il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Sasà Bentivegna, Partigiano

Sasà Bentivegna, Partigiano

(3 Aprile 2012) Enzo Apicella
E' morto ieri a Roma Rosario Bentivegna, che nel 1944 prese parte all’azione di via Rasella contro il Battaglione delle SS Bozen.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

OGGI 2 GENNAIO 2018 E’ L’11 ANNIVERSARIO DELLA MORTE DEL PARTIGIANO SPITELLA. 10 ANNI DI ATTESA E UNO DI BUGIE E SILENZI.

(2 Gennaio 2018)

histoire de spitella

10 anni sono trascorsi per attendere il tempo che la legge imponeva per realizzare l’impegno che la città aveva preso subito dopo morte di dedicargli una via della città. Questo coraggioso figlio di Spoleto, soldato degli ultimi e sentinella della libertà, 10 anni fa venne sepolto commemorato dal Sindaco della città nel cimitero monumentale di Spoleto.

10 anni dopo tornammo a ricordare quell’impegno che il tempo non può cancellare. Passarono tre mesi prima di avere un incontro col Sindaco Cardarelli. A marzo quando questo incontro avvenne Cardarelli ci disse di non avere nulla in contrario e di essere d’accordo a rispettare quella volontà ma allo stesso tempo che alcuni abitanti di via delle Mura che doveva essere intitolata a Spitella, avevano scritto una lettera di contrarietà. Ci promise una risposta in settimana ma passarono mesi, durante i quali ci furono iniziative di piazza, assemblee e si costituì il Comitato per la memoria della città di Spoleto, libera associazione nata per ospitare tutti coloro che volevano partecipare a questa battaglia di civiltà.

Alla fine nel mese di settembre in un incontro a cui hanno partecipato anche alcuni membri del Comitato per la memoria della città di Spoleto, il Sindaco Cardarelli fece la sua proposta che nelle sue intenzioni poteva accontentare tutti, di intitolare al Partigiano Spitella i giardini di via Matteotti (lato ex convitto INPDAP) .

Pur dispiaciuti che non fosse stata accettata la trasformazione di via delle Mura in Via Spitella, prendemmo atto dello sforzo fatto dal Sindaco Cardarelli di non mancare a quell’impegno; accettammo la sua idea e glielo comunicammo con lettera scritta chiedendogli un incontro.

Poco dopo , erano i primi giorni di ottobre, ci fece sapere che avrebbe portato il giovedì successivo la proposta in Giunta.

Da allora più nulla.

Siccome non abbiamo alcun motivo di dubitare delle parole del Sindaco Cardarelli, vogliamo sapere cosa è stato deciso in quella Giunta e quando la proposta sarà portata in Consiglio comunale.

Questa vicenda è andata oltre ogni ragionevole tempistica questo è evidente.

Il Partigiano Spitella Francesco ha diritto a essere ricordato con onore dalla sua gente ed è giunto il tempo di farlo. Se chi governa Spoleto non è d’accordo neanche con la scelta dell’ex Sindaco Cardarelli lo faccia sapere, perché questa vicenda lunga un anno sta diventando vergognosa.

Associazione Culturale CASA ROSSA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Ora e sempre Resistenza»

Ultime notizie dell'autore «Associazione Culturale Casa Rossa»

3510