il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Foto troppo spaventose

Foto troppo spaventose

(4 Maggio 2011) Enzo Apicella
La Casa Bianca sta “valutando” se diffondere le immagini di Osama Bin Laden morto: “Le foto sono troppo cruente”

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Il nuovo ordine mondiale è guerra

(1111 notizie dal 22 Maggio 2002 al 30 Ottobre 2018 - pagina 1 di 56)

LO SCONTRO TRA PREDONI ALIMENTA BARBARIE, MILITARISMO E GUERRA

Riceviamo e volentieri pubblichiamo In questi giorni l’unica notizia internazionale che è riuscita a bucare la cortina di una informazione totalmente incentrata sulla finanziaria, la crescita dello spread ed il braccio di ferro tra il governo giallo/verde e l’Europa, è stata l’omicidio del giornalista Khashoggi avvenuto nel Consolato dell’Arabia Saudita ad Istanbul...

(30 Ottobre 2018)

RETE CONTRO LA GUERRA E IL MILITARISMO

ANCORA E SEMPRE SULL'ORLO DELL'ABISSO

In estrema sintesi questa è la notizia: “Il presidente Trump ha confermato l'intenzione di ritirare gli Stati Uniti dallo storico accordo che fu firmato nel 1987 tra Reagan e Gorbaciov. Quell’accordo rappresenta una delle pietre miliari del disgelo che portò alla fine della guerra fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica. Un trattato firmato nel 1987 a Washington da Ronald...

(24 Ottobre 2018)

Franco Astengo

Marco Palombo: superare le illusioni a 5 Stelle, rilanciare il movimento contro la guerra

Come ci si oppone all’esecutivo Conte? E’ una domanda che stiamo rivolgendo a interlocutori diversi, nel tentativo di definire un’azione di contrasto complessiva a un governo in parte diverso dai precedenti, ma non meno pericoloso. Tra gli interlocutori che abbiamo scelto vi è Marco Palombo, attivista della Rete No War e curatore di un blog ricco di stimoli e d’informazioni...

(3 Ottobre 2018)

Il Pane e le rose – Collettivo redazionale di Roma

Usa-Pakistan, l’alleanza disamorata

All’amore mai sbocciato fra l’amministrazione Trump e il cangiante vertice pakistano - passato dal capo del governo incarcerato Nawaz Sharif della Lega Musulmana, al rampante neo premier Khan del Pakistan Tehreek-e Insaf - sono seguite le vendette economiche americane. La Casa Bianca ha decurtato e continua a farlo (gli ultimi tagli ammontano a 300 milioni di dollari) svariati fondi all’importante...

(2 Ottobre 2018)

Enrico Campofreda

Bombe assassine sullo Yemen e quotazione in Borsa della Saudi Aramco: i protagonisti sono gli stessi

Il 19 settembre, al presidio davanti all'Ambasciata saudita per chiedere l'embargo delle armi italiane per l'Arabia saudita, ho esposto un cartello poco comprensibile che voleva comunicare troppe cose. Aveva il pregio però di accennare ad un tema importante e ci tengo a provare a spiegare qualche particolare in più. Questo il testo che ho mostrato Londra: da Alta Corte e Borsa manovre...

(22 Settembre 2018)

M.P.

BASTA con il genocidio nello Yemen

BASTA con l’esportazione di bombe fuorilegge verso l’Arabia Saudita. MERCOLEDI’ 19 SETTEMBRE A PARTIRE DALLE ORE 11 PRESIDIO E CONFERENZA STAMPA DAVANTI ALL’AMBASCIATA SAUDITA A ROMA (via G. B. Pergolesi n. 9) Da quattro anni la coalizione a guida saudita continua a bombardare il martoriato Yemen. Quattro anni che la popolazione civile subisce bombardamenti, che bambini,...

(17 Settembre 2018)

Sardegna Pulita, Cagliari Social Forum, COBAS SCUOLA Sardegna, USB Sardegna

John McCain: da falso eroe a criminale di guerra in serie

di Nazanin Armanian (*) “John McCain era un eroe statunitense, un uomo di decoro e onore ed un mio amico”. Così Bernie Sanders, il presunto “socialista” del Partito Democratico, ha reso omaggio al senatore repubblicano rivelando che gli statunitensi ed il mondo intero hanno un serio problema se persino l’ala sinistra del Partito Democratico è altrettanto...

(3 Settembre 2018)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

I “sovranisti” di Lega&Cinquestelle … perfettamente allineati al militarismo del Pentagono

Chi ci conosce sa – chi non ci conosce, lo apprende ora – che siamo nemici giurati del cosiddetto “sovranismo” perché la sua unica sostanza è questa: intensificare la brutale concorrenza tra paesi imperialisti per la spartizione del mercato mondiale, intensificare l’aggressività nazionalista di paesi che imperialisti non sono, ma cercano comunque...

(27 Agosto 2018)

La redazione de "Il cuneo rosso"

Yemen: tutte le morti necessarie

di Guadi Calvo (*); da: //rcmultimedios.mx; 20.8.2018 Come succede con l’enclave sionista in Palestina, sembra che il regno saudita abbia conseguito, da parte della comunità internazionale, la sua licenza di uccidere senza che questo non significhi assolutamente niente. L’olocausto che il sionismo porta avanti in Palestina da 70 anni ha la sua correlazione, dal marzo 2015, nello...

(22 Agosto 2018)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni

Il riarmo degli imperialismi

Da "Il Partito Comunista" N. 390 - Luglio-Agosto 2018

Le serie statistiche dello Stockholm International Peace Research Institute, aggiornate di anno in anno, riportano la spesa militare di oltre 100 Stati del mondo dal 1988. La spesa militare è calcolata in tre modalità: nella moneta corrente di ogni Stato, in dollari, prendendo a riferimento, per i dati del 2017, il valore del dollaro USA al 2016, e infine in percentuale sul prodotto...

(18 Agosto 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Bombe sullo Yemen: il silenzio sul voltafaccia del M5S

Da Le corvette dell' Isola d' Elba Ieri in Yemen nuova strage della Coalizione a guida saudita. E’ stato colpito uno scuolabus e sono morti 29 bambini, in massima parte sotto i dieci anni secondo Avvenire, che ha dedicato l’apertura di prima pagina a “Stragi di innocenti” segnalando anche sette bambini iracheni annegati nell’ Egeo. Per la cronaca del bombardamento saudita...

(10 Agosto 2018)

Marco P.

Sei osservazioni politicamente scorrette sulla NATO

di Nazanin Armanian (*) Salvo personaggi come Donald Trump, nessun capo di stato implicato in nell’invasione militare di altre nazioni è solito metterla in relazione ad interessi materiali: ammazzare circa due milioni di bambini, giovani e anziani iracheni per occupare il loro strategico paese e portarsi via il loro petrolio?! Si, a condizione di farlo sotto una bandiera umanitaria:...

(26 Luglio 2018)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni

SCONTRO APERTO, COMMERCIALE PER ORA

Editoriale del n. 67 di "Alternativa di Classe" Una data che ai più è passata inosservata è quella di Venerdì 6 Luglio u. s. Per gli “addetti ai lavori” si tratta dell'inizio della “guerra commerciale”, dichiarata dagli USA di D. Trump alla Cina di Xi Jinping. In tale data, infatti, è entrato “...in vigore il primo blocco di dazi sulle...

(20 Luglio 2018)

Alternativa di Classe

Sul palcoscenico della NATO il narcisismo stizzoso di Trump rianima una Alleanza moribonda. Il complesso militare-industriale ringrazia, l’Europa divisa si inchina e l’Italia applaude

Molto prima dello show di Trump, John Bolton, Consigliere per la sicurezza nazionale, aveva studiato e approvato tutti i documenti del vertice perché tutto è molto orientato nel senso americano Il racconto delle due giornate del vertice fatto dai vari quotidiani internazionali ci riporta un clima caratterizzato dagli sbalzi di umore di un Presidente che bacchetta gli alleati considerati...

(17 Luglio 2018)

Rossana De Simone

Volantino europeo in occasione del vertice NATO di Bruxelles

In occasione del summit della NATO che si terrà a Bruxelles nel luglio 2018 e delle mobilitazioni che si svolgeranno per denunciare questa alleanza militare guerrafondaia, noi diciamo NO alla NATO! NO alla politica europea di guerra! Solidarietà internazionale contro la reazione, la politica di guerra e di austerità dell’imperialismo L’11 e il 12 luglio, i rappresentanti...

(5 Luglio 2018)

Sosteniamo le manifestazioni contro il vertice NATO di Bruxelles!

“In coincidenza con il vertice della NATO che si terrà a Bruxelles l’11 e 12 luglio prossimi, si svolgeranno nella capitale belga e in diverse città europee manifestazioni di protesta. La necessità di sviluppare l’azione di massa contro la NATO deriva dalla pericolosità della situazione mondiale. Durante l’ultimo anno la disputa interimperialista...

(2 Luglio 2018)

Da Scintilla n. 90 – giugno 2018

Il militarismo moderno al solo servizio dei profitti del Capitale: Lettera dagli USA

Da "Il Partito Comunista" n° 389 maggio-giugno 2018

L’attacco statunitense alla Siria, coordinato con Gran Bretagna e Francia, ha preso a pretesto le armi chimiche, sostenendo essere nell’interesse del popolo siriano e del mondo. Questo è falso: l’interesse è del Capitale. Ogni minaccia di guerra, o di continuare una guerra da parte della borghesia è una minaccia contro il proletariato, non fra nazioni o fra forme...

(17 Giugno 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

ITALIA IN GUERRA

Pregandovi di tenere sempre a mente il testo dell’articolo 11 della nostra Costituzione:” L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la...

(10 Giugno 2018)

Franco Astengo

Il volto del neo ministro della Difesa Elisabetta Trenta: dalla guerra per esportare la democrazia agli affari privati nelle zone occupate

Agosto 2004. A Nassirya si svolge la terza battaglia dei ponti: “Sparai contro il mezzo perché così mi fu ordinato dal maresciallo Stival. Se mi fossi accorto che si trattava di un'ambulanza mai e poi mai avrei sparato e avrei chiesto spiegazioni al superiore”. C’era una volta la missione umanitaria: [...]Un soldato italiano spara a un miliziano, lo manca e colpisce...

(7 Giugno 2018)

Rossana De Simone

Gli Stati imperialisti - grandi e piccoli - si preparano a sbranarsi

Nel mese di luglio del 2015 i membri permanenti delle Nazioni Unite, USA, Regno Unito, Francia Cina e Russia, insieme a Germania e Unione Europea firmarono un accordo con l’Iran, nella sigla in inglese Jcpoa, per la sospensione delle sanzioni economiche, che erano state imposte all’allora “Stato canaglia”, in contropartita all’abbandono del suo programma nucleare. Sospensione,...

(28 Maggio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

695930