il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Bell'Italia amate sponde

Bell'Italia amate sponde

(16 Maggio 2009) Enzo Apicella
L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha reiterato al ministro dell’Interno, Roberto Maroni, la richiesta di porre fine alla prassi del respingimento di migranti dalla Libia.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La tolleranza zero)

Mondello: La Polizia di Stato rastrella i Vo Cumprà

(13 Luglio 2008)

Stamane a Mondello alle nove del mattino la spiaggia era gremitissima di bagnanti Molti vocumpra
vestiti di tutto punto in mezzo ad una folla seminuda passano e vendono di tutto: collanine,borse, scritte in cinese, massaggi,vestitini, teli. Sono trattati bene dalla popolazione bagnante palermitana assolutamente non xenofoba, cordiale..... I vo cumpra sono marocchini, bengalesi, senegalesi, in generale sono giovani ma c'è anche qualche persona anziana, qualche cinquantenne.
Ad un tratto dal mare arrivano due motoscooter con le insegne della Polizia di Stato. Altri due poliziotti in divisa vengono dalla strada dove hanno lasciato le biciclette.
Urlano ai vocumpra di andare via, "non siete autorizzati" gridano a gran voce provocando un qualche turbamento nella grande folla di bagnanti.
Qualcuno insorge e chiede ai poliziotti se sono stati istruiti all'uopo dal razzista Maroni.
Altri intervengono dicendo che i vocumpra non hanno mai dati fastidio a nessuno e che non è giusto mandarli via.
I poliziotti stanno un altro po mentre i vocumpra si disperdono e poi vanno a fare la stessa operazione in altro tratto della spiaggia.
A memoria d'uomo è la prima volta che la Polizia di Stato interviene su una spiaggia di Mondello per compiere una operazione di rastrellamento.

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «La tolleranza zero»

Ultime notizie dell'autore «Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione»

3931