il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Pomigliano. La galleria del vento

Pomigliano. La galleria del vento

(13 Giugno 2010) Enzo Apicella
Cisl, Uil, Ugl e Fismic cedono al ricatto di Marchionne e firmano l'accordo per Pomigliano

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Sanità: biennio contrattuale scaduto da tre anni!

(7 Giugno 2006)

Anche questa volta, come due anni fa, senza la certificazione positiva della Corte dei Conti -che quindi evidenzia la sottostima del finanziamento - l’Aran lunedì prossimo 05/06/’06 sottoscriverà probabilmente il nostro Contratto, al termine di estenuanti procedure, che ogni volta ci vengono ripresentate dilazionando ulteriormente i rinnovi contrattuali.

Stiamo parlando, infatti, di un biennio economico scaduto ben tre anni fa e del quadriennio normativo, di cui nessuno ancora parla, scaduto il 31 dicembre 2005 e di cui non c’è volontà di rinnovo, né finanziamento nella finanziaria.

Il sottofinanziamento dei contratti della pubblica amministrazione e' una scelta strategica che spinge non solo al coinvolgimento finanziario delle Regioni, ma alla distruzione del CCNL ed all'avvio dei contratti locali. In questa direzione va letta la vicenda della mancata certificazione del Contratto Sanita' da parte della Corte dei Conti.
Un biennio economico ostaggio della campagna elettorale, sottoscritto in fretta e furia, dopo due anni di attesa, fermato dal Tesoro per mancanza di copertura finanziaria, perché dal testo non traspariva l’impegno delle regioni e impegnare ben 4 (quattro) euro lordi per ogni dipendente ! Tutto questo se si aggiunge ai progetti di modifica dell’impianto contrattuale, c’è poco da stare tranquilli ad attendere gli arretrati, miraggio dei miraggi con cui si tengono buoni i lavoratori.

Le Regioni, attraverso il comitato di settore, hanno rivendicato l'acquisizione dei contratti di lavoro degli operatori di sanità ed enti locali. Questo obiettivo viene praticato rivendicando un ruolo imposto, ed è sufficiente non garantire le risorse impegnate nella misura inferiore all'unità percentuale per bloccare il rinnovo contrattuale.

COSA AVREMO?

un CCNL che ci da' elemosina salariale al posto di salario;
una firma strumentale dell'accordo senza finanziamenti, rivenduto come conquista
sindacale per mesi;
un'umiliazione professionale per tutti i lavoratori del Comparto.

NO: alle trattative contrattuali farsa e senza recupero salariale, o a contratti
regionali che ricostruiscono le gabbie salariali;
NO: alla distruzione del Sistema Sanitario Nazionale pubblico;
NO: alla confusione di ruolo e di volonta' politica delle Regioni.

La RdB CUB Sanità chiede:
la difesa del Contratto Nazionale unico come elemento della difesa dello stato sociale e del Sistema Sanitario pubblico;
che venga chiusa immediatamente la scandalosa partita dei contratto scaduto: il pagamento degli arretrati del biennio economico 2004-‘05 per aprire il contratto 2006 -’09, con adeguati finanziamenti dello Stato, e non con contratti regionali!

RdB Pubblico Impiego Venezia
aderente alla confederazione unitaria di base cub
Via Camporese 118/93 Venezia - Mestre
tel.041.5329706 fax 041.5314446

6970