraio 2017)

Partito Comunista Internazionale

L’IMPERIALISMO USA E LA NATO NELLA CRISI MONDIALE. IL CASO UCRAINA

Tempi bui si addensano sull’Europa. A Kiev, Ucraina, i neonazisti sono ufficialmente al Governo del Paese con il benestare delle Potenze europee e della NATO. In tutta Europa, dalla Norvegia, passando per la Svezia, la Germania, l’Austria, la Grecia e la stessa Italia le formazioni che si richiamano, più o meno apertamente, al nazismo stanno assumendo proporzioni di massa, apparentemente...

(5 Novembre 2016)

Federazione provinciale Pci Messina

Contro la cittadinanza onoraria al golpista Poroshenko

Verona, 11 marzo: presidio dalle 15.30 alle 18.30 in Piazza Bra La giunta comunale di Verona ha approvato la proposta del sindaco Flavio Tosi di conferire la cittadinanza onoraria al capo della giunta golpista ucraina Poroshenko quale segno di riconoscenza per il recupero dei quadri di Castelvecchio. Il Comitato veronese di solidarietà con l’Ucraina antifascista chiede l’immediata...

(6 Giugno 2016)

Il Comitato veronese di solidarietà con l’Ucraina antifascista

Crisi ucraina senza freni

di Hedelberto López Blanch (*) Da quando Petro Poroshenko, due anni fa, ha preso il potere dopo le manifestazioni delle forze di destra, appoggiate dai paesi occidentali, in piazza Maidan, la crisi e la corruzione non hanno smesso di colpire l’economia e il popolo ucraino. Prima di quegli eventi e durante la permanenza all’interno dell’estinta Unione Sovietica fino al 1991,...

(3 Marzo 2016)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

C.C.V.O, SOLIDALE CON IL DONBASS

Si e svolta la tradizionale cena sociale indetta dal C.C.V.O., nella frazione Portogruarese di Pradipozzo,in luogo privato. Quest' anno la tradizionale “cena sociale” voluta fortemente dai militanti e simpatizzanti del C.C.V.O. ha preso una piega diversa dalla solita routine annuale. Ottenendo risultati migliori delle previsioni, circa un centinaio di persone hanno voluto aderire all'...

(25 Gennaio 2016)

segreteria C.C.V.O

MARINO. LA FALSAMENTE ASETTICA “MARINO SOCIALE” SOSTIENE I FILOFASCISTI E FILONAZISTI DELL’UCRAINA CONTRO IL DONBASS!

VIVA LA DEMOCRAZIA, LIBERTA’ DI ESPRESSIONE E DI ESISTENZA PER IL PARTITO COMUNISTA UCRAINO.

Incredibilmente, a Marino, gli ex (?) adulatori di casapound, ora provano a passare per “difensori” del popolo del Donbass. Niente di più falso! L’unica possibilità, come hanno testimoniato molti artisti italiani e molti volontari recatisi in Donbass, è quella di dichiarare la verità sulle imposizione filofasciste e filonaziste dell’Ucraina! Oggi,...

(23 Gennaio 2016)

PCdI Marino

L’economia ucraina tocca il fondo

di Hedelberto Lòpez Blanch (*) L’economia ucraina si sta indebolendo di giorno in giorno davanti all’ostinata posizione del governo di Piotr Poroshenko di allearsi più fortemente all’Occidente, allontanarsi dalla Russia – il suo tradizionale socio commerciale – e continuare le ostilità contro la Repubblica del Donestk e Lugansk. Il Servizio Statale...

(28 Giugno 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni

L'Ucraina, prima ancora che la Grecia

Gli oligarchi e il loro governo entrano in tensione nel subire le pressioni degli imperialismi occidentali, che proseguono le loro manovre di guerra. In ucraina intanto, scendono in piazza gli oppositori. Gli oligarchi e il loro governo entrano in tensione nel subire le pressioni degli imperialismi occidentali, che proseguono le loro manovre di guerra. In ucraine intanto, scendono in piazza gli oppositori. Oligarchi Il...

(21 Giugno 2015)

pclavoratori.it

Cp Anpi Viterbo: adesione all’iniziativa a sostegno della Carovana antifascista di Carbognano (Vt)

Dinanzi a quanto, nel silenzio dei nostri media, si sta verificando in Ucraina, dove una giunta golpista salita al potere a seguito di interventi di destabilizzazione sollecitati dall’esterno, sta restaurando nei fatti un regime di tipo neofascista, con provvedimenti atti a colpire le organizzazioni comuniste e antifasciste d’opposizione, con l’utilizzo di squadre e gruppi paramilitari...

(11 Aprile 2015)

Il Comitato provinciale Anpi di Viterbo

Ucraina - La lotta degli oligarchi per la spartizione del bottino

Scritto da Jorge Martin, da www.marxist.com La cosiddetta “Rivoluzione di Maidan” doveva essere a sostegno della democrazia e dei valori occidentali, contro la corruzione e l’oligarchia. Il risultato è stata la sostituzione del dominio di un gruppo di oligarchi con quello di un altro gruppo e adesso quelli che hanno beneficiato del cambiamento si fanno la guerra a vicenda...

(9 Aprile 2015)

marxismo.net

UKRAJINA NUOVA “JUGOSLAVJIA” CI RICORDA CHE LA GUERRA VIENE VISSUTA DAI LAVORATORI ED ARMATA DAI PADRONI

Lavoratori, era la notte dei 24 marzo 1999 quando il primo attacco della NATO a un paese sovrano, la Jugoslavia, cambierà l'Europa macchiandola di rosso. In quei tempi i “burattinai dell'occidente” mettono in atto la lotta per il dominio sulle risorse nel mondo. Oggi, in Ucraina, si ha la certezza che chiunque si frapponga agli interessi delle potenze economiche, USA in testa,...

(1 Aprile 2015)

per USB Vigili del Fuoco Nazionale Costantino Saporito

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

120748