il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Se ero tibetano...

Se ero tibetano...

(14 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Frosinone/Rieti. Aree di crisi complessa. PCI: subito un intervento per i lavoratori senza soldi dal 2 gennaio 2020
    Già da prima del coronavirus questi lavoratori attendevano un sostegno, ora è dramma sociale
    (29 Marzo 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Lavoratori di troppo)

    La Fiat li sposta a 120 km da casa per costringerli a licenziarsi.

    Da oggi in sciopero per 15 gg i 40 cassintegrati della meccanica dell’Alfa Romeo in trasferta obbligatoria a Verrone

    (29 Agosto 2006)

    VERGOGNOSO VIA LIBERA ALLA FIAT DA PARTE DEL TRIBUNALE DI MILANO

    Da oggi 40 cassintegrati della Meccanica dell’Alfa Romeo di Arese, 30 dei quali dello Slai Cobas, sono in trasferta obbligatoria per 15 gg a Verrone (Biella) che dista oltre 90 km da Arese e 120 km dall’abitazione della maggioranza dei cassintegrati.

    Per raggiungere Verrone occorrono 4 ore di auto al giorno tra andata e ritorno, con molti lavoratori e lavoratrici che non hanno l’auto (non esiste servizio pubblico); quasi tutti i lavoratori, molti anche senza macchina e patente, sono invalidi o hanno gravi problemi familiari, e dovrebbero –con i turni- partire alle 3 di notte o rientrare all’una di notte.

    OGGI SI SONO RIUNITI IN ASSEMBLEA AD ARESE I CASSINTEGRATI DELLA MECCANICA E HANNO DECISO UNO SCIOPERO DI 15 GG CONTRO LA TRACOTANZA DELLA DIREZIONE FIAT.

    Questa trasferta obbligatoria fa seguito alla comunicazione di inizio luglio con la quale la Fiat aveva trasferito a Verrone gli stessi lavoratori.

    Dopo lo sciopero che allora fu subito attuato da tutti i lavoratori, la Fiat ha trasformato i trasferimenti in trasferte.

    Lo spostamento a Verrone da parte della Fiat è del tutto pretestuoso e ha il solo scopo di cercare di sbarazzarsi di tutti i cassintegrati di Arese, “offrendo” quattro soldi di incentivo per “ottenere” sotto ricatto il licenziamento dei lavoratori.

    I lavoratori e lo Slai Cobas denunciano questo ennesimo sopruso della Fiat e si batteranno con tutte le forze per ottenere un posto di lavoro ad Arese.

    INFATTI:

    1 A Verrone, ove si fanno cambi per il gruppo Fiat, è stata appena fatta la mobilità (licenziamenti) e da un anno ci sono 2/3 settimane di cig al mese. E’ facile quindi prevedere che lì a breve ci sarà altro esubero di personale.

    2 Ad Arese la Fiat sta progettando un nuovo motore a benzina che da queste settimane sarà provato e collaudato nelle sale prove dell’Alfa. Dato che la Fiat nei prossimi mesi chiederà in questi reparti gli straordinari e il terzo turno, non si vede perché non possano lavorare ad Arese anche i cassintegrati. E per la produzione della nuova testata, fra un anno, occorreranno almeno 500 lavoratori: perché non farla ad Arese, dato anche che la Fiat ha preso qui una caterva di finanziamenti pubblici ?

    3 I cassintegrati della meccanica, in base agli accordi firmati in Regione nel 2003 fra sindacati e proprietari dell’area di Arese, hanno anche il diritto di essere assunti nelle aziende che si stanno insediando nelle aree ABP ed Estate sei; con lo spostamento a Verrone i lavoratori sarebbero privati di questo loro diritto.

    Dato che la Fiat non ha rispettato nessuna procedura di legge (informazione ai sindacati, età, invalidi, ecc…), lo Slai Cobas –sindacato maggioritario con i 2/3 dei voti alle ultime elezioni Rsu- ha fatto ricorso a fine luglio contro l’azienda per attività antisindacale ex art. 28; il 7 agosto il tribunale di Milano, confermando una tendenza -in vigore a Milano da qualche mese- che mette in secondo piano i diritti dei lavoratori, ha rigettato il ricorso dando incredibilmente via libera alla Fiat!

    MA I LAVORATORI DELL’ALFA NON ABBASSANO LA TESTA E SCIOPERANO RIVENDICANDO I LORO DIRITTI !
    NO ALLA DEPORTAZIONE DEI CASSINTEGRATI A VERRONE !
    NO AI LICENZIAMENTI CAMUFFATI !
    LAVORO AD ARESE !


    Arese, 28-8-2006

    Slai Cobas Alfa Romeo

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «Lavoratori di troppo»

    Ultime notizie dell'autore «SLAI Cobas»

    5683