il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio, compagno

Addio, compagno

(30 Novembre 2010) Enzo Apicella
E' morto Mario Monicelli

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

La conferenza nazionale GC boccia la presenza di Bertinotti alla festa di Azione Giovani

(26 Settembre 2006)

Un’ordine del giorno sostenuto dai documenti di minoranza alla conferenza nazionale dei GC sul tema dell’antifascismo, e contrario alla recente partecipazione di Fausto Bertinotti insieme a Fini alla festa di Azione Giovani è stato approvato con 91 voti a favore e 85 contrari.
A quel punto, la presidenza della conferenza, in maniera del tutto arbitraria ha imposto il riconteggio dei voti, per far tornare in sala i delegati “assenti” e recuperare qualche delega sparsa per impedire che l’OdG fosse approvato!

Al termine della votazione taroccata, numerosi delegati sono usciti dalla sala indignati, protestando contro il vero e proprio colpo di mano compiuto dalla presidenza.
Questa è l’ennesima dimostrazione di come la democrazia all’interno del Prc sia un optional; ogni qual volta il voto sancisce scelte e orientamenti difformi da quelli impartiti dall’esecutivo e della segreteria nazionale, questo può essere tranquillamente annullato con colpi di mano verticisti e astuzie burocratiche.

Ma ciò che in quest’episodio desta maggiore sorpresa è il comportamento dei rappresentanti delle minoranze presenti in presidenza, in particolare i membri del documento 3 (“sinistra critica”), i quali, pur essendo promotori e presentatori dell’ordine del giorno, non solo non si sono curati di verificare l’esito della prima votazione (la presidenza aveva tentato in un primo momento di taroccare anche quella, contando 81 voti a favore invece di 91, ma era stato in quel caso il compagno del quinto documento presente in presidenza a scoprire il “trucco”!), e in seguito hanno accettato passivamente sia la decisione di ripetere la votazione, sia il suo esito (guarda caso favorevole alla maggioranza).

Tale condotta accomodante non trova a nostro avviso spiegazione: è paradossale secondo noi che si presenti un’ordine del giorno su un tema che si sapeva essere uno dei più controversi in questa conferenza, e poi rinunciare ad andare fino in fondo. Sembra quasi che i promotori di quest’OdG si siano trovati loro malgrado spiazzati da uno scenario che non si aspettavano (e che probabilmente non volevano): mettere i bertinottiani (per la prima volta) in minoranza… Probabilmente qualcuno ha messo in moto una dinamica poi rivelatasi ingovernarnabile…

Ma i fatti hanno la testa dura: la maggioranza dei delegati alla conferenza nazionale ha bocciato la presenza di Bertinotti alla festa dei neofascisti, e ha approvato un documento che denuncia la connivenza e la complicità di AN e di Azione Giovani con le bande di estrema destra responsabili del rigurgito di aggressioni a compagni, centri sociali, immigrati, gay, lesbiche a cui abbiamo assistito in questi ultimi mesi, e impegna tutta l’organizzazione a rilanciare l’iniziativa antifascista e promuovere i valori della resistenza.

I delegati e le delegate alla Conferenza Nazionale dei GC
del V documento “Il Cuore dell’opposizione”
www.progetto-comunista.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «3ª Conferenza Nazionale delle/i Giovani Comuniste/i»

8706