il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Picninc

Picninc

(20 Agosto 2013) Enzo Apciella

Tutte le vignette di Enzo Apciella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(L'unico straniero è il capitalismo)

Roma, 3 ottobre 2020: in piazza per lo ius culturae

(24 Settembre 2020)

Appuntamento in Piazza Santi Apostoli a partire dalle ore 15.30

Questa manifestazione rimpiazza quella inizialmente prevista per il 19 settembre, di cui avevamo pubblicato il comunicato. Le rivendicazioni sono le medesime, solo che è più ampio il ventaglio di forze coinvolte nell'organizzazione.

ius culturae marincola

Perché scendere in piazza il 3 ottobre per lo ius culturae

La riforma della cittadinanza è un argomento su cui la politica non trova il coraggio per compiere un passo decisivo. Ieri il dibattito sullo ius soli si è esaurito con un tentativo di voto, oggi il confronto sullo ius culturae è fermo in Senato, scalzato da altre priorità che anche noi riteniamo necessarie, ma non si può più aspettare. Ce lo chiedono i bambini che sono privi di una fondamentale garanzia: essere riconosciuti come italiane e italiani, a tutti gli effetti.
L'articolo 3 della Costituzione parla chiaro: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. Chi vive su questo territorio fa parte del Paese e contribuisce al suo sviluppo ecomico e alla sua vita sociale e culturale
Scendiamo in piazza perché non vogliamo continuare ad avere una cittadinanza “in locazione” vogliamo essere proprietari di un’appartenenza che non ci può essere negata. Vogliamo una bandiera che includa, riconosca e valorizzi la nostra storia comune come quella del partigiano italo-somalo Giorgio Marincola, a cui oggi è intitolata la fermata della metro C di Roma.
Scendiamo in piazza per rompere il binomio immigrazione-sicurezza, per chiedere l’abrogazione dei decreti Sicurezza che hanno peggiorato la condizione degli ultimi, indipendentemente dalla loro provenienza. È una questione di civiltà, equità sociale e giustizia che accomuna tutti e tutte le generazioni.
Scendiamo in piazza il 3 Ottobre, Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione istituita dopo il tragico naufragio del 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa, per chi non ha rinunciato alla speranza, ma che non ha trovato il giusto approdo in mezzo al mare. Per questo ribadiremo che servono corridoi umanitari e la cancellazione degli accordi con la Libia.
Lottiamo per la parità e l’abolizione del sistema discriminatorio. Siamo solidali agli ultimi, agli invisibili senza distinzione di classe, orientamento sessuale e origine etnica. Al Parlamento, al governo e al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, chiediamo un incontro con una delegazione di cittadini con background migratorio per portare a termine la riforma della cittadinanza e lo ius culturae.
Invitiamo tutta la politica e i politici a scendere in piazza con noi per sostenere la manifestazione pacifica del 3 ottobre a piazza del Popolo alle 15:30. Scenderemo in piazza nel pieno rispetto delle norme per limitare il contagio del Covid-19.

La La manifestazione è promossa da NIBI - Neri Italiani, Black Italians, Black Lives Matter Roma, CoNNGI, Baobab Experience, 6000 Sardine Roma, ANPI Provinciale di Roma, Eritrea Democratica, Comunità Africana di Cassino, Comunità italo-somala, Fraternità Haitiana, Mamme per la pelle, Figli della Repubblica, Giovani Europeisti Verdi, USB, Artisti Resistenti, Cinecittà Bene Comune, l’autore di Partigiani d’Oltremare Matteo Petracci, l’attore Thamisanqa Molepo, l’avvocato Hillary Sedu, l’ex candidata sindaca di Firenze e consigliera comunale Antonella Bundu, Lorenzo Teodonio, co-autore di Razza partigiana. Storia di Giorgio Marincola (1923-1945) e Antar Marincola, nipote di Giorgio, il primo partigiano nero che è l’immagine della manifestazione.
Aderiscono alla manifestazione: Agenzia Habeshia, Liberi Nantes, Celio Azzurro, Rifondazione Comunista - Sinistra Europea, Grande Come Una Città, Collettivo N, Diem 25 Italia, Next Generation Italy, Black History Month Florence, Women’s March Rome, Sinistra Progetto Comune, Movimento degli Africani, Nuovi Profili, Coordinamento Cittadini Italomarocchini, il sindacalista Aboubakar Soumaoro, il sindaco di Riace Mimmo Lucano, l’attore Jonis Bascir, il giornalista Enzo Brogi, l’attivista Cathy La Torre e il vignettista Sergio Stanio, Arcigay.
Ci vediamo a Roma, città antifascista e antirazzista!

Contatti:
iusculturae.manifestazione2020@gmail.com

1445