il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Il bestiario

Il bestiario

(12 Agosto 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

  • 11 Dicembre 2019 - Milano
    Guerra permanente e rivolta sociale
    Ruolo e presenza militare dell’Italia
    Libano, Iraq, Iran, Kurdistan e….

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

FARC-EP: includiamo il compagno Ivan Vargas nella lista degli scambiabili

(8 Maggio 2008)

1. Il presidente Alvaro Uribe, ostinato a non concertare con le FARC-EP l’accordo umanitario, si rifiuta di smilitarizzare Florida e Pradera nel Valle del Cauca. Nel frattempo, sprofonda inesorabilmente nel fango della para-politica e nel sangue di oltre 150.000 vittime del paramilitarismo, e fa finta di non vedere la sofferenza di oltre 4 milioni di sfollati mentre copre col manto dell’impunità i suoi compari narco-paramilitari; e, peggio ancora, balbetta il suo cinico linguaggio “anti-terrorista” per screditare la legittima ribellione del popolo colombiano.

2. Siamo di fronte ad un governo perverso che usa la guerra sporca come forma di governare e che premia il tradimento con i petroldollari mandatigli dalla Casa Bianca, stampati col dolore di un popolo eroico che resiste in Iraq. La dignità e la lealtà al popolo dei guerriglieri delle FARC-EP non hanno prezzo. Non ci allontaneremo mai dal sogno bolivariano che il nostro popolo rivendica.

3. Esaltiamo l’ammirevole fermezza rivoluzionaria dei prigionieri di guerra. Essi non usciranno mai di prigione con vergogna caricando sulle loro spalle il peso del tradimento, giacché sono convinti che nessun sacrificio è inutile quando si consacra al supremo interesse della Patria.

4. Oltre ai nomi di Sonia e Simón, includiamo nella lista degli scambiabili quello del nostro compagno Iván Vargas, estradato negli Stati Uniti dal presidente colombiano in un’ennesima dimostrazione di servilismo, mancanza di dignità e sottomissione.

5. La sfida attuale, di fronte all’illegittimità del regime, è quella dell’unità e della solidarietà per ottenere un nuovo governo che dia priorità all’accordo umanitario e che si dedichi a costruire la pace con sovranità, democrazia e giustizia sociale.

Montagne della Colombia, 14 aprile 2008

Segretariato dello Stato Maggiore Centrale delle FARC-Esercito del Popolo

7323