il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Memoria e progetto)

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Sulle "esternazioni" di Fausto Bertinotti

(25 Giugno 2007)

Fausto Bertinotti ha dichiarato a La Stampa ciò che ormai era chiaro a tutti tranne coloro che non volevano vedere. La "cosa rossa" significa lo scioglimento di Rifondazione Comunista (a meno che ora qualcuno non voglia avventurarsi in una stucchevole disquisizione sulla differenza tra "superamento" e "scioglimento") in un contenitore neosocialista. La segreteria nazionale di Rifondazione ne esce "bacchettata" e di fatto completamente delegittimata e il Partito si ritrova "commissariato" dall'ex segretario nazionale. Franco Giordano trovi dunque uno scatto d'orgoglio per ribadire l'autonomia del Partito e avrà il sostegno della stragrande maggioranza del suo quadro militante. Rifondazione Comunista non ha bisogno di "padri venerandi e terribili" che la tengano sotto tutela. E' un partito che ha piena legittimità e capacità di discutere al suo interno del proprio futuro e che entro breve si misurerà nel congresso più difficile della sua storia.

Un congresso in cui siamo chiamati a decidere della sopravvivenza di un soggetto comunista, anticapitalista, in grado di rappresentare le ragioni sociali dei lavoratori e dei ceti popolari oppure il suo scioglimento in un contenitore socialprogressista che abbandona i metalmeccanici per correre dietro ai "fagiolini" e sostituisce le fabbriche col Monte Athos e le sale di meditazione. A tutti coloro che pensano che oggi in Italia continui a esserci bisogno di una sinistra coerentemente anticapitalista diciamo che bisogna innanzitutto rompere col bertinottismo. Che significa oggi innanzitutto non cedere sulle questioni sociali e politiche fondamentali, a partire dalla trattativa sulle pensioni, su cui si profila uno sciagurato accordo al ribasso, per proseguire con privatizzazioni, Tav, base Dal Molin, Legge 30. La ricomposizione a sinistra del Pd si fa a partire dai contenuti, non da alchimie elettoralistiche che gli stessi risultati elettorali finiscono per smentire impietosamente.

Marco Veruggio
Portavoce nazionale Controcorrente - Sinistra Prc

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

Ultime notizie dell'autore «Marco Veruggio»

8790